Il Giorno – Bar dello Sport 126

Pubblicato su Il Giorno, sabato 2 giugno 2018

Lo scambio che fa rumore
Tutti in fermento per la bomba di mercato della settimana, ovvero lo scambio Icardi-Higuain tra Inter e Juventus con conguaglio di 50 milioni per i nerazzurri. E se l’idraulico napoletano Gennaro non parla più di Higuain da quando il Pipita lo ha tradito proprio per la Juve, l’impiegato delle poste romanista Tiberio spera in un’estate finalmente da acquirente più che da venditore dopo gli ottimi risultati, anche economici, dei giallorossi. Col suo Milan seriamente a rischio-squalifica dall’Europa League, il tassista Gianni invece ha ben altri pensieri: “Coi nostri manco si parla di scambi – commenta sommessamente – per come siamo conciati con due soldi quei pochi buoni ve li portate via a prezzo di saldo!”
E così sul ring della polemica salgono ancora una volta l’assicuratore interista Walter e il carrozziere juventino Ignazio, parti in causa nel complicato intreccio tra Icardi e Higuain: “Voi della Juve dovete smetterla di scippare ogni anno i migliori calciatori delle altre squadre – urla rosso come un tacchino il Walter – con voi io non scambio nemmeno l’ombrello, figuriamoci il capocannoniere del campionato. Se avete il problema di liberarvi di Higuain che fa le bizze, guardate altrove!”
E l’Ignazio, di rimando: “Ma sono i vostri big a voler venire a vincere qualcosa alla Juve – reagisce stizzito – altrimenti nelle vostre squadrette da oratorio arrivano alla pensione senza manco un trofeo!”
La discussione rischia di degenerare e allora ecco intervenire, puntuale come sempre, il pensionato Ambrogio, memoria storica del Bar dello Sport: “La verità è che a voi oggi toccano solo idoli di cartapesta – ammonisce sprezzante – un anno qua, un altro là, tutti legati solo al colore dei soldi! Sappiate che ai miei tempi il Capitano di una squadra non avrebbe mai vestito un’altra maglia!”

 

Lascia una risposta

Le 4 regole del commentario:
1. Siate educati: i commenti ad personam saranno ignorati
2. Scrivete in italiano, il congiuntivo non è una malattia degli occhi!
3. Non è una chat: se volete conversare tra voi, io che ci sto a fare?
4. La lunghezza del commento non può superare i 500 caratteri (spazi compresi)
Viva l’Inter!


*

 caratteri disponibili