Il Giorno – Bar dello Sport 237

Pubblicato su Il Giorno di giovedì 31 dicembre 2020

Al Bar dello Sport si brinda ad un 2021 migliore e al dominio delle milanesi
Questo stramaledetto 2020 tra pandemia, lockdown a ripetizione e brutture varie se ne sta finalmente andando.
E anche al Bar dello Sport i nostri perditempo cercano di guardare al futuro con ottimismo dopo un anno sul marciapiede a cercare un po’ di evasione litigando per futili cose di pallone. Per l’occasione, il barman Pinuccio ha addirittura aperto la sua miglior bottiglia di spumante, crepi l’avarizia, anche se l’impiegato delle poste romanista Tiberio sembra non gradire, visto che “se questa è la migliore, immaginatevi le altre!” – commenta schifato.
E comunque si brinda all’inedito duello al vertice delle milanesi, col tassista milanista Gianni braccato dall’assicuratore interista Walter, che pare finalmente aver smaltito la delusione per la storica l’eliminazione dell’Inter dall’Europa e ha ripreso a bofonchiare sullo scudetto nerazzurro.
In effetti, la chiusura del 2020 per il carrozziere juventino Ignazio è stata calcisticamente tremenda: in un giorno si è ritrovato con sei punti in meno in classifica per la decisione di far rigiocare Juventus-Napoli e per la pesante sconfitta interna con la Fiorentina. L’Ignazio, che ha la faccia di legno dei momenti peggiori, reagisce con la consueta prepotenza: “Il Palazzo ci sta provando ad affossare la Juve – frigna senza ritegno – ma noi risorgeremo e i tre punti a tavolino col Napoli ce li riprenderemo sul campo! E anche stavolta vi scaraventeremo tutti alle spalle!”
E mentre l’idraulico napoletano Gennaro al proposito se la ride beatamente, l’anzianissimo pensionato Ambrogio, memoria storica del Bar dello Sport, cala il sipario con la proverbiale cortesia: “Altro che tutti alle spalle, razza di incompetenti – tuona – vediamo piuttosto di rimetterci tutti in piedi dopo quest’anno orrendo!”
Buon 2021 a tutti!

Lascia una risposta

Le 4 regole del commentario:
1. Siate educati: i commenti ad personam saranno ignorati
2. Scrivete in italiano, il congiuntivo non è una malattia degli occhi!
3. Non è una chat: se volete conversare tra voi, io che ci sto a fare?
4. La lunghezza del commento non può superare i 500 caratteri (spazi compresi)
Viva l’Inter!


*

 caratteri disponibili