Casadei out, ma ora basta!

Video-editoriale del 16.8.2022
Accetto Casadei out, ma adesso basta davvero con le cessioni!
Grandi tutte vincenti all’esordio con  Napoli, Milan e #uve le migliori. E Radu? Ovviamente sarà ancora colpa dell’egoista Handanovic 😵‍💫
Ne parlo qui:

https://youtu.be/hKx7TtTBm4g

24 Commenti su Casadei out, ma ora basta!

  1. Antonio Rossi // 16 agosto 2022 a 13:59 // Rispondi

    Gianluca, io penso che sia masochistico infierire su Radu. Essendo nostro dovremmo augurarci che faccia una grande stagione per poi venderlo definitivamente. Sul punto mi sembra inutile cercare di mantenere il controllo su giocatori come Radu e Pinamonti (25 e 23 anni). La loro dimensione non e’ da grandissima squadra e, quindi e’ meglio monetizzare!

  2. Si ok radu ne ha fatta un’altra e indirettamente si é risposto a tutte le stupidaggini dette da oscar Damiani, ma auguriamoci che faccia un buon campionato così da renderlo vendibile l’estate prossima.
    Per il resto siamo al 16 agosto, oggettivamente fuori tempo massimo per cessioni eccellenti

    • Oggettivamente in Italia non esiste nella mentalità Suning
      GLR

    • Sono d’accordo con Gian Luca. Se arriva l’offerta che vogliono, quelli sono capaci di FAR CEDERE (Marotta ovviamente li terrebbe entrambi!) sia Skriniar che Dumfries UN MINUTO PRIMA della chiusura dell’ultimo giorno utile di calciomercato. Sarò tranquillo soltanto UN MINUTO DOPO…

  3. c’è un grande rammarico per non riuscire a trattenere i nostri migliori giovani, venderli troppo presto è un harakiri economico, ma tant’è….o lui o dumfries; so di essere antisportivo ma spero tanto non diventi un campione, per non ripetere un Zaniolo bis. anche la partenza di Pinamonti fa male, perchè l’anno prossimo con Dzeko in pensione avrebbe fatto molto comodo.

    • ‘Sta cosa di parlare di Zaniolo come fosse in Roberto Carlos proprio non la vedo, ma va beh…
      GLR

      • Parole sante, al momento non mi pare ci si debba stracciare le vesti per Zaniolo e sono passati 4 anni. Fosse rimasto probabilmente lo avremmo più volte incenerito. Certo con i se e i ma… Un saluto GLR

        • nessuno si straccia le vesti , ma è giusto ricordare che è stato venduto per 4,5 milioni ed ora ne vale intorno ai 35-40 nonostante 2 gravissimi infortuni.

          • Sarà…peccato che non abbia ancora visto nessuno offrire 30-40 reali. E la Juve alla fine ha preferito il vecchio Dimaria
            GLR

  4. Pietrospen // 16 agosto 2022 a 20:52 // Rispondi

    Che Casadei diventi un campione è tutto da dimostrare. Ciò detto, vendere il proprio futuro per tirare a campare e pagare stipendi e buonuscite a giocatori logori e senza futuro è semplicemente sconcertante. Tra l’altro se il +60 di cui si parla è vero il titolare lo dovremo vendere lo stesso… quindi doppiamente incomprensibile.

    • Niente…peggior sordo chi chi non vuol capire non c’è…Chiaro che se cedendo Pinamonti e Casadei si riesce a tenere Dumfries e Skriniar e restando cosi alla fine Lukaku ha sostituito Sanchez sarebbextsnta roba
      GLR

      • GRL scripsit: “Se cedendo Pinamonti e Casadei si riesce a tenere Dumfries e Skriniar”.
        SE.
        Perché – perdonami – se un indovino gli avesse preannunciato tutti i paletti che il governo cinese avrebbe imposto loro, credo che gli Zhang non avrebbero mai comprato l’Inter. Credo volessero davvero farne un top club mondiale, ma il loro governo è il meno accomodante del mondo; evidentemente ci stanno rimettendo e credo che mirino solo a rientrare. Se arriverà l’offertona per Chiunque, Chiunque partirà.

      • Pietrospen // 18 agosto 2022 a 19:23 // Rispondi

        La competitività sostenibile tanto cara a don Beppe la passata stagione ci ha portato dal dominare il campionato ad arrivare dietro a un Milan che ancora si chiede come ha fatto a vincere lo Scudetto…la politica in atto da 2 anni all’Inter è agghiacciante, e invece di sperare che il livello delle avversarie sia tale da non evidenziare più di tanto le nostre magagne credo varrebbe la pena chiedersi quale futuro può avere la “strategia” societaria in corso.

        • Già se uno non arriva a capire nemmeno se gli fai un disegno che non è Marotta a scegliere la politica societaria ma una Proprietà invisibile che sta a Nanchino non vale neanche la pena discutere…Quale futuro? Il futuro qui è adesso … con questo tipo di proprietà non si può andare oltre questa stagione sportiva e ogni anno si azzera tutto ma non ci vuole un genio per capirlo…
          GLR

  5. Ciao GL,
    Complimentandomi per come fai il tuo lavoro e seguendoti da quando avevo 10 anni(1991)vado controcorrente:ma se questi “fenomeni” a 19 anni hanno 0 presenze in A(o B)non vorrà dire qualcosa?un caro amico a 17 anni era in C,lo volevano molte primavere ma riteneva che giocare con gli adulti fosse meglio…giocò 15 anni tra A e B ed ora allena, un altro fece la primavera dell’inter da capitano e si perse in C. Spesso in primavera ci si sente calciatori ma la verità è che non lo si è ancora.

  6. Casadei magari non diventerà un crac, come Zaniolo non sarà mai pallone d’oro, ma se penso ai giocatori scarsi che mi è toccato vedere negli ultimi 10 anni con la maglia dell’Inter e a quanto sono stati pagati, generando anche in parte il buco che oggi va tappato vendendone altri, mi domando: ma non era meglio puntare su qualche ragazzo costato zero e creare uno spirito di appartenenza che non esiste più? DiMarco lo abbiamo dovuto praticamente ricomprare dopo anni con Lazaro e Dalbert… W Inter

  7. Buon giorno, puntare su giocatori “maturi” significa voler cercare di vincere subito senza aspettare la maturazione dei pur bravi giovani che hai in casa . A volte funziona e a volte no . Cedere all’estero i ns. migliori ti può far pensare che comunque non li avrai (forse) mai contro ma questo, secondo me non basta . L’infortunio del giorgiano ne è la riprova …….. Poi, come giustamente tu dici, è tutto da vedersi che siano dei veri crack, in passato ne sono passate di future promesse …….

  8. ciao GLR, permettimi una battuta; visti gli infortuni di Pogba, Di Maria e Mkhitaryan tanto usato sicuro non lo sono. Al solito, assurda questa protesta generale per la cessione di Casadei, che non avranno mai visto giocare. Per quanto riguarda Radu, sembra proprio che gli mancano le basi per fare il portiere, non é solo questione di testa.Infine, per quanto riguarda il nosto mercato, prenderei anche un altro centrocampista di riserva, oltre al difensore.

    • Ne riparliamo il 4 giugno quando sapremo quanre partite hanno saltato, perché se ne saltano 5-8 su 55-60 non mi pare un grosso problema.
      GLR

  9. Buongiorno Gianluca vorrei fare un piccolo commento su Casadei: fino a poche settimane nessuno se lo filava e adesso è diventato il nuovo CR7. Per 20 mil bonus inclusi lo porto io in macchina a Londra. Inoltre vorrei dire a tutte le vedove di Zaniolo che Piero Ausilio non è un pirla e se lo hanno lasciato andare un motivo ci deve essere
    Forza Inter

  10. L’aver accumulato un bel gruzzoletto con le cessioni di Pinamonti e Casadei non ci mette al riparo da altri ben più dolorosi addii.
    Basta ricordare la scorsa estate quando si pensava che con il sacrificio di Hakimi si poteva stare tranquilli poi come un fulmine a ciel sereno sappiamo cosa è successo.
    Non mi stupirei se il boss di Nanchino s’ingolosisse dalla possibilità d’incassare già in questa sessione infischiandosene come già ampiamente dimostrato dei potenziali risultati sportivi del club.

    • Beh, è Lukaku che se n’è voluto andare. E se uno ti dice “Voglio il Chelsea” e il Chelsea si presenta con un pacco di 115 milioni, la resistenza opposta è zero. Chi ci è rimasto fregato è stato Inzaghi.
      Eppure con Dzeko al suo posto quasi si vinceva ancora lo scudo. Quasi… per colpa di un rigore sbagliato e tre minuti di follia. Ahimè, proprio nei due derby.
      Per la partenza di Lukaku Inzaghi non riuscì a trattenere il disappunto. Ora ce l’ha. Vediamo come l’avrebbe impiegato lo scorso anno…

  11. Ausilio non sara’ un pirla ma nel caso di Zaniolo + soldi per Naingolan e’ stato fatto un grosso errore, punto. Come del resto quando acquistammo Vidal al posto di Tonali. In questi casi si e’ voluto accontentare l’allenatore di turno senza guardare al bilancio, mentre ora i tempi son decisamente cambiati e si guarda solo al bilancio e alla funzionalita’ dei giocatori. In questo senso Inzaghi e’ decisamente piu’ accomodante, un Allegri o un Conte nell’Inter di oggi non potrebbero starci.

Lascia una risposta

Le 4 regole del commentario:
1. Siate educati: i commenti ad personam saranno ignorati
2. Scrivete in italiano, il congiuntivo non è una malattia degli occhi!
3. Non è una chat: se volete conversare tra voi, io che ci sto a fare?
4. La lunghezza del commento non può superare i 500 caratteri (spazi compresi)
Viva l’Inter!


*

 caratteri disponibili