Il Giorno – Bar dello Sport 173

Pubblicato su Il Giorno, sabato 25 maggio 2019

Questa volta si gufa l’Inter
Stavolta al Bar dello Sport tutti i rivali gufano l’Inter. Ancora una volta, la squadra di Spalletti è riuscita nell’impresa di arrivare al solito finale al cardiopalma per garantirsi un posto nella prossima Champions League.
Così l’assicuratore interista Walter, vista l’aria che tira, gioca d’anticipo: “Dovete stare tutti calmi! Un anno fa siamo andati in Champions vincendo in rimonta in casa della Lazio, concorrente diretta. Quest’anno con l’Empoli a San Siro è molto più facile – argomenta, in realtà per tranquillizzare soprattutto se stesso.
“Ma l’anno scorso De Vrij giocava già per voi e vi regalò un rigore – provoca il velenoso carrozziere juventino Ignazio – quest’anno voglio proprio vedervi!”
Il Walter naturalmente si adira subito: “Certe storiacce riguardano voi della Juventus, non certo noi!” – replica.
Anche gli altri si divertono ad innervosire il permaloso Walter, come il tassista milanista Gianni: “Occhio alla beffa sul filo di lana! Io sono qui in agguato come un crotalo – sogghigna – se tu non vinci, vinco io e ci vado io in Champions!”
“Voi del Milan coi vostri debiti in Europa non ci potete giocare – interviene a gamba tesa l’impiegato delle poste romanista Tiberio – ma tanto Andreazzoli, l’allenatore dell’Empoli, è un amicone di Spalletti e mica si mette di traverso!”.
E anche l’idraulico partenopeo Gennaro che col suo Napoli al San Paolo ha appena rifilato quattro fischioni all’Inter, inguaiandola di brutto, non si aspetta sorprese: “Questi interisti, comunque vada, cascano sempre in piedi!”
Ma per una volta il pensionato Ambrogio, memoria storica del Bar dello Sport, ne dice una giusta: “Resta il fatto che se l’Inter non batte nemmeno l’Empoli a San Siro è giusto che non vada in Champions – sentenzia – tutto il resto son balle!”

Lascia una risposta

Le 4 regole del commentario:
1. Siate educati: i commenti ad personam saranno ignorati
2. Scrivete in italiano, il congiuntivo non è una malattia degli occhi!
3. Non è una chat: se volete conversare tra voi, io che ci sto a fare?
4. La lunghezza del commento non può superare i 500 caratteri (spazi compresi)
Viva l’Inter!


*

 caratteri disponibili