Il cretino dell’anno 2018

Purtroppo per l’anno 2018 il Premio è arrivato in gravissimo ritardo. La giuria che ho infaustamente nominato si è presa ben più del tempo necessario per scegliere la giusta tipologia di Cretino. Colpa dei Social per cui, appena se ne sceglie uno,  di lì a poco se ne trova uno ancor più meritevole. In corsa innumerevoli i tifoidi mangia-allenatori di ogni colore perché mentre scrivo tutti gli allenatori ai primi posti della Serie A passano per dementi:  Allegri, Ancelotti, Spalletti, Gattuso, oltre al già silurato Di Francesco! Ma premiare un tifoide sarebbe stato banale, perché fanno più ridere i detrattori di noi giornalisti, anzi ‘giornalai': per gli ineffabili fanatici gli unici operatori dell’informazione degni sono i trombettieri in servizio permanente effettivo, ossia quelli che suonano le canzoncine che lorsignori, al di là della squadra del cuore, vogliono sentire. GuVaRi@settecoppesette-Cretino-Anno-2018Ed è proprio su questi khomeinisti del calcio che la Giuria, rigorosamente non giornalistica, si è concentrata, arrivando a sceglierne uno per tutti, pur in notevolissimo ritardo.
L’ha spuntata tale GUVaRi @settecoppesette da Twitter, che presenta tutti i requisiti necessari: nome, anzi qui trattasi addirittura di sigla, anonima, battesimo e Patente B come presumibili titoli di studio e commenti webeti contro chiunque abbia scelto la strada di un’informazione lontana anni luce dal bieco fanatismo talebano.
Nel suo tweet soprastante invita i pochi adepti a non seguire i ‘giornalai’ che poi però lui stesso svela in tutti gli altri tweet di seguire h24, ovviamente storpiandone nomi, affermazioni e ricoprendoli di contumelie, ad uso e consumo del suo sparuto seguito.
Insomma, complimentoni a GuVaRi, Cretino dell’Anno in carica!
Intanto, già abbonda il materiale per l’anno in corso. Il Premio resta ambitissimo e quindi buona corsa a tutti!

13 Commenti su Il cretino dell’anno 2018

  1. Va bene, ma se non le rendi pubbliche le segnalazioni del Carlomongo, qui come si fa a ridere? Bisogna aspettare proprio fine anno?
    Il Gianni, fan della pagina del Cretino dell’Anno

  2. E’ arrivata l’estate e ancora non si hanno notizie del prode Carlomongo? ma dov’è finito? Lavoro tutto il giorno e per rilassarmi ho bisogno di ignoranza pura per ridere un po’. Fai qualcosa. Se pubblichi la sua mail, gli scrivo direttamente.
    Pietro

  3. Se non basta ricochet79@libero.it pubblichiamo quella di famiglia. In settimana chiediamo autorizzazione allo Studio Legale di concerto con la Polizia Postale a pubblicare insieme a nome, cognome e indirizzo?
    G.V. Staff Security http://www.gianlucarossi.it

  4. Se il “79” nel nickname indica l’anno di nascita non è nemmeno un ragazzetto..e bisogna parlare con la famiglia???spero che per famiglia si intenda moglie e figli,non mamma e papà… Anzi, forse meglio non abbia moglie e figli un tal “soggetto”…

    • Credo sia l’anno di nascita, ma ad un poveraccio senza vita reale del genere che vuoi fargli? Portargli via la casa a suon di spese legali? Lo sputtani pubblicamente con nome, cognome, indirizzo e telefono e poi lo sfanculi. Più che altro ho pena per la famiglia che lo deve accudire.
      GLR

  5. Ma ‘sto Carlo, che pure io chiamo Carlomongo – tutt’attaccato – è caduto dal seggiolone da piccolo? Mi sa pure da grande…

  6. Ogni anno aspetto questo Premio con trepidazione! Quest’anno stavo cominciando a disperare perché perso che i social rispetto alle prime edizioni abbiano complicato la vita della Giuria. Comunque, anche quest’anno, premio azzeccatissimo! Ne conosco tanti di frustrati che passano le giornate a insultare i giornalisti che però guardano tutto il giorno, senza contare che venderebbero la madre per essere al loro posto
    Elio

  7. Di questo Premio mi piace che viene elargito indipendentemente dalla squadra per cui il Cretino tifa. Io sono fieramente milanista, ma questo è proprio di quelli che se li conosci li eviti. Oddio, anche se non li conosci.
    Sandro

  8. E vaaaaiiii….mesi di attesa ma le valeva la pena…stavo facendo anch’io il lavoro della Giuria frugando tra i vari Social alla ricerca del vincitore, ma questo è perfetto!
    P.

  9. Però prima o poi dovresti fare la cerimonia, anche telematica, di consegna del Premio, che so, una Coppa o una Targa virtuale, ma solo che immagino che essendo il Cretino quasi sempre vigliaccamente anonimo, mica si presenterebbe
    Alex BG

  10. Pasquale Somenzi // 18 maggio 2019 a 17:16 // Rispondi

    Non ho capito se di questo Guvari si è riusciti a ricostruire la
    sua vera identità (e per ovvi motivi non divulgata) o se rimane ancora nascosta sotto la sua sigla.
    Pasquale.

    • Chi passa la sua vita a insultare a destra e a manca sui Social non ha mai un profilo certificato da bollino blu, come chi ha nome e un mestiere e di regola tiene sempre vigliaccamente la sua identità celata, anche se non è difficile tramite querela scoprire chi è. Ma ho cose più importanti da fare e a me basta esporlo ironicamente al pubblico ludibrio.
      GLR

Rispondi a Stefano M Annulla risposta

Le 4 regole del commentario:
1. Siate educati: i commenti ad personam saranno ignorati
2. Scrivete in italiano, il congiuntivo non è una malattia degli occhi!
3. Non è una chat: se volete conversare tra voi, io che ci sto a fare?
4. La lunghezza del commento non può superare i 500 caratteri (spazi compresi)
Viva l’Inter!


*

 caratteri disponibili