20C: Fiorentina-Inter 1-1

MARCATORI: Icardi (I) al 10′, Simeone (F) al 46′ s.t.
FIORENTINA (4-3-3): Sportiello; Laurini, Pezzella, Astori, Biraghi; Veretout (dal 40′ s.t. Gil Dias), Benassi (dal 24′ s.t. Babacar), Badelj; Thereau (dal 16′ s.t. Eysseric), Chiesa, Simeone. (Dragowski, Cerofolini, Vitor Hugo, Milenkovic, Maxi Olivera, Sanchez, Cristoforo, Saponara, Lo Faso.). All. Pioli.
INTER (4-2-3-1): Handanovic; Cancelo (dal 27′ s.t. Candreva), Skriniar, Ranocchia (dal 29′ s.t. Nagatomo), Santon; Gagliardini, Vecino; Joao Mario (dal 19′ s.t. Dalbert), Borja Valero, Perisic; Icardi. (Padelli, Berni, Lombardoni, Brozovic, Karamoh, Eder). All. Spalletti.
ARBITRO: Valeri di Roma.
NOTE: ammoniti Borja Valero (I), Ranocchia (I), Veretout (F), Icardi (I) per gioco scorretto.

69 Commenti su 20C: Fiorentina-Inter 1-1

  1. Due punti persi, a dimostrare che la squadra non e’ ancora matura per le posizioni altissime della classifica. Se non segnano Icardi e Perisic, chi la butta dentro?

  2. Pasquale Somenzi // 6 gennaio 2018 a 01:44 // Rispondi

    Dopo la doppia vittoria contro la Fiorentina nel 2006 l’Inter non è più riuscita a fare 6 punti contro la squadra della prima giornata di calendario ad eccezione del Pescara nel 2012.
    Sono diventate 12 le trasferte consecutive di campionato in cui l’Inter ha subito non più di una rete, serie iniziata con Genoa-Inter dello scorso
    7 maggio e per trovare un risultato simile bisogna tornare indietro di circa
    38 anni, infatti tra il febbraio 1979 ed il gennaio 1980 l’Inter per 16 trasferte
    consecutive subì al massimo una rete.
    La prossima partita si disputerà in data 21 gennaio, giorno in cui l’Inter negli ultimi 11 precedenti ha ottenuto 10 vittorie ed 1 pareggio, serie iniziata nel 1968 proprio contro la Roma, vincendo 6-2 in trasferta.
    Pasquale.

  3. Caro Gianluca è inutile girarci attorno per i Cinesi la ns cara Inter è solo in capriccio secondario…a loro francamente non interessa andare in Champions ma bensì entrare nel mercato euro per i loro interessi…

  4. Alessandro // 6 gennaio 2018 a 07:00 // Rispondi

    Pareggio immeritato contro un’ottima Fiorentina. Certificato che Napoli, Juve e Roma arriveranno nei primi tre posti, l’Inter farà la corsa per il quarto posto sulla Lazio. Non sono per niente tranquillo … loro hanno Milinkovic-Savic e Luis Alberto e noi? Capitolo Joao Mario: via senza se e senza ma. Non capisco ancora come un allenatore bravo come Spalletti dia ancora delle chances ad un bidone del genere. Senz’anima!!

    • Joao Mario via dove? Fa schifo noi e gli altri dovrebbero comprarlo? Ogni tanto scrivete delle cose veramente ridicole. Il mercato non si fa con le figurine
      GLR

  5. Fabio Primo // 6 gennaio 2018 a 07:07 // Rispondi

    Squadra a pezzi fisicamente . Abbiamo giocato in 10 per 60 minuti con il mitico Joao Mario. In vantaggio inaspettatamente abbiamo fatto un catenaccio furibondo che purtroppo è crollato nei minuti di recupero.
    Dalbert altro flop annunciato. Quarto posto ? siamo seri , con questa rosa il quinto sarebbe già un miracolo

  6. Partita ridicola. Si è finito con Nagatomo Dalbert Santon in difesa. Ai mandaranci di Nanchino va bene così? Lo dicessero e il tifoso se ne farà una ragione. Quello che mi preoccupa sono alcuni atteggiamenti sconsolati del ns coach. Non vorrei che a fine torneo facesse le valigie. E credete, sarebbe una jattura. Comunque amiamola sempre.

    • È stato spiegato in tutti i modi possibili ma il tifoso medio è sordo e cieco è una ragione non se la farà mai
      GLR

  7. Alessandro // 6 gennaio 2018 a 07:29 // Rispondi

    Ehm…GLR, Burdisso è al Toro, a meno che tu alludessi al fratello Gullherme, che a Roma ricorderanno con smisurato affetto :)

    • Ho fatto l’esempio di Burdisso perché era un’operazione che si poteva fare subito a quanto ne sapevo, visto che ha giocato poco, va in scadenza e il suo contratto non sarà rinnovato. Ma adesso il Torino ha cambiato allenatore e quindi magari le cose cambiano
      GLR

  8. Ammirevole la “saggezza” di Spalletti anche nel rintuzzare la banale ripetitività di tante critiche. La squadra? Speriamo impari dall’allenatore a credere che è possibile dare di più, ad “autostimarsi” : le somme a fine torneo.

  9. Pietrospen // 6 gennaio 2018 a 08:09 // Rispondi

    L’effetto doping del lavaggio del cervello spallettiano è ormai agli sgoccioli, e le sue dissertazioni motivazionali sanno sempre più di supercazzole.
    Come prevedibile ad inizio stagione questa è una squadra da 5/6 posto, e, al netto dei recuperi delle 2 romane, ci siamo quasi. Se non crollano le competitor anche per quest’anno se ne parla l’anno prossimo!

    • Bella scoperta… in campo ci vanno i giocatori e senza soldati le battaglie non si vincono. Le supercazzole ve le fate voi quando abboccate all’amo del primo presunto esperto di mercato
      GLR

  10. Buona Befana! Monumento a Spalletti che ha sintetizzato 6 anni di disastri gestionali e tecnici, nel suo sfogo fiorentino. La facilità impressionante con cui i giocatori nerazzurri perdono palloni, si spiega con la stanchezza e con le parole preoccupanti di Icardi, circa allenamenti svogliati. Suning vuole imprese autofinanziate, ma se non hai lo stadio è difficile tornare al top. Se poi spendi 100 mln per j. Mario Gabigoal e Dalbert é durissima. Ma come dice bene Lei, la sosta aiuterà! W Inter

  11. Piccola crisi?
    Non vinciamo da sei partite, giochiamo in modo immondo, siamo lenti e non abbiamo giocatori di rincalzo e i titolari sono spompi.
    È una crisi vera e propria.
    Poi, siamo ancora lì, ce la possiamo giocare ma insomma il clima è proprio plumbeo.

    • Ci sono crisi e crisi come ci sono squadre che stanno nelle prime quattro le squadre che stanno tra le ultime dieci
      GLR

  12. Fa rabbia prendere il gol del pari al 91′ ma ad essere onesti loro per tutta la partita hanno dato la sensazione di far gol da un momento all’altro noi a parte i due contropiedi sprecati, no. Joao Mario sarebbe da multare, per acclamata e manifesta svogliatezza, Suning sveglia!

  13. Ciao GLR, ragionamento piu’ ampio: non credi che dovremmo mettere sullo stesso piano Suning e Pallotta della Roma? Nel senso che ormai il calcio e’ business e lo sappiamo, Pallotta ha detto chiaramente che se non gli facevano fare lo stadio avrebbe venduto la Roma, non dici che dietro a questo declassamento dell’Inter nelle aziende strategiche di Suning ci sia la difficolta’ di fare lo stadio nuovo quindi meglio investire poco o niente e appena si presenta l’occasione vendere la societa’? AMALA

    • Pallotta e Suning non c’entrano nulla.
      Come non c’entra assolutamente nulla lo stadio, perché conoscevano fin dall’inizio le difficoltà politiche di farlo. E’ semplicemente una gestione aziendale diversa. Quello che non si vuol capire è che che nel mondo c’è gente che non mette necessariamente il calcio al primo posto. Loro sono contenti di avere un’azienda calcistica perché fa comunque immagine in Europa e se la terranno a lungo ma, come ho già detto, i 70.000 di San Siro loro li vedono ogni giorno ad una fermata della metropolitana di Nanchino, che non a caso si chiama ‘Suning’
      GLR

      • Ok secondo me pero’ con uno stadio di proprieta’ il marchio Suning guadagnerebbe ancora piu punti a livello europeo oltre che ad avere dei profitti importanti considerando che ci sono sempre 60000 persone a San Siro nelle partite in casa. Sai benissimo che il futuro passa dallo stadio di proprieta’ e la Juventus ne e’ un esempio infatti dopo lo stadio sta costruendo altre attivita commerciali intorno allo Stadium. PS: Buona Epifania a te e alla nostra Beneamata, VIVA L’INTER.

        • Si, ma a Milano lo Stadio non si riesce a fare da vent’anni, perché non c’è la volontà politica di farlo, quindi parliamo di cose serie e attuali
          GLR

      • Non sono d’accordo a 100%. E’ vero e ovvio che Suning ha preso l’Inter per avere una visibilità (infatti qui chi li conosceva prima?) e magari aprire dei centri di vendita in Europa. Però è anche vero che non possono legare il brand ad una squadra che non vince, la pubblicità non si fà con automobili scadenti… Da parte mia comunque se vanno avanti così mai mi vedranno in un centro Suning…!

        • Ma io ogni tanto mi chiedo davvero con chi dialogo…Ma secondo Lei ad un colosso multinazionale che è pure in partnership con Ali Baba (l’Ebay cinese) con quasi due miliardi di utenti interessa qualcosa di vederla comprare un condizionatore da 500 euro in un eventuale centro Suning? A parte il fatto che Suning non aprirà mai nulla in Europa perché è un mercato numericamente risibile in confronto a Oriente e Stati Uniti e anche dovesse farlo farebbe prima ad acquisire partecipazioni in Media World, Unieuro o chi vuole Lei. Ma Lei pensa che il mondo, o meglio, l’Economia Mondiale giri attorno al calcio italiano e all’Inter? Ma per piacere….
          GLR

  14. francesco dal cilento // 6 gennaio 2018 a 08:46 // Rispondi

    GL in merito alla tirchieria di suning sono arrivato ad una conclusione: semplicemente non siamo l’azienda più importante. Non mi vengano a parlare dei paletti del FFP. PSG city ecc pagano le multe e spendono a profusione. L’anno scorso non esistevano lo stesso questi paletti? Eppure sono stati buttati circa 80 milioni tra joao Mario e gabigol. Come la pensi al riguardo?

  15. Punto straguadagnato.
    Limiti (di organico, di gioco, di personalità) inaccettabili per una squadra che ambisce a un posto in Champions.
    Claudio – Parma

  16. Abbiamo iniziato l’anno incrociando le dita che nessuno si rompesse, la fortuna è che succede prima del mercato quindi almeno una possibilità di riparare c’è.
    Ma al di la delle panzane di mercato (Pastore, Mikhitaryan) c’è un nome sul quale Ausilio e Sabatini stanno veramente lavorando?

    • Si stanno valutando incastri low cost, e c’è un mese di tempo per trovarli tra gli esuberi di altre società
      GLR

  17. Claudioeffedeejay // 6 gennaio 2018 a 09:22 // Rispondi

    Se ogni stagione a metà campionato ci si avvita su se stessi e si ruzzola giù dalle scale, al netto dei continui cambi societari, ci deve essere un comun denominatore che è ora che venga rimosso una volta per tutte. Tutti sbagliano gli acquisti, per carità, ma qualcuno mi deve dire se esiste un’altra società che abbia speso oltre 100 milioni per gente impresentabile come Dalbert, JMario e Gabigol. Non so se siamo più noiosi noi a dire sempre le stesse cose, o scemi loro a farle.

    • Gabigol e Joao Mario sono del mercato scorso. Quest’anno il mercato per le risorse a disposizione non è stato ho sbagliato. Piano piano Cancelo si sta inserendo, mentre per Dalbert, come mia abitudine, aspetto almeno un anno a giudicare. Ad oggi francamente sembra un errore ma speriamo non sia così
      GLR

  18. Lasciamo perdere il fatto che la rosa è corta, la società non compra o si e male ecc. Mi piace un allenatore che non si lamenta, tiene insieme un 11 con lo scotch di carta, mi piace una squadra che cerca di stare unita nonostante tutto e tutti, mi piace l’Icardi di ieri: agonismo da capitano, era un po’ che non si vedeva, mi sono piaciute alcune giocate di Cancelo e il risultato. Perché dal 1m il goal viola era già maturo averlo preso in vantaggio e in quella situazione è buono. Amala…

  19. Brucia parecchio prendere gol al 91° però era nell’aria. Comunque siamo ancora lì per adesso tra i primi quattro nonostante la rosa forse sia da quinto/sesto posto. Quindi se vogliamo restarci serve che la coppia Ausilio-Sabatini faccia un qualche miracolo di mercato. Sono contento della prova di Cancelo anche se deve migliorare e molto in marcatura, sono invece deluso oltre che da J. Mario anche Gagliardini e Vecino che dovrebbero dare più corsa e sprint al centrocampo. Forza Inter.

  20. Qualcuno sa darmi una spiegazione di come da 5/6 anni a questa parte l’Inter arriva, coppe o non coppe, a dicembre scoppiata e sulle gambe? ieri sera ho visto ragazzi di 20/25 anni distrutti dopo 70 minuti di partita…..come è possibile sta cosa?

    • Perché ogni squadra ha un andamento sinusoidale in otto mesi di stagione, solo che la grande squadra sopperisce ai momenti no meglio della buona squadra e l’Inter non è una grande squadra ma solo una buona squadra, senza molte alternative credibili ai titolari
      GLR

  21. Anche mia nonna che ha 92 anni sa che con JM si gioca in dieci. Speriamo che i direttori riescano ad inventarsi qualcosa altrimenti addio obiettivo CL. Siamo troppo lenti e prevedibili ci vuole gente che sappia sparigliare le partite.

  22. ciao GL, non ho visto la partita perché sono all’estero, ma trovo inquietanti le parole di Icardi: dobbiamo ritrovare voglia, spirito, cattiveria…anche negli allenamenti si vede…
    se fosse vero, esiste, come sempre, una società e dei dirigenti che se ne accorgono o …no ???

    • Mi pare che Buffon da Capitano della Juve disse tempo fa cose più o meno simili e la Juve ripartì. Vedremo come le prendono i nostri
      GLR

  23. Su Icardi ci sono i soliti luohi comuni, non torna, non aiuta la squadra, ma lor signori hanno visto mai giocare Gerd Muller, Paolo Rossi o Trezueguet ? Questi tornavano ? No, la buttavano dentro, come continua a fare Icardi alla faccia loro

  24. Gianluca a me non va proprio giù il fatto Joao Mario.
    Le prime partite della scorsa stagione le giocava bene, o comunque con impegno agonistico.Mi ero anche stupito che fosse forte fisicamente e bravo tecnicamente, non sbagliava uno stop.
    Ad agosto pure Vecino in un intervista si disse colpito posititvamente da Joao Mario.
    Si è imbrocchito tutto di un colpo? Bah…
    Cancelo però è forte! Almeno per il momento…o forse è meglio non dirlo perchè pure lui è portoghese…e pure lui è un JOAO…

    • Si, adesso Cancelo è diventato forte dopo tre partite, mentre dopo le altre tre era scarso, mentre Vecino prima era forte e adesso è diventato scarso….Come sempre si guarda sempre quello che è appena successo. Ovviamente chi ha un po di equilibrio sa che Vecino resta un più che discreto centrocampista e Cancelo sta finalmente cominciando a capire il campionato italiano
      GLR

  25. E’ chiaro come il sole che se non corrono ai ripari, la CL, quelli là (i cinesi) la vedranno col cannocchiale. La squadra manca di alternative in avanti (lo sanno tutti) e i tre a centrocampo – diciamocelo – la loro vera dimensione calcistica è proprio quella da dove sono venuti. Di più non possono fare. Quindi non do la colpa ai giocatori, a parte qualche lavativo.

  26. Pareggio senz’altro non disprezzabile contro un avversario volenteroso ma modesto; noi però abbiamo giocato in 10. Ringraziamo i soliti Maurito e Handa per aver tenuto su la baracca e, nonostante tutto, le occasione più nitide le abbiamo avute noi. Continuo a pensare che un grande problema di questa squadra sia legato a un modulo non adatto ai nostri (per me ottimi) interpreti nonchè alla mancanza di alternative in attacco a Icardi. Ci manca uno, per dirla come Mancini, che faccia i gol facili

  27. Se fosse finita 0-1 era rapina con destrezza: a parte gli scherzi squadra in debito di ossigeno a galla per merito di alcuni (sopra tutti cancelo, il mitico portierone e skriniar) il resto dimostra che abbiamo una panchina scarsa
    Speriamo nel riposo e in qualche nuova idea da parte di colui che comunque fino ad oggi ha fatto i miracoli il coach
    Speriamo nella mediocrità delle romane e triste pensarlo ma e così
    Ciao sempre forza inter

  28. In fondo questa stessa squadra e’ stata anche prima giocando anche discretamente. Calma e sangue freddo, recuperando energie magari c’è la facciamo.

  29. Non avevamo tante assenze ieri, ne avevamo semplicemente due, che sarebbero normale amministraziane in qualsiasi squadra di vertice, ma non da noi che probabilmente pensavamo che infortuni e squalifiche non facessero parte del calcio giocato. Al di là delle assenze, ci siamo fatti dominare anche dalla Fiorentina, così come in gran parte dalla Lazio, quindi il problema non è solo la rosa corta.

  30. Come dar torto alle parole di Spalletti? Purtroppo dispiace vedere ancora una volta questa situazione, quando tutto sembrava andare finalmente bene ecco che si ripresentano i soliti problemi, che poi tutti più o meno ci aspettavamo. Infondo un pareggio per come siamo messi adesso va pure bene. Aspettiamo la strada è ancora lunga.

  31. Un punto guadagnato, contro una buona squadra. La sosta servirà a ricaricare la squadra, resto fiducioso. Se JMario vuole andarsene, ma non ha mercato, credo sia intelligente da parte di Spalletti tentare di recuperarlo,non sarà un Top ma se vorrà andare al mondiale si deve svegliare. Piuttosto mi preoccupano le reazioni di Spalletti, mi sembra troppo solo, e quel discorso sui gol presi era per la squadra o una richiesta di un difensore? Secondo me alla squadra, ieri con piu rabbia la vincevi…

  32. Al di la di tutte le spiegazioni e giustificazioni sul disimpegno di Suning nell’Inter che condivido con Gianluca fin da Agosto, mi preoccupa una cosa più di tutte: la ripetizione della disavventura Pioli, ossia il crollo dopo una striscia entusiasmante. Il doping motivazionale del nostro grande mr inizia forse un po’ a perdere effetto causa anche l’indole di alcuni ns giocatori. Se quest’estate Suning non cambia registro temo dipartita dell’ottimo Luciano e pure di Sabatini in prospettiva. Amala

    • Non ho mai parlato di disimpegno ma solo di un’azienda che non è al primo posto tra le tante di una multinazionale. Quanto al futuro immediato, molti di voi hanno scritto prima che la Roma perdesse con l’Atalanta e siccome il tifoso guaeda sempre e solo quello che è appena accaduto, inutile pubblicare i soliti commenti disfattisti perché tanto dopo due ore sono già diversi
      GLR

  33. alessandro // 6 gennaio 2018 a 14:20 // Rispondi

    Siamo tutti interisti scontenti e rischiamo di perdere di vista la realta’. Io per primo. Rispetto ad un anno fa siamo molto più avanti per la cl. Il calo fisico a noi che non abbiamo ricambi pesa di piu’ ma la differenza la si fa da ora a maggio. Posto questo io non credo che un Pastore ci cambi qualche cosa: ci serviva e serve di più qualche italiano che abbia voglia di giocarsi l occasione della vita integrandosi con un gruppo comunque buono e portando quello che manca: cattiveria agonistica

  34. Aver subito il gol al 91° è solo un dettaglio. I risultati conseguiti nell’ultimo mese confermano che il pareggio è il massimo ottenibile attualmente, specialmente ora che i pochi elementi della rosa determinanti si sono ulteriormente ridotti. Anche la carica taumaturgica di Mr. Spalletti sembra affievolirsi e lui stesso si domanda sulle reali intenzioni della proprietà.
    Più che rinforzi, non mi meraviglierei da qui a giugno in eventuali addii di Icardi e Skriniar verso società più ambiziose.

  35. Restando sulla partita per una volta non mi è piaciuto il segnale dato dal mister all’ingresso di Dalbert: difendiamo il risultato. Ok le difficoltà ma sull’1-0 con la viola si può provare a stare più alti e non giocare sul nostro limite area. Non è la Juve a Torino..

  36. Nel post partita Spalletti è stato grandioso. Alle tante domande sulla rosa della squadra o simili. Ha risposto da grande allenatore. “È inutile lamentarsi, la squadra è questa, l’obiettivo non cambia” Teniamocelo stretto è il nostro unico top player.
    Abbiamo una squadra scarsa e Spalletti sta facendo miracoli.

  37. C’è da essere soddisfatti a guardare la classifica, tenendo conto della rosa che abbiamo. Ci giochiamo la CL con la squadra che ha vinto la supercoppa italiana e il girone d’Europa League – quella competizione che i nostri hanno schifato – e una squadra che lo scorso anno è arrivata a un passo dallo scudo e quest’anno ha vinto un girone di CL dato, per moltissimi, utopia visto il blasone delle avversarie.
    Per me è già tanta roba arrivare terzi, altro che lagne.
    Un saluto

  38. Ma cavolo sembra che leggendo certi commenti stiamo lottando per la salvezza…. siamo in calo fisico ci sta !! Tra un po’ inizieranno a correre come pazzi ancora !! Per i vari gufi interisti vedremo tra un po’ con le coppe dove sono Lazio e Roma ! Ok ? Caleranno pure loro tranquilli …adesso sembra che sono tutte m….. ! E dai un po’ di calma … prima tutti bravi a salire sul carro adesso scenderanno e tra un mese ancora su !! Questi sono i classici interisti ma non io !!!

  39. Giusto, Gian, viva l’Inter! Abbiamo pareggiato a Firenze con difensori in bilico fra la panchina e il prestito alla tribuna, …partita da mostrare ai giocatori che stanno fra Škriniar e Icardi…amala

  40. Perisic inguardabile da un mese e crollo tecnico figlio di quello fisico generale. Abbiamo giocato in 9. Icardi con la battuta sull’intensità in allenamento e Spalletti con la maglia 24 ore fanno venire qualche dubbio. Avevo previsto il calo; prevedevo una ripresa dopo la pausa. Vedremo. Poi ci sono dettagli: ad esempio, i rigori di Santon e Bernardeschi o il rimpallo che ha propiziato il pareggio. Un po’ di fortuna ci ha lanciato in orbita, ora gira tutto male. Vedremo se ora che siamo pari…

  41. Nel bene e nel male siamo prigionieri di Suning.

  42. Peccato solo che il perdurare della politica Suning rischi di compromettere l’accesso alla CL. Con la viola abbiamo avuto conferma che le alternative non ci sono. Non amo il mercato di gennaio e lo ritengo quello giusto per prendersi dei pacchi, ma almeno un centrale da 4 soldi di ruolo che costi poco o tra gli svincolati si potrebbe, o meglio, si dovrebbe prendere! Per il resto niente drammi, sul lungo periodo i reali valori vengono fuori. Quindi avanti tutta verso il 4 posto.

    • Come ho già spiegato più volte solo la grande squadra tiene più o meno la stessa condizione per 8 mesi di stagione. L’Inter non è una grande squadra ma una buona squadra ed è normale che abbia alti e bassi. Credo che quest’anno però ci sia anche una società più presente e che quindi l’obiettivo del quarto posto possa essere comunque centrato
      GLR

  43. Gianluca solo due considerazioni.
    1- Questi giocatori hanno già dimostrato l’anno scorso che se staccano la spina perchè perdono la Champions se ne fregano di fare i professionisti.
    2- Due pareggi fruttano meno di una vittoria e questa squadra fatica a segnare perchè ormai troppo prevedibile
    Senza ottimismo nè disfattismo, nè pensieri da tifoso emotivo ma nemmeno da chi ha le fette di salame sugli occhi….ti chiedo…tu hai due considerazioni che possano rendere le mie poco significative?

  44. Pessimi risultati e gioco. La squadra ha perso certezze e sicurezza. A questi giocatori medio/bravi per far fare il salto di qualità bisogna inserire 2 TOP veri, giocatori abituati a vincere e quindi gestire i momenti negativi. L’Inter del Mancio ha fatto il salto di qualità con Ibra e Viera, così i vari Zanetti, Cambiasso, Stankovic, J.Cesar da ottimi giocatori divennero TOP. Se non capiscono questo i cinesi, vivremo una eterna transizione. Buttare quasi 80 mln x J.Mario e Gabigol è una pugnalata al cuore

    • Pessimi risultati? Con questa squadra stare in zona Champions è un pessimo risultato? Si va beh, buonanotte, questo è rimasto all’epoca di Moratti. Ma quali top players? Ma si può parlare di calcio senza perdere il contatto con la realtà? Passiamo Oltre va…
      GLR

  45. Spillo1960 // 8 gennaio 2018 a 11:20 // Rispondi

    Caro GLR,mi prenderete per matto, ma visto il livello del nostro centrocampo, cosa ne pensi, se mai riusciremo a prendere un centrale affidabile (non chiedo Sergio Ramos ovvio) di spostare Ubaldo come volante davanti alla difesa come un Desailly bis? Nella sua nazionale gioca in quel ruolo, ha fisico, tiro e piedi abbastanza educati e consentirebbe a Borja e Vecino di giocare come sono abituati. Non ce l’ha ordinato il dottore di giocare con un ‘incursore’ centrale se non abbiamo uno come Nainggolan

    • Si potrebbe fare se dietro ci fossero ancora Samuel e Lucio ma non essendoci nulla di paragonabile in giro che possa arrivare all’Inter, credo sia meglio lasciare Skriniar dov’è.
      GLR

  46. Più che i punti persi – che ci hanno allontanato principalmente “solo” da Napoli e juve – preoccupano le prestazioni con scarse qualità e grinta. Siamo perfettamente in lotta con Lazio e Roma, e solo continuando a non vincere possiamo temere i ritorni di squadre a dieci punti sotto. Dato che la carenza della rosa è nota da tempo mi sarebbe piaciuto l’arrivo di un centrale già in questa settimana, infatti riterrei una colpa grave disperdere il buon lavoro fatto nel girone di andata. Amala.

  47. niente di irreparabile, siamo pienamente in lotta per il terzo posto. abbiamo solo bisogno di ricaricare batterie e idee.
    non comprare potrebbe avere anche risvolti positivi: per lo meno non sprecheranno la solita valanga di milioni per paracarri raccattati a bordo strada. in questa squadra o inserisci qualcuno che faccia la differenza o tanto vale restare così (rosa corta e incompleta).

Lascia una risposta

Le 4 regole del commentario:
1. Siate educati: i commenti ad personam saranno ignorati
2. Scrivete in italiano, il congiuntivo non è una malattia degli occhi!
3. Non è una chat: se volete conversare tra voi, io che ci sto a fare?
4. La lunghezza del commento non può superare i 500 caratteri (spazi compresi)
Viva l’Inter!


*

 caratteri disponibili