Il Giorno – Bar dello Sport 273

Pubblicato su Il Giorno, venerdì 17 dicembre 2021

Sorpasso Inter? Piuttosto occhio alla Dea
In pochi giorni al vertice della classifica del campionato di Serie A il mondo si è rovesciato.
L’Inter dell’assicuratore Walter in poche settimane ha recuperato 8 punti al Milan del tassista Gianni e addirittura 11 punti al Napoli dell’idraulico Gennaro e il ‘bauscia’ lo fa pesare ai ‘sorpassati’ con stilettate a raffica: “Credevo di mettere la freccia a primavera come l’anno scorso e di farvi illudere ancora un po’ – sghignazza felice –  invece per i miei cugini di campagna la pacchia è già finita! Altro che Campioni della vendemmia, Campioni d’autunno, Campioni di Halloween, Campioni d’inverno e Campioni di Carnevale, prima del sorpasso a primavera! La grande Inter è già in vetta prima di Natale, quindi via i bandieroni!”
I due rivali trasudano rabbia da ogni poro, soprattutto il milanista che la ‘tiritera’ sul sorpasso pensava davvero di portarla avanti ancora per qualche mese. E il partenopeo, per quanto tramortito, accenna almeno una timida reazione: “Per ora è un sorpassino e ci potrebbe essere pure il controsorpasso – abbozza, anche se pare crederci poco. Come l’impiegato delle poste romanista Tiberio, che si fa vivo con un eloquente: “Ma quando mai?” 
Il carrozziere juventino Ignazio, dal canto suo, ha ormai preso atto per la sua Juve del ruolo di sparring-partner nei match di sottoclou: infatti Bologna-Juventus non se la fila nessuno di fronte al big-match Milan-Napoli: “Big-match soprattutto per l’Inter – commenta amareggiato – perché a questi maramaldi nerazzurri dopo il sorpasso riuscirà pure l’allungo!”
Ma a calmare la platea provvede come al solito l’attempatissimo pensionato Ambrogio, memoria storica del Bar dello Sport: “Ma voi inguaribili perditempo avete mai sentito parlare dell’Atalanta Bergamasca Calcio? – domanda divertito – Pensate se alla fine lo Scudetto finisse a Bergamo!”

1 Commento su Il Giorno – Bar dello Sport 273

  1. Grande Gianluca. Sei il TOP.

Lascia una risposta

Le 4 regole del commentario:
1. Siate educati: i commenti ad personam saranno ignorati
2. Scrivete in italiano, il congiuntivo non è una malattia degli occhi!
3. Non è una chat: se volete conversare tra voi, io che ci sto a fare?
4. La lunghezza del commento non può superare i 500 caratteri (spazi compresi)
Viva l’Inter!


*

 caratteri disponibili