le due facce di Milano

E’ un’estate un po’ diversa dal solito per la Milano del calcio, perlomeno negli ultimi anni. Il Milan spende e spande, l’Inter traccheggia. E oggi è il milanista a cantare sotto l’ombrellone, mentre l’interista dorme preoccupato. La prima spiegazione tecnica, è che il Milan, da tre anni fuori dall’Europa non è ancora monitorato dal fairplay, ma lo sarà tra poco con l’esame dei bilanci precedenti, ma ora può sparare ora tutte le sue cartucce. L’Inter sta invece seguendo una strada diversa, assai impopolare, volta a verso tre o quattro profili di alto livello: dopo Dalbert dal Nizza, si proverà a prendere Keita, a Milano ma solo per la fidanzata così come Lotito per cose di Lega. Il procuratore Calenda smentisce su tutta la linea e magari non sarà questione di ore, ma Keita è il primo profilo individuato per sostituire Perisic.
Poi ci sarà da lavorare seriamente sulla difesa e a provare fino al 31 agosto il colpo Nainggolan. Il rinnovo era previsto e favorisce anche la Roma nell’eventuale trattativa, ma ora è presto. Già perché è metà luglio ma dall’agitazione dei tifosi interisti pare che il campionato inizi domani. Serve fiducia e pazienza, sentimenti impossibili per qualunque tifoso, ma chi vivrà vedrà

79 Commenti su le due facce di Milano

  1. francesco dal cilento // 17 luglio 2017 a 12:40 // Rispondi

    GL, ti seguivo ieri in diretta e mi sono trovato d’accordo sul fatto che se mai nainggolan dovesse arrivare, arriverà il 31/08 alle 23:59. io sono dell’idea che lo stallo attuale dell’Inter sul mercato è dovuto al livello top dei calciatori trattati. È pacifico che un giocatore non top viene acquistato in un lasso di tempo minore rispetto ad uno top. Mi auguro che sia cosi. E poi ritengo che non ci voglia una rivoluzione. Colpi ben assestati. Soprattutto nella retroguardia

    • Facevo un esempio di un giocatore che non avresti problemi ad inserire anche all’ultimo istante, altrimenti quello un po’ tardo capisce che io do per sicuro Nainggolan all’Inter, mentre invece resta un’operazione al limite del proibitivo, ma non è certo il rinnovo ad impensierirmi, visto che conosco decine di calciatori in tutta Europa che hanno cambiato maglia anche dopo aver firmato con la società di appartenenza.
      GLR

    • Credo che l’Inter non abbia bisogno di invidiare la massiccia rifondazione in corso al Milan (e lo dico da rossonero). Ciò che via Aldo Rossi sta cercando di fare nello spazio di 1/2 max sessioni di mercato, il club nerazzurro lo aveva già fatto negli scorsi due anni (durante il Mancini-bis): sventrare l’ultima mediocre rosa morattiana e irrobustirla a suon di giovani prospetti più qualche maturo calciatore di spessore. All’Inter credo basti il tecnico giusto, che sappia rigenerare e valorizzare

  2. Sto leggendo di tutto e di più sul WEB da parte di interisti che pare siano sull’orlo del suicidio di massa. Eppure le recenti esperienze avrebbero dovuto insegnare che la fretta è cattiva consigliera: per i veri colpi di mercato c’è tempo fino al 31 agosto. Certo sarebbe stato meglio mettere a disposizione di Spalletti la nuova rosa all’inizio della preparazione, ma porca miseria sentire che il gruppo Suning non ha nemmeno gli occhi per piangere è una cosa da minorati mentali!!!

  3. ROBERTO SCIBETTA // 17 luglio 2017 a 12:55 // Rispondi

    A gennaio volevamo a tutti i costi Biglia. Preso dal Milan
    A maggio si parlava della rifondazione della difesa, ed i nomi in cima all’elenco – per i terzini – erano Conti e Rodriguez. Presi dal Milan.
    Volevamo a tutti i costi Manolas. Incedibile dalla Roma.
    Sembravamo in pole per Schick. Preso dalla Juve
    Volevamo un centrale esperto. Preso Skiniar (?) Il Milan prende Bonucci.
    Ora, dimmi che sono pessimista, miope, umorale, ecc. Ma così non va bene!

    • Non sei passimista, miope o umorale o non so se tu lo sia, ma certamente non pensi prima di scrivere. Forse non ti sei accorto che l’Inter da gennaio a oggi ha cambiato qualche allenatore e persino guida dirigenziale. Magari ti chiederai ancora perché Calleri, dato per sicuro oltre un anno fa, non è al posto di Icardi! Le squadre, quando cambiano gestione tecnica, cambiano anche obiettivi e quello che voleva De Boer magari non è quello che poi vuole Spalletti. Personalmente stimo Biglia ma credo che per come siamo e saremo strutturati noi ora sia più utile Borja Valero
      GLR

  4. Sposo l’idea di pochi innesti mirati ma di grande qualità, basta rivoluzioni! Questo immobilismo, però, sta procurando un danno tecnico ad un allenatore che vorrebbe prima possibile la rosa completa, ma, soprattutto, un danno di immagine ad una proprietà che mi sembra sensibile all’argomento. Io non penso che i nostri dirigenti siano così sprovveduti da trascurare questo aspetto.

    • A quanto lo so dell’immagine in un Paese di 60 milioni di abitanti (di cui forse 30 calciofili), quando vieni da uno che ne ha 2 miliardi con quotidiani che tirano anche 1.400.000 copie giornaliere, mentre qui cara grazia ne ne vendi 50.000 se ne fregano proprio
      GLR

  5. quest’anno non voglio guardare i nomi che arriveranno, non m’interesserano. Importante per i giocatori sarebbe rispettare l’Inter, essere professionali ed avere passione per il gioco del calcio. Solo cosi potremmo arrivare nei primi 4.
    PS: Io Bonucci pero’ l’avrei strapreso!!
    grazie e buona giornata
    Stefano da Amsterdam

    • Bonucci l’avrei preso al volo anch’io, ma sono subentrate altre ragioni, tra cui il procuratore che è lo stesso di Montella. Lui e Biglia solo le vere certezze del Milan di oggi, che si candida con quello che ha speso al ruolo di anti-Juve insieme al Napoli. Il resto va valutato sul campo, perché molti arrivano da altri campionati o da squadre di caratura interiore. Era così anche per noi, visti Banega e Kondogbia che non si sono per nulla ambientati. Poi quando cambi 9-11 di una formazione non è facile che tutto fini subito per il verso giusto.
      GLR

      • Appunto. Tutti ad applaudire il mercato dell’Inter, un anno fa, e vedi tu com’è andata a finire… Sotto l’ombrellone son tutti bravi, poi la realtà è un’altra. Compresi i preliminari, che prima o poi paghi. Quale che sia la competizione per cui li fai…
        Questo non toglie che – perso Bonucci, proverei a prendere Schick. E se non piove un’offerta adeguata Perisic lo terrei anche con la forza, se occorre. Basta con i capricci di queste primedonne!
        Ciao, R.

  6. L’importante è che al 20 di Agosto si arrivi con una formazione pronta per partire la nuova avventura.
    Avrebbe poco senso effettuare 3-4 colpi dopo tale data.
    Daremmo dimostrazione di non aver ancora capito nulla di una programmazione seria.
    Sul Milan preferisco non dire nulla ed attendere Maggio 2018 se finiranno davanti a noi in classifica.
    Certo è che chiudere per Bonucci in 72 ore scarse è una gran cosa, noi ci mettemmo tutta l’estate per arrivare a Silvestre…

    • Bonucci per questioni di procuratori (Lucci è lo stesso di Montella) e per calibro di personalità tra Inter e Milan, qui non avrebbe mai potuto arrivare. Il ragazzo vuone essere leader e comandare. Da noi invece c’è poco da comandare, nel senso che nessuno finora ha comandato davvero. Purtroppo, dico io….
      GLR

  7. finalmente leggo un po’ di serenità da qualcuno, manca più di un mese alla fine del mercato e dobbiamo fasciarci la testa?
    bene il mercato del Milan, almeno sulla carta, (anche se ricordo estati fantastiche da questo punto di vista e risvegli da incubo in autunno… è solo un augurio eh 😀 ) ma abbiamo finalmente un allenatore che sembra avere le idee chiare e anche Sabatini di cui tenderei a fidarmi.

  8. A mio modesto parere il tifoso interista è deluso per il fatto che giornali e giornalisti hanno annunciato che dal primo luglio SUNING avrebbe fatto un mercato faraonico, non considerando che l’Inter è ancora sotto la mannaia del FPF. Spero di non perdere l’allenatore all’inizio campionato perché non sono state raggiunte tutte le promesse che gli sono state fatte. Comunque sempre forza Inter. AMALA.

    • Giornali e giornalisti io non li seguo più da tempo. Praticamente sul mercato ho smesso di seguirmi da solo…
      GLR

  9. Marco Ferrara // 17 luglio 2017 a 14:00 // Rispondi

    Gian Luca, abbiamo passato una stagione intera, anche sul tuo sito, a ripetere come l’Inter abbia davvero bisogno di gente seria, matura, campioni in grado di trascinare nei momenti di difficoltà. Con Suning è stato detto sarebbero tornati i grandi nomi; ora, Dalbert fino a ieri non sapevamo chi fosse, e Keita (oltretutto per sostituire Perisic), è un bel giocatore, ma non possiede alcuna delle caratteristiche da me sopra indicate. Ad oggi sono molto deluso…

    • Grazie al cielo, l’ultima parola non smetta a noi ma al campo. Mi risulta che Sabatini abbia più indovinato che sbagliato giocatori nella sua carriera
      GLR

  10. AndreaBg72 // 17 luglio 2017 a 14:06 // Rispondi

    Sabatini nella conferenza stampa di Riscone è stato chiaro: il FFP ci condizionerà anche il prossimo anno, quindi pochi voli pindarici sul mercato (difficile dare ingaggi top e spendere 50 MLN di cartellino per 3/4 giocatori) ma accontentiamoci di innesti mirati, di tagliare i rami secchi o giocatori che non vogliono più stare da noi (nome a caso Perisic) e poi speriamo veramente che magari centrando il 4° posto e con i conti finalmente a posto Suning possa sprigionare la sua “potenza di fuoco”

    • In parte sono balle: se si dovesse creare l’opportunità di migliorare davvero la squadra e non a giudizio vostro o mio ma di chi la gestisce secondo me queste parole potrebbero essere smentite. Quello che è certo è che Suning è lenta nel pensiero e nell’azione, questo l’ho dico da un anno, ma da qui a vedersi a metà classifica…
      GLR

      • Andrea BG 72 // 19 luglio 2017 a 07:08 // Rispondi

        Io non mi vedo a metà classifica ma dato x assodato che Juve e Napoli sono un gradino sopra ce la giochiamo con il Milan che si è sicuramente rafforzato e la Roma che non credo smantellerà la squadra per fare lo stadio…poi x il top player ho scritto che non credo ne arriveranno 4, tutto qui!

  11. D’accordo serve pazienza e mancano ancora un mese e mezzo alla chiusura del mercato. Però bisogna prenderli questi benedetti 3-4 giocatori di livello in grado di farti fare quel salto di qualità che da anni ci auguriamo. E soprattutto che si riesca definitivamente a cedere coloro che in tutti questi anni hanno dimostrato di non essere da Inter (Nagatomo e Ranocchia in primis) o di giocare solo quando hanno voglia o per se stessi (Brozovic, Jovetic) e non sono pochi…

  12. Come società il Milan si è dimostrato ancora nettamente più avanti di noi!
    Già a Ottobre è stato individuato Fassone come dir. generale con pieni poteri, che ha scelto il dir.tecnico Mirabelli e insieme hanno confermato Montella e ricostruito la squadra con questa importante campagna acquisti!
    Invece l’Inter con molto ritardo ha confermato Ausilio e ancora più tardi ha scelto Sabatini, così Spalletti dovrà attendere fino a fine Agosto e il nostro “teorico” vantaggio tecnico sarà già sfumato!

    • Insomma: inutile che torni per il prossimo campionato, tanto si sa già come va a finire. Buono a sapersi!
      GLR

      • Per la prossima stagione non mi sono espresso perché manca ancora molto al 31 Agosto, tuttavia non ho alcuna paura a fare OGGI i complimenti ai dirigenti rossoneri che obiettivamente si sono mossi bene nei tempi e nei modi giusti!… Poi il Milan Squadra potrà arrivare 10° in campionato perché è molto complicato assemblare 11 nuovi giocatori, giocando pure in Europa, quando i vecchi sono “bidoni” (e magari si dimostreranno tali anche molti dei nuovi), ma i nerazzurri lo sono altrettanto…

  13. Ciao Gianluca, bentornato!
    I nostri migliori acquisti sono l’ allenatore e una pianificazione da inizio stagione che l’anno scorso sono tragicamente mancati. Questa rosa, con qualche innesto mirato, sarà competitiva. Quali? Fiducia e pazienza! Concordo. Non ci serve lo scudetto dell’estate! Sul Milan l’unica preoccupazione è avere una concorrente in più per i primi 4 posti. Speravo ancora in un’annata di transizione e non di rilancio. Ma va bene così.

  14. Proprio cosi. Sul pezzo, a fari spenti per non sbagliare gli acquisti. Considerando che la squadra, quando ha voluto, era gia’ stata a tratti competitiva, pure negli ultimi due campionati.

  15. Alberto C. // 17 luglio 2017 a 15:52 // Rispondi

    Dico la mia: la squadra 2016/17 non era da buttare, mancava del tutto (per i noti motivi) l’organizzazione, l’amalgama e l’unità di intenti.
    La difesa faceva acqua perchè non c’era alcuna organizzazione in campo, anche la BBC avrebbe preso gol a palate. Credo che l’ossatura, con 3-4 innesti calibrati a sostituire alcuni asini e lavativi, se ben guidata e motivata potrebbe fare molto bene.
    Il Milan ha una squadra del tutto nuova, penso che per quest’anno farà fatica a piazzarsi davanti a noi.

  16. Keita mi piace e quando azzecca la partita fa delle giocate meravigliose.
    E’ un po’ discontinuo ma, se arrivasse, sarebbe il sostituto di Perisic e per me, anche meglio.
    Ma è la difesa che deve migliorare, il nuovo della Samp è un buon giocatore ma non un top. Fisicamente è un macigno ma deve dimostrare di essere un giocatore su cui fare affidamento, agile e scaltro…vedremo.
    Non mi interessa di cosa fa il Milan, anche l’Atalanta e la Lazio erano sulla carta molto inferiori ma, vedremo.

  17. Francesco CANNIZZARO // 17 luglio 2017 a 18:08 // Rispondi

    Ciao Gian Luca,
    mi fa piacere che tu parli ancora di Naingollan.
    Ma non è già dato per fatto dalla Juve?
    Tanti auguri

    • Si, anche Keita, Bernardeschi, Berardi e Schick da mesi sono già tutti della Juve in aggiunta a Douglas Costa, Mandzukic, Dybala e Piaca: l’anno prossimo giocano in 15, grazie ad una deroga della Federazione
      GLR

  18. Keita e dalbert sembrano praticamente presi, se prendi un buon centrale (non mi fido troppo di miranda) poi praticamente te ne manca uno solo cioè il vero top a centrocampo..borja valero uno degli acquisti secondo me più sottovalutati. Anch’io da tifoso fremo ma mai come quest’anno ne bastano pochi ma buoni. L’addio di perisic dispiace ma non ne posso più di musi lunghi sinceramente. Ciao Gianluca sei il milito di top calcio

  19. RobertinoT // 17 luglio 2017 a 19:56 // Rispondi

    Sinceramente sono poco interessato a quello che combina il Milan che cambiando tutta la squadra qualche problema si spera che l’abbia, il Napoli è lo stesso e come minimo arriverà molto in alto. Guardando a chi sta davanti bisognerebbe togliere qualcosa alla Lazio perché la Roma qualcosa l’ha lasciato per strada, l’Atalanta ha perso giocatori importanti e noi abbiamo problemi dietro ma anche a centrocampo per avere un po di interdizione: confido nel dirigente romano. Forza inter

  20. Non siamo una squadra da rifare ma da sistemare con 4/5 innesti di spessore: un centrale, due esterni bassi, un centrocampista ed un esterno (due se parte perisic). Ho fiducia ma la cosa che mi lascia perplesso è il dovere lavorare in questi mesi fondamentali con giocatori che partono dalla seconda linea. Sono dell’idea che ad oggi, per poter svolgere un lavoro ottimale, si doveva essere con almeno l’80% della squadra titolare e tener gli ultimi giorni per i colpi di finitura. Che pensi? Amala

    • Ho già risposto: preferisco prenderne pochi e buoni, anche gli ultimi giorni piuttosto che tanti e tutti da verificare nel nostro calcio, come si è sempre fatto. E se non ci riuscirò, vedrò se il valore di quelli che ho, a cominciare da Joao Mario e qualcun altro, è così pessimo come ho visto l’anno scorso
      GLR

  21. Ciao Gianluca sono quasi..completamente d’accordo con te ..però permetterai che qualche domanda viene spontanea. Ammesso che sia tutto come dici tu (e lo spero), ma allora perchè vantare nei mesi scorsi la disponibilità e la capacità di comprare anche i più grossi top player e ora dire che non possiamo permettercelo? Mica le ho dette io certe cose, erano su tutti i giornali..l’unica speranza è che sia come dici tu..ci stanno prendeno in giro? Ciao forza Inter

    • Beh, certo se uno legge i giornali di luglio e prende tutto per oro colato, capisco….io invece dopo 30 anni scelgo diversamente i miei interlocutori e cerco di far tesoro di quello che ha detto Spalletti il primo giorno. Qui da anni si fanno cose, e non si ottiene nulla, quindi bisogna cambiare qualcosa, a cominicare dai mercati di figurine
      GLR

  22. Non capisco tutta questa preoccupazione. Anzi non capisco la fretta nel dover acquistare giocatori solo perché un’altra squadra spende. Di figurine se ne sono comprate tante in questi anni. Ora bisogna comprare giocatori/Uomini seri. I tifosotti stiano quieti che il mercato chiude il 31 agosto.

    • Parola al vento che grazie al cielo dovrò ripetere ancora per pochi giorni, visto che poi trasvolerò l’Oceano e tornerò solo quando si farà sul serio.
      GLR

  23. Credo che visti i risultati e i fallimenti anche avendo speso oltre i 100 milioni in fase di calciomercato..molti giocatori visti passare e altrettanti allenatori, l’unica cosa che spero è vedere una squadra “giocare” a calcio. Anche se la cosa può sembrare elementare! Non mi interessa chi scenderà in campo, spero solo di vedere una stagione serena.capisco che sarà impossibile! Mi godo l’estate senza stress del risultato..ma vedo che già pressione per i pochi acquisti e le amichevoli!

  24. Che abbiamo bisogno di qualche rinforzo mi pare ovvio, ma comprare per comprare non ne vale la pena. Personalmente più che comprare campioni che costano tanto investirei nel settore giovanile. Se certe squadre europee riescono a sfornare buoni giocatori ci sarà un motivo. Invito quei tifosi che sono andati a contestare la squadra a brunico, ad andare a fare la stessa cosa in Cina. L anno scorso mancini quest’anno i tifosi, ma basta lasciamoli allenarsi in pace.

    • Figurati: già a me fa ridere uno che fa le vacanze con famiglia al seguito della propria squadra del cuore, a meno che non abbia qualche valido motivo, pensa chi poi va là per contestare ai primi giorni di ritiro
      GLR

  25. Tutto vero ma bonucci non potevamo prenderlo noi no troppo avventato non esageriamo propongono un prestito alla famiglia Suning
    Sopporto tutto ma non Duncan all’Inter
    Grazie

  26. Ho fiducia. Mancano 45g alla chiusura del mercato e Luciano sta ancora lavorando/capendo l’attuale rosa che non può essere buttata tutta nel cesso anche se alcuni giocatori sono sopravvalutati. Mi aspettavo però che per un 80% della rosa titolare ad oggi fosse definitiva invece si parla di 4/5 innesti (perisic escluso). La cosa che mi preoccupa è diverso trovare all’ultimo ad amalgamare i nuovi quando il tempo per gli esperimenti è questo. Il fine mercato è per i colpi ad effetto o rifinitura…

    • Ma è ovvio che se cambi allenatore e dirigenti operativi ogni anno, anzi ogni tre mesi come vorrebbe qualche demente che si picca di cambiare di calcio, i tempi si allungano ed è quindi difficile avere lì80% della rosa titolare in Cina e francamente non serve nemmeno averla
      GLR

  27. Alessandro // 18 luglio 2017 a 08:57 // Rispondi

    Non è tanto il mercato in entrata, a preoccuparmi. Non riusciamo a scrollarci di dosso zavorre comprate per sbaglio e che porterebbero soldi, pochi o tanti che siano, abbassando il monte ingaggi. I nomi li conoscete benissimo. I top player arriveranno, anzi: Borja lo è, eccome. Però non si può avere una rosa infinita. Lo stesso Perisic ci insegna che non si può chiedere la luna per un giocatore sì forte, ma reo di un calo psicofisico che ha fatto naufragare l’attuale squadra di appartenenza.

  28. mi fido ciecamente di Sabatini e di Spalletti e non ci tengo assolutamente a seguire il Milan che ha comprato giocatori che non fanno la differenza e li ha strapagati. Se avessimo preso noi Bonucci e Biglia a quei prezzi ,essendo già oltre i 30 ci sarebbe stata la sollevazione di tutti i ns pseudo operatori esperti di mercato. A me sembra tutto chiaro, serve un terzino sx, un grande centrocampista, un centrale di difesa e un esterno di attacco. 4 giocatori ma che facciano la differenza. STOP

  29. L’attesa mi sta benissimo, non sono certo un fanatico del tutto e subito. Quel che mi deprime (e che trovo incomprensibile) è che noi ipervalutiamo chiunque. Tristi recenti esempi: Kondogbia, Joao Mario e Gabigol (su cui è meglio tacere…) come è possibile che noi paghiamo ogni giocatore almeno il doppio del suo reale valore? Ci sta che non si punti a campionissimi, anche alla luce dell’attuale appeal, però perchè dissanguarci per dei non fuoriclasse?

    • Perché negli ultimi anni hanno lavorato come dilettanti allo sbaraglio. Troppe teste, troppe correnti, scelte di pancia senza alcuna programmazione. Infatti è giusto pretendere che quest’anno si lavori in modo diverso, a cominciare dai calciatori
      GLR

  30. Gianluca80 // 18 luglio 2017 a 10:09 // Rispondi

    Caro GLR, io condivido completamente la tua analisi della situazione. Personalmente credo che maggio 2018 sarà la prima scadenza per fare un bilancio concreto del lavoro di Spalletti e Sabatini. Per il mercato è tutto ancora da vedere e sono fiducioso, anzi preferisco buoni calciatori professionisti di medio profilo, che top player capricciosi e narcisisti visto che dobbiamo dedicarci solo al campionato.
    Comunque dopo la tempesta c’è sempre il sole….FORZA INTER!

  31. “Serve fiducia e pazienza” riparto da quest’ultima frase dobbiamo averne in primis perchè credo che un annata brutta come questa sia irripetibile (me lo auguro), e poi dar fiducia a dirigenza e staff tecnico è il minimo a luglio, poi vero i cugini hanno fatto acquisti: avessero preso CR7 beh sarei preoccupato, l’unico che avrei voluto è bonucci ma ha 30 anni, non 19 cmq è gobbo (scherzo). Spero si stiano gettando le basi per una squadra che “duri” nel tempo e non solo per un annata. ciao Davide

  32. Hai voglia! Parlare di fiducia e pazienza al tifoso interista che da sette anni non vede che macerie, che per la prima volta dopo il triplete sognava una campagna acquisti col botto ed invece deve stare a guardare i cugini, che sente Sabatini dire che la rosa è già forte (e viene presa a pallonate da una squadra di B tedesca),c he sente parlare i Di Maria Vidal, Sanchez e poi arriva Vecino, va beh se lo dici tu aspettiamo! Max

    • Ma che aspettiamo? Io fossi in te l’Inter non la seguirei più…è tutto finito…Invece gli altri nelle amichevoli coi tedeschi vanno alla grande…Purtroppo chi non ha mai fatto un giorno di sport in vita sua manco a livello amatoriale non capisce la differenza di preparazione tra chi comincia il campionato tra due settimane e chi tra più di un mese.
      Ogni anno leggo le stesse minchiate…potrei scrivermele da solo…
      GLR

      • Peccato che gli altri perdono con squadre di A è la nostra era di serie B comunque se tu sei contento così…

        • Mi sembra di discutere con un bambino di sei anni, ma provo a farlo un’ultima volta. Ma hai letto la formazione che ha giocato col Norimberga? Secondo te quando fai la preparazione conta la serie in cui militi o il fatto che uno comincia il campionato in 2 settimane e l’altro in un mese. Io non sono contento di nulla, anzi francamente sono piuttosto a disagio a dover spiegare cose alle quali arriva anche mia mamma che pensa che il calcio sia un minerale! Grazie a Dio sei uno dei pochi che non arriva a capire che non è dal secondo o da prossimo test estivi e per di più con 3-4 titolari in campo per una manciata di minuti che uno deve farsi un’idea. Se non ci arrivi proprio, non importa…mi capita ogni estate, come quando dovetti spiegare Lucento-Juve 3-2 a un altro che scrisse.
          GLR

  33. Di pazienza ne abbiamo, da sempre, basta vedere l’affluenza di pubblico per ogni partita che testimonia una passione e fiducia molto forti.
    Si vuole integrare la rosa? Si prendano 3 top che alzino il livello della squadra. In più vedere il mercato dei gonzi da fastidio, per rapidità ed efficacia. Forza Inter

    • Se fai mercato al volo e fin troppo abbondante come l’anno scorso ovviamente non va bene perché giochi alle figurine, se ti prendi il tempo giusto per provare a fare acquisti mirati non va bene lo stesso…ogni anno sono sempre più divertito dal del tifoso medio e dalla sua incoerenza e soprattutto dal suo bersi nomi fatti da chi fa il mio mestiere e che deve occuparsi di calcio 24 ore su 24 e che nessuno dell’Inter ha mai fatto. Mah….
      GLR

      • ROBERTO SCIBETTA // 18 luglio 2017 a 17:05 // Rispondi

        OK Gianluca, visto che chi manifesta un po’ li (lecita) preoccupazione viene da te sbeffeggiato, ti chiedo: dovremmo essere felici e fiduciosi di quanto visto fin ora? Skriniar, Borja Valero e stop?
        Del fatto che ora tutti (incluso l’allenatore) parlano dei “nostri due direttori sportivi”, come se prima non ci fosse già abbastanza confusione in società su chi prendeva le decisioni?
        Del fatto che l’allenatore ha già “recriminato” sulle promesse che gli sono state fatte (ha messo le mani avanti)?

        • Lecita? A luglio non c’è nulla di lecito per chi mastica un po’ di sport attivo ma se volete già darvi fuoco per me fate pure….secondo me invece Borja Valero per cominciare è un ottimo acquisto per un centrocampo male assortito qual è stato il nostro nell’ultima annata…e quello che voi dite su Spalletti e Sabatini non è quello che vedo io…tutti hanno detto? Ma tutti chi? Dipende chi e cosa si vuole ascoltare e vedere…
          GLR

  34. Se contassimo gli scudetti vinti dall’Inter sotto l’ombrellone, la nostra maglia neroazzurra sarebbe come una parte della bandiera degli U.S.A. Per rimanere in tema, non credo che “le stelle staranno a guardare!” Forza Inter!!

  35. premesso che un giudizio definitivo si potrà dare solo l’1 settembre, mi pare che si stia perseverando nel vizietto (degli anni scorsi) di pagare giocatori tutto sommato normali a cifre spropositate. Poi magari mi sbaglierò. A me non interessa il colpo ad effetto ma che si costruisca una squadra senza equivoci tattici o doppioni nei ruoli e che abbia un allenatore capace di dare motivazioni e disciplina. Ce la faremo quest’anno? Amala

  36. Ogni anno si faceva il mercato Faraonico e pure l’anno scorso con spese oltre 100 Mil. I risultati sono evidenti a tutti: stanno con fatica svendendo gli acquisti sbagliati fatti in questi ultimi anni. Quindi concordo con la società di cambiare strategia e di ponderare ogni acquisto senza farsi ricattare dai prezzi altrui. Preferisco anche un nome magari sconosciuto ma che alla fine si rileva un giocatore azzeccato. Mi piacerebbe avere Darmian così da avere un altro italiano in squadra.

  37. Massimiliano // 18 luglio 2017 a 16:12 // Rispondi

    ti scriviamo mentre siamo a Santa Cesarea dove crai e buscrai sono di casa come tu ben sai. Mia moglie è salentina, di Collepasso e ogni anni porto mio figlio almeno due/tre settimane nel bellissimo mare salentino. Concordo nel dire che manca ancora tanto alla fine del calciomercato ma i o il top player di cui parlava Zhang jr ancora non si vedono/vede e questo ci preoccupa un po’….cari saluti. Max e Jacopo

  38. susanna conti // 18 luglio 2017 a 16:15 // Rispondi

    Sono una tifosissima interista un po’preoccupata per il nostro mercato ma hai perfettamente ragione, attendiamo il 31 agosto prima di sparare sentenze. Se un giocatore lo prende il Milan è un supercolpo, se lo prende l’Inter il giudizio più benevolo è che è una pippa. Come diceva il grande Mou p….intellettuale.

  39. GLR, non sono agitato per il mercato di luglio, aspetto però con fiducia i giusti acquisti in tempi ragionevoli e convenienti. Prima si inserisce un giocatore nel gruppo e prima si amalgama e diamo a Spalletti il tempo di lavorare. Guardando al ruolo dico che non mi sarebbe dispiaciuto che Bonucci venisse da noi, non mi è per nulla simpatico ma credo che come centrale ci avrebbe fatto parecchio comodo, vediamo chi arriverà… Keita mi piace, per quanto riguarda Nainggolan, magari! Forza Inter.

  40. Concordo con te Gianluca, e aggiungo: il clima di pressione e di cappa negativa mediaticamente creata ed ingenuamente creduta vera dai tifosi mi sembra il primo attacco di “prostitusione intellectuale” nel tentativo di destabilizzare Spalletti e squadra prima ancora di cominciare. Stavolta, però ho la sensazione che non ci riusciranno: Sabatini mi sembra uno che possiede la qualità – che so che apprezzi – di fregarsene delle opinioni di media e – soprattutto – dei tifosi.
    Forza Inter!

    • Sinceramente la smetterei con queste citazioni sulla prostituzione intellettuale, visto che i primi a sputare sull’Inter non sono i giornalisti ma i suoi stessi tifosi: basta che ti leggi cosa pensano un paio che hanno scritto qui. Sempre scontenti, sempre negativi…Meglio perderli che trovarli, insomma…loro si vedono già all’8-9° posto col Milan Campione d’Italia e sinceramente non me ne fraga nulla nemmeno di fargli cambiare idea: gente che alla prima amichevole estiva che non finisce 5-0 cambierebbe allenatore e chissà cos’altro…Dire che stanno lavorando male tanto per dire non lo faccio. Se sarà stato un altro anno difficile lo dirà il campo. Sinceramente sono molto più fiducioso di altri anni.
      GLR

  41. Anch’io, decisamente più fiducioso. Però Mourinho e i suoi epigrammi – anche se estratti dal cinturone a sproposito – sono ineliminabili, concedimelo! Anche perché, se i tifosi sono il primo ostacolo…well, then media are close followers!
    Un saluto nerazzurro da Vancouver

    Giulio

  42. Giovanni Ridolfi // 18 luglio 2017 a 19:17 // Rispondi

    Hai ragione su tutto…anche in difesa vorrei vedere Miranda in panchina…per il calciomercato stiamo solo a vedere e aspettare qualche campione che può arrivare ma solo alla fine di agosto anche perché di mezze cartucce ne abbiamo in abbondanza. Aspettiamo e preghiamo che arrivino 3/4 colpi di livello medio alto. I Nainggolan e Vidal sono troppo difficilI da prendere, comunque meglio provarci fino alla fine…solo con questi si pUò fare il salto.

  43. Gianluca, ma un ritorno di Ibra lo vedi così impossibile e/o senza senso?
    Grazie

    • Ibra non è mai senza senso, ma all’Inter ci credo poco…anche se lui è uno che in Italia andrebbe ancora bene dovunque e per chiunque.
      Lo dico perché c’è gente che mica capisce che il mercato va sempre modulato a seconda delle forze tecniche che si hanno a disposizione. Se l’Inter avesse preso Ricardo Rodriguez, prima seguito e poi mollato da Juve e da noi (vedremo se a torto o a ragione) o Andrè Silva alle cifre a cui poi li ha presi il Milan, oggi alcuni direbbero che si sono buttati via un sacco di soldi per due giocatori tutti da verificare nel nostro calcio, mentre altri sono come i bambini con le figurine: li vogliono senza nemmeno domandarsi quali profili servano all’Inter. Insomma, c’è il tipico tifoso da asilo che qualunque calciatore veda finire altrove, anche se non lo conosceva fino a ieri, ora lo vorrebbe lui e se glielo fai notare si offende pure, come se nella vita il tifoso di calcio fosse un professionista iscritto alla Camera del Lavoro e non uno status con pulsioni assolutamente temporanee e opinabili
      GLR

  44. Giusto lasciare andare a 50/55 un Perisic demotivato, però secondo me il croato è insostituibile in un 4-2-3-1. Nel senso che l’Inter non può arrivare a un giocatore più funzionale di Ivan per quel modulo. Per questo, venduto lui, opterei per le due punte e un trequartista – spostando Candreva interno, sfruttandone corsa tiro e inserimenti.
    Mattia

    • Capisco ogni discorso tattico ma non essendo ancora arrivati alcuni giocatori si rischia di parlare e scrivere a vanvera. Torno a dire che qui parlo di mercato dopo i comunicati ufficiali e di tattica quando si sarà delineata la squadra con tutte le alternative a disposizione. Altrimenti questo sito che è di commento e di cronaca rischia di diventare una delle tante trasmissioni tv di chiacchiere che faccio tutti i giorni e non posso farmi ‘concorrenza’ da solo! Qui insomma cerco di tirare le fila una volta chiusi i discorsi aperti o del tutto inventati in altre mille sedi web, stampa, radio e tv.
      GLR

  45. Ciao GL, se posso, credo e mi auguro che questa attesa sia dovuta al fatto che si stiano cercando player importanti, non dimentichiamo che non facciamo coppe europee e quindi è più difficile, anche se solo il fatto di essere l’Inter con un progetto importante dovrebbe bastare. In più aggiungo che alcuni giocatori seguiti dall’ Inter sono “vincolati” dalle strategie delle loro rispettive squadre. Es, il PSG prima di cedere Di Maria o il Manchester Martial, deve comprare un attaccante. Calma e gesso

  46. Claudioeffedeejay // 19 luglio 2017 a 12:58 // Rispondi

    Lavoro coi cinesi da oltre 10 anni, anche più ricchi di Suning, e ho imparato 2 cose: hanno rispetto dei soldi, e non fanno mai due volte lo stesso errore. La lentezza sul mercato ha una sola ragione: i 100 milioni buttati nello scorso esercizio. Mi ricordo che tu ci scherzavi e dicevi chi i soldi non fossero un problema, mentre io a vedere Joao Mario e Gabigol in panchina già immaginavo un’estate come questa.

  47. Cari tifosi ragionate con la Vs testa. Nell’era di internet si gioca a chi la spara più grossa. L’inter compra a 5.5 mln più bonus B. Valero e per gli esperti è vecchio, il milan compra il “giovanissimo” (un anno più giovane) Biglia a 20 mln ed è l’affare del secolo. Io mantengo l’ottimismo: abbiamo una rosa di nazionali. L’anno passato con tutti i suoi allenatori fa poco testo. Tengo il buono del filotto di risultati di Pioli. Amala

Lascia una risposta

Le 4 regole del commentario:
1. Siate educati: i commenti ad personam saranno ignorati
2. Scrivete in italiano, il congiuntivo non è una malattia degli occhi!
3. Non è una chat: se volete conversare tra voi, io che ci sto a fare?
4. La lunghezza del commento non può superare i 500 caratteri (spazi compresi)
Viva l’Inter!


*

 caratteri disponibili