Il Giorno – Bar dello Sport 262

Trionfa la scaramanzia: qui nessuno deve vincere niente!

La tre giorni europea ha già radicalmente cambiato gli umori dei nostri perdigiorno al Bar dello Sport.
Così la sorprendente sconfitta casalinga del Napoli in Europa League per mano dello Spartak Mosca ha subito ridimensionato l’idraulico partenopeo Gennaro: “I vostri sorrisetti sono proprio inutili – sbuffa – il mio Napoli quest’anno non è mica obbligato a vincere lo Scudetto, ma deve solo provare ad arrivare tra le prime quattro!”
“Parole sante” – lo spalleggia l’impiegato delle poste romanista Tiberio – “da quando è arrivato Mourinho state tutti addosso alla mia Roma, ma il nostro traguardo è fare un po’ meglio dell’anno scorso!”
E perfino il carrozziere bianconero Ignazio, malgrado la vittoria della Juventus in Champions sui Campioni d’Europa del Chelsea, sceglie il basso profilo: “La mia Juve si sta ricostruendo – spiega – e dopo nove scudetti di fila ci può pure stare un anno un po’ meno brillante!”
Anche il tassista milanista Gianni accetta la linea minimalista: “A parte che per la Juve sarebbe il secondo anno senza Scudetto – precisa – ma, al di là della rabbia dopo l’Atletico Madrid, il Milan in Champions non deve mica qualificarsi a tutti i costi, come qualcun altro!”  
Ma se l’intenzione era quella di tirar fuori dalla grazia di Dio l’assicuratore interista Walter ci sono riusciti: “Cioè, fatemi capire – si imbestialisce – Quindi è solo l’Inter che deve vincere? E va bene, brutti fifoni, diversamente da voi io non ho paura a dire che voglio e devo rivincere lo Scudetto!” A calare il sipario, come da copione, arriva l’arzillo pensionato Ambrogio, memoria storica del Bar del Sport: “Se questo adesso è diventato il Bar dell’importante è partecipare – sghignazza – allora partecipate tutti ad offrimi una sambuca doppia, grazie!”

Lascia una risposta

Le 4 regole del commentario:
1. Siate educati: i commenti ad personam saranno ignorati
2. Scrivete in italiano, il congiuntivo non è una malattia degli occhi!
3. Non è una chat: se volete conversare tra voi, io che ci sto a fare?
4. La lunghezza del commento non può superare i 500 caratteri (spazi compresi)
Viva l’Inter!


*

 caratteri disponibili