26C: Juve-Inter 2-0

Serie A, 26a giornta, 8.3.2020

38 Commenti su 26C: Juve-Inter 2-0

  1. Inter sconfitta meritatamente ed in malomodo a Torino. Difesa colpevole sui due goals, ed attacco inesistente. Centrocampo in ritardo su Matudi. Adesso, a sei punti dalla prima, se l’Inter vincesse con la Samp, rimarrebbe solo l’ Euroleague, a meno di un ribaltone a Napoli in coppa Italia. Troppo poco per essere solo a Marzo.

  2. claudio emme // 9 marzo 2020 a 00:01 // Rispondi

    Ciao GL,premetto che con tutto quello che sta succedendo la partita è l’ultimo dei miei pensieri,ma dopo quella di stasera,un’osservazione la voglio fare: Sarri ha fatto 2/3 partite belle in stagione,guarda caso,2 contro di noi che non siamo i peggiori del lotto.
    Non sarà per caso colpa di un tecnico fossilizzato sui suoi schemini ripetitivi ormai noti a tutti,possibile che non sia in grado di fare un cambiamento in corsa per cercare di mettere in difficoltà l’avversario?
    Mah…
    AMALA

  3. Ferruccio // 9 marzo 2020 a 00:02 // Rispondi

    La tristezza di perdere sempre senza appello con questi qui. Dopo un anno è cambiato tutto tranne il risultato. Arriveremo terzi, fuori in semifinale di coppa Italia e fuori agli ottavi di EL. Ecco il miglioramento rispetto all’anno scorso. Ma la garra e il pressing di Conte dove sono? Ah, già, colpa di Spalletti

  4. Pasquale Somenzi // 9 marzo 2020 a 00:08 // Rispondi

    E’ arrivata la prima sconfitta con più di un gol di scarto. Si ferma a 17 la serie di trasferte consecutive sempre a segno, rimane il record personale nerazzurro di 18. Lazio e Juventus, due sconfitte consecutive in trasferte di campionato, non accadeva da aprile 2017, quando ne arrivarono 3 (Crotone, Fiorentina e Genoa), Passano gli anni ma rimane sempre un’enorme differenza tra la facilità/continuità con cui la Juventus segna quando gioca a Milano con l’Inter, ed il contrario, ovvero quando è l’Inter a giocare a Torino.
    Passano gli anni, ma anche per il 2020 resterà all’Inter il record di 17 vittorie consecutive in campionato, era rimasta il Lecce come
    ultima squadra che poteva eguagliare questo record, ma è arrivata la sconfitta con la Roma (la Lazio se le vince tutte può arrivare a 16).
    Pasquale.

  5. Matteo Rivoli // 9 marzo 2020 a 00:26 // Rispondi

    Quando si alza l’asticella a parte la Lazio all’andata abbiamo sempre pagato dazio, squadra ancora immatura per questi appuntamenti.l’unica cosa che mi dispiace è vedere lukaku che sembra il bullo del quartiere forte coi deboli e debole coi forti,sono deluso dall’atteggiamento, oggi i gobbi hanno giocato senza pubblico e senza avversari purtroppo

  6. Claudio Fusco // 9 marzo 2020 a 00:47 // Rispondi

    In realtà il gioco di Sarri si é visto solo dopo l’1-0, quando l’Inter, totalmente priva di giocatori coi cocones, si é sciolta. Ed é proprio l’errore di Skriniar, non il primo della stagione, che tira indietro il piede sul filtrante di Matuidi, il simbolo dell’Inter di quest’anno. Tante buone cose, ma nelle partite che contano troppi errori, alcuni gravi, dei singoli della difesa. A volte nei big match anche un pareggio sarebbe benedetto, ma non ci riesce nemmeno quello.

  7. Marco Ferrara // 9 marzo 2020 a 01:02 // Rispondi

    Lezione di calcio all’andata, idem al ritorno, guarda caso, ad oggi, le due migliori partite in campionato della Juve. Si sperava che con Conte e (almeno sulla carta) un buon mercato potessimo vedere qualcosa di diverso e invece come ogni anno, dopo Natale, il forte calo. Sarà sempre così fino a quando non arriveranno campioni con la C maiuscola…

  8. Fino al loro primo gol, nato per altro da una nostra leggerezza in difesa tra l’altro nel nostro momento migliore, avevamo giocato più o meno alla pari, poi ci siamo sgonfiati e la Juve ha meritato di vincere, a dimostrazione che dobbiamo fare ancora strada e più avanti prendere qualche altro giocatore di livello. Qualche critica si può muovere a Conte, ma se Lukaku e Lautaro non ne hanno presa una mica è colpa sua. Per il resto mi pare che ci siano cose ben più importanti in questo momento.

  9. Clima surreale. Spiace ma siamo di un livello inferiore quindi il III posto è un ottimo traguardo e migliora il precedente campionato.
    Sono diverse partite che troviamo difficoltà ad arrivare in porta e tirare. Non ricordo una parata del portiere della JJ. Infine da quando vi sono voci dell’interesse del Barca su Lautaro, lo stesso Marrinez non è più incisivo come prima. Sarà un caso ma l’attacco si è fermato. Skriniar è spesso in difficoltà. Affidiamoci a Marotta x migliorare la rosa.

  10. Diego Raimondi // 9 marzo 2020 a 08:47 // Rispondi

    Sono più forti punto e basta. Si sapeva e forse si doveva almeno tentare di giocarla prima quando sembravano più in crisi. Dobbiamo essere contenti che ci hanno riservato le loro migliori 2 partite dell’anno? Dando per scontato che battendo la Samp (tutto da vedere) i 6 punti di differenza deriverebbero dagli scontri diretti. Gianluca mi ha preso in giro in precedenza, ma per me (e non solo per me..) Lukaku continua a non segnare quando più conterebbe! La serie A si fermerà ne vedremo delle belle.

  11. Non è stata partita, non è stato spettacolo. Chiudiamo tutto, i pensieri e il cuore sono altrove.
    Piccola polemichina: giusto loro potevano fare quelle esultanze e quegli urli inopportuni (con tanto di incitamento del loro allenatore). Corsi e ricorsi storici.
    A tutta Italia, gobbi compresi, mi raccomando, nelle prossime settimane giocheremo la partita più importante per tutti noi. Usiamo la testa, comportiamoci con senso civico e rispetto. Buona fortuna a tutti noi

  12. Francesco dal Cilento // 9 marzo 2020 a 09:27 // Rispondi

    GL, parlando di cose futili, dato il momento che stiamo vivendo, volevo fare una considerazione sulla partita.
    La juve è più forte ed è cosa nota. Ciò nonostante, perché la squadra appena prende gol stacca la spina a livello psicologico?
    Conte è stato preso proprio per far fare quello step a livello mentale ed io sinceramente negli scontri decisivi non ho visto una crescita sostanziale. Tu mi dirai che siamo all’inizio di un ciclo e concordo.
    Tuttavia come crescita pensavo di essere più avanti.

  13. Ciao Gianluca
    Al di là della lunga sosta deconcentrante e del fatto ormai scontato che siamo inferiori alla Juve (nel primo tempo non sembrava) mi pare che ogni allenatore anche bravissimo in Italia abbia un pò le sue fissazioni che poi lo portano a non cambiare mai uno schema di gioco e a perdere punti importanti. Non vedo Eriksen inserito nel gioco di Conte semplicemente perché il giocatore sarebbe perfetto in un 4-3-1-2. Non lo dico solo io che sono l’ultima ruota del carro ma anche Bergomi e i commentatori Sky L’Inter ha perso compattezza e nelle gare importanti in Champions e campionato non dura più di un tempo, una volta preso goal si sfalda. Si può qualche volta dopo ripetuti episodi negativi anche cambiare o il modulo di gioco o gli interpreti. Con tutto rispetto e sono solo mie opinioni non vedo Bastoni all’altezza di certe gare ,bastano uno due errori a partita e ti sei giocato la gara, non comprendo l’epurazione di Godin come non comprendo le dichiarazioni post partita di Conte, che a te sembreranno realistiche, di manifesta inferiorità, non è che a furia di dire che siamo inferiori alla Juve poi ci troviamo con i giocatori che allargano le braccia sconsolati come Brozovic se perde un contrasto o una ripartenza ?Ringrazio per l’ospitalità e con stima saluto

  14. Concordo al 100%. Da un po’ di tempo si vede che non siamo ancora capaci di mantenere un buon livello di gioco durante 90 minuti e con continuitá nel campionato. Sconfitta ineccepibile, sono ancora superiori a noi!
    Adesso non dimentichiamoci della EL e del ritorno di semifinale col Napoli.
    Spero di rivedere, prima della fine della stagione, Sensi ed il gioco sviluppato a Barcellona e quella “fame” di gol che Lukako e soprattutto Lautaro avevano dimostrato.

  15. Alessandro Bollini // 9 marzo 2020 a 10:04 // Rispondi

    Buongiorno Gianluca,
    come ben dici le uniche partite “sarristiche” le hanno giocate e vinte alla grande solo contro di noi.
    Ho notato che dopo l’uscita di Barella siamo arretrati una decina di metri e da li hanno incominciato a dominarci.
    Poi, film già visto, dentro Eriksenn, parecchio spaesato (e non è la prima volta); ma quanto ci vuole ancora per trovargli una posizione? A me sembra anche che il bel danesino giri alla larga dai contrasti..mah.
    Che ne pensi della situazione Lautaro?
    Grazie.

  16. Va bene, va bene,siamo a 10 punti e tali rimarranno se non di più, ma la squadra ha tirato il freno a mano: brutto primo tempo a Udine, orribile primo tempo nel derby, pessimo secondo tempo con la Lazio, non pervenuti purtroppo a Torino (108ttesima sconfitta con quelli la..) e per fortuna Biraghi ha trovato il pari subito nel ritorno con i bulgari altrimenti era un’altra Caporetto dopo Hapoel Beer Sheva ed Helsingborg…

  17. L’impressione è che la squadra sia discretamente organizzata e che, per assurdo, questo sia il suo limite: recita solo il compitino dettato da Conte.
    Gioco prevedibile, lento e nessuna iniziativa “fuori coro” . ieri soprattutto le 2 punte non hanno minimamente partecipato al gioco ne creato pericoli. Il fatto stesso che un Eriksen non trovi spazio lascia basiti vista la qualità media di chi parte titolare. Credo che manchi un/il Sensi di inizio stagione. 1 tiro in 90 minuti: inaccettabile per me

  18. Hai ragione non siamo pronti per certe sfide.
    C’è la voglia, l’applicazione di tutta la squadra, ma mancano gli interpreti giusti al posto giusto.
    C’è da considerare il calo di Skriniar in difesa, ci sono i fantasmi di Barcellona nella testa di Lautaro.
    C’è un grande lavoro da fare in sede di mercato. I centrocampisti non saltano mai l’uomo e non creano superiorità numerica. Non c’è un leader, il trascinatore, il “Mattheaus” della situazione.
    Ma ci sta tutto.
    Avanti, acceleriamo un po’ però…

  19. Giusto. Teniamo i piedi per terra. Ma a furia di tenerli sono dieci hanno che non spicchiamo più il volo… senza veri top player la vedo dura

  20. salvo restando i problemi sanitari piu’ grandi, che delusione molte squadre meno quotate, a torino hanno dato filo da torcere alla juve piu’ dell’inter, molle e inconcludente, eriksen non e’il top player che ci hanno fatto credere e conte l’ha capito subito.

  21. Sto sulla partita. Ancora 1 volta all’appuntamento importante noi non ci siamo. Loro sono quanto meno più anni che giocano insieme, mica tanto: vedi Sarri e il centrocampo di ieri rispetto a 1 anno fa; ma stiamo al noi, partita giocata con le pecche ahimè di Lukaku e Lautaro ma è mancato lo spirito, quel pathos per cui chisenefrega io vado all’assalto, non abbiamo le palle. Emblema della sconfitta Eriksen, non ti dico il soprannome, ma OK aspettiamo anche lui ma Godot passerà prima o poi? Amala.

  22. Corona. Vero quello che dici pensa che io se fossi un calciatore direi gioca te perché con la saluta non si scherza
    MA, prova a pensare se oltre al calcio si fermasse anche il panettiere, il netturbino, il commesso ecc.
    Forse gli unici che economicamente se lo possono permettere sono proprio loro i calciatori di serie A.
    Poi anch’io sono con te e penso che ne vedremo altre ma con serenità se si gioca ok e se no pace, altre sono le priorità.

  23. Ciao GL. Fa strano parlare di calcio in questo momento, pero’ la vita va avanti. Riguardo a eri sera si e’ visto ahime’ il gioco richiesto da Sarri (proprio contro di noi). Siamo a 6 punti dalla Juve (considero gia’ in tasca quelli contro la Samp). Sara’ un’ caso o forse no, sono quelli che abbiamo perso contro la squadra più coesa e che si rinforza ogni anno. Ora pero’ non abbattiamoci, tanto non eravamo pronti per lo scudetto, le basi pero’ ci sono. Step by step.
    Sempre Forza Inter

  24. Salvatore // 9 marzo 2020 a 11:51 // Rispondi

    Al di là del fatto che la Juve è nettamente più forte. Quello che non riesco a digerire è l.atteggiamento dimesso da agnello.sacrificale che mostriamo ogni santa volta che li affrontiamo,la mancanza totale di reazione è inaccettabile. Purtroppo c è l aggravante che lautaro da quando è al centro del mercato è completamente sparito come se stesse attento a non farsi male per preservarli.

  25. Francesco // 9 marzo 2020 a 13:11 // Rispondi

    Buongiorno, abbiamo affrontato le squadre forti (partite con Barca, juve, Dortmund, Lazio, Napoli) giocandosela… anche per vedere a che punto di crescita fossimo. Bene, mi piace. Però talvolta sarebbe meglio vincere: il Napoli non si è vergognato quando è venuto al Meazza posizionandosi nella sua metà campo e vincendo con un tiro nei 90 minuti… Dico: se giochi con uno più forte, non c’è niente di male ad escogitare qualche strategia! Cerchiamo di restare concentrati, anche se non è facile.

  26. L’Inter ha smesso di giocare non quando ha segnato Ramsey, bensì quando abbiamo perso Sensi…

  27. 5-8 punti di distacco finale? Saranno molti di più, altrimenti avremo il rimpianto delle tante occasioni gettate alle ortiche come i 6 punti persi contro Fiorentina, Lecce e Cagliari.
    Il confronto tra la “peggior” Juve e la miglior Inter degli ultimi 9 anni è stato impietoso e il gap di valori sarà dura da colmare a medio termine. Se penso a due panchinari, Dybala fortemente voluto (cedere) ed Eriksen accolto come un Messia (non da Conte) dico: meno male che i torinesi hanno toppato il C.M.!

  28. Ennesima conferma delle stagioni precedenti: dopo un girone d’andata positivo segue l’immancabile calo di rendimento dovuto anche alla differenza di qualità tra noi e le squadre che ci precedono.
    Però non si capisce come mai la condizione atletica, caratteristica primaria delle squadre di Conte, sia venuta a scemare: dov’è finita la grinta, il pressing e forcing che ci avevano contraddistinto?
    Il duo Lu-La è forte contro le deboli e debole contro le forti ed Eriksen è troppo poco incisivo.

  29. cervellieri luigi // 9 marzo 2020 a 14:50 // Rispondi

    Addio sogni di gloria! Adesso faremo il tifo per la Lazio….Amala

  30. bulamatari // 9 marzo 2020 a 14:51 // Rispondi

    Ho provato a calcolare i punti divisi per tempo, come fossero due partite distinte. Ebbene il primo tempo ha prodotto 54 punti mentre il secondo solo 37. Secondo te a cosa si può imputare tale differenza? Sempre che che Pasquale confermi i miei dati!!!!

  31. Tutto vero la differenza è tanta tra noi e loro,ma la differenza la fanno i campioni e noi ne abbiamo 3 due fuori forma completamente e uno in panchina.Max

  32. Il primo gol della Juventus è frutto di una disattenzione dietro l’altra, prima Candreva e poi Vecino. Sul secondo grandi colpe di Young, complimenti a Dybala ma l’esterno inglese doveva fare meglio.La nostra coppia avanzata è stata ampiamente insufficiente, peggiore prestazione della stagione. Che non eravamo pronti per lo scudetto era un dato di fatto ma è da anni che quando arriva il girone di ritorno vedo la nostra squadra suicidarsi, da molto fastidio. Spero nella massima concentrazione per EL

  33. Andrea@64 // 9 marzo 2020 a 19:17 // Rispondi

    E così anche Conte ha toppato e per lui il primo anno è sempre quello dove ha fatto le cose migliori. Guarda bene caro Gianluca che non mi aspettavo certo lo scudetto, troppo il divario con la Juventus, ma il solito girone di ritorno “in folle” come con Spalletti, Pioli, Mancini bis, Mazzarri e Stramaccioni questo proprio no. Sono molto deluso e temo che dovremo restare “prigionieri del suo contratto faraonico. Guadagna il triplo del Lucio, ma come lui non sa variare mai lo spartito.

  34. Ciao GL,
    se non siamo pronti noi non lo è nemmeno la Lazio, che se continua così è solo perché è la sua annata, ma dubito fortemente.
    Ma ti ricordi qualche mese fa i vari:”finalmente vedremo un Inter di carattere con Conte! Non come Spalletti!”?
    Io ieri ho visto solo giocatori spaventati, Inter monotona, a volte con pochissima qualità.
    La differenza sta sempre e solo nei campioni che scendono in campo: quanto sono bravi e quanti ne ho di bravi.
    Spalletti va ringraziato ogni giorno. Ciao

  35. Questi siamo ancora noi per il momento, bisogna ficcarselo in testa in fretta, a prescindere dalle analisi vere o meno sulle situazioni specifiche di ciascun singolo. Il lavoro che hanno fatto la società e Conte, errori compresi, darà presto i suoi frutti; ricordiamoci degli sbracamenti quasi totali degli anni scorsi e confrontiamoli con quest’anno.

  36. con le prime 5 in classifica ad ora abbiamo vinto solo all’andata con la Lazio,abbiamo perso con Borussia e Barcellona,oltre ciò da novembre ci siamo involuti, zero ferocia, zero fantasia. Il 2° tempo nel derby è stato un suicidio del Milan. Conte deve rimediare e subito, ok con questa litania che la Juve è superiore (oltre tutto è una cosa tristissima…) ma quest’anno non siamo propriamente scarsi. Eriksen non c’entra nulla con Conte

  37. Ciao GL dopo che sono arrivati 3 rinforzi e quindi l’ampliamento della rosa invece di fare il salto di qualità abbiamo fatto peggio di quando si giocava sempre con gli stessi. Nel ritorno 10 punti in meno non si vede la squadra di inizio anno non so cosa sia successo certo non si pensava di vincere lo scudo ma almeno giocarsela fino alla fine ora invece anche il 3 posto è ha rischio giocando così l’Atalanta è Li. CI quasi fuori e idem per EL. Peccato perché la Juve di quest’anno era battibile.

  38. Il mister è indubbio che nel girone di andata ci ha regalato bei punti, ma si può dire che in questo girone di ritorno sbaglia un pó troppo spesso, sia formazione,che cambi (ieri per esempio usciti candreva e barella gli unici che correvano siamo crollati) e anche lui mi sembra scarico (una furia urlatrice all’andata moscio queste ultime partite)

Lascia una risposta

Le 4 regole del commentario:
1. Siate educati: i commenti ad personam saranno ignorati
2. Scrivete in italiano, il congiuntivo non è una malattia degli occhi!
3. Non è una chat: se volete conversare tra voi, io che ci sto a fare?
4. La lunghezza del commento non può superare i 500 caratteri (spazi compresi)
Viva l’Inter!


*

 caratteri disponibili