Disastro Barça, ma Messi..

Video-editoriale del 15 agosto 2020

9 Commenti su Disastro Barça, ma Messi..

  1. Diego Raimondi // 15 agosto 2020 a 13:08 // Rispondi

    La “Pulce” con la maglia dell’Inter, magnifica suggestione ! Motivi che giustifichino l’affare ce ne sono:
    -rapporti tesi colla società
    -crisi finanziaria del Barca che non riesce nemmeno a comprare Lautaro
    -fare coppia con lo stesso Lautaro, ma a Milano !
    -la carismatica mediazione di Pupi Zanetti
    -giustificare l’acquisto della casa a Milano
    -giocare a centrocampo con Gagliardini e B. Valero.
    -fare un dispetto a CR7
    -essere allenato da Conte
    Se non ora quando ? Scherzi a parte sognare fa bene..

  2. Hai visto mai? Debàcle clamorosa (con relativa vergogna), rapporti non certo idilliaci tra Messi e presidente, ciclo finito… aggiungi magari la voglia di un’ultima avventuta importante (l’Inter tornerà grande presto) e se (SE…) sarà Messi a volersene andare, la cifra calerà.
    Non metto in dubbio le notizie che ricevi, ma se Suning lo ritiene un affare, ci proverà.
    Giusto pensare al presente, però: e se vuoi Messi, comincia a vincere la EL. Il miglior biglietto da visita… :-)

  3. Ragazzi, non è che improvvisamente quelli del Barça siano diventati scarsi; sono quelli del Bayern che sono semplicemente stratosferici!
    Hanno una rosa fantastica composta da un mix di “vecchietti” come Neuer, Müller, Lewandowski e Boateng e giovani come Kimmich, Gnabry, Coman e Davies per non parlare di “scarti” come Coutinho e Perisic. E senza fare spese folli come puntualmente sono abituate le altre big europee. Tanto di cappello ai bavaresi, un esempio di efficienza da ammirare e seguire.

    • Si va beh, adesso non esagerare però…Non è che il Bayern costi poco: siamo ben oltre i 300 milioni lordi di ingaggi con Philippe Coutinho a 25 milioni (in prestito), Neuer, Lewandowsk e Müller con 15 milioni a cranio. L’Inter quest’anno è a assai meno della metà.
      GLR

      • Neuer = 30 MLN, Kimmich = 8,5 MLN, Boateng = 13,5 MLN,
        Alaba = 150 Mila, Davies = 10 MLN, Thiago = 25 MLN,
        Goretzka = 0, Gnabry = 8 MLN, Muller = 0,
        Perisic = 5 MLN (prestito), Lewandowski = 0
        Cominciamo noi a comprare certi giocatori a queste cifre e poi vedremo se ci guadagniamo o meno nel delta acquisti-ingaggi.
        Senza contare che il raffronto qualitativo è impietoso e lo dico da fervente appassionato interista.
        Vogliamo poi ricordare certi “affari” tipo J. Mario, Kondogbia o Gabigol?

        • In Italia non ci sarebbe mai la pazienza di aspettare certi giocatori: il Bayern ha una filosofia molto diversa e smettiamola di dire che è un Club povero: ha comunque oltre 330 milioni di ingaggi, tra Coutinho, 25 milioni e in prestito, Neuer, Levandoski e Mueller, 85 milioni a cranio, mentre l’Inter solo da quest’anno è arrivata, grosso modo quasi ad un terzo
          GLR

          • Il Bayern è sempre stato un club sano, non povero, ben programmato; quando ha avuto bisogno non si è fatto scrupoli a vendere i suoi campioni come Rummenigge, Matthäus e Brehme guarda caso a noi.
            In quanto a follie non penso che farebbe operazioni tipo Neymar, Griezmann o Ronaldo svenandosi tra cartellini ed ingaggi.
            Poi sono sempre competitivi come e più delle altre big ben più spendaccione.
            Se un giorno poi dovessimo e potessimo prendere ad esempio una società, credo che loro sarebbero il top.

  4. claudio emme // 15 agosto 2020 a 22:26 // Rispondi

    Ciao GL
    spero tanto tu abbia ragione, Messi è il barcellona, ma li le cose si sono complicate parecchio, dipende chi arriverà in panchina e chi alla presidenza,
    non penso che possa rientrare nel programma Inter, troppo caro, si rischia di fare la fine degli scoloriti con Ronaldo, grande spesa poca resa.
    Ora che è uscito anche il City, spero non si apra un valzer di panchine con il rischio di allontanare Allegri, l’unico che ci potrebbe garantire qualche anno di dominio in Italia.
    AMALA

    • Poca resa? Due scudetti, ci farei la firma! :-)
      Ho 59 anni, per vedere una Coppa dei Campioni (a me piace chiamarla così se la vinci con lo scudetto sulla maglia, ma avevo 4 e 5 anni per quelle in b/n… non ho ricordi “dal vivo”) ho dovuto aspettare di averne 49, non credo ne vedrò un’altra. Di qualsiasi squadra italiana…
      Ho molte più probabilità di vedere quella benedetta seconda stella, e possibilmente prima del Milan. Con Allegri o con Conte, è l’istèss.
      Ci si potrebbe accontentare… 😉

Lascia una risposta

Le 4 regole del commentario:
1. Siate educati: i commenti ad personam saranno ignorati
2. Scrivete in italiano, il congiuntivo non è una malattia degli occhi!
3. Non è una chat: se volete conversare tra voi, io che ci sto a fare?
4. La lunghezza del commento non può superare i 500 caratteri (spazi compresi)
Viva l’Inter!


*

 caratteri disponibili