6UCL: Real Madrid-Inter 2-0

Video-editoriale del 7.12.2021
Il #Bernabeu, lo stadio magico del Mondiale ’82 per l’Italia e del Triplete per l’Inter resta stregato quando c’è il Real Madrid.
Stasera un pò polli noi, che però nelle 16 elette di Champions c’eravamo già.
Ne parlo qui:

https://youtu.be/sSjpeKNpwVA

17 Commenti su 6UCL: Real Madrid-Inter 2-0

  1. Pasquale Somenzi // 8 dicembre 2021 a 00:20 // Rispondi

    Sconfitta dal risultato spagnolo, infatti l’ultimo 0-2 era stato sempre con il Real Madrid, ma in casa, il 25 novembre 2020, ma in precedenza uno 0-2
    fuori casa in Europa c’era stato con il Barcellona il 24 ottobre 2018, e andando a ritroso arriviamo al 27 agosto 2010, Supercoppa persa con l’Atletico Madrid
    a Montecarlo, quindi si risale al 24 novembre 2009 ancora con il Barcellona e finalmente la serie spagnola si interrompe con il Manchester U. il 11/3/09.
    Nelle ultime 66 partite ufficiali l’Inter ha perso 8 volte, di cui ben 4 con il Real Madrid.
    Pasquale.

  2. Più di uno è visibilmente stanco, quindi poco lucido e … nervoso. Comunque contava passare il turno e questo obiettivo è stato centrato. Ora però bisogna sapersi gestire per non lasciare – in campionato – punti contro avversarie abbordabili.

  3. Alessandro Bollini // 8 dicembre 2021 a 08:54 // Rispondi

    Ciao GLR,
    partiamo dall’espulsione. Barella riceve uno spintone e va a sbattere sul tabellone; invece di rimanere a terra e “rantolarsi” come un Cuadrado qualsiasi, si mette a fare l’irascibile vendicatore: condotta violenta e rosso sacrosanto. Urgesi psicologo per il sardo che si deve dare una calmata, i compagni percepiscono questo suo “sfanculare” a 360°.
    Mi sarebbe piaciuto il var anche per la netta simulazione di Vinicius, odioso al pari di Neymar.
    Comunque buon primo tempo e testa alta.

  4. Diego Raimondi // 8 dicembre 2021 a 08:58 // Rispondi

    Magico Bernabeu (ristrutturato, non demolito..) ma solo sprazzi
    di bella Inter. I 19 tocchi sono purtroppo rimasti a Roma…Male gli uomini chiave, Dzeko, Lautaro, Calha.. e Barella!
    Nicolò avrebbe bisogno di qualche calcio in c..o di Materazzi, altroché la fascia di capitano. Real ancora fuori portata, sempre in controllo, nonostante abbia vissuto pure lui tempi ben migliori. Da noi benino Handa, Bastoni e i 2 Croati Affiorato qualche nervosismo di troppo. Adesso godiamoci gli ottavi..

  5. Ero convinto di fare risultato, ma la verità è che tra le prime del campionato italiano e i top team d’Europa c’è un abisso, e Milan-Liverpool2 ne è la controprova. Buon primo tempo nostro, poi loro hanno appena appena accelerato e si è vista la differenza.Con tutto il bene che gli si può volere, ma andare a Madrid con D’Ambrosio, DiMarco, Vidal, Vecino e Gagliardini, ti puoi aspettare di essere messo sotto dale Real, se poi Barella fa l’idiozia…. Adesso salta anche gli ottavi…

  6. In TV ho sentito commenti troppo negativi sull’Inter che non è riuscita a fare quello step per migliorare anche in Europa. Lo capirei se avessimo giocato contro Lipsia o Salisburgo, ma noi stavamo al Bernabeu con una squadra tra le più forti al mondo (e lo si è visto anche nei cambi), pertanto io sono soddisfatto del cammino europeo dell’Inter fino a questo momento e della nostra crescita che passa anche da sconfitte onorevoli come queste. amala

  7. Servirà x crescere questa aconfitta. Non ho mai visto un Real subire così tanto il gioco da una squadra. Ci rivediamo presto cari madrileni

  8. fino all’espulsione siamo stati in partita,poi ve be il real e’ il real,guardare il numerino in doppia cifra dentro la coppa sulla manica,ancelotti e’una vecchia volpe,il risultato ci sta.

  9. Partite come queste al momento hanno solo il vantaggio di farti volare all’altezza che ci compete, perché è innegabile il divario tra quelle squadre che se la vogliono vincere la vincono e noi che ancora ci proviamo, pur con dedizione e volontà; però sono match che servono, ai giocatori bravi, intelligenti ed ambiziosi, per capire come si diventa grandi, rubando il mestiere a quelli migliori di te e costruendo la mentalità giusta individuale e di squadra.
    Avanti con fiducia agli ottavi.

  10. Nei due incontri col Real abbiamo avuto più iniziativa e occasioni da gol ma il tabellino recita un 3-0 a loro favore. Al netto della palese inferiorità tecnica, pecchiamo troppo nelle conclusioni vanificando un bel gioco propositivo. Nei tiri da fuori area poi, da noi sembra che quando si concretizza sia un caso eccezionale, mentre nei maggiori campionati europei è all’ordine del giorno. La velocità negli scambi e l’anticipo nelle giocate è un altro fattore che ci penalizza rispetto alle big.

  11. Continuo a ribadire che tra le due partite quella che andava vinta sarà (nuovo tempo verbale: il futuro passato :-) ) col Cagliari. Agli ottavi di CL chi trovi trovi è forte, e tu devi essere più forte di lui. I calcoli “primo oppure secondo” non devono appartenere ad una squadra che ha comunque fatto la storia del calcio italiano ed europeo.
    Il Milan a Udine vincerà. D’obbligo battere il Cagliari, o quelli scappano di nuovo. Ce la possono fare? Penso di sì.

  12. Non so cosa abbia preso a Barella. Ormai non è più un ragazzino del Cagliari (Conte dixit).
    Ha vinto uno scudetto, un Europeo con la Nazionale, è al terzo anno in CL.
    L’anno scorso l’espulsione toccò a Vidal plurivincitore di tutto e navigatissimo.
    Fa parte del ‘quid’ ineffabile di quattro partite perse col Real, pur avendo giocato per almeno 300 minuti su 360 alla pari e a volte meglio.
    Sbaglierò ma per me oggi in CL ci sono solo 5-6 squadre superiori all’Inter: LIV, CHE, CITY, PSG, BAY, REM.

  13. Mah, se devo fare l’inventario di chi non è stato ai suoi livelli, guarderei innanzitutto al buon Sant’Ambroes che proprio il 7 dicembre, forse distratto dalla prima della Scala (chapeau), ha un po’ tralasciato la Beneamata dando via libera a San Tiago (Bernabeu).
    Insomma, anche poca fortuna.
    Forza Inter sempre

  14. Si può dire “Barella peggiore in campo” o si incorre nel reato di lesa maestà? Mai e poi mai vorrei vedere la fascia al braccio di un ragazzino isterico, mi auguro che, una volta giubilato Handa, la Società decida di consegnarla a Skriniar.
    Claudio – Parma

    • Gli ho dato 4 in pagella, vedi tu…
      La differenza tra il cronista e il tifoso è che quest’ultimo si esalta o si dispera ad ogni partita come fossero 15 consecutive. Barella deve migliorare il suo carattere e lo farà. Domani è un altro giorno.
      GLR

  15. Buona mezz’ora nerazzurra, poi ci siam fatti intimidire dal Real Madrid. Questa volta non ho compreso i cambi del Mister, ne Dumfries ne Brozovic dovevano essere sostituiti se si voleva riaprire la partita, questi cambi hanno dato un messaggio al resto della squadra che l’unico che dovevamo fare era limitare i danni. Credo che Inzaghi sia riuscito a dare un gioco e personalitá alla squadra, bisogna andare avanti cosí, sia chi sia l’avversario, correndo anche il rischio di prenderne 4.

Lascia una risposta

Le 4 regole del commentario:
1. Siate educati: i commenti ad personam saranno ignorati
2. Scrivete in italiano, il congiuntivo non è una malattia degli occhi!
3. Non è una chat: se volete conversare tra voi, io che ci sto a fare?
4. La lunghezza del commento non può superare i 500 caratteri (spazi compresi)
Viva l’Inter!


*

 caratteri disponibili