7C: Inter-Cagliari 2-0

RETI — Lautaro al 12’ p.t.; Politano al 45’ s.t.
INTER (4-2-3-1) — Handanovic; D’Ambrosio, De Vrij, Miranda, Dalbert; Gagliardini (dal 12’ s.t. Brozovic), Borja Valero (dal 37’ s.t. Vecino); Candreva (dal 25’ s.t. Perisic), Nainggolan, Politano; Martinez. (Padelli, Berni, Skriniar, Ranocchia, Asamoah, Joao Mario, Keita Baldé, Icardi). All. Spalletti.
CAGLIARI (4-3-1-2) — Cragno; Srna, Andreolli, Klavan (dal 1’ s.t. Pisacane), Faragò; Dessena, Bradaric (dal 15’ s.t. Joao Pedro), Barella; Ionita; Pavoletti, Sau (dal 26’ s.t. Farias). (Aresti, Daga Rafael, Romagna, Pajac, Padoin, Castro, Cigarini, Padoin, Cerri). All. Maran.
ARBITRO — Massa (Imperia).
NOTE — Spettatori 55.487. Ammoniti: Andreolli, Bradaric, Pisacane per gioco scorretto, Dessena, Dalbert per c.n.r.. Recuperi: 1’ p.t.; 4’ s.t.

20 Commenti su 7C: Inter-Cagliari 2-0

  1. Vittoria meritata contro un buon Cagliari. Martinez conferma di essere un ottimo talento che Spalletti sta gestendo con saggezza.

  2. Pasquale Somenzi // 30 settembre 2018 a 00:03 // Rispondi

    Forse stasera è stato dissipato un dubbio.
    Ovvero: Ma l’Inter è più forte della Spal? La domanda mi
    sorge spontanea osservando gli avversari affrontati:
    INTER: Sassuolo, Torino, Bologna, Parma, Sampdoria, Fiorentina, Cagliari.
    SPAL: Bologna, Parma, Torino, Atalanta, Fiorentina, Sassuolo, Sampdoria.
    Praticamente gli avversari sono gli stessi, ma solo dopo il posticipo di lunedì ed eventualmente dopo lo scontro diretto di domenica sapremo chi avrà totalizzato più punti.
    In campionato le ultime 9 reti sono arrivate con marcatori tutti diversi:
    De Vrij, Nainggolan, Candreva, Perisic, Brozovic, Icardi, D’Ambrosio, Lautaro e Politano.
    E’ stata la quarta vittoria consecutiva e ciò non si verificava dalla fine del campionato 2016/17 e l’inizio del 2017/18 quando l’Inter infilò una
    striscia di 6 vittorie di fila.
    Prossima partita in trasferta con il PSV e l’Inter può tentare di ottenere la terza trasferta consecutiva senza subire reti, risultato che manca dall’inizio della stagione 2014/15:
    Stjarnan-Inter 0-3
    Torino-Inter 0-0
    Dnipro-inter 0-1
    Handanovic ha totalizzato la partita ufficiale numero 87 con l’Inter senza subire reti, ormai ha nel mirino Giuliano Sarti che arrivò ad 88 e Lido Vieri ad 89.
    Pasquale.

  3. Buona Inter nonostante fosse zeppa di “riserve”. Ottime le geometrie di Borja Valero che ha dettato i tempi alla squadra; sorprendente Dalbert sia per l’assist che per l’applicazione in tutti i 90 minuti. Lautaro ha fatto cose egregie oltre al gran gol: chissà se qualche volta lo vedremo con Icardi? Politano idem. Potevamo chiuderla prima se Candreva non si fosse mangiato tre gol e questo è un limite grosso che abbiamo. Non capisco l’involuzione di Gagliardini

  4. Abbiamo sofferto un pochettino, ma è andata bene. Invece di inserire Perisic, provare le due punte? Stave per inserire Keita, poi per motivi fisici è entrato Vecino. Comunque forza Inter.

    • A volte penso di dialogare con chi non guarda le partite. Non si è mai sofferto. Mai. Handanovic non ha mai fatto una parata. Quanto alle due punte ci sarà tempo per tutto.
      GLR

  5. Bella partita giocata a ritmi piuttosto alti da tutta la squadra. Non a caso in velocità anche giocatori come Dalbert hanno dato un continuo molto positivo. La scalata è in atto e si dovrà combattere sempre perché anche le squadre piccole sono sempre partite insidiose. Prima del loro gol annullato potevamo chiuderla con Candreva. Il 2-0 è più che meritato. Magari il Mr riuscirà a recuperare anche J.Mario che potrebbe diventare un valore aggiunto sia x la squadra e sia x mercato. LAUTARO è forte

  6. Sta a vedere che tornerà utile anche Joao Mario. Sperem…

  7. Adesso che abbiamo battuto il Cagliari (avversario ostico nelle ultime partite contro di noi) e tornati nelle posizioni che ci competono spero che anche le cosidette riserve facciano capire al mister che si puo’ contare pure su di loro. Sono contento di Dalbert. Magari hanno mandato a casa il fratello scarso e mandato in campo quello buono senza avvisarci. Ah Ah Ah.
    Forza magica Inter.

  8. A livello di gadget, vista la formazione, mi ero messo delle protezioni da hockey. Vista la partita, sebbene fosse il Cagliari, sembra che lì in panca ci sia gente che pensa e in campo ci siano cambi di qualità e un’idea di gioco non spettacolare ma l’idea c’è altrimenti Dalbert… meglio fermarsi qui. Amala…
    PS potresti chiedere al tuo esperto dati/statistiche se è vero che con la 3 maglia la paghiamo sempre, ne ricordo una verde con sonora sconfitta a Napoli. Ciao

  9. francesco dal cilento // 30 settembre 2018 a 11:39 // Rispondi

    GL ottima prova delle cd secondo linee. Su tutti borja e dalbert. Dettaglio da non trascurare è che non abbiamo subito quasi nulla. La cosa che mi piace di quest’anno è che abbiamo più soluzioni che ti consentono di cambiare più moduli a gara in corso. Chi vuole diventare grande squadra deve ragionare in quest’ottica. Una domanda: secondo te politano ha i mezzi tecnici (per me si) e l’intelligenza tattica per fare il trequartista alla dybala (prendilo con le pinze il paragone)?

  10. Bruttina ma non si è mai rischiato. Abbiamo diversi uomini giù di condizione, tra cui Nainggolan, Perisic, Lautaro e Icardi. Se Spalletti recupera Dalbert, ho speranze per JM. Comunque manca il contributo dei fluidificanti. Speriamo rientri presto Vrsaljko. Capitolo VAR: ho appena visto il “rigore“ su Chiesa. L’anno scorso sarebbe stato tolto. Come non pensare che il nuovo protocollo miri ad aumentare la possibilità per gli arbitri di influenzare i risultati? È assurdo e vergognoso

  11. L’Inter non può essere quella orribile di un mese fa! Anzi, ha ampi margini di miglioramento. Se Martinez comincia a giocare stabilmente offre più alternative, e quando entrerà in forma Nainggolan si migliorerà ancora. Non sottovaluterei inoltre Politano, che sta crescendo tanto…Magari a 20 punti dalla Juve, ma per me il 2° posto può essere fattibile. A Spalletti la quadratura del cerchio…

  12. Contento per l’ennesima vittoria che ci porta nella zona di classifica che ci compete considerando che reputo come minimo obiettivo il miglioramento di classifica rispetto all’anno scorso. La mia speranza è sempre quella di vedere due punte in campo.

  13. con i 6 punti che ci hanno tolto tra Sassuolo e Parma potevamo essere a -2 dagli osannati, che vincono sempre coi loro modi più o meno leciti. Peccato che hanno chiuso il campionato già a settembre.

  14. Fabio Primo // 1 ottobre 2018 a 08:30 // Rispondi

    I segni del campionato sono ormai tracciati: Juventus prima, Napoli sicuro secondo, lotta per il 3° e 4° a cinque squadre: Roma, Lazio, Milan, Inter e anche la Fiorentina che non ha le coppe. Sarà una lotta durissima

  15. Migliora la forma fisica e si comincia a vedere equilibrio tra le linee, difensivamente non abbiamo praticamente sofferto.
    Avanti cosí, anche se manca un po’ di tecnica alla squadra, c’è sufficiente materiale per lottare per gli obiettivi stagionali che devono essere:
    migliorare il piazzamento in campionato dell’anno scorso ed una bella figura in Champions, se poi passiamo il turno, ancor meglio.

  16. Vedere Dalbert ieri sera mi ha fatto venire in mente una frase famosa “Ho visto cose che voi umani non potete neanche immaginare…” tratta da Blade Runner. A parte gli scherzi siamo più o meno in linea con l’obbiettivo di stagione e vale a dire la qualificazione (tranquilla?) alla CL.
    Certo che il campionato di serie A è diventato come quello francese e tedesco. Si sa già chi lo vince prima ancora che inizi.

Lascia una risposta

Le 4 regole del commentario:
1. Siate educati: i commenti ad personam saranno ignorati
2. Scrivete in italiano, il congiuntivo non è una malattia degli occhi!
3. Non è una chat: se volete conversare tra voi, io che ci sto a fare?
4. La lunghezza del commento non può superare i 500 caratteri (spazi compresi)
Viva l’Inter!


*

 caratteri disponibili