Il Giorno – Bar dello Sport 117

Pubblicato su Il Giorno, sabato 7 aprile 2018

Il derby vero è in Spagna
Bar dello Sport in lutto per le ultime partite che hanno testimoniato ancora una volta il precario stato di salute del calcio italiano, con le nostre squadre prese a sberloni da Real Madrid e Barcellona.
Qui ognuno ha la sua croce, a cominciare dal carrozziere juventino Ignazio in coma dopo l’ennesimo brusco risveglio dal sogno Champions, col velenoso assicuratore interista Walter che non manca di ricordargli che “la Coppa dell’Inter nel 2010 resterà l’ultima vinta in Italia per almeno un altro secolo!”
Rincara la dose il tassista milanista Gianni: “La Juve fuori dalla Champions è come la Pasqua appena passata – ironizza – ogni anno cambia data, ma prima o poi arriva!”
“Col vostro derbino di bassa lega certe cose a voi non devono interessare” – reagisce agli antagonisti milanesi il carrozziere bianconero Ignazio, con l’assicuratore interista Walter che sta ancora picchiando i pugni sul bancone per gli erroracci di Maurito Icardi che hanno graziato il Milan.
E mentre l’impiegato delle poste romanista Tiberio prosegue nella sia macumba contro la Lazio perché non rimanga l’unica superstite italiana in Europa, l’idraulico napoletano Gennaro spera nel contraccolpo psicologico della Juventus per riaprire seriamente la corsa- scudetto.
Tra tutti, chi più chi meno, serpeggia insomma il malumore, perché nessuno dei nostri strampalati perdigiorno può essere felice di questi tempi, anche se i più tramortiti restano comunque lo juventino Ignazio e il romanista Tiberio che alla grande impresa avevano fatto un pensierino e ora si ritrovano affogati già a metà del guado.
Servirebbe una parola di conforto che arriva puntuale dal sarcastico pensionato Ambrogio: “Smettetela di piagnucolare –  ammonisce – in fondo c’è ancora il ritorno!”
A pensarci, bene però, questa è la cattiveria peggiore.

 

 

 

1 Commento su Il Giorno – Bar dello Sport 117

  1. E’ giusto comunque che i gol in rovesciata siano incassati sempre dai cattivi, come Pelè contro i nazisti in Fuga per la vittoria!

Lascia una risposta

Le 4 regole del commentario:
1. Siate educati: i commenti ad personam saranno ignorati
2. Scrivete in italiano, il congiuntivo non è una malattia degli occhi!
3. Non è una chat: se volete conversare tra voi, io che ci sto a fare?
4. La lunghezza del commento non può superare i 500 caratteri (spazi compresi)
Viva l’Inter!


*

 caratteri disponibili