Addio Conte, che follia…

Video-editoriale del 22.08.2020
Sinceramente pensavo che la Pazza #Inter e il folle #antonioconte sarebbero durati almeno un paio di stagioni.
Mi sbagliavo.
Ne parlo qui.

56 Commenti su Addio Conte, che follia…

  1. Pierluigi Bianchi // 22 agosto 2020 a 09:34 // Rispondi

    Ciao Gianluca per me le cose possono andare così.. Se io sono Zang mi siedo e dico caro mister siamo soddisfatti del suo lavoro e quindi per noi lei sarà il nostro allenatore per i prossimi due anni. Se lei se ne vuole andare ci dispiace ma mi firmi una bella rescissione di contratto e chiuderemo un occhio per l eventuale penale che potremmo chiederle. Saluti

  2. Ciao GLR, a me dispiace moltissimo che Conte se ne vada ma lo ha deciso lui e la società può solo prendere atto di una situazione che non lascia molte alternative. Onestamente non so cosa avrebbe voluto Conte,i tempi di Moratti che vive a Milano sono finiti ormai ma sarebbe bastato questo a Conte? ti faccio una domanda: Allegri, o chi per esso, si trova un progetto tecnico più o meno avviato come ci entrerà? Allegri è più aziendalista e non mi aspetto uscite alla Conte, lo credi anche tu?

  3. Fabio Primo // 22 agosto 2020 a 09:56 // Rispondi

    Che se ne vada , ha rotto le scatole con questi sfoghi assurdi . Azzardo l’ipotesi che ci siano ancora divergenze con la società sull’allestimento della rosa per l’anno prossimo .

  4. Giiseppe genuardi // 22 agosto 2020 a 09:57 // Rispondi

    caro Gianluca buongiorno
    Da tifoso juventino ti dico che x te mi spiace che abbiate perso perché ti ammiro molto! 6 sempre stato corretto e onesto nei tuoi interventi! Ci tenevo a dirtelo di persona!

  5. Ciao GL,
    dalle sue parole sembra che all’Inter manchi un intero insieme dirigenziale che manca di svolgere svolge precisi compiti ai quali lui debba sopperire.
    Mi sembra inverosimile che in società ci sia mancanza di personale dirigenziale e questo è sicuro indice di altre motivazioni, che vanno ricercate a parer mio nel mercato.
    Probabilmente soffre troppo l’inadeguatezza della rosa per obiettivi importanti.

    CIAO

  6. Non nascondo il dispiacere che Conte vada via perché era la strada giusta per tornare a vincere soprattutto lo scudetto 20/21. Credo che la società abbia intrapreso una strada e lui un’altra. La società vuole investire sui giovani di qualità, mentre Conte voleva vincere subito e quindi voleva grandi giocatori con esperienza. Non ha tempo per aspettare i giovani. Detta in soldoni:la società investe sulla gallina che in un futuro darà tante uova mentre Conte voleva l’uovo subito. Saluti Samuel

  7. Gianluca , perché parli di azzeramento del progetto tecnico. L’Inter ha fatto tanto, ha gettato le basi, ha uno zoccolo di 20 giocatori a cui aggiungere massimo 5 acquisti. Marmotta è stato chiaro nel pre partita con l’indicazione dello zoccolo duro italiani. Acquisti Hakimi, Kombulla, Tonali, MilinkovicSavic e Dzeko e riparti con un nuovo allenatore che non polemizza dalla prima all’ultima conferenza stampa.

  8. Lui ha detto tra l’altro che non può gestire tutto che a tutto c’è un limite, cosa significherà? Tra l’altro non si sposa con chi diceva che voleva maggiori poteri.

  9. Ciao GLR. Sono d’accordo che e’ folle separarsi dopo solo un anno quando si sono poste le basi per il futuro. Pero’ per stare insieme bisogna essere in due ed e’ Conte che se ne vuole andare. La mia impressione e’ che non riesca o non voglia sopportare certe pressioni che all’Inter sono maggiori che altrove. Speriamo per lui e per l’Inter che abbia gia’ una squadra. E’ stata una parentesi, chiudiamola e andiamo avanti. Un saluto. Roberto.

  10. Che vada: ha stufato. Bravo allenatore, nessuno lo discute, grazie di tutto e arrivederci. Concentrato solo su se stesso, ormai ne diventa anche vittima. Più pazzo lui della pazza Inter che voleva sostituire. Avanti Allegri, uomo azienda, intelligente al punto da capire che gestendo bene questo gruppo, con qualche innesto, si può vincere anche da subito. E ridateci l’inno please.

  11. alberto gilberti // 22 agosto 2020 a 11:24 // Rispondi

    Carissimo GLR…….non ti sembra che Conte sia prigioniero di se stesso……del suo personaggio sanguigno e nevrotico ( ansia ossessiva da prestazione )…..e che trasmetta a lungo andare anche ai suoi giocatori questo stato di condizione , che , come ieri sera , porta i medesimi protagonisti ad essere svuotati di energie positive (Conte compreso )——grazie buona giornata

  12. si dice sempre che dallo spogliatoio Inter fuoriesce sempre tutto, cosa che ha fatto arrabbiare anche Spalletti in passato; però quando vogliono tenere un segreto sono veramente bravissimi: nessuno ha saputo cosa veramente è successo con Icardi ed ora nessuno sa cosa ha portato Conte all’addio. riguardo la famiglia è un mistero: c’entra forse il fatto che erano stati minacciati ad inizio stagione? amala

  13. Alessandro // 22 agosto 2020 a 11:26 // Rispondi

    Buongiorno, a mio parere tutto troppo scontato…..se avesse vinto avrebbe fatto la stessa sceneggiata……deve avere o una squadra pronta ad accoglierlo o questioni interne.
    Non mi piace e non mi convince il possibile sostituto Allegri….spero proprio di no.
    Saluti

  14. ciao GLR,
    Conte ha reso giocatori di alto livello gente come D’Ambrosio, Candreva, Barella, Bastoni, Sensi etc che non sono certo da top club. Gli stessi Lukaku, Brozo, De vrij, hanno reso molto di più di quello che si aspettava. Non capisco cosa voglia, nessun top club lo prenderà più visto il suo carattere. Spero che la società, essendo gestita da cinesi e non più da Moratti, non faccia alcun gentlemen agreement con lui. Se ne vuole andare, rinunci al suo ingaggio.

  15. Preoccupante quanto dice Conte, chissà quali problemi e casini ci sono all’interno dell’ambiente Inter: da tifoso è questo che mi inquieta maggiormente. Capace che vada alla Juve al posto di Pirlo. Spero davvero che le cose fossero già note alla proprietà e che abbiano già trovato il nuovo mister e come uscirne economicamente!

  16. Se non è contento…arrivederci e grazie.
    Certo sarebbe stato meglio non arrivare a questa situazione, ma se uno non è capace di accettare la sconfitta, che può essere non colpa tua ma che può dipendere dalla bravura dell’avversario, il mestiere dell’allenatore è un pò difficile…
    Pazienza e ciao, si ripartirà e vedremo dove si arriverà, speriamo con Allegri.

  17. Dopo dieci anni di oblio, secondo posto ad un solo punto dalla prima (con tanti rimpianti, forse) ed una finale europea. Dispiace tanto, ma il bicchiere, secondo me, è mezzo pieno.

  18. Spero che Conte resti anche se non sarà facile. Osservo che in questi ultimi 7, 8 anni, forse più, l’Inter ha cambiato presidenti, tanti allenatori, decine e decine di giocatori senza vincere mai niente, ma in questo arco di tempo c’è un dirigente (perdente) che è sempre riuscito a sopravvivere a tutto e a tutti e penso che rimarrà nel tempo con grande danno l’Inter. Non si capisce perchè Piero Ausilio sia intoccabile nonostante i continui cambiamenti e le continue sconfitte.

  19. Pietrospen // 22 agosto 2020 a 12:45 // Rispondi

    Questo è uno squilibrato, i prossimi giorni ci diranno se pure avido, come molti dicono.
    La bontà del suo lavoro è sotto gli occhi di tutti, ma un altro allenatore da 532 con due mediani da corsa a proteggere il centrocampista schermo davanti alla difesa secondo me lo si trova, specie per 1 mln di euro al mese.

  20. Credo che Allegri, da buon toscano, avrà molte meno paturnie.
    Del resto, l’ha già dimostrato con la super-rincorsa dal 14° posto allo scudetto, nel 2015-2016. Prima di Natale già si ventilava il suo esonero nonostante 4 scudetti e una finale di Champions. Ha tirato dritto alla grande, e furono cinque.
    Credo che riuscirà (sul lavoro di Conte, che c’è stato) a costruire un’Inter granitica. C’è chi ha scritto che l’Inter in Italia è già ora la squadra da battere. Concordo. Vincerà con Max… :-)

  21. Salve per me la questione è di una semplicità evidente.
    C’è una incompatibilità tra cio che richiede Conte e cio che Marotta e Ausilio propongono. ERiksen, Hakimi e non parliamo di un eventuale Messi non sono per il modulo e modo di giocare di Conte. Si sarà fatto un fegato enorme per chiedere i giocatori giusti e qualcuno e arrivato ed altri fondamentali no. I giocatori, ottimi, presi vanno per un altro modulo quindi o lui Conte cambia modulo allineandosi alla direzione sportiva o viene Allegri

  22. Buongiorno Gianluca, la mia speranza come la tua era quella di vedere Conte ancora sulla panchina dell’Inter, almeno fino alla fine naturale del contratto per portare avanti il progetto iniziato questa stagione, che pur senza trofei reputo positiva. Non credo che l’incontro con la proprietà possa ricucire un rapporto ormai logoro, ed a questo punto non lo spero (non vorrei che a Novembre Conte dia di matto ancora ed abbandoni improvvisamente). Allegri continuerebbe senza stravolgere troppo. Ciao

  23. Massimiliano Pezzotti // 22 agosto 2020 a 13:10 // Rispondi

    Buongiorno Gianluca,
    non credo proprio che Conte sia improvvisamente diventato folle o che le sue esternazioni siano frutto di una follia premeditata.
    La mia opinione è che il mister stia denunciando, più o meno chiaramente, una situazione di evidenti mancanze, incapacità e comportamenti ambigui da parte di alcuni dirigenti.
    Cioè quello che altri allenatori prima di lui avevano già fatto ma in maniera meno diretta ed eclatante.
    Che ci sia qualcosa che non va in società lo sanno anche i muri.

  24. Ponente nerazzurro // 22 agosto 2020 a 13:18 // Rispondi

    C’è una domanda che aleggia sopra tutto e che, come dici tu giustamente, non ha una risposta: perché? O forse: per chi?

  25. Dispiaciuta e basita, in primis per la partita perché comunque ci speravo e poi per le parole di Conte. l ho sempre considerato un bravissimo allenatore, certo con i suoi difetti come tutti ma dopo una stagione per me positiva, lasciare così mi lascia molto perplessa. Difficile capire, eravamo sulla buona strada..

  26. L'Acutangolo // 22 agosto 2020 a 13:44 // Rispondi

    Aggiughina? Mah. Grandissimo gestore di campioni (sarebbe un grandissimo CT) ma adatta la squadra sulle caratteristiche dell’avversario e stop:per il calcio posizionale alla Guardiola o il gegenpressing kloppiano rivolgersi altrove. Se poi hai Pirlo, Vidal e compagnia andante magari arrivi a tanto così dalla Champions, ma da noi… A meno che la cazzata Messi-Inter non sia così “cazzata”. Ma in caso contrario, la vedo male…

  27. Secondo me gira e rigira il problema maggiore è la gestione del mercato: Eriksen docet. La società punta a fare affari in entrata/uscita e sui giovani promettenti che si rivalutano; Conte vuole gente esperta pronta a vincere, ad ogni costo di cartellino essendo insofferente alle lunghe trattative. Chissà se all’inizio gli hanno prospettato qualcosa di diverso: ufficialmente si è sempre detto che il progetto era di medio termine e non di breve, poi boh…..

  28. Faccio un’ipotesi cervellotica, ma credo anche piuttosto reale. Domani nella finale di Champions si affronteranno Bayern e Paris Saint Germain. Se i tedeschi dovessero prevalere sui francesi credo che i transalpini non confermerebbero la panchina di Tuchel anche se non sta ottenendo cattivi risultati. Ecco allora la dirigenza araba fiondarsi su Conte che vedrebbe soddisfatte anche tutte le sue richieste. A Parigi ci sono quasi tutti i migliori calciatori in circolazione e non si bada a spese.

  29. Massimiliano // 22 agosto 2020 a 14:06 // Rispondi

    Da inizio anno Conte subdolamente (questa è arte) boicottato.Resistenze per Lukaku,lungaggini (ad arte) per Dzeko,dispetti (l’inadatto Eriksen),mancate difese (calendari).Autore?Colui che in silenzio ha sempre voluto Allegri,allenatore aziendalista e remissivo che garantisce all’AD un fine carriera dorato,senza fastidi e con alti bonus aziendali (legati a risultati economici, non sportivi).In silenzio il colpo di stato sta avvenendo. Marotta ha trasformato l’Inter in una sua proprietà.

    • Stefano B. // 24 agosto 2020 a 13:30 // Rispondi

      Se così fosse sarebbe una tesi “agghiacciante”, come la definerebbe il mister salentino. Peggio di una spy story diabolica.
      Se davvero avevano (Marotta e società) puntato forte su Conte, perchè non accontentarlo su un paio di giocatori da lui fortemente voluti per poi non dargli alibi di sorta? Quando l’hanno messo sotto contratto cosa gli hanno promesso per convincerlo ad accettare, conoscendo il suo carattere fumantino? Pensavano di mettergli una museruola o che lui avrebbe avallato tutto?

  30. Ricordate il Trap? «Cinque anni all’Inter, in questa centrifuga, sono come quindici anni in un altro club».
    La differenza tra lui e Conte è che al primo il munifico presidente di allora, Pellegrini, comprò una serie di campioni che ancora oggi sogniamo. Dubito che se avesse ricevuto simil trattamento il Mr. di Lecce oggi si lamenterebbe della società; è il suo modo per forzare la mano al patron del club. Non sarà mai un aziendalista: fa parte del suo carattere e che piaccia o meno va rispettato.

  31. Adoro Conte ma tifo Inter e se qualsiasi allenatore non ha piacere e voglia di rimanere e lavorare x l’Inter non possiamo farci nulla…. Prima di prendere Allegri facciamo un tentativo a parlare con Nou, magari preferisce l’Inter al Tottenham…. Non è facile sostituire Conte

  32. ciao Glr, felice che se ne vada, non è un vero vincente perchè..NON SA PERDERE! Umanamente spesso inopportuno, irriguardoso verso l’autorità ed incapace di fare ammenda/mettersi in discussione (sempre colpe altrui, mai sue). Ha sì fatto un buon lavoro (sparendo quando contava: ok corsa/impegno..il gioco?), ma nessuno ha avuto un mercato di livello prima di lui. Io felicissimo di Allegri, l’esatta antitesi sua umanamente e calcisticamente molto meglio secondo me. Ps: spero lo segua Lautaro

  33. emiliano maricca // 22 agosto 2020 a 14:58 // Rispondi

    editoriale,come sempre,lucido e appassionato verso la nostra inter.anche io ,come tanti interisti,non capisco talune esternazioni di conte,che oggi mette in risalto anche la famiglia….gianluca ti chiedo,sei a mio avviso l’unico,se puoi dedicare un editoriale al perche’ nell’inter c’e’ sempre questa turbolenza mediatica.grazie e …. viva l’inter

  34. La decisione di Conte di mollare la nave in corso d’opera e’ coerente con il personaggio. Permaloso ed orgoglioso, non ha perdonato alla società’ di non averlo seguito adeguatamente in tutte le sue richieste, calcistiche e non. Richieste impossibili da esaudire. Si dovrà ricominciare da capo, ma, lui a Milano non vuole stare, dunque meglio cosi.

  35. ciao GLR, scusa se “abuso” e inoltro ulteriore commento, che altro non è che una domanda diretta a te: visto che credo fosse tutto già pre-determinato da Conte, e solo in attesa di esplodere; che tenore di dichiarazioni ti saresti aspettato dal “Re Sole” se avesse vinto la coppa? Rivedendo cosa ha dichiarato a 2° posto in campionato acquisito…evitare di sentire ulteriori assurdità da parte sua è forse l’unico sollievo nato da questa sconfitta. Questa volta sono assolutamente solidale al club.

  36. Ma che fascino Gianluca!! Sono stufo del fascino dei diversi, ma che poi alla fine dopo ci porta? A niente.
    Ennesima rifondazione, ennesime promesse ed ennesime delusioni.
    Conte deludente nel modo e nei tempi.
    Un egocentrico che ha vinto ovunque, meno che da noi . Lo ricorderemo per il suo carattere e le sue ossessioni, ma non per altro.

  37. Non faccio l’avvocato di Conte ma l’allenatore in questa lunghissima stagione ha riportato indietro le lancette dell’orologio,evidentemente,aggiungendo la pandemia,lo sforzo di ricostruzione è stato talmente vasto da averlo esaurito.Sportivamente preoccupato del futuro Inter perché non è facile mantenere alti livelli come quest’anno.

  38. Ciao GLR.
    E’ un grandissimo allenatore il Sig.Conte, ma è anche un filo psicolabile, non può ad ogni problema far esplodere un casino. Non ci siamo. Sulla comunicazione dell’Inter sono d’accordo. Serve che qualcuno come il Vicepresidente ogni tanto metta la sua faccetta con la stampa e non sia li solo a fare cornice. E comunque se davvero arrivasse Allegri, gli metterei Cambiasso al fianco a fare esperienza per costruirci davvero un allenatore interista in casa e lanciarlo tra 3/4 anni.

    Ciao.

  39. Buonasera GLR, Le faccio una domanda: si può pensare di avere un manager all’inglese in Italia? Io non credo e questo è il problema. Conte non vuole intromissioni, vuole solo vincere, costi quel che costi e costa troppo. Io preferirei un tecnico “normale” (stile Allegri, Ancelotti, Capello, etc), che sfrutti al meglio ciò che viene dato (e non è stato poco), anziché rimanere ancorato a schemi e giocatori. Grazie e Forza Inter

  40. Ciao Gian Luca,dopo la partita di ieri ci tocca assistere alla finale tra Società e Conte.Si riparte da zero,avanti il prossimo e chi ci rimette è l’Inter.Marotta trafitto dal suo pupillo. Oltre a non conoscere i motivi delle sparate di Conte (ieri ha messo di mezzo anche il “tengo famiglia”),vorrei a questo punto capire quale club europeo possa essere appetibile x un tipo così.E comunque non credo ci sia la fila x prenderlo,visto che ci sono allenatori con palmares migliori di lui.

  41. Che amarezza caro Gianluca. Ma è mai possibile che pur cambiando gli attori il risultato debba essere sempre lo stesso? Sembra che anche Conte sia l’ultima vittima illustre della panchina “centrifuga” nerazzurra. Se in società non porranno rimedio a questa situazione per poter alzare nuovamente un trofeo avremo bisogno di un esorcista e non di un buon allenatore.
    Ciao e w l’Inter.

  42. Guido dalla Croazia // 22 agosto 2020 a 21:33 // Rispondi

    Ho letto un articolo sulla Gazzetta, e mi pare di aver capito che Conte abbia litigato con tutte le società dove ha lavorato e sempre per gli stessi motivi. Delle due l’una: o lui è un eterno incompreso, una vittima del sistema, oppure lui ha qualche problema, e alla fine il problema è lui e i problemi li crea lui. Penso che sia un grandissimo allenatore con dei limiti caratteriali praticamente irrisolvibili, che crea tensione ovunque vada. A questo punto, a malincuore, meglio liberarsene.

  43. Da juventino da sempre, 53 anni, sono felice di comunicare con te, perché sei una persona speciale. La tua competenza ma soprattutto il TUO BUON SENSO E LA TUA UMANITÀ
    sono qualità uniche nel panorama italiano. Per prima viene l’Inter tu dici, ma una società è fatta di persone, son le persone che rendono grande una squadra, un partito, una religione (Francesco).
    Io sono con chi lascia una traccia, e quindi con Conte, con le sue fragilità e i suoi tormenti, e con te, e la tua sorridente ironia!

  44. Se dovesse arrivare la conferma fossi nella società proverei a portare a casa Inzaghi. Potremmo disporre quantomeno di una continuità relativa al modulo e, magari, avere la possibilità anche di vedere un gioco migliore, magari, con Eriksen in campo titolare! Viva l’Inter, ciao!

  45. e’ evidente, osservando la storia, che conte ha dei problemi con se’ stesso. il ripetersi dei suoi sbrocchi, e’ oggettivo. quando prendi 11 milioni l’anno, certe lamentele sono fuori dal mondo, senza giustificazioni. ha una societa’ ambiziosa, che investe, vive a milano, guadagna bene, se gli tocca lavorare piu’ del dovuto, credo sia ben retribuito. peccato, ma lasciamolo andare, ha problemi da risolvere con se’ stesso

  46. ha capito che senza arbitri e magheggi non si vince, e quindi taglia la corda…

  47. Ciao GLR
    Ti dirò: ha me piacerebbe vedere sulla panchina dell’Inter Esteban Cambiasso.

  48. Renzo Piano grande amico del compianto Claudio Abbado hanno spiegato bene i pericoli del non saper riconoscere all’interno di una passione i confini tra ossessione subita e ossessione gestita. Conte non ha questa capacità, quindi è un matto, Spalletti ha pagato Naingolan e l’inter ha pagato con Conte Eriksen tanto per farla semplice e contenerla sui limiti permessi, Allegri spero saprà condurre la squadra verso gli approdi che tutti desideriamo.

  49. Allegri? Un allenatore debole per una società debole = debolezza al quadrato. O si fa una rivoluzione nella società che diventa forte, e allora qualsiasi allenatore va bene, o si prende un allenatore forte, con gli attributi, magari non con i “pieni poteri” che sogna Conte ma con la giusta voce in capitolo su gioco e comunicazione. Allegri può essere considerato “vincente” o meno, ma nel contesto dell’Inter è spacciato. Non è sugli allenatori che bisogna “copiare la juve”…

  50. Conte è un bravo allenatore nel tirare fuori il meglio dai giocatori ma non legge mai le partite e fa sempre i cambi in ritardo.Un’altra pecca e che non cambia mai modulo. Ma poi perché Banega gioca nel Siviglia e invece Eriksen è la riserva di Gagliardini?!?! Cmq lo ringrazio per quello che ha fatto ma se dovesse arrivare allegri sarei contento.
    Viva l’Inter!!!

  51. Conte non troverà mai la squadra giusta per lui, in realtà egli si sente soddisfatto solo quando appaga la sua sindrome da abbandono. Provoca finchè costringe gli altri ad lasciarlo, solo allora si sente appagato. E’ un banale caso di paranoia.

  52. Stimo Conte come allenatore uno dei pochi al mondo che cambiano una squadra. Ma se il prezzo da pagare è che a ogni mezzo pareggio o sconfitta vomiti critiche alla società e ai giocatori denigrandoli (vedi Barella e sensi a Dortmund) portando quale fulgido esempio la Juventus!!! Esigendo giocatori ultratrentennni destinati a essere delle zavorre per la società. Beh! Si accomodi pure alla porta anche se con rimpianto

  53. Diego Raimondi // 23 agosto 2020 a 11:08 // Rispondi

    Che nella società Inter ci sia qualcosa che da anni non funziona è evidente. A fronte di cospicui investimenti non si è mai riusciti a portare a casa almeno una coppetta. L’umbratile Conte si è preso una bella lezione da Lopetegui (quanto guadagna ??) su come far stare in campo una squadra. Personalmente mi sono stufato di allenatori che usino le conferenze stampa per lanciare velate allusioni incomprensibili ai più. Spero che Zhang jr. porti qualcuno di cui si capisca di cosa sta parlando..

  54. Ciao GLR, aldilà dei risultati che secondo me sono stati buonissimi, mi pongo una domanda, ammettiamo che quello che dice Conte sia vero (io non riesco a vedere delle mancanze della società, Marotta, Ausilio, non mi sembra abbiano remato contro, ma io valgo 0) quindi cosa manca a questa società per diventare grande (se ritieni che manchi qualcosa), anch’io sono dispiaciuto per la scelta di Conte, ma credo che la separazione sia inevitabile…e se cosi deve essere spero anche io in Allegri.

Lascia una risposta

Le 4 regole del commentario:
1. Siate educati: i commenti ad personam saranno ignorati
2. Scrivete in italiano, il congiuntivo non è una malattia degli occhi!
3. Non è una chat: se volete conversare tra voi, io che ci sto a fare?
4. La lunghezza del commento non può superare i 500 caratteri (spazi compresi)
Viva l’Inter!


*

 caratteri disponibili