Suning: gli scenari dell’addio

Video-editoriale del 15.1.2021
Il disimpegno di Suning dall’Inter imposto da Governo Cinese e pandemia sarà totale o parziale? I nuovi scenari spiegati da Marco Bellinazzo, esperto de ilSole24Ore.
Ne parlo qui:

https://youtu.be/yu0Q7LbhLhU

13 Commenti su Suning: gli scenari dell’addio

  1. Ottimo intervento del collega che si occupa di economia. A questo mondo TUTTO è in vendita.
    Direi che in questo brutto periodo di crisi nera globale, siamo molto fortunati a trovare degli acquirenti specie se le somme sono di centinaia di milioni di Euro. Quindi noi tifosi interisti riteniamoci fortunati rispetto ad altri tifosi/squadre meno blasonate.
    Iniziamo a vincere domenica e tutte le altre gare x essere + appetibili.

    • Secondo te a chi compra interessano i risultati sportivi il gigantesco corollario finanziario, fatto dai diritti televisivi e magari dal novo Stadio? Questi manco sanno dove stai in classifica, ma il bacino d’utenza che ti sei creato in 100 anni di storia. Sono sempre divertito nel vedere che i tifosi pensano che i potentati economici ragionino come loro.
      GLR

      • ok hai ragione ma se non investi in giocatori e allenatore, non puoi neppure pretendere di raggiungere traguardi e guadagnarci. Poi tanto si sa che la rivenderanno perchè un Fondo vorrà fare l’affare.
        Il Milan che è gestito da un fondo ad oggi non ha ancora trovato un acquirente e non mi pare che abbia 11 campioni fuoriclasse che costano una fortuna.
        ho timore che la JJ dominerà ancora a lungo

  2. Roberto Carlo Giuseppe // 15 gennaio 2021 a 13:12 // Rispondi

    GL grazie per l editoriale e per l’intervista a Bellinazzo soggetto di assoluta e comprovata serietà.
    Farò parte degli illusi ma non mi spaventa un passaggio di proprietà ad un altro soggetto sia anche un fondo. Quello che importa è che l acquirente sia solido poi basta guardare l’attuale classifica per capire come la prima e la terza siano già in mano a un fondo d’investimento.
    Amala…

  3. Ciao GL. Come dice Bellinazzo (tra l’altro perfetta persona per descrivere cio’ che sta’ succedendo all’ Inter) e che seguo spesso, noi tifosi interisti ogni 4 anni dobbiamo assistere a un nuovo passaggio di proprieta’. Quando si pensava di stare a posto per tot. anni con questa proprietà'(non di certo 10, 20 anni) ma comunque un’ po’ e che aveva i soldi, dobbiamo assistere a un probabile se non certo ennesimo cambio. Comunque la proprietà passa, l’Inter resta.
    Sempre Forza Inter

    • E’ successo anche alla Roma, al Milan e magari succederà ancora perché p certo che le proprietà straniere sono qui per provare a fare business, cosa tra l’altro molto complicata. Tra le grandi, non accadrà alla Juve finché avrà proprietà comunque di base italiana e ci sarà un Agnelli.
      GLR

  4. Mi sembra che Bellinazzo abbia le idee più chiare di tutti, anche perché parla della sua materia. L’unica cosa che non mi spiego è come mai sull’Inter escono subito voci destabilizzanti attraverso certi media. Secondo me la società dovrebbe essere un po’ più ermetica, ma credo che l’Inter faccia sempre parlare troppo e tanta gente inutilmente. Speriamo che i nuovi acquirenti o partner di Suning ci facciamo fare il salto di qualità x vincere in Italia e in Europa.
    W l’Inter.
    MRC

    • Ma quali voci destabilizzanti? Quale subito? E’ da agosto scorso che se ne parla, a parte i boccaloni cresciuti a propaganda di regime e Messi. Chi fa il cronista è tenuto professionalmente ad informarsi sulle vicende di sua competenza, anche perché c’è un dovere di informazione agli azionisti, come si è visto anche nei cambi di proprietà di Milan e Roma. Buon Dio, c’è ancora gente che crede di vivere nella Romania di Ceausescu.
      GLR

  5. Devo dire la verità, non sono pessimista per il futuro anzi la cessione di Suning potrebbe essere anche un bene. Una presidenza “indipendente” cioè non influenzata da poteri politici al di sopra di essa e libera di decidere le proprie strategie mi sembra una buona notizia. Per contro però cambiare presidenza ogni quattro anni ti concede uno slot di tempo limitato per vincere perché si sa che poi, con la nuova proprietà, cambierà inevitabilmente tutto. Staremo a vedere. Viva l’Inter, ciao!

  6. GRAZIE!!!!!!

  7. Come anche detto da Bellinazzo questi Fondi acquistano attività per avere dopo un certo periodo il ritorno dell’investimento. Se Per Sunning, e non è detto che si lasci la possibilità della ricompra o una minoranza, il ritorno era più che altro di ordine commerciale sui mercati europei/mondiali per altri suoi asset, per un Fondo il ritorno è esclusivamente economico/finanziario ..che passa per le vittorie e valorizzazione del Club e del business complessivo (media ecc..)..anche il Barcellona è

  8. Ciao Gian Luca,cosa resterà di questa esperienza di Suning all’Inter?A me è sembrato un percorso di sviluppo del “brand” a scapito dello sviluppo tecnico della squadra.La proprietà si era già incartata ben prima del Covid e che l’Inter non fosse strategica lo dimostrano i rapporti con gli allenatori (tutti in crisi di nervi) e i modesti risultati sul campo.La crisi finanziaria attuale ha messo in evidenza tutti i limiti di questo progetto.Inter is coming…Chissà quando…

  9. Intanto un grazie per avere fatto esprimere un professionista competente ed attendibile.
    Non sono così certo che gli Zhang vogliano lasciare. Ritengo che, in primo luogo, siano alla ricerca di un socio che abbia la liquidità necessaria per far fronte ai limiti imposti dal dirigismo economico governativo cinese, socio che non sia ad esso soggetto. Chi meglio di un fondo ?
    Il fondo stesso potrebbe avere interesse a mantenere Zhang al comando per salvaguardare investimento.

Lascia una risposta

Le 4 regole del commentario:
1. Siate educati: i commenti ad personam saranno ignorati
2. Scrivete in italiano, il congiuntivo non è una malattia degli occhi!
3. Non è una chat: se volete conversare tra voi, io che ci sto a fare?
4. La lunghezza del commento non può superare i 500 caratteri (spazi compresi)
Viva l’Inter!


*

 caratteri disponibili