10C: Empoli-Inter 0-2

Video-editoriale del 27.10.2021
Avevo dato tutte vittoriose le grandi in questo turno di campionato e mai avrei pensato di sbagliare la Juve, mentre
l’Inter a Empoli è riuscita anche a non prendere gol, con  D’Ambrosio migliore in campo!
Ne parlo qui:

https://youtu.be/LXpFnpuiZfY

13 Commenti su 10C: Empoli-Inter 0-2

  1. Pasquale Somenzi // 28 ottobre 2021 a 00:51 // Rispondi

    Ottava trasferta consecutiva ad Empoli (7 campionato + 1 coppa Italia) senza subire reti. 29 sono le giornate di campionato consecutive sempre a segno, mentre Handanovic arriva a 121 partite di campionato senza subire reti, davanti
    ha solo Zenga che arrivò a 135. Considerando anche le coppe arriva a 140
    e davanti ha Bordon a 147 e Zenga a 184.
    Dopo la sosta per covid a marzo 2020, l’Inter ha affrontato 31 trasferte di
    campionato segnando nelle prime 15, poi 0-0 ad Udine e di nuovo 15 trasferte sempre a segno. Prima di oggi, 100 partite fa l’Inter aveva perso 3-2 con il Borussia D. e quindi ora, avendo vinto, la percentuale di sconfitte nelle utime 100 giocate è scesa dal 15 al 14%, mentre le vittoire sono passate dal 60 al 61%.
    Pasquale.

    • Ho appena trovato in rete questa statistica: Alexis Sánchez ha preso parte attiva a 21 reti nelle sue 23 presenze da titolare con la maglia dell’Inter in Serie A (nove gol e 12 assist). Se è vera, sarebbe meglio schierarlo titolare anzichè farlo partire dalla panchina! Sarebbe però utile, prima, vedere i risultati delle 21 partite…

  2. Dumfries FORSE “si farà”… intanto l’ “usato sicuro” (Darmian, D’Ambrosio) mi pare dia dà garanzie più che sufficienti per galleggiare in alto.
    Sanchez? Quando non fa “crack” E’, un “crack”, e con Dzeko potrebbe essere la chiave per vincere il derby (fondamentale già all’andata come l’anno scorso lo fu al ritorno). Sarebbe un peccato perderlo a gennaio, credo che tornerà utile spesso. Fategli passare il mal di pancia. 😉
    La Juve? Nel 2015 era dov’è ora e tutti ridevano… vinse lo scudetto.

    • GLR ama ripetere una frase che pure io (seppure emiliano di origine) capisco bene, avendo vissuto tutti i miei 60 anni tra Milano e la Brianza.
      “I tugnìn hìnn mai mort”. “I tedeschi non muoiono mai”.
      Così la Juventus (anche per altri fattori).
      Aspettiamo a darli per spacciati, quelli trovano sempre il modo di rompere le scatole a qualcuno fino all’ultimo. Lo scorso anno è toccato al Napoli, grazie all’harakiri azzurro e al rigore su Cuadrado…
      Quest’anno?

  3. Ricordo – in più anni differenti – che con i grandi campioni (Ronaldo e prima ancora Matthäus) giocavano buoni e preziosi giocatori “indigeni” come Marini, Mandorlini, Berti etc : per dire che gente come Di Marco, D’Ambrosio, Bastoni (come una volta Oriali e Bergomi) chi li ha nelle vicinanze “del cortile di casa” li deve valorizzare e sul mercato i soldi da spendere solo per campioni veri. Ad Empoli tre punti importanti.

  4. ALESSIO CERIANI // 28 ottobre 2021 a 08:56 // Rispondi

    Bisogna continuare a giocare con questa mentalità: non accontentarsi di 1 solo gol perchè altrimenti x un errore o x un rigorino o punizione potrebbe arrivare la beffa. Quindi attaccare x cercare di metterla in sicurezza. Molto bene Double D (Daniele D’ambrosio) e di Marco e pure Sanchez che finalmente ha trovato qualche bel guizzo. Guardiamo noi stessi x i prox 2 mesi e poi vedremo dove saremo in classifica.

  5. D’Ambrosio a fine gara: “Da qualche anno non si ragiona più con l’io ma con il noi, ed è ciò che ci ha aiutato a raggiungere una finale europea e a vincere uno scudetto.” Io ancora ringrazio il buon Lucianone che ha fatto si che quell'”io” se ne andasse con il suo circo a Parigi e che ha messo Brozo nel ruolo in cui adesso è tra i migliori in circolazione.
    Scusate la divagazione dal tema dell’editoriale ma mi sembrava una frase importante da sottolineare.

    • Hai fatto benissimo, invece…
      GLR

    • Il “buon Lucianone” avrebbe meritato qualcosa in più già qui a Milano.
      Se non vincerà il campionato l’Inter mi auguro che finalmente uno scudetto in Italia lo vinca lui col suo Napoli.
      Lo aspetta da tempo. E lo meriterebbe…

  6. è fondamentale battere Udinese e vincere gli scontri diretti con Milan e Napoli (in casa) per rientrare pienamente nella lotta scudetto. Mi dai un tuo pronostico sulla favorita x la vittoria finale?

    • Alla vigilia, pensavo lotta tra Juve e Inter e ho sbagliato, quindi adesso dico lotta tra Milan e Napoli, sperando di sbagliarmi: ma proprio di grosso.
      GLR

  7. io sono felicissimo per Danilo, di parte perchè sono diventato suo tifoso. Sempre zitto, professionale, ha sempre dato il massimo e spesso ci ha tolto le castagne dal fuoco. Non un fenomeno ma un professionista esemplare. Sarà un caso che è anche italiano? Ultimamente era un po uscito dai radar, quindi… grande Danilo!!

  8. Roberto Carlo Giuseppe // 28 ottobre 2021 a 13:34 // Rispondi

    Tutto bene tutto ok.
    Vorrei tornare sui rigori. Qui bisogna capire se il calcio è sport da contatto o è diventato come il basket.
    S’invoca l’aiuto del VAR ogni dove soprattutto con noi ma il VAR non può essere la moviola altrimenti torniamo al moviolismo alla Biscardi dove tutti, nella zuffa che segue, hanno ragione. Il VAR deve essere oggettivo. Altrimenti giochiamo la partita poi il VAR la esamina e si torna in campo a tirare i rigori che spettano a ciascuno.
    Amala…

Lascia una risposta

Le 4 regole del commentario:
1. Siate educati: i commenti ad personam saranno ignorati
2. Scrivete in italiano, il congiuntivo non è una malattia degli occhi!
3. Non è una chat: se volete conversare tra voi, io che ci sto a fare?
4. La lunghezza del commento non può superare i 500 caratteri (spazi compresi)
Viva l’Inter!


*

 caratteri disponibili