Icardi, via la fascia

Quando parlo io, per alcuni ‘competentissimi’ parla sempre un pirla. Il 6 febbraio scorso, check please, proponevo sui miei Social di togliere la fascia di capitano a Icardi  proprio per dare un segnale di disciplina al gruppo. A volte, punendo il migliore, si mettono in riga tutti gli altri. Oggi la fascia è di Handanovic e, caso strano, avevo proposto proprio lui. Forse non sono l’unico pirla, forse la società per una volta ha deciso di fare la Società. Handanovic fino a fine stagione va benissimo perché, essendo muto dalla nascita, visto che qui chiunque apre bocca fa danni, non dovremmo correre rischi. Non mi interessa cosa succederà dopo, perché conta il presente: gli altri giocano, magari perdono ed escono dalle competizioni, ma poi rimettono insieme i cocci e vanno avanti. Noi no, noi siamo bravissimi a fotterci da soli, sempre per motivi più o meno futili. Vorrei ricordare che siamo ancora terzi in campionato e con un’Europa League ancora tutta da giocare e da interpretare con la massima professionalità, malgrado l’aria di svacco generale, dentro e fuori.
Mi auguro che questo andazzo finisca, una volta per sempre, perché io, davanti a tutti loro e a tutti voi, metto l’Inter. Ieri. Oggi. Domani.
Non sono certo un mago per aver anticipato questo provvedimento forte, né tantomeno ambisco ad essere il consigliere di Marotta, che non ha certo bisogno di me. Sono solo un cronista che in 30 anni di marciapiede ha visto l’Inter vincere solo quando si è cominciato a andare tutti nella stessa direzione in Società, dietro le scrivanie, prima che in campo. Mi confronta di non essere l’unico a pensarla così. Non mi riferisco a chi sta fuori e fa il tifoso, ma a chi fa il dirigente e gestisce oggi l’Inter. Ora attendo ansioso l’immaginabile crisi isterica di Wanda Nara e se,  come alcuni temono, Maurito smetterà di dare il suo contributo di gol in campo, vorrà proprio dire che era tutto un bluff.
Sia ben chiaro, io non ho nulla da imputare a Icardi in campo. A tutti i bomber capita di sbagliare qualche gol o di attraversare periodi più o meno complicati, ma stavolta l’extra-campo. ossia Wanda Nara, ha cominciato a creare problemi anche alla squadra. Sia ben chiaro, è avvilente dover cambiare il capitano per le continue tensioni create da chi gli sta accanto e anche il geniale like di Brozovic alla notizia comunicata dal Club, rientra nella gara a chi è più intelligente. Sono convinto che pure Spalletti abbia capito che sia meglio pure per lui congedarsi da questa gabbia di matti. Tornando a noi, se vi va di approfondire il mio pensiero, leggete quello che ho detto al mio amico e collega romanista Pino Vaccaro: clicca qui.
Immagine

101 Commenti su Icardi, via la fascia

  1. A mia precisa domanda su cosa avrebbe dovuto fare Marotta la scorsa settimana avevi indicato quello che poi la società ha fatto. Complimenti a te e soprattutto alla società che finalmente si è messa a fare la società. Il detto colpisci uno per educarne 100 è sempre di attualità. Amala sempre!!

    • Ciao Gianluca, basterebbe semplicemente che il primo ICARDI facesse tacere sua moglie che appunto dovrebbe solo fare la moglie e la madre e giù le mani dai soldi del marito. La colpa secondo me è soprattutto di Icardi che deve smetterla di fare il tenero cagnolino. Una volta per tutte. Stefania da Milano

  2. Scelta che mi rende molto orgoglioso dei nostri colori. Zanetti, bergomi, facchetti sono capitani. Grazie Marotta era tempo che aspettavamo una dirigenza simile. Solo l’Inter.

  3. FINALMENTE!! Se ciò procurerà la cessione,dispiace perché trovare un bomber di 25 anni con il suo potenziale non è facile, ma di certo se portano 110 cucuzze, qualcosa di buono troviamo. Spero che questo sia l’inizio di una nuova era per la società, pieni poteri a Marotta che tra giocatori e dirigenti (Ausilio/Gardini )è l’unico con un curriculum di vittorie, a chi non sta bene, si accomodi alla porta! x sfizio mi dici un nome (fattibile) che a tuo avviso possa sostituire il pagliaccio?

    • Non ne ho la minima idea. Certamente non sarà sulla carta forte come Icardi in termini di gol, ma magari in una Società seria renderà molto di più.
      GLR

  4. Come hai ben detto tu nulla da dire sul centravanti, è sul capitano che le perplessità sono sempre state forti.
    La situazione era ormai trascesa con la moglie che ha attaccato pubblicamente i compagni. Dal momento che il capitano non ha smentito le frasi della moglie è ovvio che dal minuto dopo non sei più il capitano. Finalmente torna la logica e l’unità d’intenti in società? Speriamo

  5. Finalmente una presa di posizione forte da parte della società che condivido. Mi sono però anche chiesta se adesso le cose cambieranno in meglio, se non c è affiatamento non c è squadra e se non c è testa non c’è gioco. Penso anche che a questo punto a fine stagione Icardi andrà altrove e sinceramente se è per il bene dell’Inter va bene così, finalmente la signora Nara andrà a rompere da un altra parte.

  6. Totalmente d’accordo GLR.
    Non é un win to win, anzi tutto il contrario, noi perdiamo uno dei migliori attaccanti in circolazione, cercheremo un acquirente a luglio anche se sicuramente il prezzo sará inferiore alla clausola. Mentre Icardi perderá una squadra che era stata costruita esclusivamente per lui. Peró non possiamo assolutamente accettare queste situazioni, e non possiamo dare la fascia di capitano ad una persona che tacitamente accetta queste situazioni. Forza Inter! Amala!

  7. Sono completamente d’accordo Gianluca. Di più. Cederei senza indugi il giocatore a fine stagione assieme a Peresic, per poi ricostruire la squadra con uomini possibilmente più professionali. Le voci già dicono che è fatta per Zapata dell’ Atalanta. Avanti così Marotta , poi arriverà anche Conte

    • Si si, tu continua ad ascoltare le voci che siamo a posto. Lunedì vado all’Assemblea dei Soci a vedere quali altri proclami sono disponibili per i prossimi abbonati. Poi io però credo a quello che vedo, ossia ai Conumicati Ufficiali di acquisto, possibilmente almeno con obbligo di riscatto, dei giocatori.
      Quanto a vendere questo o quello, vedremo a giugno. Certo, pensandoci bene, venderei anche Perisic, non per altro, ma perché non ne posso più da anni di leggere Peresic e non Perisic, un po’ come per Thohir quando leggevo Toir, Thoir, Tohir, Thor….Meno male che almeno questo, dopo due anni che aspettavo, si è levato di torno.
      GLR

      • “Meno male che almeno questo, dopo due anni che aspettavo, si è levato di torno.”. GLR, mi hai fatto sputare il caffè dal ridere. 😀
        Dopo la risata, la domanda: non è che la “genialata” di Brozovic denuncia il fatto che la squadra abbia le “pelotas llenas” di Icardi e della destabilizzante consorte? Leggo – poi se sia vero non lo so – che pure Perisic* ci abbia litigato mica male…
        Meglio cederlo, Icardi? Forse sì.
        * non ho i caratteri slavi, altrimenti lo scrivevo giusto al 100%, giuro! 😉

  8. Bravo Gianluca, l’avevi anticipato. Decisione giusta. La societa’ ci avra’ pensato bene, prima di decidere il declassamento a stagione in corso.

  9. A tutto c’è un limite e lui e il suo clan/moglie l’ha superato. Avevo condiviso la tua opinione e condivido la scelta della società. Mi inquieta da tifoso poter perdere il contributo di un campione ma è più importante la squadra. Detto questo, speriamo a fatica di arrivare ad una società che possa prevenire queste situazioni e che non debba invece rincorrerle e aggiustarle quando la frittata (stagione quasi compromessa) è fatta.

  10. Complimenti Gianluca!
    Nulla di cui eccepire…sono pienamente d’accordo con la società, magari porterà conseguenze negative nel breve periodo, ma penso che nel lungo effetti saranno solo positivi al Gruppo e di conseguenza ai risultati.
    Gianluca, una premessa non è una polemica, ne tantomeno una critica, però consentimi di dire che mi spiace non poter più leggere i tuoi commenti sulle varie partite; i video, in un’epoca sempre più digitale, sono di grande attualità, ma si assaporano di meno.

    • Sono vecchio e pigro e per di più ho sempre più passioni al di fuori del calcio e dell’Inter. Inoltre sono stanco di scrivere da anni le stesse cose sull’Inter che poi sono cose normali, a cui arriverebbe anche mia mamma che ha 81 anni è che pensa che il calcio sia un minerale, come passione, appartenenza e professionalità e che oggi capiscono in pochi. La maggioranza, accecata dal tifo fanatico e dai social, manco legge, quindi parlando faccio meno fatica anch’io…
      GLR

  11. Certo, adesso tutti diranno “era ora!”. Io credo invece che l’entrata di Marotta sia con i piedi a martello, meritevole come minimo di un cartellino arancione. A metà stagione c’erano modi molto più intelligenti e indolori di gestire la cosa, tipo lasciargli la fascia, NON rinnovare il contratto e cercare di sbolognarlo a fine stagione. Sono anch’io d’accordo che “siamo bravissimi a fotterci da soli”, ma per motivi opposti ai tuoi. Concordo invece sulla totale idiozia del like di Brozovic.

  12. Ciao Gianluca, sono professionalmente orgogliosamente nullafacente e tengo la Juve. Per me è sbagliato togliere la fascia di capitano a Icardi, ma è naturale, tengo la Juve! Un abbraccio

  13. Ciao GLR, d’accordo per una volta con la società. Vedi mai che davvero Marotta ha potere assoluto sullo spogliatoio e sulla gestione della società.
    Magari nel futuro prossimo potremmo immaginare anche un cambiamento tra i dirigenti, oltre che in panchina? (tu ormai lo dai per scontato e visto il risultato delle tue previsioni direi che ormai si va in quella direzione con mio rammarico, ma come dici tu, prima l’Inter poi tutti il resto)

  14. D’accordo al 100% con il nuovo atteggiamento del direttore Marotta. Forse è arrivato qualcuno che ha vinto e sa quali sono i presupposti per vincere, a partire dai comportamenti in campo e fuori! Basta con i capricci, testa bassa e lavorare… O si vince collettivamente o saremo annientati individualmente…

  15. Emanuele Pietro Massone // 13 febbraio 2019 a 19:26 // Rispondi

    Concordo al cento per cento, complimenti da E.P. M.

  16. francesco dal cilento // 13 febbraio 2019 a 19:43 // Rispondi

    GL appoggio in toto la scelta della società. Per uno come me, che ha la maglia autografata di zanetti in un quadro e la mattina, appena sveglio, fa l’inchino, cosa vuoi che siano le bizze di icardi. Tra l’altro ha dimostrato tutto il suo amore per l’Inter rifiutando la convocazione. Questa decisione, ad oggi, creerà sicuramente delle conseguenze non indifferenti ma sono sicuro che è la premessa più rosea per tornare competitivi dentro e fuori dal campo

  17. …ti ho spesso sentito dire “potere di vita e di morte” quando si parlava di Sabatini e ora di Marotta…quanto sta accadendo significa che, finalmente, un Direttore e’ stato investito di tali poteri ? sarebbe una prima, grande pietra verso una societa’ seria e stabile…sperèm !

  18. mi sa tanto che stiamo diventando una Società…

  19. Questa eterna soap opera chiamata Inter inizia a stancarmi.
    Doveva essere un anno di consolidamento e rilancio, si sta trasformando nell’ennesimo psicodramma già visto e rivisto mille volte.
    Speriamo che questa parvenza di pugno duro (a proposito, giusti i modi? giusti i tempi? sicuri che la resa dei conti non potesse essere rinviata a giugno, magari con la champions in tasca?) porti i suoi frutti.

  20. Pirla e allineato eccomi. Era ora e speriamo che non sia un caso ma il segnale a tutti di fare i professionisti. Amala…

  21. Ciao GLR..beh complimenti l’avevi detto! Però in questo momento ho dei sentimenti un po contrastanti..da un lato d’accordo con te e sono contento che finalmente qualcuno in società si faccia rispettare e abbia il coraggio di mettere in riga wanda che solo in italia puo avere tanto seguito mediatico..detto questo però mi chiedo se sia il momento giusto..non rischiamo forse di sfasciare ancora di più la squadra visto anche il like di quell’altra testina di brozo (ma un po di ca..i suoi?). Amala!!

    • Mi spiace ma se tu vuoi continuare ad accettare ricatti di questo o di quella fai pure. Io ne ho abbastanza. Se andrà peggio, amen. Perlomeno si è provato per una volta a far presente chi dovrebbe comandare in un Club serio.
      GLR

  22. Sono d’accorso con te. A maggior ragione ora che si è saputo che ha persino rifiutato di andare a Vienna…questo non è un Capitano. È un bamboccione in balia di una moglie-mamma più attenta alla propria carriera e ai soldi che alla carriera del marito.L’avevamo perdonato quando aveva scritto quel suo ridicolo libruncolo…l’avevamo perdonato dopo le foto mezzo nudo…ora basta. Dubito comunque che i grandi club ardano dal desiderio di prendersi la coppietta sul gobbone! Sará soddisfatta ora wanda?

  23. Questa non è una decisione figlia di una situazione degenerata, questo è il gioco di Marotta. Gli tolgono la fascia di capitano e lui che fa? Si autoesclude per dispetto e conferma quanto avevano preventivato. Aspetto quanto dirà la moglie: 50 squadre vogliono Icardi? Vediamo queste offerte.
    Amala,
    Giuseppe

  24. Corretto epilogo di una vicenda che non poteva continuare. Quello che non mi è piaciuto di Icardi è il non aver mai preso una posizione ma forse gli faceva comodo così… se sommiamo poi la storia del libro credo proprio che non ci rappresenti … pensi che valga il detto “tira più um pelo di …. che un carro di buoi?” Cosa avrebbe detto Peppino?

    • Peppino se n’è andato prima, per fortuna sua. Ci avrebbe sofferto troppo a vedere troppa gente che non gliene frega nulla dell’Inter e non mi riferisco in questi anni solo a Icardi e Wanda Nara
      GLR

  25. Calafiore salvatore // 13 febbraio 2019 a 21:16 // Rispondi

    È la più bella notizia dopo il triplete. Comunque proporrei di inserire dei test di intelligenza prima di acquistare altri giocatori. Vero Brozo!!!

  26. Direi che sono stati tutti accontentati, chi voleva il segnale forte e le centinaia di tifosi che inveivano sempre contro Icardi sul profilo ufficiale della società, ho visto anche della tristezza e l’ho percepita, io sono triste per esempio…Lui non ha chiesto la fascia, la società gliela data e poi gliela toglie, ok tutti contenti. Speriamo che il futuro veda anche la proibizione su twitter di mettere like sulle disgrazie del proprio ex capitano, se proprio vogliamo professionalità

    • Lui non ha chiesto la fascia? Balle. L’ha chiesta lei valutandola 500.000 euro nell’ultimo contratto. Nessuno è contento, almeno tra chi attacca il cervello, perché è avvilente trovarsi costretti a cambiare capitano per colpa di una non tesserata che parla manco fosse il Presidente dlel’Inter, sputtanando ad ogni giro, Società, Allenatori e compagni. Mai pensato che Brozovic non potesse partecipare alla grandissima gara di intelligenze in atto da anni nell’Inter. Non mi sorprendo più di nulla. L’unica cosa buona è che Handanovic, essendo muto dallA nascita, almeno lui non dovrebbe fare ulteriori casini fino a giugno.
      GLR

  27. Ciao, mi spiace ma secondo me l’unica colpa di icardi e’ avere una moglie ingombrante. Mi chiedo, pero’, cosa faremmo se avesse come procuratore raiola? Permettimi a questo punto di essere molto dubbioso sulle doti della nostra dirigenza più che su quelle di icardi. Già in passato abbiamo dovuto scegliere fra hombre vertical e il fenomeno oggi uso un sistema piu obiettivo per capire se le scelte sono giuste o meno:gli avversari preferiscono un inter con icardi o senza?

    • A me non frega niente di quello che dicono gli avversari. Tanto ridono da anni anche a causa di Wanda Nara e se i geni cinesi non spendono soldi veri tanto non si vince né con né senza Icardi, se ancora non l’hai capito. Raiola? Raiola rompe i coglioni a fine stagione per 15gg e poi si placa. Lei rompe i coglioni tutti i giorni e da un po’ di tempo anche ai compagni di squadra del marito. Vedi un po’ tu…
      GLR

  28. Finalmente delle prese di posizione forti, ci serviva uno juventino…tra l’altro Icardi come capitano non ha gli attributi, non comanda neanche a casa sua…poi si tratta di capire quanto i due siano coordinati nelle esternazioni della moglie e non credo che Icardi sia solo vittima. Vedremo da qui in avanti l’intelligenza del ragazzo, per ora ne dimostra poca e non esiste di andare a batter cassa nel periodo peggiore della stagione come stimolo per fare meglio. Una pedata ci voleva e c’è stata

  29. Guido dalla Croazia // 13 febbraio 2019 a 22:14 // Rispondi

    Sono d’accordo con la Società. L’errore, semmai, è stato quello di dargli la fascia, ma erano altri dirigenti. Il suo libro che rivelava situazioni interne alla Società che dovevano rimanere confidenziali è e rimarrà imperdonabile. Questo è un segno che finalmente abbiamo una Società. Tanto, Icardi era già perso per il prossimo anno. Probabilmente l’aumento di stipendio chiesto era un parametro da aumentare in vista di un successivo (e ancora più alto) compenso da percepire altrove.

  30. Era l’ora, basta con queste tarantelle: solo con una società forte alle spalle si può tornare a competere. Icardi è forte, mi è simpatico e spero rimanga con noi, ma lo sconcio delle esternazioni della sua signora doveva finire in un modo o nell’altro. Rimane la domanda sui motivi per i quali Icardi non riesca a zittirla. Naturalmente questo deve valere per tutti se no addio armonia nello spogliatoio. Credo che il malessere sia profondo comunque. In quanto a Brozovic poteva farsi i fatti suoi!

  31. Via Icardi dentro Chiesa e Barella con fiducia al Toro. Per vivacchiare tra il terzo e quarto posto allora meglio fare come la Roma che lancia i giovani. Zaniolo da noi avrebbe giocato 20 minuti in coppa Italia.

  32. Resto basito ma solo del fatto che queste cose, pur passando proprietà giocatori e dirigenti accadano solo all’Inter, mai Rube o Bilam (anche se Higuain…). Un plauso a Marotta, in 2 mesi multa ad Icardi, fuori squadra il Ninja ed ora il capitano. Bene così. A fine stagione inevitabile il rimpasto.

  33. Roberto Scibetta // 13 febbraio 2019 a 23:05 // Rispondi

    O sei un veggente, o hai ottime fonti interne.
    Considerando che hai scritto il tuo post prima della dichiarazione deflagrante del pesce di nome Wanda, …. Sei un veggente.
    A questo punto ti chiedo: chi vince la Champions? Cosa farà lo spread domani? Quale errore madornale farà domani Toninelli?

    • Non sono un veggente e non ho più alcuna fonte interna alla Società da molto tempo, ma conservo un po’ di fiuto, visto che conosco il mondo del calcio e l’Inter in particolare da 30 anni.
      La Champions mesi fa ho detto per ridere che la vince il PSG, così imparano a dire che spendere non serve a niente. Ridevano tutti, oggi ridono un po’ meno, ma la mia era una provocazione. Quanto alla politica del Paese, purtroppo sono troppo vecchio, altrimenti sarei già oltreoceano da molti anni. Assai prima di Toninelli.
      GLR

  34. Ciao GL, ma non poteva essere gestita diversamente questa situazione? Siamo sempre in cinema. Poveri noi.

  35. Icardi è sempre stato puntuale, professionista, goleador. Molto bene, ottimo giocatore, ma il capitano è diverso: il capitano è uno che un minimo di attaccamento alla maglia deve averlo… Se ogni anno minaccia di andarsene o ha sbagliato agente o non ha capito il suo ruolo. Avanti così, conta solo l’Inter! Adesso gli altri ometti dovrebbero cercare di mettersi in mostra se hanno gli attributi… Già SE… Staremo a vedere

  36. Ciao, dico solo che ciò che conta e sta davanti a tutto e a tutti é solo l’Inter. Ultimamente (?) alcuni giocatori e chi sta loro accanto non l’ha minimamente compreso. Abbiamo avuto sempre capitani degni di questo nome e di questa squadra, l’ultimo ns VERO capitano é andato ad allenarsi il giorno del suo matrimonio, oggi il ns ex ha rifiutato la convocazione per la partita di domani. Spiegatela un po’ voi la differenza, anzi ce la spieghino i diretti interessati.

  37. gianluca decisione giusta anche se mi dispiace per il RAGAZZO ICARDI che secondo me non è cosi inopportuno come dicono. purtroppo è il classico uomo innamorato che va conto se stesso pur di proteggere la donna che ama. io non impazzisco per lui come giocatore anche se i numeri sono dalla sua parte ma a questo punto se la società vuole finire il lavoro adesso deve far si che icardi continui a giocare e segnare come se non fosse successo niente…ce la farà?? la vedo dura ma aspetto fiducioso…

    • Il ragazzo Icardi è meraviglioso. Tutto molto bello, da Libro Cuore….peccato che si parli di persone che guadagnano quello che nel mondo reale gente normale non guadagnerebbe in dieci vite e semplicemente per fare il proprio dovere giocando a pallone. Devo essere crudo e sincero: in fondo fanno bene a prendervi per il culo, poveri ragazzi, Mauro e Wanda, costretti a scegliere per le vacanze una pensioncina decadente e a dividersi un panino in autogrill per risparmiare. Saluti.
      GLR

  38. Massimiliano // 13 febbraio 2019 a 23:58 // Rispondi

    Alla fine ti hanno ascoltato.L’ho sempre difeso e chiuso due occhi più di una volta ma ultimamente hanno esagerato, come disse Totò ogni pazienza ha un limite. L’Inter si è ripreso il coltello dalla parte del manico perché forse economicamente è più serena, speriamo che a giugno lo stappa magnum Zhang Jr ci faccia un regalo. Una curiosità, mi spieghi perché il bond della Juve è un capolavoro pionieristico mentre quello dell’Inter un debito?

    • Nessuna delle due cose. Logico e lecito emettere Bond da parte di ogni azienda che abbia una discreta credibilità: l’Inter lo fece per ripianare i suoi debiti, la Juve temo lo userà anche per rinforzarsi ulteriormente.
      GLR

  39. Ciao Gianluca, hai perfettamente ragione, e il tuo articolo penso sia stato scritto prima della notizia che il Maurito ha rifiutato di partire per Vienna (cosa gravissima a questi livelli). Forse e dico forse Marotta sta incominciando a creare una società seria dove esistono regole e comportamenti. Adesso la palla passa a Wanda, se troverà una squadra disposta a sborsare dagli 80 milioni in su più 8 d’ingaggio per il marito.
    Forse stiamo costruendo qualcosa. Buona serata

    • Si, mi hanno intervistato prima che Icardi si tirasse fuori da Vienna e sinceramente non me l’aspettavo. Se la ami quando vinci, devi amarla anche quando perde, aveva appena dato lezioncine di passione ai tifosi. Sono molto commosso da tutto questo e dalla grande professionalità di chi sta nell’Inter.
      GLR

  40. Donatello Masellis // 14 febbraio 2019 a 00:52 // Rispondi

    Decisione giusta, avevi visto bene e avevi ragione. Ora che fare dopo la rinuncia da parte del giocatore di partecipare? Metterlo fuori rosa, o usare il pugno duro o far finta di niente per cercare di recuperare? Cmq il fatto di autoescludersi la dice lunga sulla professionalità di entrambi. Prima di tutto l’Inter. I giocatori arrivano e vanno via.
    Cordialmente
    DM

    • Si farà quel che si deve….una Società seria non rimane in balia di una qualsiasi moglie non tesserata, figurati se poi è quella del Capitano che dovrebbe rappresentarla.
      GLR

  41. Ora arriva la parte interessante: bisogna meritarla l’Inter. Vale x Icardi che dovrà fare qualche passo i dietro se lo farà e vale x tutti gli altri giocatori e/o opportunisti che usano l’Inter come se fosse una squadra qualsiasi. Siamo ben altra roba noi.

  42. Ovviamente mi complimento per l’intuizione, ma tutto ciò lascia perplessi..dover arrivare a togliere la fascia di capitano come extrema ratio per compattare il gruppo fa capire quanto piccola sia ancora la società inter e non per la decisione in se, ma per quale motivo la si è presa. su bronzo che dire: tu parli di professionalità io semplicemente di intelligenza..

    • Di Brozo ho scritto anche io che è un gran corridore non solo in campo ma anche nelle gare di intelligenza, ma devo dire che ultimamente in campo non ho granché da imputargli, anzi…
      Che non ci sia la Società lo scrivo da anni e anni e mi sono anche stancato. Forse questo è il primo segnale davvero forte di un mondo nuovo, speriamo…
      GLR

  43. Mia nonna diceva: una tovaglia la puoi ricucire una o due volte ma poi, se si strappa ancora, la devi cambiare altrimenti a tavola fai brutta figura.

  44. Capolinea della storia: Icardi si è tirato indietro. adesso società e giocatore giocano a carte scoperte. Marotta deve essere supportato da tutti noi, finalmente un professionista che mette società prima dei giocatori (Juve docet).non vinceremo nulla nemmeno quest’anno, ma almeno la società ha dato un segnale pesante soprattutto ai suoi compagni, responsabilizzandoli.da adesso le scuse sono finite, per tutti, perisic/brozo in primis. chissà che sia il primo mattone della rinascita dentro e fuori.

  45. Non lo dicono solo dei “pirla” (quorum EGO!), ma anche un … Pirlo: “Icardi? Marotta sta facendo un bel lavoro all’Inter. Sta facendo vedere che…” – Prima la Beneamata. Adelantes.

  46. Tutto bene. Ma a me, come credo a tutti, alla fine l’unica cosa che interessa sono i risultati sul campo. Tu credi che questo polverone servirà a migliorarli? Perchè Icardi è presumibilmente e comprensibilmente perso per la stagione. Se Lautaro si fà male o è squalificato, oppure serve fare turn-over, chi gioca prima punta? Adorante? Merola?

    • Vivere sempre preoccupati fa male alla salute e peggio ancora è vivere sotto ricatto. Ogni cosa che succede, alcuni di voi la prendono come definitiva e immutabile. A Icardi conviene farsi un esame di coscienza e rientrare nel giro di un paio di settimane in gruppo, poi se una pioggia di meteoriti dovessero accanirsi sulle sedi dell’Inter non avremmo più non solo Lautaro e Icardi ma nemmeno tutta la Primavera.
      GLR

  47. Ciao GLR,
    ormai il danno credo sia fatto, quindi a Giugno Icardi andrá via, mi dispiace perché perdiamo un giocatore forte che ovunque andrá fará tanti gol. Mi permetti peró una battuta? Mi fanno sorridere tutti quei tifosi uomini, che dicono “e il primo ICARDI facesse tacere sua moglie ” e tanti altri commenti simili, li vorrei proprio vedere con le loro mogli/ fidanzate come si comportano…

  48. BEPPE MAROTTA SANTO SUBITO!!
    Adesso speriamo che passi un brutto 1/4 d’ora anche Brozovic, un altro che ogni volta che apre la bocca fa salire lo spread.
    Forse saremo meno forti tecnicamente ma siamo tutti più fieri e meno incazzati: solo Maradona all’apice dei suoi problemi con la cocaina arrivò a questi livelli nei confronti di società e tifosi.
    Complimenti a te comunque per aver letto tutto esattamente prima che accadesse

    • Sono interista di Napoli. Ho vissuto in pieno l’epopea di RE DIEGO, pertanto consiglio di non mischiare la lana con la seta. Maradona oltre ad essere uno che spostava gli equilibri (e non di poco) era il giocatore più forte del mondo, un vero capitano con 2 palle sotto infinite, non ha mai screditato un compagno di squadra. Lui al Napoli ha solo portato soldi e trofei. Ferlaino sapeva dei suoi problemi, ma non lo ha mai liberato pur di non perdere tutti i soldi che Diego portava. ICARDI è l’unghia di Diego

      • Guarda, ma a me nemmeno da ubriaco mi è mai venuto il mente un paralleLo tra Icardi e Maradona
        GLR

      • Mi riferivo UNICAMENTE all’episodio del 1991 quando Maradona non partì con la squadra per la trasferta contro lo Spartak Mosca. Solo a quello. Episodio simile a quello di Icardi. Ciò detto non credo che il comune gesto in sè giovi ad una società e faccia piacere ai tifosi. Almeno Maradona lo fece per problemi di dipendenza dalla cocaina (questo si può dire?) e arrivò poi in Russia con mezzi suoi. Tutto qui.

  49. Suvvia. Abbiamo avuto fior di capitani. Senza andare a scomodare gli dei. Qual è la differenza tra un buon calciatore fine a se stesso ed un condottiero ? Il primo, vive, lavora e gioca per il proprio ego. Questo, a tratti, può riflettere buona luce sulla squadra. Ma finisce lì. Il secondo, mette davanti il gruppo e da lì trae linfa per essere identificato come capobranco elevando la propria persona con empatia, altruismo e, al bisogno, nel silenzio. Fate voi.

  50. Ciao, appena appresa la notizia ho esclamato “finalmente “ basta ricatti da una incompetente.
    Io vedo la mano di Marotta e Spalletti ne esce bene. Io non penso vada via a giugno. Ti dirò di più se parte Icardi potrebbe restare anche il vero Perisic che conosciamo.
    Angelo

  51. Tifoso interista dalla nascita, caro GLR, plaudo alle tue parole. Spero che le decisioni prese in questi ultimi tempi con Perisic, Nainggolan, ed adesso Icardi, segnino quella svolta che porterà l’Inter ad essere finalmente una società seria, ove vige il rispetto delle regole e dei ruoli. Su Icardi: bambino malconsigliato e succube di una moglie/mamma: i campioni veri e seri sono altra roba. E i nostri capitani si chiamano Picchi, Facchetti, Bergomi e Zanetti. I giocatori passano, l’Inter resta.

  52. L'Acutangolo // 14 febbraio 2019 a 09:56 // Rispondi

    Buongiorno Gianluca. Competenza e cervello fino hanno ancora valore, e la tua preveggenza lo dimostra. Complimenti vivissimi. Marotta ha segnato il territorio, felicissimo che i miei dubbi sulla consistenza dei suoi cojones siano stati straordinariamente azzerati. Cojones che ha dimostrato di non avere il per fortuna ex Capitano, preferendo gli strali dello spogliatoio piuttosto che dissociarsi dalle dichiarazioni della moglie. Poco male: la Grande Inter nacque anche dalla cessione di un goleador argentino fenomenale come Angelillo, invaghitosi di una donna dello spettacolo, cosa allora poco gradita ad Herrera. Certo, a noi mancano i Facchetti ed i Mazzola di allora (mannaggia la cessione di Zaniolo!), ma se non altro da oggi i nostri scombinati virgulti “dovrebbero” (con questi qua il condizionale è ancora d’obbligo) rigare dritto. Provo anch’io a fare il Nostradamus: stasera prevedo un partitone a Vienna, del tipo – non abbiamo bisogno di Icardi per giocar bene e vincere -. Speriamo che il Toro si sia svegliato col piede “corretto”, per dirla alla Spalletti.

  53. Contro il Parma dove gli spazi specialmente nel secondo tempo erano tanti, passaggi a icardi sbagliati troppo lunghi troppo corti, cross a scavalcarlo quasi fatti apposta, infatti poi Wanda è uscita dicendo che vorrebbe che l inter acquistasse giocatori in grado di fare assist a suo marito … entra lautaro un minuto é passaggio perfetto messo davanti la porta

  54. Avevo 12 anni e giocavo (da schifo) nel CSI. Una volta mi misero in panca per dare un segnale alla squadra dopo due sconfitte (ero l’unico titolare con un ricambio all’altezza). A metà partita mi chiesero di entrare e mi rifiutai: mi sembrava un’umiliazione. 5 minuti dopo mi vergognai come un cane. All’allenamento successivo chiesi scusa e la settimana dopo giocai la miglior partita della mia vita.
    Questo, se tutto va bene, ci scrive sopra la 14esima biografia.

  55. Finalmente ci si evolve con tanti temi che creeranno ulteriore interesse:
    – Da tutto ciò ne trae vantaggio la showgirl?
    – Meglio un centravanti da 15 – 18 goal ma ben distribuiti?
    – Cosa accade in casa Icardi visto il guaio procurato?
    – Se accettano le condizione della Società, la stessa preferisce sbolognarli?
    – Tra moglie e marito non mettere il dito? in questo caso un braccio e fascia?
    – Sarà vero che ora se lui non gioca più, il gruppo giocherà meglio fino alla fine?

  56. Caro GLR,
    C’è un detto in Spagna che recita “donde tengas la olla no metas la polla”.
    Converrai con me che è valido ad ogni latitudine.
    Un caro saluto

  57. Concordo nella maniera più totale l’intera disamina. Io, che tra i miei difetti ho anche quello di essere solo un tifoso (che però si informa e non frequenta bar) cinguettai che l’Inter avrebbe dovuto prendere provvedimenti “contro i 3 dell’AveMaria” come li definii. Due hanno dovuto “scendere a patti” e l’altro l’hanno “scapitanato”. Direi che ci ho preso.
    Adesso gradirei una regolata anche verso quelli dal like disinibito.
    W INTER

  58. Concordo anch’io con la decisione presa dalla società. Il like di Brozovic (fesseria colossale) denota quanto Icardi (e la moglie) avessero ormai creato enormi problemi anche nello spogliatoio. Proprio per questo penso che Icardi debba andare via a giugno.

  59. Mauro Nara non è più il capitano dell’Inter e a giugno andrà via.
    Ce ne faremo una ragione. Abbiamo in passato superato altri addii, da quello di Bonimba a quello di Zenga, passando per quello di Spillo. Siamo sopravvissuti, noi e soprattutto l’Inter.
    Claudio – Parma

  60. Buongiorno, un procuratore non può permettersi di dire certe cose per così tanto tempo. Come a dire: all’inter comandiamo noi

  61. Siamo l’inter e come tale dobbiamo farci del male in qualunque momento della stagione. Molti di noi io in primis auspicavo che la societa’ Inter desse in qualche modo una risposta a tutto il caos che la signora Wanda ha creato sia sul marito che all’ interno dello spogliatoio. FINALMENTE QUESTO MOMENTO E’ ARRIVATO. Ora vediamo di che pasta e’ fatto il nostro ex capitano. Se ama l’inter come dice entrera’ in campo con piu’ rabbia di prima, altrimenti era solo aria fritta. Sempre Forza Inte

  62. Enzo Magicbox81 // 14 febbraio 2019 a 14:26 // Rispondi

    Onore a te GLR che sei stato il primo e forse unico a dire con larghissimo anticipo il cambio di fascia, diciamo che per il momento l’effetto Marotta si è sentito, poi il tempo dirà se è stato positivo o meno.

  63. Ciao Gianluca. D’accordissimo questi sono scossoni che al momento sembrano autolesionanti e impropri ma sono certo che gettano basi per una società lineare e solida nei confronti di un gruppo di giocatori un po’ capriccioso, dato il segnale ora mi piacerebbe che si affondasse il colpo comunicando al gruppo che l anno prossimo l allenatore sarà ancora Luciano Spalletti… O ci si allinea o ci si accomoda… Ciao Glr

  64. Situazione non bella ma inevitabile.
    Per tornare ad essere grandi si devono mettere in chiaro alcune cose che in una società seria devono risultare normali e naturali.
    L’importante adesso è però riuscire a tenere ben saldo l’ambiente e decidere cosa fare con Icardi.
    Credo che la squadra con questa iniziativa non abbia più alcun alibi. La società ha fatto capire che è lei a comandare e questo vale sia nel cinema dei rinnovi di contratto che nella scarsa applicazione professionale. Tutti avvisati!

  65. Sembra ormai che lo sappiano anche i vigili urbani di Milano: Icardi ha firmato con la Juve , ovviamente dal prossimo luglio . Ovviamente tutta questa sceneggiata serve a far scendere il prezzo del giocatore. Lasciamo perdere lo scambio con Dybala , che non arriverà all’ Inter

    • Sicuro…Anche il mio amministratore di condominio ha firmato per la Juve. Lasciamo in rete questo post e torniamoci sopra a giugno. Magari hanno ragione i Vigili Urbani, pensa che io ne conosco tantissimi ma non uno che sappia di Icardi alla Juve, ma sarà certamente come dici tu. Se però poi non è così, cosa facciamo? Diciamo che ci piace scrivere la prima cazzata che ci viene in mente?
      GLR

  66. Ciao Gianluca, non approvo la scelta di togliere la fascia ad Icardi perchè mi sembra un’inutile gogna pubblica. Mi pare inoltre che tutti, ad iniziare da Marotta, siano troppo convinti che a questo punto Icardi chinerà il capo e rinnoverà alle condizioni pretese dall’Inter o cambierà squadra. E se invece Icardi ferito nell’orgoglio decidesse di onorare fino in fondo l’attuale contratto senza però più chiedere e accettare rinnovi e cessioni per andarsene poi a costo zero? Cordiali saluti.

    • Bene, ne parliamo il 30 giugno 2021, visto che alla scadenza dell’attuale contratto mancano più di due anni. Vediamo alla lunga ci chi perde di più. Senza contare che in due anni sai quante cose cambiano e quante idee cambierete? Anzi, già in due settimane.
      GLR

  67. Due rapidi pensieri:
    1) in 3 mesi di Marotta già 3 “grane”. O questo è venuto a sfasciare tutto (non credo) oppure prima c’era anarchia.
    2) capitolo social (like di brozo, post di icardi, ecc): visto e considerato che questi giovani milionari sono pagati come e più di un top manager di una multinazionale, perché questi ultimi firmano un codice etico e di condotta professionale (avete mai visto foto private di Marchionne?) e sti scappati di casa no? Non me ne capacito.

    • 1. Capisco sempre il clima semi-cinematografico da da Ponte delle Spie, ma mi sembra molto più facile credere (o sapere perfettamente) che prima c’era anarchia
      2. Il bello è che, anche se nessuno lo sa, ma nei contratti-tipo dei calciatori ci sono varie postille etiche: divieto di sport pericolosi, obbligo di partecipazione a iniziative con i tifosi, comportamenti anche sui social non in contrasto con la linea societaria, ma il bello è che pochi li rispettano e pochi li fanno rispettare. E mal che vada uno al giorno d’oggi fa fare attività social ad un parente più o meno stretto che, non essendo tesserato, non è neppure multabile.
      GLR

  68. Caro Gianluca, non sono d’accordo con la reprimenda su Brozovic.
    Evidentemente si è sentito chiamato in causa da Wanda sul fatto che ci vuole qualcuno che dia almeno cinque palle goal al suo compagno, più tutto quello che la “signora” ha detto prima. Glielo vogliamo concedere uno sfogo a stò ragazzo?

    • Secondo me non è stato un segno d’intelligenza e la cosa più agghiacciante è accorgersi che la minima disciplina necessaria, cosa del tutto sconosciuta da anni all’Inter, viene addirittura accolta con stupore o perfino con fastidio da alcuni tifosi. D’altronde dentro e fuori si è sempre stati abituati anche da Presidenze precedenti ad un certo buonismo. Invece io vado controcorrente e dico che godere della disavventura di un compagno di squadra non mi pare onorevole. Nulla vieta loro di starsi cordialmente sui coglioni, accade in qualsiasi ambiente di lavoro non solo nel calcio e infatti nessuno li obbliga a frequentarsi fuori, ma ritengo che non sia comunque corretto tutto quello che genera ulteriori tensioni.
      GLR

  69. Sorrido ai commenti che individuano in Marotta lo juventino che vuole sfasciare l’Inter tuttavia penso che lui abbia lavorato bene in una società ultraprotetta da un clima diffuso di subordinazione psicologica rispetto al prestigio degli Agnelli. Lo spazio non mi consente di essere più preciso ma Marotta mi sembra troppo convinto che ci siano i suoi metodi alla base dei successi della Juve e non la Juve alla base del successo di quei metodi. All’Inter il contesto è diverso e non per “buonismo”.

    • Bene, ma poiché questo contesto è folle, oltre che non vincente nè produttivo, mi auguro che venga cambiato al più presto. Perché quelli che mi dicono…sai è il contesto, non sanno lavorare. Il contesto si cambia basta volerlo ed impegnarsi a farlo.
      GLR

  70. Francesco CANNIZZARO // 15 febbraio 2019 a 18:23 // Rispondi

    Personalmente non ho dubbi che la società abbia agito bene.
    Guai a creare figli e figliastri creando disarmonie nel gruppo.
    Però se dovessi avere dei dubbi, il fatto che Moratti si sia schierato contro mi rassicura sulla bontà del provvedimento.

  71. Pur nello sgomento del…momento sento un moto d’orgoglio nerazzurro pervadermi. Solo con Mou che fece cacciare Ballotelli dopo lo sciagurato lancio della maglietta a S.Siro provai una sensazione del genere. Allodi non l’ho potuto vedere per ragioni anagrafiche, quindi in 50 anni di Inter, oltre alla gestione manageriale di Mou (nell’epoca di Moratti cui sono eternamente grato per i trionfi, ma molto meno per alcune traversie societarie del periodo) vedo Marotta come un messia nerazzurro. sono messo male

  72. Ricapitoliamo: Spalletti che è già incomprensibile quando parla di tattiche di gioco cerca di mettere toppe che equivalgono a “Mauro senza te sono morto”, Ausilio parla a nome dell’Inter in un modo che sembra “Mauro non avercela con me. Io mi dissocio” Nel frattempo Mauro cita Mark Twain e cura il ginocchio sano mentre il nostro nuovo uomo forte non parla perché cura il “raffreddore” e naturalmente non cammina perché cura la congiuntivite. Qui se non interviene Mattarella non se me esce più.

  73. La copertina di Marca di oggi sul perché il Real non abbia ancora preso Icardi taglia la testa al toro (nel senso del proverbio:) e dovrebbe dissipare ogni dubbio ai soloni ancora scettici sulle ultime decise scelte (finalmente) della società.Tra l’altro si capisce anche il perche’ dell’ostracismo nei confronti di Mauro (in realtà di Wanda) nello spogliatoio dell’Argentina negli ultimi tre anni prima del mondiale. Persino il club più potente del globo pare caldeggiare un cambio di procura…

    • Beh, dando per sicuro e assodato tutto quel che si legge sui giornali spagnoli…fingo di dimenticare altre decine di titoli
      GLR

Lascia una risposta

Le 4 regole del commentario:
1. Siate educati: i commenti ad personam saranno ignorati
2. Scrivete in italiano, il congiuntivo non è una malattia degli occhi!
3. Non è una chat: se volete conversare tra voi, io che ci sto a fare?
4. La lunghezza del commento non può superare i 500 caratteri (spazi compresi)
Viva l’Inter!


*

 caratteri disponibili