Inter: paradosso difesa

Video-editoriale del 8.11.2022
Nell’Inter di quest’anno c’è un paradosso misterioso ed inspiegabile e ovviamente riguarda la difesa. Ecco perché non ne vengo o capo.
Ne parlo qui:

https://youtu.be/lJ9hcyUiOfM

6 Commenti su Inter: paradosso difesa

  1. la risposta più plausibile è che in casa abbiamo incontrato squadre più deboli (spezia cremonese torino salernitana e samp, che fuori casa hanno segnato rispettivamente 0,9,9,6 e 4 gol), anche se non credo che questo dato possa giustificare del tutto questa anomalia. pazza inter dunque?

  2. ciao GRL, il paradosso misterioso della difesa lo dovrebbe risolvere Inzaghi, nessun altro.

  3. Oltre alla differenza casa/trasferta, considererei anche la classifica delle squadre incontrate: non aver mai pareggiato ci “semplifica” la riflessione, infatti con le squadre che ci precedono abbiamo subìto e perso e con le squadre che hanno pochi punti abbiamo vinto. Speriamo di continuare a vincere con le squadre di 3a e 4a fascia e di cominciare a vincere qualche scontro diretto e a fare punti con le prime. Mi piacerebbe, oltre a sistemare la difesa, veder giocare con più voglia di vincere.

  4. Mi domando dove sia finita questa tanto decantata qualità della compagine.
    Dipendiamo troppo dagli estri di 2-3 elementi che quando non sono in giornata abbassano di brutto il rendimento complessivo del gruppo.
    E non da ora avrei preferito aver in organico giocatori più costanti, seguiti da tempo, come Kostić e Giroud al posto di Gosens e Džeko con tutta la stima nutrita nei loro confronti.
    Purtroppo abbiamo degli ottimi elementi ma che non bastano per fare una buona squadra equilibrata.

  5. su Mazzola ho trovato questo aneddoto che non conoscevo, relativo alla finale del Prater:
    A fine partita, Sandro Mazzola, autore di due gol vorrebbe scambiare la maglietta con il suo idolo Di Stefano, ma Puskas lo ferma prima e gli dice “Io ho giocato con tuo padre. Ti ho visto stasera. Sei degno di lui! Tieni la mia camiseta”…
    Mazzola non ha bisogno d’altro e porta via la maglia più importante della sua vita.

  6. Alcuni giocatori non danno equilibrio alla squadra perché sono deboli nella fase difensiva. In questo senso Dimarco, Dumfries, mikhitarian e chalanoglu , non garantiscono le coperture necessarie. Inoltre il piazzamento dei giocatori, su angoli e punizioni a nostro favore, è strano: sul primo gol della Juve a difendere c’erano mikhitarian e chalanoglu, con i tre difensori centrali nell’ area della Juve. Occorre più umiltà e attenzione.

Lascia una risposta

Le 4 regole del commentario:
1. Siate educati: i commenti ad personam saranno ignorati
2. Scrivete in italiano, il congiuntivo non è una malattia degli occhi!
3. Non è una chat: se volete conversare tra voi, io che ci sto a fare?
4. La lunghezza del commento non può superare i 500 caratteri (spazi compresi)
Viva l’Inter!


*

 caratteri disponibili