5C: Milan-Inter 3-2

Video-editoriale del 3.9.2022
L’#Inter ha subito 2 sconfitte su 2 big-match con 6 gol al passivo e il Derby per la prima volta da anni è stato perso anche sul piano del gioco. Allenatore e squadra oggi sono in evidente confusione mentale.
Ne parlo qui:

https://youtu.be/JU7tm7x2C68

 

38 Commenti su 5C: Milan-Inter 3-2

  1. 5 partite 2 sconfitte un po troppo per pensare in grande, ennesimo regalo al milan, se non c’e’ lukaku gioca dzeko lo sanno anche i bambini, infatti quando e’entrato la partita e’cambiata dietro grossi problemi ,urgono interventi immediati.
    inizio stagione altamente deludente.

  2. Oggi mi sono vergognato della prestazione fiacca e di scarsa qualità di molti giocatori.
    Il reparto difensivo è imbarazzante e non è un caso che da questa estate durante le amichevoli che continuiamo a prendere troppi gol. Bisogna avere il coraggio di fare scelte diverse sia di programmazione (De Vrij e Handa sono ormai nella parte discendente della loro lunga e gloriosa carriera) e sia di formazione.
    Sono profondamente deluso da tutti.
    2 scontri diretti: 2 sconfitte con 6 gol incassati

  3. L’impressione è che l’Inter sia già allo sbando dopo 5 giornate… nervosa, abulica in tanti uomini-chiave (Barella, De Vrji…), con proprietà inesistente e allenatore in confusione totale. Risentono tutti dell’instabilità societaria? Può essere. Certo che fino a che rimarrà questa proprietà il futuro è fosco.
    Sarebbe forse ora di provare Onana e Asllani; tanto, peggio di così…
    Per le facce preoccupate aspetta mercoledì! :-) Se non si svegliano ci vorrà il pallottoliere, con Bayern e Barça!

  4. Concordo che è un problema di testa, forse gente che si è pentita di essere rimasta (Bastoni, Skriniar, Dumfries) o sopportata (DeVrij) e che sa che con Suning non c’è un progetto. Il mercato è finito solo sulla carta, per i nostri e’ un problema sempre aperto con questa proprietà. In particolare questa volta con il Milan dove vedono una proprietà che sembra il contrario della nostra e un progetto più a lungo termine, vedi acquisto di giovani. Campionato difficile ma lungo, quindi recuperabile.

  5. grave pochezza tecnica e tattica, sono mesi che è chiara involuzione eccetto partite con squadre inferiori. Letteralmente non facevano 2 passaggi di fila, diagonali difensive inesistenti. 2 azioni in 90 minuti (quelle dei gol) poi tutto lasciato al caso.La squadra non aveva bisogno di rincalzi dal mercato, ma di vari titolari.
    Contro una rosa costa pure 50 M€/anno in meno,figura mediocre. Si leggeva che i big fossero rimasti x rivincita:tutta qui la motivazione? Il contesto lo conoscevano già..

  6. Non capisco come mai il primo cambio e’stato fatto solo dopo aver preso il terzo gol

  7. Letteralmente dominati dal gol di brozo ai cambi, come non accadeva dai tempi di ancelotti pre calciopoli. Questa squadra ha problemi, non so se sono gli strascichi dell’anno scorso o la precarietà societaria.
    Bare dove sei? Perché non sei sceso in campo? Chala come tutta la squadra solo un po meglio nel finale. Correa è correa. Infine bastoni che in una settimana perde due volte l’uomo solo in area e insieme a devrij (in crollo verticale da un anno) si fa saltare come un birillo sul terzo gol.

  8. Caro GLR il derby ha confermato i gravi problemi di questa squadra solo mascherati dalle amichevoli aperte al pubblico con squadre di categoria inferiore giocate nel frattempo. (Spezia e Cremo). Il tecnico è in palese difficoltà caratteriale e tattica, la difesa è impresentabile e a centrocampo manca velocità. urge un cambio di passo dell’allenatore che deve dimostrare di saper leggere meglio le situazioni.

  9. I regali al Milan non finiscono più. Difesa inguardabile, altri giocatori, imbarazzanti, le “seconde scelte” chiaramente più in palla, in panchina o in campo troppo tardi. Chiedo scusa, l’allenatore sta coi giocatori ogni giorno e sa bene cosa fare, o forse no?

  10. Manrico Dimesso // 4 settembre 2022 a 07:17 // Rispondi

    Buongiorno Gianluca, spero solo si tratti di un problema di condizione fisica imperfetta, legata alla preparazione particolarmente complicata dovuta all’assurdità di questo campionato, che rimarrà fermo per 52 giorni. Il centrocampo costruisce ma non filtra abbastanza, la difesa va in difficoltà e la non condizione di alcuni pilastri si fa sentire. Tutti, compreso mister Inzaghi, possono e devono dare di più. Una buona gara col Bayern riporterebbe serenità. Forza Inter sempre!

  11. Inzaghi è diventato prevedibile e non riesce a fare qualcosa di diverso a livello tattico. In più tutti sono sotto tono , il secondo gol grida vendetta per l’insipienza difensiva . Handa mi pare più un capro espiatorio anche se il confronto con Il loro portiere è impietoso. Insomma male male. È l’apocalisse? Non so certo che con Bayern e soprattutto Toro, avversario scomodissimo dopo la Champions, ci giochiamo non dico tutto, ma molto della stagione

  12. Inter società in stato prefallimentare, il resto di conseguenza.

  13. Sono deluso e preoccupato.
    Squadra imballata, sulle gambe e psicologicamente instabile.
    Partite come quella di oggi e Lazio devono indurre Inzaghi a rivedere alcune scelte, e tra questa, anche se lo difendi, il portiere… mi sbaglio?
    Domande:
    Gosens cos’ha per finire dietro anche a Darmian?
    Se, come tutti dicono siamo una squadra fisica che necessita del tempo per andare in forma, con i due mesi di fermo e giocatori spremuti dal mondiale, come pensi possiamo riprendere?

  14. Ho sentito il tuo editoriale. Al di là del portiere e della difesa, che possono fare meglio, mi sembra che il centrocampo sia il reparto più in sofferenza. Non difende, non costituisce e non attacca. Se si guarda il rendimento di quest’anno, si vede che i peggiori della squadra sono calha , brozo e barella. La cosa grave è che nessuno ne parla e l’acquisto migliore di quest’anno, Asslani, continua a fare panchina. Occorrono nuove soluzioni.

  15. Buongiorno Gianluca
    Dopo la bruttissima prestazione di ieri sera vorrei chiedere se secondo te può essere finito l’effetto Conte. Concordo pienamente su quanto da te detto e mi domando perché non è stato schierato dall’inizio il professore (il ns primo gol nasce da una difesa della palla di Lautaro da centravanti) e senza una punta di peso abbiamo dato la possibilità al Milan di non preoccuparsi troppo della fase difensiva anche se i tre gol nascono da nostre cazzate.

  16. Antonio Rossi // 4 settembre 2022 a 08:08 // Rispondi

    Tutto corretto Gianluca. Resto comunque sempre perplesso per il fatto che professionisti pagati milioni di euro l’anno debbano essere tranquillizati e motivati e non possano semplicemente pensare a giocare per 90 minuti 2 volte alla settimana. Poi errori del tecnico e dei giocatori fanno parte del gioco, ma il resto dovrebbe essere superato dalla professionalita’.
    Un caro saluto

  17. Bravo GLR come sempre con una prospettiva diversa.
    Ho sentito critiche a Inzaghi ma…i gol e la partita,sono stati viziati da errori individuali non da serie A.
    A parte le questioni di mercato ormai chiuse quale altro detonatore di instabilità c’è?
    Chiedo perché non conosco sinceramente le dinamiche societarie e la situazione interna..dico però che in queste grandi difficoltà un gruppo di uomini ha la possibilità di far cerchio,ritrovarsi e agire in modo straordinario.

  18. Roberto Carlo Giuseppe // 4 settembre 2022 a 08:41 // Rispondi

    Non giriamoci intorno. Stiamo alla realtà, partita = giocatori e allenatore, Il resto cazzate. La testa con il mercato aveva dei disturbi? è evidente che la tattica era sbagliata. Per 60′ non riusciamo mai a fare tre passaggi in avanti, la difesa va in difficoltà perché presa in controtempo, tutto cambia quando entra Dzeko che fa da collante e consente l’uscita del nostro gioco e vengono gol e azioni fermate da un super portiere. Bisogna giocare come sai e non avere paura dell’avversario.
    Amala.

  19. Roberto Carlo Giuseppe // 4 settembre 2022 a 08:46 // Rispondi

    Non capisco il riferimento al portiere. Non voglio difendere a tutti i costi Handanovic. Visti e rivisti i gol direi che quello di Giroud l’ha quasi preso mentre Leao è stato un fenomeno nello spostarsi in corsa il pallone per prendere controtempo il portiere. Dall’altra parte se escludiamo il tiro di Calhanoglu, il resto sono tutte parate che entrano nella norma di un portiere di alta classifica, certo con Radu oltre al pallone entrava anche lui in porta.
    Amala…

  20. Delusa e amareggiata da questa partita e da questo inizio di campionato. Ho visto un’inter senza gioco e senza testa. Questa incertezza è forse la rovina di questa squadra? Siamo ancora punto e a capo con l’arrivo di partite molto difficili.

  21. Ciao, secondo me è la continua situazione di incertezza che in parte è figlia della crisi della società che non ti lascia lavorare tranquillo. È come lavorare in un’azienda che non sai se chiude o meno, e quindi testa poco lucida. Naturalmente non può essere l’unico motivo, scarsa condizione e anche autostima a 0, scelte effettuate poco comprensibili, non mi attaccherei all’assenza di Lukaku perché loro ne avevano di più…e mercoledì Bayern Monaco. Sempre forza Inter ma credo anno di sofferenza

  22. Due cose doveva fare la società, rinnovare o rimpiazzare degnamente Perisic e prendere un difensore che poteva dare il cambio a De Vrij, oltre ad Acerbi che ha preso il posto di Ranocchia. Perso Bremer, si doveva puntare subito Akanji, Chaloba o Milenkovic. Questo non è stato fatto. Poi, almeno nelle partite più facili, deve giocare Onana, Handanovic non può giocarle tutte

  23. Ciao Gianluca, siamo alla 5^. È stata la solita Inter dall’inizio stagione con amnesie difensive imbarazzanti e un il “solito” portiere avversario che si trasforma in Batman.Lasciamoli cuocere nel loro brodo, “quelli” che con il Sassuolo non hanno fatto un tiro in porta. Una chiosa su Pioli: da quando è là si è trasformato da buon vicino di casa a pigna nel c.lo, si dia una calmata, e poi, ma che c..zo di problemi hanno con Chala? Una cosa l’ho capita : l’educazione non è nel loro DNA, pazienza.

  24. Diego Raimondi // 4 settembre 2022 a 09:29 // Rispondi

    Il pesce puzza sempre dalla testa. Il risultato rispecchia il gap a livello societario, in netto favore del Milan. Abbiamo una proprietà non all’altezza delle ambizioni, debole economicamente (quei conti della serva..), un settore tecnico che preferisce i rimasugli di mercato e non sa individuare giocatori giovani da 7/8 milioni in giro per l’Europa (ce ne sono tanti..),
    zero visione complessiva della mission aziendale. Senza Maignan, potevamo pareggiare, ma dove è finita la difesa?
    Durissima!

  25. Ciao Gianlu, hai perfettamente ragione mi sembra come due anni fa, l’anno dello scudetto, e le domande sono tante:
    1- secondo te l’allenatore è in grado di compattare la squadra e far remare tutti nella stessa direzione?
    2- troverà il coraggio di fare delle scelte tecniche diverse, mettendo in discussione giocatori titolari e personalità importanti dello spogliatoio?
    3- valuterà un cambio di modulo? Ad esempio alzando Calhanoglu e Mkhitaryan dietro le punte?
    Grazie e buona domenica
    Valerio

  26. Ciao GL. Lascio a te e ad altri disquiṡire sulla partita di ieri.
    Una domanda faccio: ” Perche’ lasciare Gosens in panchina per 83 minuti e farlo entrae a 6 minuti dalla fine? Che significato ha? Immagino la goduria del Milan quando ha visto la formazione, soprattutto vedendo Darmian stare fermo senza spingere mai per quasi tutta la partita su quella fascia.
    Sempre Forza Inter

  27. Ciao GLR, il tuo commento alla partita non fa una grinza. L’Inter da 2 anni è gestita peggio di una provinciale sul mercato. Un nostro giocatore sa che se farà un gran campionato gli proporranno di andarsene. Un paradosso. La scorsa stagione dovevano dimostrare di non essere solo Lukaku, Hakimi e Conte. Quest’anno ritrovare il giusto spirito di squadra può essere dura. Il presidente sembra smaniare dalla voglia di cedere i migliori mentre dovrebbe essere il primo a guidare la truppa in battaglia

  28. l’Inter, ieri è stata per buona parte della partita impresentabile, e mi secca dirlo, ma, il Milan ha meritato di vincere.
    Ho constatato, come penso chiunque, che ormai Handa non è più all’altezza di giocare a questi livelli, sui primi due gol poteva e doveva fare di più.

  29. GLR
    Fino al gol dell’1-0 la partita l’aveva fatta l’Inter, che aveva incartato il milan, più propositivo ma anche più fragile negli equilibri come si è visto magistralmente nell’azione del vostro gol.
    Poi si è vista la forza del milan, che per dispiegarsi ha però avuto bisogno dell’errore di Calha (a proposito dove sono adesso quelli che la menano ancora con Terracciano e Acerbi?)
    Poi se lasci libero Leao di fare 2 gol e 1 assist, allora forse Inzaghi non ha proprio idea di che fenomeno sia Leao

  30. ciao GLR, erano decenni che non vedevo un milan così superiore nel derby, tuttavia, senza Maignan l’avremmo pareggiato, ma col 3-3 forse ci saremmo illusi che non ci sono problemi.Non capivo le facce abbattute nell’intervallo, eravamo solo 1-1, mentre il milan è sceso in campo con ferocia. Ferocia che avremmo dovuto avere noi per lo scudetto perso in quel modo.Temo che all’Inter, solo personaggi tipo Conte e Mou facciano davvero la differenza, non basta essere buoni allenatori.

  31. Siamo sinceri; quando i rossoneri hanno acquistato Leao, Maignan, Tomori, Kalulu, molti di noi profani abbiamo pensato: poveri cuginastri come sono conciati, si devono accontentare di semi sconosciuti viste le ridotte possibilità. Invece sono stati lungimiranti e i risultati si vedono ora. Con tutto il rispetto per la nostra dirigenza che deve combattere con un nemico in casa, la proprietà (!), dovrebbe aver più coraggio e scovare giovani all’estero non ancora affermati e dal costo sostenibile.

  32. Interista per Sempre // 4 settembre 2022 a 14:00 // Rispondi

    Una sconfitta nel derby è sempre dolorosa, ma non si dovrebbe farsi prendere dall’angoscia, e vedere il campionato già finito male
    I punti dolenti ci sono: la fase dfensiva, il calo di prestazioni di Handa e di De Vrij, una certa carenza di carattere e personalità neccessarie nei momenti più difficili dei match, il pur bravo Inzaghi pare non saper sempre
    ” leggere” le partite, e alcune sue scelte non sono sempre convincenti
    Ora, però rialzare la testa e combattere, siamo L’INTER
    W INTER semper

  33. Per favore, non mettiamo sul tavolo degli imputati Inzaghi!
    Al netto della formazione semi obbligata, non so se Dzeko dall’inizio avrebbe retto ai ritmi di gioco, è palese che la nostra fase difensiva è imbarazzante con un livello di concentrazione pari allo zero; il gol preso da Giroud con i nostri a fare le belle statuine, quando l’ABC del calcio impone la marcatura stretta dell’avversario in area, è sintomatico. Si può giustificare col nervosismo post mercato il rendimento attuale? Non credo.

  34. Voglio pensare ai giocatori come a professionisti in grado di onorare il (remunerativo) contratto; invece non sarà che si sentono la squadra più forte del Campionato e da lì le amnesie e le scialbe prestazioni collettive? In quest’ottica aver già perso così nettamente due scontri diretti può essere salutare, a patto che si cominci da subito a pedalare. Temo in ogni caso che il Milan quest’anno sia un pelo più forte di noi: per questo bisogna muoversi!
    Però non siamo già alla canna del gas…

  35. Fabio Pedretti // 4 settembre 2022 a 16:04 // Rispondi

    Imbarazzante, non ricordo una partita con così tanti passaggi non orizzontale o al portiere. Non so se si una questione fisica, questo lo saprà Inzaghi e lo staff. Ma da ora bisogna correre, lasciar fuori Bastoni e Devrij, e provare Onana. Un po’di coraggio… amala

  36. qualche volta la panchina può far bene, credo che sia il caso di far accomodare DE VRIJL e HANDANOVIC, il primo in attesa di tempi migliori, il secondo definitivamente.Per come é finita il campionato scorso la squadra avrebbe dovuto mangiarseli e mettere in chiaro che il loro scudo é stato un caso , invece da quel che dici tu, erano preoccupati di altro, dell’instabilità societaria e del loro futuro. Li capisco poverini rischiano di non mettere il piatto a tavola…..

    • Quelli che confrontano le difficoltà della vita reale delle persone reali col mondo fatato del calcio capiscono poco…
      GLR

  37. Caro GLR,difesa imbarazzante, eppur sono gli stessi tedsi 2022 (qualcuno invero poco riconoscibile). Colpa del mister? Non credo.
    Non azzardo ancora una diagnosi, ma non credo sia un motivo particolare, complice forse forse una preparazione per non crollare a gennaio. Certo sui gol ho visto gente camminare anziché correre, ma siamo secondo me ancora imballati; comunque i gol della Lazio sono stati dei tiri fortunati, ieri abbiamo davvero peccato Vedremo alle prossime, intanto Forza Inter!

Lascia una risposta

Le 4 regole del commentario:
1. Siate educati: i commenti ad personam saranno ignorati
2. Scrivete in italiano, il congiuntivo non è una malattia degli occhi!
3. Non è una chat: se volete conversare tra voi, io che ci sto a fare?
4. La lunghezza del commento non può superare i 500 caratteri (spazi compresi)
Viva l’Inter!


*

 caratteri disponibili