Oltre Juve-Inter

Visto che va di moda la parola closing, sarebbe bello farne uno immediato sulle polemiche relative all’ultimo Juventus-Inter. Vadano pure avanti i tifosi da una parte e dell’altra fino alla fine dei loro giorni, ma la squadra deve rimuovere al più presto tutte le scorie post derby d’Italia e tornare seriamente a lavorare sul vero obiettivo: il terzo posto finale. Per questo la squadra di Stefano Pioli, uscita dal Delle Alpi oltre che arrabbiata con le ossa rotte per le squalifiche di Perisic e Icardi e l’infortunio di Brozovic deve subito risintonizzarsi sul presente e pensare solo a fare bottino pieno, raccogliendo 6 punti nelle prossime due gare con l’Empoli e San Siro e a Bologna per presentarsi poi nelle condizioni migliori per la gara fondamentale di domenica 26 febbraio: lo scontro diretto con la Roma a San Siro in posticipo serale. Questa dev’essere la mission dell’Inter squadra: battere i giallorossi a San Siro. Chi invece è fuori si azzuffi pure su quel che gli pare per molto tempo ancora. Che Rizzoli non sia stato comunque all’altezza mi pare sia stato ormai sufficientemente recepito e, non temete, tutto ciò potrà utile mediaticamente e strategicamente il prossimo anno, quando magari Juve-Inter sarà una sfida-scudetto per entrambe. In fondo quest’anno chissenefrega: siamo troppo lontani dalla vetta per prendercela più di tanto.
Poi ci sta pure che John Elkann, intervenuto al 150° anniversario del quotidiano La Stampa, impari a memoria un foglietto per dare, una volta nella vita, un titolo a noi giornalisti. L’Inter non sa perdere, come lui non sa vincere: d’altronde, girando in Ferrari. Poi mica poteva dire che dalle sue parti più che non accettare le sconfitte non si accettano le sentenze di qualsivoglia magistratura. Suvvia…

28 Commenti su Oltre Juve-Inter

  1. Sono completamente d’accordo sono nauseato da tutte queste inutili polemiche da una parte e dall’altra e ora di ritornare a fare calcio..

    • Tolti i discorsi ad personam non vedo molta gente nauseata. Me lo dicono gli indici d’ascolto quotidiano in tv. Non c’è nulla da fare, le polemiche post derby d’Italia fanno audience e quelli che mi fanno più ridere sono quelli che ogni giorno scrivono in tv ‘basta polemiche’ ad ogni ora e sono incollati alla tv ogni minuto. E appena smetti ti scrivono. “ma perché non avete approfondito questo o quell’altro?”
      GLR

  2. Ottimo, Gianluca. La sconfitta brucia, ma ci puo’ stare. Adesso, guardare avanti, evitando polemiche e vittimismi, che farebbero molti piu’ danni all’Inter di un punto perso a Torino.

  3. L'Acutangolo // 9 febbraio 2017 a 15:56 // Rispondi

    Ciao Gianluca. D’accordissimo su quasi tutto: mi resta oscuro quell’ “utile mediaticamente e strategicamente il prossimo anno”. Intendi dire che ci fregheranno in modo meno sguaiato e volgare di quanto ha fatto Rizzoli domenica per evitare ancora polveroni?

    • Intendo dire che certe partite si preparano prima anche mediaticamente e che nei giorni precedenti al prossimo Juve-Inter ci sarà un discreto battage nel ricordare quel che è successo stavolta. Chi l’arbitrerà deve già metterlo in conto. Così fan tutti e io sono abbastanza esperto per sapere che cosa succederà dal mArtedì precedente, compresa la puntuale intervista di Gigi Simoni, un classico da vent’anni prima di ogni derby d’Italia.
      GLR

      • L'Acutangolo // 10 febbraio 2017 a 07:27 // Rispondi

        Mah, a memoria d’uomo non ricordo un solo incontro con “quelli là” in cui l’arbitro ci abbia favorito o sia stato in qualche modo condizionato a nostro favore dall’ambiente mediatico. E, parafrasando il Budrieri di “Non è da Inter”, ho visto giocare in nerazzurro Guida e Scanziani…

  4. Non metterei alla gogna una partita per un episodio. Tanto meno un arbitro. Così, però, è troppo. Troppo, e sempre a senso unico. La Juve è più forte ? Vero. E’ inarrivabile ? Verissimo. Ha meritato ? Probabilmente. Ma se creo quattro episodi quattro per andare a rete (parlo di tre rigori e un retropassaggio errato) e me li neghi tutti e quattro, non ci sto più. Un punto sarebbe stato vitale: per il morale, per la classifica, per la continuità, per l’autostima. Non è giusto. E pagheremo dazio.

  5. Per John Elkann : io godo ancora per il triplete e per i fallimenti della Juve in Champions

    • Stuupefacente in effetti è anche che la Juventus sia riuscita nell’impresa di perdere 10 finali internazionali: 6 di Champions, 1 di Intercontinentale, 1 di Uefa e persino 2 dell’antica Coppa delle Fiere! Il doppio esatto dI Hector Cuper, ma lui è un allenatore, mica una società che ha 120 anni di storia.
      GLR

  6. Pienamente d’accordo. In effetti è singolare che la società abbia usato i propri canali di comunicazione, in particolare Inter Channel, per veicolare il filmato del retropassaggio di Chiellini: a memoria non ricordo una cosa del genere e credo sia propedeutica per la prossima stagione perché non credo che Il gruppo Suning sia disposto a tollerare altri scempi del genere in futuro visti gli ingenti investimenti. Per il resto dobbiamo lottare fino alla fine della stagione per il terzo posto.

  7. ROBERTO SCIBETTA // 9 febbraio 2017 a 17:02 // Rispondi

    Condivido: queste polemiche sterili (incluso il video sul sito della Beneamata con l’incomprensibile interruzione dopo passaggio goffo di Chiellini) mi hanno stufato.
    Non servivano a nulla quando la Juve comprava i campionati, figurati ora che li vince meritatamente.
    Certo che lo “Stile Juve”, fuori dal campo, non si smentisce mai: tra Marotta e John Elkann non so chi ha rilasciato dichiarazioni più supponenti ed arroganti. Secondo me l’aura di Moggi si aggira ancora nei corridoi di Vinovo..

    • Finché durerà apprezzo anch’io il silenzio intelligente di Zhang, mentre non riesco a capire perché la parola ‘stupefacente’ con la sovrimpressione Elkann non mi faccia venire in mente sulla di calcistico. L’aggettivo mi è sembrato francamente un po’ incauto
      GLR

      • Finchè durerà, appunto. E parlo del silenzio di Zhang.
        Passando invece alla tua verve, GLR, la storiella dello “stupefacente” e della sovraimpressione è una vera pennellata. 😀
        Credimi…
        Ciao, R.

      • L'Acutangolo // 10 febbraio 2017 a 07:27 // Rispondi

        Meriti un pulitzer solo per questa osservazione!
        Grande!!!

  8. antonio rossi // 9 febbraio 2017 a 17:45 // Rispondi

    Ah Ah Ah! Caro Gianluca quest’ultima battuta è veramente “stupefacente”, soprattutto se le previsioni del tempo su torino danno neve.
    Antonio

  9. Ciao GLR,
    hai ragione sulle polemiche inutili, però quando parla El-kann fa proprio perdere la pazienza, comunque noi siamo sportivi e gli auguriamo un suc-cessone in C.L.
    Scusa per la tastiera che mette i trattini da sola.

  10. gli sfottò e le critiche ci stanno da una parte e dall’altra,,,,quando però un dirigetnte anzi un membro della proprietà interviene deve essere pacato,,,,,non ho mai sentito Moratti offendere nessuno,,Mai,,sempre garbato,,,quindi caro Sig Elkann se noi non sappiamo perdere, voi non sapete vincere e i risultati lo dimostrano in campo INTERnazionale. Forza Porto

  11. secondo me l’antipatia verso la juve non è dovuta tanto ai suoi successi, quanto alla spocchia dei suoi dirigenti: forse il solo Gianni Agnelli era un signore, mentre i suoi discendenti sono veramente irritanti e sinceramente non so se il silenzio e l’indifferenza sono le armi giuste.

  12. Odio questo tipo di polemiche inutili quanto sterili e che distraggono se non addirittura creano alibi nei giocatori.Perché se domenica non fai bottino pieno con l’empoli fai la solita figura del pirla.certo che se a 4 giorni aggiunge veleno anche un certo elkann(ps:la societa inter poteva chiuderla lunedi mattina) non la finiamo piu.ma poi parla john…ci manca solo lapo e la parata dei senza vergogna e completo…

  13. I parassiti possono ragliare all’infinito,ma la realtà dei fatti è che NOI abbiamo una storia, LORO hanno una fedina!

  14. Buongiorno GLR, condivido in pieno il tenore del tuo articolo. Intanto, però, ho provveduto ad affliggere (non ho sbagliato verbo) le pareti di casa mia con la foto del divino e beato Giovanni Elkann che interrogherò ogni sera per sapere cosa fare e dire. E quando la juve vincerà non alzerò al cielo in segno di gratitudine solo gli occhi ma anche i calici e, lieto nel corpo e nello spirito, berrò alla fonte della sua saggezza…..per dimenticare.

  15. Marco Ferrara // 10 febbraio 2017 a 11:46 // Rispondi

    D’accordo con te. La Juve, ha risposto alle polemiche andando a vincere in scioltezza a Crotone. Mi auguro l’Inter faccia lo stesso con l’Empoli; anche senza Icardi, Perisic e Brozovic, non mi sembra cosa impossibile…

  16. Credo che di stupefacente in quella famiglia ci sia parecchio… di intelligenza e signorilità invece pochissime! I giovin signori hanno bevuto latte e arroganza fin dalla tenera età e non gli ha giovato. Intanto Zhang vendeva condizionatori e imparava a vivere!!!

  17. Quello che non sopporto sono le presunte “lezioni di stile” da signori che lavorano per una società che tra cause personali e della società è stata sbugiardata e condannata da più di trenta tribunali sportivi, amministrativi,civili e penali, tutti per lo stesso reato: ILLECITO SPORTIVO. Mi sa che anche loro sono abituati a perdere……

  18. Ma Elkann è un cognome o un soprannome? Perché se è un soprannome vedrei meglio Elsumàr…

  19. Nei confronti diretti giocati a Torino con la Juve la sconfitta per noi è quasi sistematica. La statistica è impietosa, come certi arbitraggi, ma non è coerente per blasone storia e valori tecnici tra i due club. Io credo che l’ambiente Inter soffra troppo questa partita, regalando sempre un enorme vantaggio psicologico agli avversari che puntualmente ne approfittano. Il sito dell’Inter pubblica video? Debolezza. Mi hai fregato? Io sto zitto, ti guardo in faccia, e ci rivediamo in campo…

  20. La Società ha fatto finalmente un comunicato ufficiale che , misurato nelle parole e nei toni , non rinuncia comunque a ribadire quanto successo . Stili diversi , Elkann non faccia simili battute , il nonno poteva permettersele , ma è morto , non si può essere diversi da quello che si è , ci ha già provato il fratello con pessimi risultati .
    SHG è veramente una multinazionale con gli attributi , evita di scendere sul terreno delle sterili polemiche .

  21. Mi intristisce la continua e ulteriore perdita di credibilità del nostro Campionato -a cui mi ero riavvicinato- e la scarsità di serietà del medesimo, per quanto riguarda l’attendibilità dell’organo arbitrale. Boh sarò un sognatore fuori dal “calcio odierno”, ma so che un calcio in cui gli errori si compensano a fine campionato non esiste più… ammesso che sia mai esistito.

Lascia una risposta

Le 4 regole del commentario:
1. Siate educati: i commenti ad personam saranno ignorati
2. Scrivete in italiano, il congiuntivo non è una malattia degli occhi!
3. Non è una chat: se volete conversare tra voi, io che ci sto a fare?
4. La lunghezza del commento non può superare i 500 caratteri (spazi compresi)
Viva l’Inter!


*

 caratteri disponibili