8i UEL: Inter-Getafe 2-0

Video-editoriale del 5.8.2020

17 Commenti su 8i UEL: Inter-Getafe 2-0

  1. Pasquale Somenzi // 5 agosto 2020 a 23:16 // Rispondi

    A conferma di quanto hai detto sovente in tempi recenti, anche in Europa l’Inter ha un migliore rendimento nei primi tempi, infatti in questa stagione, tra 6 partite di Champions e 3 di Europa League, non ha mai chiuso il primo tempo in svantaggio.
    E’ la quinta partita consecutiva senza subire reti e ciò non accadeva dal 2018: 24/2 Benevento 2-0, 11/3 Napoli 0-0, 18/3 Sampdoria 5-0, 31/3 Verona 3-0 e 4/4 Milan 0-0. Inoltre è la terza vittoria consecutiva sempre per 2-0 e questo è la prima volta che succede in 112 anni di storia. Per Handanovic è la 12a partita in Europa senza reti subite e si avvicina a Pagliuca e Bordon che sono a 13, più avanti Toldo a 18, Sarti e Julio Cesar 21 e Zenga a 35.
    Il Getafe è stata la nona squadra spagnola incontrata nella storia, raggiunta la Francia con 9 squadre appunto, davanti Inghilterra con 12 e Germania con 13.
    Pasquale.

  2. Bene la prima. Gia’ dal prossimo turno, pero’, serve piu’ attenzione per tutta la partita, se si vuole fare strada in Euro League. Ottimi il capitano, che ha salvato il risultato in piu’ di un’occasione, e Barella, motorino perpetuo con i piedi buoni.

  3. Ciao, io rimango contento a metà e come detto dopo l’Atalanta oltre a qualche singolo ritengo buono solo il risultato, per il resto la qualità latita in diversi elementi e di conseguenza perdiamo sempre troppe palle in uscita, in impostazione (non facciamolo fare a Godin) non riuscendo a continuare l’azione offensiva. Ė mancato anche il pressing che aveva contraddistinto la partita con gli orobici, altro passo indietro. Poi sto gioco palla all’indietro non lo posso vedere. Vediamo il proseguo.

  4. Ancora difetti di concentrazione.

  5. Sposo il tuo editoriale in toto. La squadra è compatta, entrata in forma al momento giusto e sembra crederci davvero. Il Getafe non era per nulla morbido, eppure l’abbiamo portata a casa bene. Ci serve maledettamente Erikssen, ma continuo a vederlo giocare sulle uova e questo ad uno come Conte credo non piaccia molto.

  6. Barella grandissimo giocatore!!

  7. Una partita giocata discretamente contro un avversario modesto.
    Premessa, non credo di capirne come o più Conte, ma se hai 5 cambi a disposizione (6 se vai ai supplementari) perchè arrivare all’80esimo con un solo cambio fatto. Mi è sembrato palese che la squadra dal 60esimo circa è andata in difficoltà e faceva fatica a tenere mezzo pallone.

  8. Nulla da aggiungere alla sintesi, una domanda curiosità: il fatto di non chiudere le partite, ne abbiamo perso troppe pur avendo più possesso palla, dipende da un attaccante in più che dovrebbe esserci o da un centrocampista offensivo che salti l uomo? Forza inter

  9. Mi piange il cuore vedere Gagliardini in campo litigare col pallone e Eriksen uno dei migliori centrocampisti al mondo relegato in panca è un affronto al buon senso. A questo punto è palese che Conte non vuole nemmeno vederlo in fotografia creando un grosso danno alla società

  10. Coi tedeschi, lunedì, servirà ben altra Inter.
    Se Lautaro è questo lo lascio volentieri al Barcellona, al quale la sua testa è palesemente rivolta ormai da mesi. O era una eccezione la versione autunnale oppure – se questo è il vero Martinez – meglio schierare titolare Sanchez in questo filotto di gare, finchè ha ancora birra. E magrai anche dopo, se non lo sfasciano (e non farmi dire altro…) di nuovo in qualche inutile amichevole oltreoceano.
    Ciao, R.

  11. Qualcuno mette ancora in discussione il portierone sloveno, che scienziati del calcio solo chiacchiere! Però, sempre qualche brivido di troppo, non trovate? La mentalità di Conte si fa strada sempre di più, in ogni caso.

    • Ho davvero compassione per quei pochissimi che discutono ancora Handanovic…non sono mai addetti ai lavori, ma tifosotti da poltrona…una volta ci parlavo, ora li ignoro come si fa con i deficienti…qualcuno mi scrive ancora ma non sa neppure che finisce nel cestino ancor prima che arrivi alla seconda riga.
      GLR

  12. Bello e ora un passo per volta.
    Posso dire una ca..ata? abbiamo tre partite da giocare, mi sembra di rivivere il campionato del mondo del 1982. Tutti più forti di noi, poi dove? se rivedi le partite te ne accorgi.
    Casini con stampa e per noi società.
    Tutti i giocatori intorno all’allenatore.
    E… non si dice
    Amala…

  13. Buona prestazione e credo che sia giusto sognare un po’ e puntare con convinzione alla finale. Non dimentichiamoci che solo in Italia l’Europa League è snobbata e che in Europa un’italiana non vince dal 2010, sarebbe bello dopo 10 anni portare un altro trofeo e dimostrare che in Europa vinciamo solo noi…
    Guardando il calendario ritengo che i quarti di finale siano cruciali perchè poi le semifinali saranno ad una settimana di distanza e finalmente ci sarebbe il tempo per preparare bene la sfida

  14. A mio modo di vedere le cose il dato più importante e che ci dà maggiori possibilità di vincere questo trofeo è la striscia di 5 clean sheet consecutivi (seppur graziati dal rigorista che ha calciato fuori).
    In una competizione anomala come questa dove si gioca sempre in gara secca ed in campo neutro essere solidi in difesa è una caratteristica fondamentale per alzare al cielo questa Coppa.
    Forza Inter!
    Gianni

  15. Fin che si gioca a ritmi blandi siamo una squadra ben messa in campo e attenta, difficile da superare. Le cose cambiano quando gli avversari aumentano i giri e ci pressano con continuità. Ieri abbiamo sofferto contro una compagine meno tecnica della nostra ma molto fisica, favorita anche dall’arbitraggio che ha tollerato interventi al limite. Poi un po’ di fortuna che ultimamente ci arride ha permesso di mantenere immacolata ancora la nostra porta. Adesso però gli avversari saranno più tosti.

  16. Ciao GL,
    Ieri Lukaku mi ha ricordato tantissimo Adriano sull’azione del gol e sono contento per l’acquisto di Sanchez.
    Ho poi ripensato l’ingresso di Eriksen al minuto 89 contro l’Atalanta come un segnale di sfida da parte di Conte verso la società e se fosse così sarebbe più grave di qualsiasi altra dichiarazione scomoda post-partita.
    Cosa ne pensi?
    Sempre su Eriksen credo sia impensabile che pure contro il Getafe meriti solo 10 minuti come un qualsiasi ragazzino della primavera.
    Ciao

Lascia una risposta

Le 4 regole del commentario:
1. Siate educati: i commenti ad personam saranno ignorati
2. Scrivete in italiano, il congiuntivo non è una malattia degli occhi!
3. Non è una chat: se volete conversare tra voi, io che ci sto a fare?
4. La lunghezza del commento non può superare i 500 caratteri (spazi compresi)
Viva l’Inter!


*

 caratteri disponibili