Ora servono più gol su azione!

Video-editoriale del 27.1.2021
“Coccarda!” è il tormentone odierno dopo la vittoria nel Derby di CoppaItalia Inter-Milan 2-1 ma ora nel girone di ritorno occorre cambiare marcia con meno nervosismo e meno gol sbagliati su azione.
Ne parlo qui:

https://youtu.be/TcEZFBzAakw

6 Commenti su Ora servono più gol su azione!

  1. Se svolta Erikssen diventiamo molto più forti. Potenzialmente Uno dei più forti in rosa. È meglio di tutti i giocatori accostati a noi negli ultimi 5 mesi. Però anche Conte adesso almeno un tempo con il Benevento glielo deve dare.

  2. Ciao Gianluca,grande Inter nel derby e il giorno dopo è ancora meglio!!!
    Ho 42 anni e mi ricordo praticamente tutto dai primi anni 90…Nella tua sigla nuova tra l’altro bellissima non riconosco il 9 in maglia bianca accasciato che esulta..chi è?
    Sempre viva l’Inter!!!!

  3. Spero di giocarsi la “coccarda” in finale! Vorrebbe dire superare gli scoloriti. Sulla “lite” è già stato scritto di tutto, mi è dispiaciuto molto perché ammiro Lukaku e stimavo Ibra, per lui è più grave perché ha 40 anni quindi: o non ha ancora imparato a controllarsi (vedi precedenti con Godin e Zapata) oppure lo ha fatto di proposito, con premeditazione (dato che il contrasto era stato con Romagnoli), peccato! Capisco il clima derby, ma sono professionisti. Ora concentrati sulla prossima.

  4. Da più parti leggo che Conte stia pian piano giocando a 4 ma non come piano B..come alternativa valida al 5 3 2..(a prova anche il fatto che varie partite sono state vinte passando a 4). Qui subentra Eriksen ed il famoso detto “o mangi questa minestra o…”. Come sostituto di Brozo sarà anche incontrista?, non penso avrà bisogno di due fiancheggiatori nel 352…se lo fai giocare invece passi al 4312 o 4321 o 433, lo copri ed hai lanci, giocate di prima, punizioni ..ma il vero Sensi?

  5. Rocco Di Gioia // 28 gennaio 2021 a 19:28 // Rispondi

    Forse Erikssen può essere la chiave per sbloccare la penuria di gol registrata in queste ultime partite

Lascia una risposta

Le 4 regole del commentario:
1. Siate educati: i commenti ad personam saranno ignorati
2. Scrivete in italiano, il congiuntivo non è una malattia degli occhi!
3. Non è una chat: se volete conversare tra voi, io che ci sto a fare?
4. La lunghezza del commento non può superare i 500 caratteri (spazi compresi)
Viva l’Inter!


*

 caratteri disponibili