33C: Spal-Inter 0-4

Video-editoriale del 16.7.2020

14 Commenti su 33C: Spal-Inter 0-4

  1. Pasquale Somenzi // 17 luglio 2020 a 03:27 // Rispondi

    Era prevedibile che si incrementasse la striscia delle partite a segno in trasferta, adesso siamo a 20 trasferte a segno su 21 disputate in tutta la stagione, non era mai successo in precedenza.
    Con questo 4-0 adesso l’Inter ha segnato più reti della Juventus e ne ha anche subita una in meno, però il ritardo in classifica sono sempre i 6 punti degli scontri diretti.
    Avendo lasciato la porta inviolata, chissà se per la prima volta nel 2020 l’Inter farà due gare di fila senza subire reti, con Conte è successo solo nello scorso settembre, però dato che siamo di fronte a 2 trasferte consecutive, ricordo che l’ultima circostanza fu il 9 ed il 14 febbraio 2019 quando l’Inter vinse 1-0 a Parma e poi 1-0 a Vienna con il Rapid in Europa League.
    In questo momento in cui l’Inter ha la miglior difesa del campionato, mi sono accorto di non aver segnalato dopo Inter-Brescia il risultato a cifra tonda di Handanovic, ovvero 100 partite di campionato a rete inviolata con la maglia nerazzurra, risultato che oggi raggiunge quota 101, davanti ha solo Bordon a 109 e Zenga a 135.
    Pasquale.

    • Leggo e pubblico sempre, ma mi rendo conto che, essendo sempre di corsa, non faccio mai i complimenti al grande statistico Pasquale Somenzi, che mi scrive sempre cose straordinariamente interessanti e quindi glieli faccio pubblicamente ora, anche a nome, ne sono certo, di tutti voi. Grandissimo pasquale, grazie davvero per il tuo contributo settimanale a questo sito!
      GLR

  2. Appunto, avanti cosi. Un secondo posto, al primo anno di Conte, sarebbe un bel risultato.

  3. Secondo posto favorito dal calendario. Vincere a Roma per sognare, finale di campionato da onorare per affrontare al meglio l’EL. Se fossimo una squadra normale. Il mio unico personale obiettivo, arrivare davanti all’Atalanta dell’odioso Gasp. So che la vedi diversamente mai io gli orobici non li sopporto. Troppi rumors attorno alla squadra e nessuno che prende posizione ufficialmente.

  4. Pochi giorni fa tutti a dire: via Conte! Via Skriniar! Via Gagliardini! Ora mi aspetto titoli del tipo: “Ecco i nostri 11 eroi!”.
    Il dato che porto a casa è che questa squadra non può fare a meno di Brozovic: ce la fa senza Lukaku, senza Sensi (hai mandato una lettera alla Sciarelli di “Chi l’ha visto”?), ecc, ma non senza il metronomo croato.
    Per il resto, ora arrivano Roma, Napoli e Atalanta, e vedremo chi è davvero un Eroe, e chi deve essere mandato via.
    Amala!

  5. partita piacevole evidenziando pregi e difetti di ogni giocatore. Aver avuto Sanchez qualche mese in più avrebbe fatto comodo. Sono convinto che il ns + grande rimpianto sia Sensi. Tanta voglia di rivederlo. Personalmente avrei fatto giocare dal II tempo il giovane Agoumè al posto di Gagliardini che vedo ogni tanto in difficoltà con il pallone,, A Roma desidero vedere una bella Inter: realizziamo un filotto di vittorie così da costruire e mantenere una mentalità vincente anche per prox futuro

  6. Diego Raimondi // 17 luglio 2020 a 08:30 // Rispondi

    Siamo quelli che hanno perso meno partite (colla Juve) e subito meno gol (incredibile ma vero !) e questo può spiegare il secondo posto. Giusto vista la corazzata messa a disposizione di Conte. Però adesso la pacchia delle ‘provinciali’ è finita e comincia il difficile. Quell’Atalanta all’ultima è un un’autentico spauracchio. Coll’ovvio rimpianto dei punti buttati. Eriksen è un mistero, sembra un primavera, spero sappia mostrare più grinta e decisione perché ha dei numeri.Bilancio alla fine.

  7. Agghiacciante // 17 luglio 2020 a 08:32 // Rispondi

    Mi ripeterò ma a me la squadra piace più con i 2 piccoletti davanti. Anche senza una prestazione monstre dei singoli, un gioco corale che ha sfornato occasioni e pressione costante. Pensare ad una squadra con De vrji, D’Ambrosio e Bastoni che sanno uscire e impostare, un centrocampo con Barella e Brozo ed un fantasista(?) come Eriksen o Sensi dietro ai due piccoletti riesce persino ad eccitarmi.
    p.s. alla luce del secondo posto a 6 punti, forse Conte non aveva tutti i torti e magari con Vidal..

  8. Il rammarico per i punti persi in maniera banale è enorme (bastava anche solo averne un paio in più) perché questa Juve non sembra irresistibile. Cerchiamo di finire bene e poi finalmente da settembre essere pronti per vincere

  9. ciao GLR,
    Lo scudetto lo abbiamo buttato col Bologna,inevitabile che il rammarico sia enorme; il 2o posto possibile, ma difficile, poiché questa Atalanta é ingiocabile per tutti e se continua cosí puó arrivare in fondo in Champions.

  10. i numeri parlano da soli e nel complesso ritengo con la rosa attuale in confronto con quella della juve, il secondo posto sarebbe un ottimo risultato ed anche l’obiettivo più realistico possibile. Considerato che con i “se” e con i “ma” non si va da nessuna parte, mi dispiace dirlo ma gli errori di gagliardini (palo e liscio contro Sassuolo e Bologna) a questo punto saremmo stati teoricamente a ridosso della capolista. Conte è un grandissimo

  11. Eriksen diamogli tempo, il covid non ha aiutato il suo inserimento.
    L Atalanta oggi è la più forte rimanere davanti sarà difficile.
    Ad oggi abbiamo 10 punti in più dell anno precedente e solo 6 in meno della juve, che rispetto al passato ha rallentato, siamo praticamente già in champion. Perché non devo essere soddisfatto?
    Se mantenessimo il 2 posto sarebbe il massimo possibile per questo anno e allora si che questo sarebbe l anno uno. Amala…

    • Sarebbe bastato battere in casa (e dovrebbe essere la logica) Bologna e Sassuolo, e pareggiare sempre in casa con la Juventus (visto che per una squadra che si chiama Inter – Juve o meno – l’obbligo sarebbe vincere) affinché i bianconeri avessero oggi due punti in meno, e l’Inter sei in più. Conti alla mano… Inter 77, Juventus 75.
      Ecco perchè non bisogna essere soddisfatti: la Juventus ora è battibile.
      Per il resto non hai tutti i torti, anche se ci sono ancora più ombre che luci.
      Ciao, R.

  12. Stefano B. // 17 luglio 2020 a 14:09 // Rispondi

    Buon risultato in vista del 4°posto finale, 3° se la Lazio crolla.
    Certo, se dei 20 punti sprecati in situazione di vantaggio ne avessimo conservati la metà si sarebbero potuti aprire scenari ben diversi, sempre che gli innominabili avessero rallentato come adesso forti del vantaggio sulle avversarie (!!!).
    E’ su questo che giustamente Conte batte il chiodo: insistere affinchè la società lo metta in condizione di competere e sfruttare i passi falsi di chi per ora ha un organico ben più completo.

Lascia una risposta

Le 4 regole del commentario:
1. Siate educati: i commenti ad personam saranno ignorati
2. Scrivete in italiano, il congiuntivo non è una malattia degli occhi!
3. Non è una chat: se volete conversare tra voi, io che ci sto a fare?
4. La lunghezza del commento non può superare i 500 caratteri (spazi compresi)
Viva l’Inter!


*

 caratteri disponibili