37C: Cagliari-Inter 1-3

Video-editoriale del 15.5.2022
L’Inter vende cara la pelle, vince bene a Cagliari e rimanda la festa-Scudetto rossonera di una settimana. Tranquilli cugini, per stanotte tutti a casa con la corriera: ovviamente vi rifarete domenica prossima!
Ne parlo qui:

https://youtu.be/SUKxUqNcP18

23 Commenti su 37C: Cagliari-Inter 1-3

  1. Vincerà il Milan, ma non lo merita. Troppi episodi fortuiti girati solo dalla sua parte nelle ultime 5 giornate; senza la sciocchezza di Radu, poi, domenica avrebbe dovuto vincere e invece il pari è quasi scontato. Se il Sassuolo mettesse contro il Milan lo stesso impegno col quale è venuto a battere l’Inter a S.Siro… ma mi illudo.
    Si finirà a pari punti, probabilmente: beffa atroce (“grazie” ad una regola stupida) per chi ha gettato alle ortiche in 3 minuti uno scudetto ormai vinto. Peccato.

    • Il Milan (se vincerà, ma ormai è fatta) merita i complimenti ma non lo scudetto. Troppi dettagli fortuiti e tutti a loro favore (gol in pieno recupero, papere di Radu e Terracciano…) in quest’ultimo mese, che valgono due punti in più anziché tre in meno. Il 3-0 nel derby di Coppa e i due derby di campionato regalati fanno il resto.
      In Brasile – quando pèrdono – spesso usano dire “Não sempre ganha o melhor”. L’Inter conferma. 😉

    • Non avro’ rimpianti, ottima stagione e punteggio in campionato da scudetto.
      Non mi flagello per i punti persi, ne abbiamo anche trovati altri per strada, piuttosto mi domando come abbi fatto QUESTO Milan a fare 84 punti o piu’. Random mi viene in mente l’autorete del Verona a San Siro all’andata o il gol di Tonali con la Lazio, e mi do’ una risposta.
      Non sempre vincono i migliori, gia’.
      Tuttavia grazie Inter perché rimarrà comunque una ottima stagione con tanto di albo d’oro aggiornato.

  2. Pasquale Somenzi // 16 maggio 2022 a 00:18 // Rispondi

    Tredicesima partita di campionato con almeno 3 gol segnati, con la possibilità di arrivare a 14 partite, come l’anno scorso. Per dare un’idea, ciò non succedeva (prima dell’anno scorso) dal campionato 1951/52 quando l’Inter segnò almeno 3 reti in 17 partite e nel 1950/51 addirittura in 22.
    Stanno diventando ormai concrete le analogie col campionato 2001/02 concluso con 2 sole sconfitte in trasferta come stavolta, allora furono Bologna-Inter 2-1 e Lazio-Inter 4-2, stavolta Lazio-Inter 3-1 e Bologna-Inter 2-1. L’Inter chiuse a 2 punti dalla vetta e inoltre, anche nel 2001/02 ad arrivare ultimo fu il Venezia.
    A proposito di anniversari, siamo al 16 maggio, come non ricordare 40 anni fa il 16 maggio 1982, Napoli-Genoa proprio come si è giocata nel pomeriggio, con il Genoa allora che si salvò e il Milan, 4 giorni dopo aver vinto la Mitropa Cup, che retrocede in serie B, stavolta, a differenza di 2 anni prima, gratis.
    Pasquale.

  3. Francesco CANNIzzARO // 16 maggio 2022 a 00:56 // Rispondi

    Lo scorso Giugno/Luglio la Gazzetta titolava, a buon diritto INTER SMONTATA.
    Solo un cronico pessimista o un sistematico detrattore delll’Inter non può considerare OTTIMA questa stagione.Specie considerando le circostanze che hanno condotto alla perdita dello scudetto (se così sarà).
    Diversamente la stagione sarebbe stata FANTASTICA

  4. Sì bella partita, abbiamo giocato con impegno e forza. Lautaro ha fatto 21 goal, bene, peccato che durante l’inverno è stato un po’ troppo in letargo.
    Vabbè …… è tutta esperienza spero che Inzaghi (a cui cmq do un 7,5 nel complesso) abbia capito che cosa significhi allenare una grande squadra che però, al netto di tutto, le manca una prima e grande autentica prima punta. Questo e a mio avviso ciò che e mancato di più all’inter (senza togliere il merito al professore)

  5. Alessandro // 16 maggio 2022 a 07:53 // Rispondi

    Giusto così, mi vien da dire. Il Milan ha vinto scontri diretti, derby compreso, non si è sfilacciato, ha fatto fruttare ogni componente possibile immaginabile (fortuna, un Leao che è esploso, un allenatore morigerato e coerente, l’esplosione di Tonali). I miracoli accadono, ma se gioca come contro l’Atalanta (ferocia, concentrazione, i due centrali difensivi perfetti) dubito che il Sassuolo possa fare uno sgambetto. Onore ai cugini, ci vediamo in supercoppa!

  6. Dispiace, perché alla fine è stato l errore di Radu a condizionare le cose. Sarà per la prossima stagione. Comunque abbiamo fatto una bella annata. Speriamo in un miracolo a Sassuolo, Berardi è interista dichiarato,Scamacca forse futuro nerazzurro.. Sperare non costa nulla

  7. Ho guardato la partita senza la consueta giusta tensione che accompagna le partite dell’Inter. Soprattutto dopo aver visto la “devastante” (così definita dal commentatore di DAZN) cavalcata di Theo che tutti i giocatori della Dea ammirano senza neanche provare a fermarlo. Quindi complimenti doppi alla nostra grande Inter, che nonostante tutto ha giocato la partita con cattiveria e convinzione, costringendo i rivali di classifica a sudare anche domenica prossima (per il caldo).
    Claudio – Parma

  8. In ogni caso, bravissima l’Inter che vince a Cagliari partendo da una situazione di -5 a inizio partita. Se vogliono vincere lo scudetto che si sforzino fino alla fine; noi invece abbiamo ancora qualche minuscola speranza, tanto sognare non costa nulla. Zhang: con qualche ritocco giusto possiamo continuare a sognare, mi raccomando.

  9. Antonio Rossi // 16 maggio 2022 a 09:36 // Rispondi

    Il 22 maggio è Santa Rita, la santa dei miracoli impossibili. Ed è vero. Se il Milan avrà la meglio sarà una vittoria miracolosa. Idem se per caso dovesse perdere con il Sassuolo.

  10. il Milan ha avuto nella prima parte del campionato infortuni a raffica, Kijer e Ibra fuori in pratica tutto l’anno, Kessie non ha ripetuto la stagione passata e in avanti eccetto Leao ha giocatori di serie B.Noi in pratica zero infortuni, fortuna in alcune decisioni arbitrali.Inzaghi non si tocca , ma mi chiedo come si è fatto a perdere uno scudetto contro Salemekers, Diaz,Kululu,Messias e Krunic?Come è stato possibile un back out x ben 7 partite?SCUDETTO BUTTATO, sto impazzendo

    • Sei uno dei pochi che non si nasconde dietro pietosi bicchieri mezzi pieni: ammettiamo che rosichiamo! Con la Juve ritiratasi dai giochi (rose alla mano dovevano essere loro l’avversaria, non se lo ricorda nessuno?) questo scudetto era da vincere senza se e senza ma. Radu è stato il colpo di grazia, ma gli scontri diretti fanno il grosso. Bravo il Milan a raccogliere i nostri regali quando contava. Resta una piccola spranza che restituiscano il favore, in ogni caso vincerà chi avrà sprecato meno

      • Sono uno dei pochi? Semplicemente non faccio il tifoso di professione ma faccio prima il cronista e quindi analizzo in modo diverso dal tifoso sic et simpliciter che cambia idea ogni due ore.
        GLR

  11. Se il Milan vincerà lo scudetto come ormai molto probabile, non sarà perché più forte, ma perché più brava a gestire le situazioni critiche occorse durante la stagione. Tutti a ricordare Bologna, senza dubbio crocevia negativo, ma la gestione dei rigori ad inizio stagione son costati 6 punti (Milan ed Atalanta) decisivi, al pari del tanto discusso caso Milan-Spezia.
    A malincuore, onore al Milan.

  12. Francesco dal Cilento // 16 maggio 2022 a 10:20 // Rispondi

    Caro GLR, purtroppo la papera di Radu pesa come un macigno. Non voglio parlare dei 3 punti ma se avessimo fatto almeno un punto, avremmo avuto la possibilità di vincere il campionato anche con un loro pareggio a Sassuolo. Ci sono “ERRORI” ed “errori”. Negare l’evidenza è da non vedenti. Poi, nell’ottica di un discorso più ampio, ci sono stati i 7 punti in 7 partite che hanno sicuramente avuto il loro peso ma quell’errore, purtroppo, sarà decisivo.
    Detto ciò, la stagione è stata più che positiva

  13. ALESSIO CERIANI // 16 maggio 2022 a 10:30 // Rispondi

    mi è piaciuta la mentalità di ieri: avevano voglia di vincere sin dal primo minuto questo atteggiamento servirà x il prox futuro perchè i punti buttati sono una lezione da non ripetere. Ricordiamoci quando il ns scudetto era il IV posto. Più che sperare di vincere questo scudetto che ovviamente farebbe piacere a tutti noi interisti, mi auguro che non ci sia nessun sacrificio di nessun big e che si rinforzi ulteriormente la ns squadra

  14. Roberto Carlo Giuseppe // 16 maggio 2022 a 12:32 // Rispondi

    Si sono anch’io orgoglioso di quanto hanno fatto a Cagliari e per tutta la stagione. Ora ci siamo regalati la possibilità di vincere ma se finiremo a pari punti ricordiamoci che esistono delle regole che abbiamo accettato fin dall’inizio e vanno rispettate. Sono convinto che i cugini sono fortunati ma la fortuna te la devi guadagnare e tenere stretta.
    Noi abbiamo avuto Radu e chissà se quella jattura tornerà con un colpo di ala.
    Amala…

  15. Interista per Sempre // 16 maggio 2022 a 15:50 // Rispondi

    L’estate scorsa con la partenza di Conte, Lukaku e Hakimi ci avevano dato in sicuro declino – qualche principe del foro (boario) ci vedeva pure recare i libri sociali in tribunale –
    Vinte Supercoppa – Coppa Italia – lottato per lo scudo sino all’ultimo giorno, avendo buttato però un po’ troppi punti, disastro Radu a parte
    Nascondere la delusione sarebbe ipocrita, ma comuqune una stagione non fallimentare – sempre W L’INTER..

    • Quale principe del foro scusa? Nessun laureato in Legge ha mai detto la cazzata a cui tu e altri ovviamente date retta…gente che ha la quinta elementare o fa altri mestieri forse, ma certamente nessun laureato in Legge. Te lo garantisco.
      GLR

      • Interista per Sempre // 16 maggio 2022 a 20:37 // Rispondi

        La mia definizione di principi del foro, boario, era evidentemente ironica, visto che al foro boario non si esercita il diritto, ma si trattano altri bovini affari, ed era una osservaizone critica rivolta a chi si diletta in certe operaizoni ” tifoidi ” contro e a cui non do retta, da sempre
        Cordialmente

        • Beh, ma se non dai loro veramente retta perché rimarcarli, vista la loro perenne ricerca,di notorietà? Io nemmeno li cito quelli che neppure considero. Tutto qui.
          GLR

  16. Pietrospen // 16 maggio 2022 a 19:56 // Rispondi

    A me manca la patologica avversione di Conte alla sconfitta. Qui invece ci diamo di gomito per due coppette di seconda fascia mentre il Milan ci vince in faccia uno scudetto che li abbiamo costretti a vincere. Intanto il nostro mister è soddisfatto della bella figura (?) e la società prepara il rafforzamento estivo ascoltando offerte per le proprie stelle. Un po’di obiettività non guasterebbe specie se si spera di migliorare e non unicamente speculare sulla supposta inferiorità degli avversari

Lascia una risposta

Le 4 regole del commentario:
1. Siate educati: i commenti ad personam saranno ignorati
2. Scrivete in italiano, il congiuntivo non è una malattia degli occhi!
3. Non è una chat: se volete conversare tra voi, io che ci sto a fare?
4. La lunghezza del commento non può superare i 500 caratteri (spazi compresi)
Viva l’Inter!


*

 caratteri disponibili