Il Giorno – Bar dello Sport 131

Pubblicato su Il Giorno, sabato 7 luglio 2018

CR7 e l’invidia di mezza Italia
Effetto CR7 anche al Bar dello Sport, dove si registra una novità assoluta perché a prendere la parola per primo è l’anzianissimo pensionato Ambrogio,  che di solito la prende per ultimo chiudendo ogni dibattito con una delle sue inappellabili sentenze: “Pensavo che sarei morto prima di vedere un altro Pallone d’Oro venire in Italia – confessa – finalmente un calciatore che almeno lontanamente somiglia ai fuoriclasse con cui sono cresciuto io e non ai pipponi a cui siete abituati voi!”
Cristiano Ronaldo alla Juve ha gettato nello sconforto i rivali di tifo dei bianconeri. Per l’impiegato delle poste romanista Tiberio va istituito al più presto un apposito scudetto per chi arriva almeno a 15 punti dalla Juventus: “E’ il colpo del secolo!” – commenta sconsolato.
Prova a buttarla in caciara l’assicuratore interista Walter: “Con tutte le rapine che ha fatto, la Juve non poteva che fare il colpo del secolo!” – ironizza, ma in realtà pure lui c’è rimasto di sasso.
Col passare dei minuti, si sconfina nell’assurdo.
L’idraulico napoletano Gennaro continua a non crederci: “Mica pagheranno un 34enne 350 milioni di euro – commenta – è solo un giochino dell’estate per fare abbonamenti!”
“Qui deve intervenire subito il garante delle pari opportunità calcistiche – delira il tassista milanista Gianni – l’operazione va bloccata d’ufficio!”
Il diretto interessato, il carrozziere juventino Ignazio, stavolta non si prende neppure la briga di replicare ai rivali: “Finalmente la Champions è nostra! Tanto vale darcela subito per manifesta superiorità!” – piange di gioia.
Ma a questo punto ecco riemergere all’improvviso  l’Ambrogio a chiudere i giochi col solito spruzzo di veleno: “La Champions potete comprarla direttamente da lui, visto che ne ha in casa quasi il triplo della Juve!”

 

3 Commenti su Il Giorno – Bar dello Sport 131

  1. Giovanni Ridolfi // 8 luglio 2018 a 07:17 // Rispondi

    Sempre stupendo leggere i tuoi articoli

Lascia una risposta

Le 4 regole del commentario:
1. Siate educati: i commenti ad personam saranno ignorati
2. Scrivete in italiano, il congiuntivo non è una malattia degli occhi!
3. Non è una chat: se volete conversare tra voi, io che ci sto a fare?
4. La lunghezza del commento non può superare i 500 caratteri (spazi compresi)
Viva l’Inter!


*

 caratteri disponibili