5C: Genoa-Inter 0-2

Video-editoriale del 24.10.2020
Da Marassi Genoa-Inter 0-2.
Finalmente un’Inter ‘normale’, una vittoria normale con un risultato normale. Ripartiamo da qui e mettiamone in fila altre, poi vedremo.

 

11 Commenti su 5C: Genoa-Inter 0-2

  1. Vittoria attesa contro un modesto Genoa. Primo tempo quasi amichevole. Poi, qualche cosa in piu’, grazie pure ai nuovi entrati. Al da la’ di moduli e schemi, senza voglia di vincere a rabbia agonistica, si fa’ sempre fatica.

  2. Difficile giocare con chi fa catenaccio. Certo che nel primo tempo eravamo quelli che si aspettavano di segnare solo perché ci chiamiamo Inter. Poi esce la mammoletta, viva per un paio di cross, entra un sardo, basso perché tirato giù dal peso delle sue, e le cose cambiano: gol!
    Non mi piacciono i diversi vaffa visti in campo, tu che eri lì puoi darci qualche perché.
    Amala…

  3. Pasquale Somenzi // 24 ottobre 2020 a 19:30 // Rispondi

    Nello scorso campionato l’Inter aveva segnato in 18 trasferte su 19, come
    in precedenza aveva fatto solo nel 1950/51. A quel tempo, nel campionato
    seguente 1951/52 l’Inter si fermò alla terza trasferta perdendo a Napoli 1-0, mentre stavolta ha fatto meglio continuando a segnare anche nelle
    prime 3 trasferte 2020/21.
    3 partite consecutive senza vincere resta il record negativo per l’Inter di Conte.
    La prossima partita si disputerà il 27 ottobre, 75 anni esatti dopo che l’Inter ha smesso di chiamarsi Ambrosiana e lo Shakhtar nelle ultime fasi a gironi in casa non ha ottenuto grandi risultati, un punto l’anno scorso e due punti l’anno precedente, infatti l’ultima vittoria nella fase a gironi in casa risale al 6 dicembre 2017.
    Pasquale.

  4. Sto diventando sempre più un laudator temporis acti, anche a motivo dell’età. Non dimentico, anzi ricordo con affetto, certi giocatori di un “tempo che fu” : non avevano classe e tecnica da big, ma giocavano col cuore, con la testa, con l’anima. Parlo, per esempio, di Marini e di Scanziani, ai tempi di Bersellini. Oggi abbiamo Perisic, Eriksen, Brozovic: sedicenti campioni, ma gente senza testa e cuore. Ancora grazie a Romelu: sbaglia spesso anche lui, ma la castagna buona la piazza sempre!

  5. Il paradosso è vedere Ranocchia che dà + stabilità alla difesa. De Vrij è un po stanco quindi ok x farlo riposare. Contento di Darmian e felice di confermare che il ns Barella è stato un super acquisto la scorsa stagione. Forza ragazzi avanti cosi.

  6. Diego Raimondi // 24 ottobre 2020 a 22:12 // Rispondi

    Siamo un po’ troppo dipendenti da Barella e Lukaku. Il primo è l’unico a movimentare il centrocampo e il secondo se si applica…ah ah ah, sarà il nuovo Ganz (el segna semper lu’). E poi c’è D’Ambrosio.. Bene così.

  7. Ciao Gianluca,
    Nel tuo editoriale non parli della prestazione di Eriksen, ha dato l impressione di avere le qualità e le giocate importanti per mandare i compagni davanti alla porta.
    Il problema è che si è dimostrato troppo discontinuo anche nel corso della stessa partita. Secondo me è un giocatore importante e l Inter ha bisogno anche di lui, ma deve mostrare maggior continuità e cattiveria agonistica.

  8. Ciao Glr, secondo me Eriksen potrebbe essere utilizzato alla Pirlo come vertice basso di un centrocampo a tre. Le cose migliori le fa vedere con aperture lunghe mentre da trequartista non mi sembra abbia intensità e dribbling secco per fare la differenza. Sinceramente usato come fatto finora mi sembra poco utile.

  9. Ciao Gianluca
    Ti seguo sempre e mi piacciono le tue analisi sempre equilibrate da chi conosce .
    Secondo me importante non aver preso gol e comunque ci sono giocatori imprescindibili tipo lukaku barella…
    Darmian può essere uomo giusto sulla fascia sinistra che dà più equilibrio.
    Sono fiducioso con lo shakthar.
    Eriksen secondo me non è da campionato italiano…però gli farei fare 6/7 partite di fila…per valutare

Lascia una risposta

Le 4 regole del commentario:
1. Siate educati: i commenti ad personam saranno ignorati
2. Scrivete in italiano, il congiuntivo non è una malattia degli occhi!
3. Non è una chat: se volete conversare tra voi, io che ci sto a fare?
4. La lunghezza del commento non può superare i 500 caratteri (spazi compresi)
Viva l’Inter!


*

 caratteri disponibili