6UCL: Inter-Barcellona 1-2

Champions League, gruppo F, 10.12.19

 

66 Commenti su 6UCL: Inter-Barcellona 1-2

  1. Pasquale Somenzi // 10 dicembre 2019 a 23:47 // Rispondi

    Fra poco più di 20 giorni iniziano gli anni 20 e si chiude quindi questodecennio in cui per l’Inter le ultime partite del girone in Europa han portato soddisfazioni pari a zero. Vittoria una sola, peraltro inutile. Dopo il 2-0 sul Rubin Kazan del 9/12/09 ecco la serie tutt’altro che onorevole:
    2010: Werder Brema-Inter 3-0
    2011: Inter-Cska Mosca 1-2
    2012: Inter-Neftci 2-2
    2014: Qarabag-Inter 0-0
    2016 Inter-Sparta P.2-1 vittoria, ma eliminazione
    2018: Inter-Psv 1-1
    e ci siamo riparmiati il 2013, 2015 e 2017 non partecipando.
    Comunque se ci fosse la possibilità di vincere l’Europa League e poi la Supercoppa Europea, la cosa non mi farebbe schifo.
    Pasquale.

  2. Ciao GL,
    Quest’estate non mi sarei mai immaginato di giocare la Champions con il centrocampo dello scorso anno!
    Lukaku e Lautaro fenomenali, ma voglio anche io per la mia Inter due rose come Barcellona e Juve, perché altrimenti non si va da nessuna parte.
    Se non si compra a gennaio non riusciamo a star dietro ad EL e campionato. Immagino già Suning pronto a defilare l’obbiettivo EL per “puntare tutto” sul campionato come bella scusa per non comprare.
    Ciao

  3. Che megabacio con abbraccio. La giorgina è proprio bellina. Peccato x l Inter ma troppi errori sotto porta si pagano. Bene lautaro meno lukaku

  4. Che invidia. Per la Giorgia. Nulla da dire, passano i più meritevoli. Se per l’arrembaggio finale metti Lazaro e Politano… esci. Conte ha trasmesso grinta e impegno. Bravi. Ma servono altri due centrocampisti per una stagione ambiziosa. Ciao GLR.

  5. Questo,per ora, è il ns massimo.. mentalità, gioco, convinzione si acquisiscono strada facendo e con un progetto a lungo termine di almeno 3 anni (nel calcio italiano un’era geologica), ora concentriamoci sul campionato e onoriamo la EL.. sotto con la viola e il Genoa. regaliamoci un Natale da capolista giusto per non far digerire il cappone ai carcerati..amala

  6. claudio emme // 11 dicembre 2019 a 00:30 // Rispondi

    Il bacio della bellissima Giorgia è tanta roba in una sera come questa.
    Abbiamo fatto una partita senza lode e senza infamia contro una squadra che ha mandato i suoi rincalzi a fare una partita di allenamento a Milano.
    Non era questa la partita da vincere,e lo sappiamo tutti,se ci sono state delle responsabilità,ci sono state in passato quando con la squadra al completo,non abbiamo portato a casa partite più importanti di questa.
    In bocca al lupo a Carletto che con la qualificazione in tasca….

  7. Sono molto deluso perché tutte le partite importanti (Juve, Roma, Barca) le abbiamo giocate male e non è un caso. Non arrivano cross ben fatti, non si gioca sulle fasce perché non abbiamo giocatori che ce lo permettono. Per fare il salto di qualità ci servono alcuni giocatori di livello così da migliorare quelli buoni che abbiamo e mettere da parte altri che sono inguardabili. E’ proprio bella la tua collega Giorgina. Ciao da Qingdao (mi ero pure svegliato alle 04.00 AM)

  8. Eliminazione evitabile, nata dalla sconfitta in casa con lo Slavia e dal secondo tempo disastroso con il Dortmund. Ora, la faticosissima Euro league. Senza la prestigiosa champions, speriamo che il mister non si lamenti più’ della rosa inadeguata e tragga il massimo risultato dalle risorse disponibili.

  9. Hai perfettamente ragione caro GLR. L’avversario, nonostante le defezioni, non è ancora alla nostra portata, soprattutto se ci mangiamo quattro gol e se abbiamo il centrocampo falcidiato dagli infortuni. Ne ho lette di tutti i colori su YouTube, persino gente che si scaglia contro Conte perché sarebbe un perdente dimenticandosi che conciati così siamo primi! La verità è che la qualificazione ce la siamo giocata perdendo col Borussia. Adesso sotto con la EL: possiamo arrivare in fondo. Amala!

  10. Tutto vero
    Dobbiamo cercare di essere pronti a portare via da Firenze i 3 punti
    Per il resto si è tristi e amareggiati
    Grazie comunque a chi stasera ci ha provato a vincere vs il barca che appartiene pur sempre ad un altro mondo

  11. Ci è rimasto male il cassiere, nonostante … l’incasso della partita? Bello sarebbe stato passare il turno, ma le premesse (per complicarcelo) erano state già messe. Guardiamo il bicchiere mezzo pieno ( = non tutte le sciagure vengono per nuocere): per come siamo messi ora, meglio dedicare le forze residue al Campionato. Adelantes!

  12. No recriminare.
    Crescere in cinicita’!

  13. Non siamo pronti è vero!
    Abbiamo un solo vero top player in rosa : il mister!
    Sono certo però che il grande Antonio da Lecce non sprecherà le pochissime risorse a disposizione in Europa League.
    Amala!!!

  14. Ciao GianLuca!
    D’accordissimo con te sulla disamina della partita e sul valore dei singoli e quindi di squadra che determina le gerarchie. Una domanda: ma perché tanti tifosi o tifoidi dell’Inter c’è l’hanno tanto con Lukaku? non gli perdonano nulla, mentre secondo me anche ieri ha fatto un lavoro eccezionale nel legare la squadra nelle due fasi. Lautaro qualsiasi cosa faccia viene osannato, e di errori sotto porta ne ha fatti molti l’anno scorso, vedi PSV, e quest’anno..

  15. Dispiace, dispiace tantissimo ma noi incerottati e allo stremo loro sempre e comunque una spanna sopra anche con le riserve. La strada è lunga per giocarcela in CL siamo sicuramente migliorati rispetto allo scorso anno ma ancora non ci siamo.

  16. Secondo la teoria della gerarchia la Lazio non doveva nemmeno scendere in campo contro la Juventus eppure ha vinto, abbiamo perso perché ci siamo
    mangiati goal facili e perché tre centrocampisti (Barella Sensi Gagliardini) sono infortunati da tempo, tutto il resto sono chiacchiere

    • La teoria delle gerarchie il tifoide che guarda sempre l’ultima partita mica la può capire…lascia stare…troppo complicato…
      GLR

  17. ciao Gianluca, 100% con la tua disamina, mi soffermo su i giovani del Barcellona che tu hai definito “pronti”: all’Inter si sta lavorando in tal senso? spero ora si lasci lavorare Conte tranquillamente e che la società provi a rinforzare la squadra e che tutti nel proprio ruolo si lavori a testa bassa e noi tifosi a tifare sostenere solo questo può portare a risultati serve tempo e pazienza. i cicli si aprono lavorando con continuità e qualità. Ciao Davide

  18. Diego Raimondi // 11 dicembre 2019 a 09:33 // Rispondi

    Che brutta parola ”gerarchia” ma purtroppo fotografa esattamente la realtà! Snobbati già prima della partita,scherzati sui piani del palleggio, dell’organizzazione di gioco, nella sicurezza delle giocate, dalle loro riserve … A cosa servono Marotta e Conte se manca tutto il resto…Questa società non farà mai gli investimenti necessari per arrivare al livello del Barca, quindi rassegnamoci alla mediocrità. Il bello è che ad un certo punto eravamo pure qualificati…Bravi per l’impegno!

    • Beh, siamo competitivi per andare sempre il Champions, ma guai a spiegare che l’Inter è nata per vincere e non per competere e dire due paroline su Suning…ti saltano addosso i prezzolati dei social col tesserino da pubblicista al massimo…lo so…e lo fanno pure gratis, almeno li pagasse Suning…
      GLR

  19. D’accordo che non abbiamo ancora un roster da CL, peró c’é rammarico perché siamo stati molto vicini a questa qualificazione, che probabilmente l’abbiam gettata nel secondo tempo a Dortmund.
    Le occasioni le abbiamo avute anche ieri sera, per questo c’é rammarico. Poi essendo realisti vediamo che si continua a giocare in 9, Vecino non ha tecnica per giocare a questi livelli e Valero ormai ha “benzina” per 15/20 minuti.
    Onoriamo adesso la EL e si continui il processo di crescita in campionato.

  20. Ora tutti a criticare e poi pronti a saltare sul carro dei vincitori al momento opportuni. Non siamo pronti, stiamo facendo più di quanto nelle nostre possibilità. Ora non dobbiamo subire il contraccolpo in campionato e tenere botta fino a Natale. Con qualche innesto e recupero a Gennaio… …a fine Febbraio inizio Marzo facciamo le dovute valutazione senza mollare nulla. AMALA

  21. la squadra ha fatto quel che poteva, resta il rammarico per la partita di andata con lo Slavia e la partita di Dortmund. A prescindere dagli infortuni, occorrono due esterni (Florenzi e Alonso), un centrocampista (De Paul) e una punta. Questa squadra con un po’ di culo può fare accoppiata coppa italia e coppa uefa, che sarebbe un gran bel risultato.

    • E mettiamoci pure lo Scudetto, già che ci siamo…divertente…certo, si ragiona di calcio in base al culo e direi anche…col culo!
      GLR

  22. Adesso tutti commentano (e ci sfottono) dicendo che era il Barcellona B. Però, fatte salve tutte le differenze, non mi sembra che ieri giocasse l’Inter A: Barella, Sensi, Candreva, Gagliardini e Sanchez avrebbero giocato titolari o sarebbero comunque subentrati. Naturalmente non mi sogno di paragonare l’assenza di Messi a quella di Gagliardini (sic!): ma credo che, data la cronica panchina corta, la differenza tra Inter A e Barcellona A sia minore di quella tra Inter B e Barcellona B di ieri

  23. Massimiliano // 11 dicembre 2019 a 10:14 // Rispondi

    Secondo me Conte dentro di sé non è cosi deluso, ha visto una squadra viva nonostante le assenze che non ha vinto contro un Barca battibile per colpa delle troppe occasioni sprecate ma capita, è capitato anche con la Roma, stanno sbagliando un po troppo davanti.

  24. Immagino che Marotta conoscesse l’epilogo dell’avventura C.L. Magari con Barella, Sensi, Asamoah e Sanchez si stava determinando una situazione, dopo l’esordio non felice, per cui ce la si poteva fare. Ma il carico eccessivo sui titolarissimi ha portato a questa situazione. E’ d’obbligo ora recuperare gli infortunati ed integrare con 3 buoni per tentare la E.L. siamo di quella portata…almeno esperienza internazionale x Esposito ecc….

  25. Ciao Gianluca, sono d’accordo: non siamo pronti anche se ieri abbiamo avuto la possibilita’ di passare in vantaggio e magari sarebbero cambiate le cose. Per me il calcio e’ divertimento e lo sfotto’ fa parte del gioco, quindi fammi fare una battuta: che conte non sia “adatto” a competizioni europee non lo possiamo sapere, infatti negli anni precedenti aveva partecipato con la squadra piu’ eliminata cioe’ la Juve, non fa testo. io credo che il 2T in Germania sia stata la vera condanna. W l’Inter

  26. Buongiorno, analisi giusta. Condivido il pensiero.
    Buona giornata signor Rossi.

  27. Vincere è fantastico, vincere sempre è impossibile: ormai da anni mi godo lo spettacolo della partita per quello che è, dai colori ai suoni al gioco e tenuto conto del valore dei nostri giocatori sono contento. Si poteva fare di più? bastava fosse entrata una delle tante palle gol. Quello che veramente temo è il contraccolpo psicologico: andare a Firenze svuotati.
    Social: hai detto la verità e ogni tanto piace sentirla. Amala…

  28. Roberto Scibetta // 11 dicembre 2019 a 11:41 // Rispondi

    Ragazzi, non scherziamo! Ieri era difficile fare meglio di così
    Le loro seconde linee giocherebbero titolari in qualunque squadra di alta classifica nei migliori campionati d’Europa
    E noi avevamo fuori tutto il centro campo titolare e parte delle riserve (Gaglia, Asa)
    La qualificazione ce la siamo fumata a Dortmund, non ieri sera, dove pure abbiamo fatto una buona figura: con un po’ di sfortuna in meno avremmo anche potuto vincerla
    Ora mi auguro di passare almeno un paio di turni in Eur. League

  29. Conte si incazzo’ come una furia a Dortmund perché è li che si è buttata la qualifica. Detto questo: ora terranno botta? Onoreranno come si deve l’Europa League? La squadra è all’osso, se portiamo a casa il pari a Firenze, campo storicamente osticissimo, Conte è da Nobel allo sport. Troppi troppi infortuni…

  30. In Italia te la puoi cavare con grinta corsa e fisico, quando vai in Europa conta la qualità, e noi non ne abbiamo abbastanza.Il problema delle fasce è spinoso, Biraghi e Lazaro sono impresentabili a questi livelli e Politano è troppo pasticcione. Detto questo usciamo a testa alta, per la prestazione generosa e con Lautaro uno dei migliori giocatori d’Europa in questo momento.

  31. Analisi lucida ed obbiettiva da sottoporre ai vertici societari, non di certo ai molti tifosi illusi che alla lettura della formazione del Barça 2 (o 3) già gongolavano pregustando un facile qualificazione.
    Già perchè solo con i piedi ben piantati per terra si ottengono i risultati non di certo con i proclami roboanti.
    Starà a Mr. Zhang dar seguito al rafforzamento di un gruppo che è ben lungi da poter essere competitivo, per ora, ai livelli che il blasone della società che presiede impone.

  32. Per il gioco che si è visto a sprazzi in queste sei gare credo che se avessimo avuto qualche infortunio in meno saremmo passati.
    Ma con i se e i ma non si fa la storia, resta l’eliminazione e la rottura di palle inutile del giovedì. Lo dico lo stesso anche se so benissimo che non approverai. Ma a ranking per l’anno prossimo come siamo messi?

    • Vuoi uscire al più presto e chiedi del ranking? Almeno la soglia del senso del ridicolo non dovrebbe essere superata…
      GLR

  33. Le gerarchie sì, ma spesso càpita che i favoriti perdano con chi è poco inferiore. E questa mezza Inter è CON MERITO in testa al campionato. La delusione c’è, ma solo perchè abbiamo perso contro delle riserve o quasi (ma la vera gara gettata è stata a Dortmund).
    Ma se ci saranno rinforzi e saremo sempre “lì”… Conte agli esordi ha sempre vinto e con un’Inter al completo può ripetersi. La Juve avrà due squadre ma fatica sempre a fare i 3 punti.
    Prima vediamo rinforzi e rientri, poi potremo dire.

  34. Trovo che la tua disamina sia corretta, non siamo ancora pronti per impegni internazionali di questa levatura. Però dobbiamo stare attenti perché la partita di ieri sera mi sembra la fotocopia (con tutte le diversità delle squadre affrontate) di quella contro la Roma, anche in quel caso abbiamo sbagliato troppo e non mi sento di dare la colpa a Conte. Ha fatto quello che poteva con quello che ha. Adesso pensiamo a rinforzare la squadra per non fare la stessa fine in campionato. Amala

  35. cervellieri luigi // 11 dicembre 2019 a 14:18 // Rispondi

    Peccato quest’anno non potremo fare il Triplete. Potrebbe però farlo il Milan: “Tre volte in Serie B”. Amala

  36. Ciao, sono d’accordo su tutto. Personalmente riterrei importante atto di crescita non trascurare la EL anzi, paradossalmente, sarebbe più prestigiosa della vittoria del campionato (vedasi albo d’oro). Ovviamente non siamo i favoriti, ma la formula ed il gap con le avversarie la rende più sostenibile del confronto con la Juve o col Napoli. Ovviamente se ne riparlerà a febbraio, ma nelle ipoteche stesse condizioni di oggi, secondo te, che scelta si farebbe? Fossimo il Barca non avrei dubbi.

    • Non ne ho la benché minima idea…le squadre davvero forti non scelgono, ma noi forse non lo siamo abbastanza.
      GLR

  37. Buongiorno Gian Luca,
    guardiamo oltre e ripartiamo. Purtroppo già leggo, da più parti, che bisognerebbe rinunciare alla Europa League perché è un ostacolo verso lo scudetto (quale?). Credo invece che, con la rosa al completo, sia una opportunità importante per ricostruire quel DNA europeo che abbiamo perso. Anche l’Atletico di M. ha cominciato da lì. Arrivare in fondo inoltre garantirebbe gli incassi persi con l’eliminazione in CL (oltre gli ottavi non saremmo andati). Grazie

    • Figurati, fosse per me non uscirei nemmeno dal Torneo di Biliardo, ma noi non siamo normali, altrimenti non si dovrebbe tornare al Parma del 1999, ossia allo scorso millennio per ritrovare l’ultima squadra italiana che ha vinto quella che una volta si chiamava Coppa Uefa.
      GLR

  38. Peccato perchè c’è mancato veramente poco,un paio di infortuni in meno negli uomini chiave e complice un Barcellona in infradito ce l’avremmo fatta. La mano di Conte si vedrà ora nella gestione del post-eliminazione e nell’atteggiamento che avremo in campionato e in EL,competizione che ritengo assurdo snobbare, perchè è la nostra attuale dimensione e tappa fondamentale di crescita. Certo, due acquisti a gennaio ci vorrebbero come il pane…

  39. Un po’ ci speravo, ma realisticamente me lo aspettavo: quando l’Inter deve assolutamente vincere una gara contro un’avversaria di grande blasone, soprattutto se la posta in palio è altissima, non ce la fa. Bisogna lavorare ancora tanto sul cambiamento di mentalità quando si affrontano queste partite. Sulle assenze fondamentali e sul fatto che in realtà la qualificazione è stata buttata via a Dortmund è stato già detto tutto.
    Ora serve subito una reazione. E ci terrei a ben figurare in EL.

  40. Come al solito un commento lucido e perfetto su una partita che avete giocato al meglio delle possibilità dell’Inter.Io,da milanista, vi faccio comunque i complimenti e, devo dirlo, vi invidio per come vi state giocando la stagione. Se voi, come dici, non siete ancora pronti, non oso pensare quanti anni passeranno perché il mio Milan si trovi lì dove siete voi adesso. Sarò una milanista strana, ma in campionato spero la spuntiate sulla Juve, anche per amor di novità. Sursum corda! (ah i bei tempi del liceo)

    • Le squadre si costruiscono per gradi e non ci vedo pronti nemmeno per lo scudetto, quest’anno, ma i miracoli possono sempre accadere
      GLR

  41. Sono dispiaciuto, ma moderatamente: abbiamo una società solida, un ottimo direttore sportivo e un allenatore che tutti vorrebbero. La squadra é in testa alla classifica….accontentiamoci, il resto verrà. Forza Inter!

  42. Ciao GL. Dispiace essere stati sconfitti, come diceva mia nonna “le botte prese nei denti servono per uscire piu’ forti di prima “, magari saro’ il bastian contrario di turno, pero’ meglio essere usciti ora, cosi’ la squadra viene rinforzata nei reparti giusti, piuttosto che andare avanti pensando di essere piu’ forti del dovuto e magari sbagliare mosse nel mercato. Del resto Roma non e’ stata costruita in un’ giorno. Step by step. Le soddisfazioni arriveranno.
    Sempre Forza Inter

  43. Tutti a sparare sentenze! Come dice il mister “Agghiacciante”!!! Siamo ancora “scintilla” ma stiamo tracciando la nostra strada di “polvere da sparo” per arrivare alla dinamite. Pazienza e cultura del lavoro, con pianificazione sono le basi per raggiungere il risultato e riprendere a mettere trofei in bacheca. L’importante che questa idea persista e non ci sono ogni anno ribaltoni. Sono fiducioso e secondo me il mercato del prossimo anno è lo spartito acque. Da lì capiremo.

  44. Con un po di fortuna avremmo anche potuto vincere pazienza la squadra mi piace e Lautaro mi sorprende ogni volta che lo vedo, sarà che è stato il mio primo trofeo intrnazionale ma io alla coppa uefa ci tengo eccome speriamo soprattutto che non succeda come nel passato quando si ha il famoso contraccolpo psicologico che ci fa perdere una serie di partite…..cose già viste gli psicodrammi interisti

  45. La qualificazione c’è la siamo persa in casa con lo Slavia e a Dortmund.

  46. In effetti è vero, non siamo pronti per la Champions, l’Atalanta invece si…ha molta più esperienza e grandi campioni…. Ma per cortesia
    Saluti

    • Umberto Eco diceva che i social hanno dato diritto di parola a legioni di imbecilli… senza arrivare a questo punto non è difficile capire che in un girone come quello dell’Atalanta qualsiasi media squadra italiana sarebbe arrivata seconda, senza nulla togliere ai meriti dei neroblu, ma il poveretto non nota che il Manchester City aveva già vinto il girone nel sorteggio e mica ci arriva a capire che ci sono gironi e gironi perché la gerarchia tra Dinamo Zagabria Shakhtar e Atalanta non è come quella Barcellona Borussia Inter. A consolarmi c’è il fatto che quelli che non ci arrivano sono due o tre al massimo…
      GLR

  47. Io continuo a credere che con i migliori sani (e non fuori tre mesi!) e due o tre rinforzi mirati, l’Inter qualcosa vincerà. Se da gennaio in là non se ne rompono tre alla volta (e tutti nel medesimo reparto), con Conte per me lo scudetto non è impossibile.
    La Juventus di Sarri è troppo ondivaga e non mi convince: è vero… è in corsa per tutto, ma magari non vincerà niente. Ha almeno 7-8 punti in più, raccolti ansimando e con DUE squadre a disposizione. Occhio alla Lazio, piuttosto…

  48. Guido dalla Croazia // 12 dicembre 2019 a 11:10 // Rispondi

    Come la Dinamo di Zagabria, che in vantaggio 3-1 al 92′ ha finito per farsi raggiungere dallo Shaktar, finendo in due minuti da una qualificazione certa agli ottavi di Champions all’ultimo posto del girone, e che non poteva pensare di salvarsi contro il Manchester City, allo stesso modo l’Inter ha perso la qualificazione nel secondo tempo di Dortmund, non certo martedì sera. Per acquisire una mentalità vincente si deve almeno provare a vincere tutto, non si deve quindi snobbare l’Europa League.

  49. Sensazioni tutte bivalenti: Un po’ me lo aspettavo, ma ci sono rimasto male lo stesso! non abbiamo giocato bene ma le occasioni le abbiamo avute; il Barca schierava molte riserve, ma comunque brave; troppe assenze anche per noi, ma potevamo vincere; da Lazaro mi spettavo di più, ma lo ha messo a sx; Politano entra con frenesia, ma da lui era venuto il gol vittoria; troppi sbagli sottoporta ma la rete di Lautaro era buona; e si può continuare… Forse devo solo pensare alla prossima con la Fiore.

  50. Andrea Marazzi // 12 dicembre 2019 a 15:23 // Rispondi

    Mi piacerebbe un tuo video editoriale su Suning. Non vedo voglia da parte loro di fare quegli investimenti necessari per farci tornare a competere per una vittoria in Champions.
    Tu come la pensi? Ti ringrazio e ti saluto con stima !!

    • Ne ho già fatti, come sanno bene i cosiddetti cinesi di Cinisello, quelli che non han mai letto un bilancio in vita loro e si atteggiano a web-commercialisti. Come si è dimostrato con Lukaku, volere è potere e mi auguro che a questo primo anno più che discreto negli investimenti ne seguano altri. L’Inter è nata per vincere non per competere e per vincere servono centinaia di milioni.
      GLR

  51. C’e qualcosa che non capisco. Tutti esaltano il settore giovanile del Barcellona, e in Youth League hanno preso sberle da tutte le parti (da noi sia in andata che al ritorno…) e sono andati a casa subito. So che non segui molto le giovanili, ma come si spiega? Non vale che il loro 17enne migliore fosse a San Siro, perché anche il nostro…

    • Giocano con una squadra complessivamente più giovane di tutte le altre. I più bravi, quando poi diventano ‘Primavera’ sono già in Prima Squadra.
      GLR

  52. Francesco dal Cilento // 12 dicembre 2019 a 17:09 // Rispondi

    GL io guardo sempre nell’ottica del lungo periodo, anche se, come è giusto che sia, sono dispiaciuto per l’eliminazione. Due anni fa non eravamo in champions. L’anno scorso siamo usciti nei gironi essendo meno squadra di oggi. In campionato possiamo dire la nostra fino all’ultimo ma dipende da noi e soprattutto dalla juve. Io la crescita la vedo eccome nel lungo periodo. Spero che questa prematura uscita abbia fatto capire ai cinesi che per vincere bisogna spendere e spandere come dice cesare!

  53. Nel calcio le gerarchie contano, ma da una squadra con un fatturato da 300ml, un monte ingaggi superiore a 100ml e un allenatore top da 12ml, è il minimo chiedere di passare un girone con un borussia non certo irresistibile, uno slavia qualsiasi e un barcellona B da affrontare in casa e già qualificato nella partita decisiva. Le attenuanti degli infortuni lasciano il tempo che trovano, occorre invece riconoscere gli errori commessi da Dirigenza e allenatore (non ha un’alternativa tattica al 3-5-2)

  54. Come sempre presso di noi, al 1° obiettivo mancato esce subito gente che si straccia le vesti ed individua cause e colpevoli. Ma davvero non si vede quanto siamo cresciuti, come organizzazione di squadra, come singoli, come giovani in prospettiva, rispetto a tre-quattro stagioni fa’? Poi lo vedo anch’io che vincono sempre altri e noi ancora nulla certo ma, se avete fretta, un bell’abbonamento al Barça, così TUTTI GLI ANNI andate a fare i caroselli sulle ramblas con la sciarpa e la bandiera?

  55. Claudio Fusco // 13 dicembre 2019 a 14:07 // Rispondi

    Suning sicuramente non ha fornito a Conte una rosa sufficiente per competere in Champions. Certo però che se Godin, preso per portare esperienza internazionale, fa quell’errore su Vidal (e non parlo dell’assist involontario, ma del piazzamento totalmente sbagliato) poi diventa ancora più dura.
    E anche Skriniar fa un errore grave sul 2-1 blaugrana.

Lascia una risposta

Le 4 regole del commentario:
1. Siate educati: i commenti ad personam saranno ignorati
2. Scrivete in italiano, il congiuntivo non è una malattia degli occhi!
3. Non è una chat: se volete conversare tra voi, io che ci sto a fare?
4. La lunghezza del commento non può superare i 500 caratteri (spazi compresi)
Viva l’Inter!


*

 caratteri disponibili