Il Giorno – Bar dello Sport 176

Tra realtà e fantasia
Con l’espressione ‘wishful thinking’ gli inglesi indicano il cosiddetto pensiero illusorio e bramoso, ossia il processo mentale per cui un individuo vive più dei propri desideri che della realtà. E qui al Bar dello Sport, con l’alcol che scorre a fiumi, il ’wishful thinking’ va alla grande. Così il carrozziere juventino Ignazio e l’idraulico napoletano Gennaro che, per ragioni diverse, non vogliono Sarri sulla panchina della Juventus si affidano a scenari paralleli sempre più lontani dalla realtà. Del conflitto tra realtà e desiderio è vittima anche il tassista milanista Gianni, che nel prossimo tecnico rossonero Giampaolo vede già il più grande maestro di calcio attualmente in circolazione, altro che Arrigo Sacchi! Anche l’assicuratore interista Walter ha già venduto Icardi all’estero a cifre record finanziando una poderosa campagna acquisti ancora tutta da verificare. Senza contare che al momento Maurito e la sua invadente moglie-procuratrice sono fermamente intenzionati a presentarsi al raduno dell’Inter il prossimo 8 luglio davanti ad Antonio Conte che, dal canto suo, non li vuole vedere manco in fotografia. L’unico che, tutto sommato, si mantiene un po’ più ancorato alla realtà in questa gabbia di matti è l‘impiegato delle poste romanista Tiberio, che vive già nel terrore delle battutacce dei rivali laziali se per caso il nuovo tecnico giallorosso Paulo Fonseca dovesse fallire, ricordando quando per scommessa, da allenatore dello Shakthar, si era presentato alla stampa travestito da Zorro dopo aver sconfitto il Manchester City in Champions.
Ecco perché, in fin dei conti, non è mai fuori luogo l’uscita del vecchio saggio Ambrogio, memoria storica del Bar dello Sport: “Io non capisco tutti i vostri bianchini mattutini – osserva – visto che qui per straparlare mica avete bisogno di bere!”

Lascia una risposta

Le 4 regole del commentario:
1. Siate educati: i commenti ad personam saranno ignorati
2. Scrivete in italiano, il congiuntivo non è una malattia degli occhi!
3. Non è una chat: se volete conversare tra voi, io che ci sto a fare?
4. La lunghezza del commento non può superare i 500 caratteri (spazi compresi)
Viva l’Inter!


*

 caratteri disponibili