33C: Inter-Cagliari 4-0

MARCATORI: Cancelo al 3′ p.t.; Icardi al 4′, Brozovic al 15′, Perisic al 45′ s.t.
INTER (4-2-3-1): Handanovic; Cancelo, Skriniar, Miranda (dal 38′ s.t. Ranocchia), D’Ambrosio; Gagliardini (dal 37′ p.t. Borja Valero), Brozovic; Karamoh (dal 31′ s.t. Candreva), Rafinha, Perisic; Icardi. (Padelli, Berni, Lisandro Lopez, Santon, Dalbert, Vecino, Eder, Pinamonti). All. Spalletti.
CAGLIARI (3-4-3): Cragno; Romagna, Andreolli, Castan; Padoin (dall’8′ s.t. Lykogiannis), Ionita, Cossu (dal 28′ s.t. Caligara), Miangue; Giannetti, Ceter, Sau (dal 5′ s.t. Faragò). (Rafael, Crosta, Pisacane, Ceppitelli, Kouadio, Tetteh, Han, Pavoletti). All. Lopez.
ARBITRO: Pasqua di Tivoli.
NOTE: ammoniti Giannetti (C), Brozovic (I) per gioco scorretto.

30 Commenti su 33C: Inter-Cagliari 4-0

  1. Cagliari piuttosto arrendevole, però va dato atto alla squadra di aver tolto il respiro agli isolani sin dal primo minuto. Brozovic migliore in campo: sarà merito di Spalletti che oltre che avergli trovato la posizione giusta deve averlo redarguito a dovere? Grande prova anche di Icardi, mentre Karamoh per quanto dotato di ottima tecnica mi sembra ancora acerbo: per un pelo non si accoppa! Grave l’assenza di Gagliardini nelle prossime partite.

  2. GLR, non prendermi per “gatto nero” (a 57 anni credo di aver raggiunto un certo equilibrio mentale… 😀 ) ma non vorrei che anche stavolta questa messe di gol sia stata tutta in una gara e poi per altre tre, a secco. Vedi Samp e Verona prima, e poi…
    Ovvio che è meglio se segnano pure col Chievo, ma si ricordino che tra poco devono segnare anche e soprattutto nella porta che più di ogni altra gli interisti vogliono veder gonfiare, eh?!? 😉
    Ciao, R.
    P.S.: e si fa per scherza’… :-)

  3. Buona Inter contro un Cagliari un po’ dimesso. Vittoria da confermare contro l’ostico Chievo.

  4. Pasquale Somenzi // 18 aprile 2018 a 02:08 // Rispondi

    Alcune curiosità come pre-view di Inter-Cagliari:
    L’ultima partita di campionato disputata in data 17 aprile fu Inter-Cagliari 2-0 nel 2005.
    Attualmente l’Inter nelle ultime 8 partite ha mantenuto 7 volte la rete inviolata subendo solo un gol dal Torino, e 7 partite su 8 senza prendere reti l’ultima volta le realizzò sempre nel 2005.
    Nelle ultime 9 giornate del 2004/05, più la prima giornata del 2005/06 fece una serie di 10 partite in cui la porta restò inviolata
    9 volte subendo quindi solo 2 reti in 10 partite (Messina-Inter 2-1). L’ultima vittoria casalinga per 4-0 era stata contro il Frosinone
    il 22 novembre 2015, proprio nello stesso periodo in cui come ora ci sono state 4 partite in casa consecutive a porta inviolata:
    Juventus (0-0), Roma(1-0), Frosinone(4-0) e Genoa(1-0).
    Pasquale.

    • Pasquale Somenzi // 18 aprile 2018 a 02:48 // Rispondi

      Per trovare l’Inter che come ora subisce un gol in 8 partite di campionato bisogna tornare all’Inter di Trapattoni dei 58 punti che fece altrettanto nel girone d’andata 1988/89, mentre per trovare di meglio bisogna tornare all’anno 1972 quando a cavallo fra i due campionati l’Inter fece anche 8 partite di fila senza reti subite.
      Pasquale

  5. Concordo. Unica partita da anni, in cui Inter non ha subito mezzo tiro in porta. Continua la serie di errori e goals sbagliati. Infortunio a Gagliardini mostra che la sorte, non è proprio sempre favorevole ai colori nerazzurri. Segnalo che il rigore negato a Candreva è lo stesso fischiato a Santon pro Udinese. Ciao!

  6. Devo fare i sinceri complimenti a Brozovic, consapevole che magari la prossima non ha voglia di giocare e Miranda, lo credevo finito e invece sta facendo un ottimo girone di ritorno. Peccatissimo per Gaglia, sentiremo la sua mancanza.

  7. Alessandro // 18 aprile 2018 a 07:18 // Rispondi

    L’infortunio di Gagliardini complica le cose, con Vecino ancora ai box e Borja Valero che entra in campo con il girello. Potrebbe essere interessante affiancare Rafinha a Brozovic nel pacchetto di mediana con Candreva trequartista a supporto di Perisic – Icardi – Karamoh. Tutto molto bello e appetibile, ma ho come la sensazione che a fine partita a Skriniar e Miranda debbano fare una trasfusione per ricompattare l’apporto di ossigeno. Staremo a vedere.

  8. Sarà strano ma dipendiamo da Brozovic…. tanto criticato da tutti, giustamente, e’ ora l’unico valore aggiunto in un reparto importante do ogni squadra. Sarebbe fantastico fare in filotto… spiace x Gagliardini. Vorrei tanto recuperare un altro giocatore: Vecino che potrebbe dare una gran mano a tutti. Forza Spalletti fai il miracolo pure con lui. Borja Valero troppo lento x noi e non va bene. Tutti i gol sono da azioni veloci e lui purtroppo rallenta. Va bene x panchina. Sarà filotto?

  9. ROBERTO SCIBETTA // 18 aprile 2018 a 08:30 // Rispondi

    INNAMORATO DEL CROATO.
    A voi l’arduo compito di capire di quale croato parlo (un indizio: non è Perisic :-) )
    Vuoi vedere che il giovane Karamoh nel giro di un paio d’anni ci porta una plusvalenza coi fiocchi???!!!
    Ora sotto con le squadre che si impegnano davvero, e speriamo che la strada verso il sogno (UCL) continui spedita!

  10. Credo che per il terzo posto la Roma abbia qualcosa in più tra le tre pretendenti. Noi ce la giocheremo con la Lazio per il quarto. Proprio per questo ho la sgradevole sensazione che, come nella sceneggiatura di un film di Hitchcock, ci arriveremo a giocare la qualificazione all’ultima giornata in casa loro. Sarebbe nel nostro stile, quello di soffrire sempre e di complicarsi la vita da soli. Amala.

  11. Ciao, stavolta è capitato a noi di trovare un avversario che si è “scansato”, meglio cosi.
    Amara considerazione su Karamoh, il ragazzo non voleva umiliare l’avversario..alla fine si era sullo 1-0, lui gioca cosi….(appunto)
    E’ giovane migliorerà ecc ecc…per la serie gia visto e continueremo a vederne…

  12. Momento fermati sei così bello

  13. Bella vittoria, avversario modesto, ma bella vittoria.
    Avanti così.
    Claudio – Parma

  14. Non-Partite come questa dimostrano che il campionato a 20 squadre è vergognoso.18 squadre con 4 retrocessioni (e senza il “paracadute” per chi retrocede), e poi vedi come tutte se la giocano alla morte contro chiunque.
    Lo so è una utopia nel 2018 con interessi economici, televisivi e politici dietro.

  15. Ho l’impressione che dopo i proclami alla Inter is coming! Stiamo passando alle partnership con i più svariati marchi mondiali. Ti chiedo Gianluca ma a noi inteso come Inter cosa ce ne entra in tasca? O è il nuovo modo per buttare fumo negli occhi?

  16. Speriamo non sia troppo tardi, il nostro calendario è il peggiore fra le 3 contendenti per i 2 posti CL. Di positivo c’è che la vittoria con questo Cagliari distratto ha sicuramente ridato entusiasmo al gruppo e lo si vede dai loro post di oggi; contro c’è l’ostacolo Juve, l’infortunio di Gagliardini e il “finale” all’Olimpico che riecheggia lugubri ricordi… cosa aggiungere Gianluca?…sperem…

  17. Avversario dimezzato? Ok ma conta tanto come hai giocato e tornare alla difesa a 4 beh hanno tutti fatto bene. Continuiamo così. Chi al posto di Gagliardini? Borja e Vecino non possono giocare entrambi, ma uno dopo l altro si, quindi speriamo. Amala…

  18. Mi dispiace davvero molto per Gagliardini al quale auguro una rapida e completa guarigione.
    Hai ragione quando dici che il Cagliari era poca roba, ma lo erano anche il Pordenone, l’Udinese, il Sassuolo. Dagli spalti capisci subito l’atteggiamento diverso, quando si lotta su ogni pallone come se fosse quello decisivo, ci si allunga disperatamente per provare a non perderlo o recuperarlo.
    Restano problemi evidenti di qualità, per fare un gol dobbiamo provarci dieci volte aimè.

  19. Rimango dell’opinione che con l’Atalanta ci voleva Karamoh dal primo minuto, Cancelo terzino e Dambrosio al posto di Santon, è vero che mancava Brozovic, ma un po’ di coraggio in più si deve avere. Inoltre, se riuscissimo a battere il Chievo, anche la partita con la Juve sarebbe in discesa… Spero infine che gli alti e bassi della stagione siano terminati ed abbiano lasciato posto alla fiducia nei giocatori di lottare per il quarto (benedetto) posto !

    • Chiunque non abbia mai visto un allenamento può essere convinto di tutto. Grazie al cielo chi li sceglie, i calciatori li vede tutti i giorni
      GLR

  20. Paolo Sabiu // 18 aprile 2018 a 21:44 // Rispondi

    Non si scappa: se si vuole entrare in CL bisognerà tentare di vincerle tutte, comprese le gare con la Juve (beh, c’eravamo riusciti con in panca De Boer, perché non pensare di poter ripetere l’impresa?) e soprattutto lo scontro diretto con la Lazio… all’ultima giornata… in quel di Roma (ahia, certi fantasmi a volte ritornano!)!
    Che altro aggiungere? Sperèm!

  21. Ciao Gianluca! Ieri bella Inter ma credo che Lopez le abbia dato una mano con le sue scelte diciamo discutibili, è vero che domenica il Cagliari ha una partita cruciale col Bologna ma se dovesse perdere? Occhio perché ad essere risucchiati nella bagarre non ci vuole niente… detto questo con i risultatidelle romane sono ancora più convinto che sarà decisiva proprio l’ultima partita contro la Lazio… teche dici?

  22. Fabio Primo // 19 aprile 2018 a 08:00 // Rispondi

    Aldilà della facile vittoria dell’ Inter , la mazzata è arrivata ieri sera con la vittoria della Lazio a Firenze. Adesso , calendario alla mano , deve succedere un miracolo per farci arrivare al quarto posto. Colpa nostra , troppi punti persi con squadre di bassa classifica

    • Vabbè, convivo con l’interista gatto nero ormai da 30 anni. Per non parlare di quello che sputa su Icardi che pure quest’anno ha fatto 25 gol (record personale) mentre il milanista-tipo stravede per Andrè Silva che ne ha fatti due. E’ vero che quest’ultimo ha giocato poco con due allenatori e nessuno che si domandi perché…Se non altro il gatto nero non rompe più le balle sul sorpasso del Milan, anche se a guardar bene ci sarebbe ancora il tempo. E comunque grazie al cielo la sua eterna negatività non va in campo! Io continuo imperterrito a credere al quarto posto
      GLR

      • ma cavolo, se non ci crediamo adesso che siamo ad un punto, con una squadra che tutto sommato non si è ancora squagliata come gli anni scorsi, quando ci dobbiamo credere. Facile con dieci punti di vantaggio ma in realtà l’autostima e la forza di una squadra passa attraverso le vittorie in cui c’è da lottare, magari all’ultima giornata con una bella rivincita da giocare. Io che son tennista, ahimè, lo so bene … odiati tie-break!!

  23. provo una analisi lucida: in 8 partite abbiamo preso 1 gol, siamo la 3a difesa del torneo. SE continuiamo con questo equilibrio, per me ce la facciamo. La lazio prende caterve di gol (non sempre rimontera’) e la roma ha due semifinali di champions…qualche punto lo perderanno anche loro.

Lascia una risposta

Le 4 regole del commentario:
1. Siate educati: i commenti ad personam saranno ignorati
2. Scrivete in italiano, il congiuntivo non è una malattia degli occhi!
3. Non è una chat: se volete conversare tra voi, io che ci sto a fare?
4. La lunghezza del commento non può superare i 500 caratteri (spazi compresi)
Viva l’Inter!


*

 caratteri disponibili