31C: Verona-Inter 2-2

Video-editoriale del 9 luglio 2020

46 Commenti su 31C: Verona-Inter 2-2

  1. Pasquale Somenzi // 9 luglio 2020 a 23:12 // Rispondi

    Per l’ennesima volta, ovvero quindicesimo campionato consecutivo, l’Inter non riesce a portare a casa la vittoria alla giornata 31.
    Per la prima volta è andata a segno in 19 delle prime 20 trasferte stagionali, primo pareggio esterno per 2-2 in quanto sinora i
    pareggi esterni eran sempre stati per 1-1 (Fiorentina, Lecce e Napoli in Coppa Italia). Infatti l’ultimo 2-2 esterno risaliva al
    2 dicembre 2018 con la Roma.
    Dopo 2 anni l’Inter peggiorerà il proprio risultato in fatto di gol subiti infatti l’anno scorso aveva subito 33 reti, l’anno prima 30, adesso siamo a 33, ma dubito che la porta resterà inviolata da qui a fine campionato.
    Nelle ultime 5 giornate, le partite dell’Inter hanno prodotto 22 reti tra fatte e subite, solo in quelle del Sassuolo se ne sono viste
    di più (25).
    Adesso il Torino in casa, ma attenzione: vorrei far notare che in questo campionato c’è la tendenza a NON vincere in casa contro
    le squadre contro cui NON si aveva vinto in casa nemmeno il campionato scorso. L’anno scorso la vittoria in casa era mancata con Torino, Parma, Sassuolo, Bologna, Lazio, Atalanta, Roma e Juventus. Quest’anno, a parte la Lazio, non si è vinto in casa sempre contro le stesse squadre, manca ancora il Torino.
    Pasquale.

  2. Solito copione ed altri tre punti gettati via. Perché non giocare a quattro dietro, almeno durante spezzoni di partita, considerando gli specialisti del ruolo in rosa?

    • Continuo a pensare che non sia un problema tattico ma di testa, con errori individuali da Codice Penale: col Verona il migliore è stato Godin, che ha quasi sempre giocato a quattro.
      GLR

  3. claudio emme // 9 luglio 2020 a 23:19 // Rispondi

    Ciao GL
    come sempre un occhio alla partita e uno a TL
    sulla partita, poco da dire, oramai siamo abituati a vedere il non gioco,la mancanza di idee e la scarsa concentrazione.
    Viene da pensare che la squadra stia remando contro l’allenatore.
    Ho sentito sostenere che l’Inter è prigioniera del contratto megamilionario del tecnico, non penso sia un problema, sicuramente un tecnico così bravo non resterà a libro paga ma avrà la fila di topclub pronti ad accoglierlo.
    AMALA….(sempre)

    • Se l’Inter riesce a giocarsi anche Conte vorrebbe dire che non è un TopClub, ma ovviamente non ci credo
      GLR

      • non scherziamo Conte non si tocca.E’ il 1°anno è pertanto può essere considerato un anno di ambientamento.Non mi piace la sua poca elasticità tattica,non capisco perché giocare sempre con questa difesa a 3 che ad ora ha giovato al solo De Vrijl,fermo restando che il problema non è tattico.Di certo la 1^parte della stagione è stata positiva come gioco e risultati.il 2° posto è ancora raggiungibile,ma basta coglionate in difesa e gol mangiati assurdi e magari sfruttare i 5 cambi…

  4. Come voi tutti penso ho un sogno: vedere una squadra che non perda più punti in questo modo incredibile, in maniera così inopinata e imprevedibile. Con Sassuolo, Bologna, Verona gettati alle ortiche sette punti e non parliamo certo di Real Madrid o Barcellona. Occorre veramente cambiare mentalità e registro altrimenti non si vince neppure se arriva Mandrake. Penso non sia l’unico ad essere assai deluso. Vincere sempre è impossibile ma certe amnesie sono veramente imperdonabili troppo ripetute,

  5. Massimiliano // 10 luglio 2020 a 01:07 // Rispondi

    Dopo i 24 lordi a Spalletti 60 a Conte più lo stipendio di quello che arriverà, Guardiola?…che spendaccioni i cinesi. Prendiamo De Bruyne piuttosto : )

  6. alessandro // 10 luglio 2020 a 02:11 // Rispondi

    ciao GLR
    7 punti persi contro sassuolo-bologna-vr. aggiunti ai 65 punti in classifica saremmo 2° a dar fastidio alla juve (che forse avrebbe perso meno punti con un’antagonista più costante),invece siamo 4°
    fuori dalla champions, dall’arrivare 2° in camp. e dalla c. italia
    colpa solo dei giocatori? o anche di chi li mette in campo incapace di organizzare un gioco, inadeguato tatticamente e incapace di tenere sulla corda i giocatori? x qualcuno il lockdown continua. sopravvalutato e deludente

  7. Claudio milan // 10 luglio 2020 a 06:40 // Rispondi

    Ma perché parlare di squadra che butta via i risultati? Parlo in generale, non solo dell’Inter. Posso capire i pareggi 1-1: 1 golletto che vanifica una netta superiorità non concretizzata. Ma quando prendi 2 o 3 gol, e ripetutamente, ritengo che sia semplicistico (e un po’ spocchioso) dire che la si è buttata via. Ci sono anche gli avversari che, per quanto inferiori, sono pur sempre riusciti a segnare 2 o 3 gol. Evidentemente per dei limiti strutturali, da correggere. Non solo per sbadataggine

  8. Fabio Primo // 10 luglio 2020 a 06:51 // Rispondi

    E’ evidente che molti giocatori ormai sono scollegati dall’allenatore e giocano solo per onor di firma. E lui di contro fa scelte sempre più assurde e scellerate ogni partita che passa. Un finale identico al Lippi di 20 anni fa all’ Inter. Ma Conte se ne andrà a fine stagione solo se gli liquidi almeno tutto l’anno prossimo . Occhio anche a Marotta , che con uno lavora all’ Inter e con l’altro sta già guardando al suo prossimo futuro lontano da qui

  9. Ricordo mio padre che urlava all’indirizzo di Mariani, Massa, Magistrelli, Doldi, etc. Credo che l’Inter attuale sia anche meno divertente. Alcuni giocatori da metà classifica, Conte li ha “ereditati” ma altri peggiori li ha voluti lui!

  10. Primo tempo pessimo, secondo altalenante , ieri sera ho visto un Inter completamente già in vacanza. Conte è sicuramente un bravissimo allenatore ma ultimamente i suoi cambi sul filo di lana non li capisco. Stiamo perdendo troppi punti e non mi aspettavo una ripresa così scarsa. Verrebbe da dire, la solita Inter..

  11. Mi piacerebbe che i tifosotti che criticano Conte si andassero a vedere come fu creata l’Inter dei record di un grande allenatore vincente come Trapattoni. Neppure lui vinse subito, anzi, arrivo’ terzo il primo anno e addirittura quinto il secondo anno!Il Presidente Pellegrini con i suoi collaboratori aspetto’ giustamente con pazienza di creare la squadra vincente che si realizzo’ soltanto con l’arrivo di due campioni come Matthaus e Brehme. Conte e’ costretto a giocare con Gagliardini titolare

  12. GLR buongiorno, purtroppo sia le prestazioni che i risultati lasciano amarezza, il quarto posto sembra quindi la nostra dimensione: non vedo la “voglia” di arrivare più in alto, talvolta basterebbe essere più attenti, ma evidentemente non ci riusciamo. Una domanda: nelle varie trasmissioni sento esperti affermare che l’Inter è una delle pretendenti alla vittoria della EL (col Manchester), ma ci credono davvero? Secondo te, giocando così, possiamo superare tre turni a eliminazione diretta?

  13. ciao GLR,
    Ormai ho perso il conto delle partite buttate cosí, abbiamo cominciato con Fiorentina – Inter 1-1 al 91, se capita una volta é un caso, ma se succede 6-7 volte é cronico. In piú ci metto le due rimonte subite in Champions, quindi penso che sia anche un problema tattico e non solo di testa. Skriniar imbarazzante, era ora che lo dicesse qualcuno.Ieri lui, in precedenza Gagliardini,e via di seguito, capisco quando crolla una squadra ma quando é il singolo non me lo spiego.

  14. CIAO.
    Giocatori Interisti Non Veri Professionisti Perché Si Lotta Fino Alla Fine Prescindendo Dagli Obiettivi!
    Servono UOMINI!

  15. E’ vero che sono i giocatori a scendere in campo ma stavolta una grossa responsabilità è di Conte. Non riesce a capire quando è il momento di dosare le energie. Quando sei sull’ 1-2 non puoi finire la partita, con questo caldo e giocando ogni tre giorni con due cambi da fare. Magari si perdeva lo stesso ma si vedeva che il centrocampo era stanco. Borja e gagliardini andavano sostituiti prima. E’ un peccato perchè è con queste scelte che perdi partite e fiducia.

  16. Diego Raimondi // 10 luglio 2020 a 08:20 // Rispondi

    Tutto nell’immagine iniziale, Lazovic irride un financo goffo Skriniar (ma che problemi ha ?) e il molle e sbagliato posizionamento del 2 difensore (De vrij !!). Il resto tutto di conseguenza. Conte ha enormi colpe ma gli errori dei giocatori non dipendono da lui. In mezzo l’assenza delle lungodegenti teste pensanti da spazio ai Gaglia, Vecino e B.Valero (like x la serietà e l’impegno al nonno). Lautaro egoista ignora Sanchez libero (lo farà anche con Messi e Suarez?) Amrabat è al Verona…

  17. Ho accolto Conte con entusiasmo e lo sosterrò sempre. La pianti però con questo atteggiamento in sala stampa come se fosse tutto in discussione ogni volta. Asticella, gap e vincere subito. Non credo, esclusi i tifoidi, che qualcuno gli abbia chiesto quest’anno di vincere il campionato. Come rilevi anche tu, talvolta critico con Suning, la società si sta muovendo e bene, anche se coi suoi tempi. E’ un progetto, il mister si comporti considerandolo tale, senza destabilizzare lui stesso l’ambiente.

  18. Lippi doveva avviare una rifondazione.Gli venne data carta bianca e volarono di miliardi di lire per le campagne acquisti.Ma Lippi non seppe fare il manager e fallì anche come allenatore.Conte non doveva rifondare una squadra,la base era valida e bastavano alcuni rinforzi x renderla più competitiva,puntando ad un (fattibile) secondo posto.Il parallelismo tra i 2 lo vedo negli atteggiamenti,quel puntare il dito verso gli altri senza accenno di autocritica.Un atteggiamento pericoloso che non paga.

  19. Ciao Gianluca. Come al solito il nostro allenatore ha la flessibilità di una lima in acciaio temprato. Continua con le sue convinzioni tattiche che ci stanno portando alla deriva…difesa a tre e nessun cambio se non a 20 dalla fine. Chissà che anche questa volta abbia voluto preservare gli equilibri in campo…gli equilibri degli avversari. “Errarere humanum est, perseverare autem diabolicum”. Viva l’Inter.

  20. Roberto Scibetta // 10 luglio 2020 a 09:30 // Rispondi

    Io difendo SEMPRE l’allenatore (come Te Gianluca), perchè le organizzazioni devono essere difese nella loro interezza, perchè anche in una società l’azionista deve difendere il management, e solo dopo un tempo congruo senza i risultati sperati ha senso mandarlo via
    Certo che sentire parlare di “rosa preconfezionata” non ha giovato al morale del gruppo
    Comunque niente alibi: chi non ci ha messo le PALLE sono i giocatori, molli, svagati, a tratti sembrava un CRAL!
    Ora teniamoci stretti il 4° posto

  21. pietrospen // 10 luglio 2020 a 09:38 // Rispondi

    La stagione in corso mi sembra un rigido lavaggio del cervello su un gruppo di giocatori chiaramente inadeguati a ciò che il mister richiede: il risultato é un esercito di soldatini senza personalità che finchè ne ha corre e sbuffa in maniera scriteriata, per poi crollare da un secondo all’altro e contro qualsivoglia avversario non appena il fisico necessita di un prevedibilissimo cambio di ritmo. Da un mister da 1 ml di euro/mese mi aspettavo una capacità gestionale un pò più raffinata

  22. Ciao GLR, ma davvero si pensa che sia una questione di difesa a 4 o a 5 se uno cicca il pallone e non lo rinvia? o se qualcuno calcia il pallone sulla traversa a porta vuota? Su Conte, al netto degli errori che ci possono stare, sarebbe folle mandarlo via per ricominciare da capo un’altra volta; uno degli allenatori più in vista del momento, Klopp, a Liverpool ha fatto 4°,4°,2°,1° cioè tre anni minimo per ottenere dei risultati solo noi vogliamo vincere tutto al primo anno di un allenatore

  23. Ciao GL,
    Nell’ordine:
    -Gagliardini sbaglia a porta vuota da un metro;
    -Lautaro si fa saltare come un pollo sul cross che porta al 3-3 del Sassuolo;
    -Lautaro fallisce il rigore e Gagliardini sbaglia la ribattuta;
    -Skriniar dorme su Lazovic;
    – Lautaro egoista non passa palla a Sanchez.
    7 punti persi perché i nostri giocatori hanno paura di giocare nell’Inter. Prenderei l’occasione e mi sbarazzerei di certi, soprattutto di Lautaro.
    Sanchez e Lukaku sono due esempi da Inter,tanti altri no.

  24. ciao GLR,
    Ascoltato ora il tuo video. Mollare tutto adesso, con il 2o posto ancora alla portata e una EL da giocare entrata nel vivo, sarebbe assurdo e imperdonabile,ma all’Inter, purtroppo non sarebbe strano. Giá mi sembra assurdo aver mollato la lotta scudetto, checché tu ne dica, dato che abbiamo visto la juventus piú debole degli ultimi 9 anni ( 4 sconfitte come noi) e ricordo che dopo il derby di ritorno vinto alla grande, eravamo in testa.Non mi stupirei invece che Conte andasse via.

  25. Ciao Gianluca, stiamo affrontando la fase più difficile della stagione con un allenatore criticato ben oltre i suoi demeriti. Abbiamo giocato le ultime partite con GIOCATORI mediocri (Gagliardini/Biraghi), altri in condizioni critiche (Brozovic/De Vrij), altri con la testa altrove (Lautaro/ Vecino), e pochi veramente in forma (Sanchez/Candreva). La squadra che era in campo ieri senza Barella e Sensi non può fare molto di più, poi se esce anche Lukaku siamo da 3-4 posto, i ricambi sono scarsi!

  26. Per quello che sta facendo vedere il campionato, la classifica è giustissima, anzi, il Napoli ha forse più da recriminare di noi. Juve più solida e fuori dai giochi, Lazio benissimo prima della sosta, Atalanta spettacolare, Inter bene fino a che abbiamo avuto Sensi, poi inguardabile, Roma pessima.

  27. cambiano presidente, dirigenti, giocatori e allenatore ma la sostanza non cambia. alle prime difficolta’ e quando l’obiettivo si allontana, si affrontano sempre le partite con sufficienza, svagati e molli…credo si stia facendo ampia la forbice tra i pochissimi campioni e i buoni giocatori (non solo nell’inter)

  28. L'Acutangolo // 10 luglio 2020 a 12:18 // Rispondi

    E così il nostro valore aggiunto ha già capito il problema: via mezza squadra e problema risolto. Chissà se la prossima stagione oltre a un sacco di facce nuove (più o meno, vista l’eta’ dei ‘prescelti’) vedremo anche qualche altro schema oltre al sofisticatissimo “palla a Lukaku e tutti a rimorchio”. PS: il Getafe gioca un calcio primordiale ma ha una difesa che potrebbe tranquillamente sostituire la linea difensiva di una squadra di NFL. Noi un gol lo regaliamo a tutti, ergo…

  29. Ciao GLR ti seguo da tempo su TL e qui. Non sono un esperto però Conte ha giocato per tutta la stagione con una squadra non completamente disegnata da lui, un attacco formato sempre da due giocatori, un centrocampo dove Sensi e Barella hanno saltato diverse partite, una difesa a tre con gente abituata da una vita a quattro. Quindi mettiamolo nelle condizioni di lavorare in un progetto ad ampio respiro, con giocatori giusti e poi si faranno bilanci e confronti vari.
    Massimo

  30. Penso proprio che hai centrato il problema: Conte e la squadra. Non riesce ad ottenere quello che vuole. Bisogna che Conte torni sereno. Sembra, ma non lo voglio credere, che non progetti i 5 cambi a disposizione, fondamentali per tenere e ottenere risultati. Del resto nel momento in cui devi lottare con i denti per portare a casa la vittoria mi inserisci Eriksen?!
    Ome Lippi nooo, se si hanno dei dubbi su Conte allora ciao andiamo tutti al mare! Amala…

  31. Ciao GL. Ennesima partita dove si lasciano punti. Per fortuna che abbiamo ancora parecchi punti di distacco dalla 5. Perche’ giocando cosi’…. Non e’ disfattismo e’ la realta’. Sembriamo la brutta copia della squadra prima della pandemia. Mah. Gli altri corrono e vincono, noi invece arranchiamo e pareggiamo o perdiamo. Sempre Forza Inter

  32. Che cosa potrebbe ora motivare i nostri giocatori? I soldi? Troppo banale. L’amore per il club? Eeeeeh! Arrivare davanti ad altre squadre che costano meno? Ma va a ciapà i rat!
    Quarti arriveremo di certo. C’è solo più l’Europa L. ma il Getafe non avrà certo soggezione di noi, tanto più se arriviamo in queste condizioni di concentrazione per cui se vuoi ci fai male.
    Mi piacerebbe che non fosse così ma anche in Coppa temo ci sarà da indignarsi, perché per troppi in campo ormai è solo un’agonia

  33. Buonasera Gianluca a me Conte pare davvero un Lippi bis vent’anni dopo, uno juventino nel dna venuto qui a spaccare il mondo con quel suo fare saccente/arrogante da inventore di calcio, ostinato ai limiti dell’ottusità nel riproporre sempre le sue discutibili idee di calcio non cambiando mai una virgola dello spartito, e che quando queste non portano risultati si abbandona ad un noioso piagnisteo lanciando accuse a destra e a manca, ma prendendosi poche o nessuna responsabilità.

  34. Dato per sicuro l esonero di Conte con conseguente fiume di denaro buttato e tenuto conto che per suning questi sono bruscolini. Anziché esonerare allenatori super pagati non si potrebbero pagare quei sette otto giocatori inadeguati per non giocare più da noi?

  35. Difesa da paura, poca corsa, passaggi elementari sbagliati, pallette orizzontali a mezz’altezza, mai una verticalizzazione degna di questo nome. E cosa c’entra Conte? Lui mette in campo i disponibili, è colpa sua se Barella e Sensi sono sempre ko? E’ colpa sua se Brozovic reduce da infortunio gioca per mancanza di alternative ma non si regge in piedi? O se Gagliardini e Vecino non sono due calciatori? Per vincere servono campioni, con questi elementi avrebbe fallito anche Mou.
    Claudio – Parma

  36. Gianfranco // 10 luglio 2020 a 19:52 // Rispondi

    Gianluca, ma c’è una ragione per cui l’Inter da gennaio smette di giocare?
    Al di là del covid. È una costante degli ultimi anni. È una questione di preparazione poco lungimirante per cui si punta ad uno sprint iniziale per più vedere che succede?

  37. Ciao GLR. Sono particolarmente deluso. Pensavo che con l’accoppiata Marotta Conte i tempi della pazza Inter fossero finiti. Invece.. si parla già di Brozo contro l’allenatore, Conte alla Rube e Lautaro al Barca. Solita Inter dai tempi di Pellegrini. Perché nessuno prende posizione nei confronti dei catalani e di tutte queste voci? Non so che dire, siamo alle solite e arriveremo dietro ai dopati di Bergamo.

    • Perché chi è superficiale guarda sempre a chi non gioca. Ci vuole tempo per trasmettere una nuova mentalità e giocatori diversi in qualche caso.
      GLR

  38. Lo sguardo smarrito di Eriksen ieri, mi ha ricordato quello di Bergkamp lustri addietro. Sarà una suggestione dovuta ai colori nordici dei due ma certo non è di buon auspicio…

Lascia una risposta

Le 4 regole del commentario:
1. Siate educati: i commenti ad personam saranno ignorati
2. Scrivete in italiano, il congiuntivo non è una malattia degli occhi!
3. Non è una chat: se volete conversare tra voi, io che ci sto a fare?
4. La lunghezza del commento non può superare i 500 caratteri (spazi compresi)
Viva l’Inter!


*

 caratteri disponibili