Il Giorno – Bar dello Sport 143

Pubblicato su Il Giorno, sabato 13 ottobre 2018

Maledetta questa sosta!
Al Bar dello Sport ce l’hanno tutti con la sosta per la Nazionale, mai come stavolta vista come un’insopportabile seccatura da tutti quanti, perché qui si è patrioti del pallone solo quando conviene.
“Proprio adesso che l’Inter era tornata in salute vincendone sei su sei – si lamenta l’assicuratore interista Walter – lo fanno apposta per danneggiarci! E naturalmente alla ripresa ci troviamo il derby, il Barcellona e la Lazio in una settimana. Ma quando vanno in pensione questi tromboni che ogni anno buttano giù calendari del genere?”
Anche il tassista milanista Gianni non ha preso bene lo stop: “Se è per questo anche il mio Milan ne ha vinte tre su tre ed è in salute – replica – prontissimi per vincere anche il derby!”
“Noi della Juve allora siamo nati in salute – irrompe come un bambino che fa a gara a chi sputa più lontano il carrozziere juventino Ignazio – noi vinciamo sempre: 10 su 10 tra Campionato e Champions League!”
E allora si accodano pure l’idraulico napoletano Gennaro e l’impiegato delle poste romanista Tiberio: “Non fatela tanto lunga – aggiungono all’unisono – pure noi si viene da successi!”
Insomma la sosta disturba tutti, perché quando si vince il timore che fermarsi possa spezzare la catena di buoni risultati è evidente, tanto più che per una Nazionale che non piace più a nessuno: “Ormai è un anno che l’Italia non vince una partita ufficiale – ricorda il tassista Gianni. “Per la verità ultimamente non vince più manco le amichevoli!” – gli fa eco l’assicuratore interista Walter.
“Una Nazionale come questa meriterebbe di giocare solo a fine campionato quando la gente è in vacanza – sciocca la platea l’anzianissimo pensionato Ambrogio – così si evita di vedere quanti mezzi giocatori vestono oggi la maglia azzurra!”

 

Lascia una risposta

Le 4 regole del commentario:
1. Siate educati: i commenti ad personam saranno ignorati
2. Scrivete in italiano, il congiuntivo non è una malattia degli occhi!
3. Non è una chat: se volete conversare tra voi, io che ci sto a fare?
4. La lunghezza del commento non può superare i 500 caratteri (spazi compresi)
Viva l’Inter!


*

 caratteri disponibili