Il Giorno – Bar dello Sport 83

Pubblicato su Il Giorno, domenica 13 agosto 2017

Ferragosto di chiacchiere
Se credevate che almeno a Ferragosto i nostri petulanti chiacchieroni potessero prendersi una pausa dal loro inutile chiacchiericcio pallonaro siete fuori strada. Niente vacanze per i nostri eroi che, fuori dal Bar dello Sport, non saprebbero proprio dove andare.
L’assicuratore interista Walter anche quest’anno si e’ inventato la balla dell’ennesima vacanza di coppia esotica saltata in extremis. Nessuno ha mai visto le tante fidanzate decantate dal Walter, ma per quieto vivere fanno tutti finta di crederci, pur ridacchiando di nascosto.
Il carrozziere juventino Ignazio invece si e’ proprio rifiutato di tornare nel suo paese natale, Girifalco, in provincia di Catanzaro, perche’ non ha perdonato il parentado per le crudeli prese in giro del dopo Cardiff, mentre l’impiegato delle poste romanista Tiberio se ne sta alla larga dalla sua Capitale per via dei troppi turisti.
Il tassista milanista Gianni preferisce invece lavorare, cosi’ come l’idraulico napoletano Gennaro, che con le urgenze di Ferragosto, parole sue, arriva a mettersi in tasca l’incasso di sei mesi.
Ma anche in questi giorni c’e’ trippa ‘dialettica’ per i nostri aggressivi gattacci, col primo vero atto ufficiale della stagione 2017-18, la Supercoppa italiana tra Juventus e Lazio. E i nostri per l’occasione sono gia’ schierati. Da un lato, il carrozziere juventino Ignazio, spalleggiato temporaneamente dall’impiegato delle poste romanista Tiberio, in ovvia veste anti-laziale, dall’altro, come al solito, il resto del gruppo, con la dichiarata speranza che questa prima partita ufficiale della stagione segni l’inizio dell’atteso declino bianconero.
In mezzo, a moderare gli interventi piu’ assurdi, l’anzianissimo pensionato Ambrogio sa come si crea un buon ambiente: “Manco a Ferragosto voi scappati di casa riuscite a trovare chi vi sopporta!”
Insomma, sempre una buona parola per tutti!

Lascia una risposta

Le 4 regole del commentario:
1. Siate educati: i commenti ad personam saranno ignorati
2. Scrivete in italiano, il congiuntivo non è una malattia degli occhi!
3. Non è una chat: se volete conversare tra voi, io che ci sto a fare?
4. La lunghezza del commento non può superare i 500 caratteri (spazi compresi)
Viva l’Inter!


*

 caratteri disponibili