Brozo Out. RIP Mario Corso

Video-editoriale del 20 giugno 2020

4 Commenti su Brozo Out. RIP Mario Corso

  1. Adesso Dio ha di nuovo il suo piede sinistro, l’aveva prestato a Mariolino.

  2. Diego Raimondi // 21 giugno 2020 a 07:08 // Rispondi

    Con quella di Mario ormai è scomparsa circa la metà della formazione titolare della Grande Inter. Lui, coi suoi calzettoni arrotolati, sarà ricordato per le punizioni a ‘foglia morta’ e non tutti i calciatori possono vantare un particolare tipo di giocata. Posso immaginare un rapporto sul filo colla decisione del ‘Mago’ Helenio Herrera. Con quella di Brozovic sono già 2 le teste pensanti del ns centrocampo a cadere ancor prima di giocare. Con tante partite vicine e dopo lo stop sara’1 massacro

  3. Ciao GL. Riguardo Brozovic si spera di recuperarlo presto. Mario Corso, appena letta la notizia, me lo sono immaginato attorno ad un’ tavolo con Moratti, Allodi, Herrera, Prisco, Facchetti e tutti quelli che non ci sono piu’ a ridere e scherzare. Un’ pezzo di cuore mio che se ne va ricordando mio padre che non c’e piu’, colui che mi ha passato i crismi per tifare Inter. Condoglianze alla Famiglia. R.I.P.

  4. Ciao Mariolino. Ho avuto la fortuna di vederti giocare. Di te ricorderò sempre come riuscissi da fermo a scartare gli avversari che rimanevano lì di sasso. Il ricordo più intrigante è legato a un sabato pomeriggio. L Inter doveva giocare una partita di coppa Campioni e Herrera era andato a visionare la squadra avversaria. E tu cosa fai, nello stadio con 2 anelli per cui il sole creava zone d ombra, ti siedi in mezzo al campo e divertito segui l azione dei tuoi. Amarti sempre…

Lascia una risposta

Le 4 regole del commentario:
1. Siate educati: i commenti ad personam saranno ignorati
2. Scrivete in italiano, il congiuntivo non è una malattia degli occhi!
3. Non è una chat: se volete conversare tra voi, io che ci sto a fare?
4. La lunghezza del commento non può superare i 500 caratteri (spazi compresi)
Viva l’Inter!


*

 caratteri disponibili