Il Giorno – Bar dello Sport 58

Pubblicato su Il Giorno, sabato 18 febbraio 2017

Il Napoli chiama San Gennaro
Tristezza vera al Bar dello Sport per l’idraulico napoletano Gennaro. Il buon partenopeo si era preparato per tempo al big-match di Champions League con Real Madrid. Da una settimana si presentava con al collo la sua sciarpa sgualcita dell’epopea di Maradona, stringendo in mano un gigantesco cornetto anti-malocchio, insieme ad amuleti di ogni sorta. Ora, al di là della scaramanzia, il 3-1 patito al Santiago Bernabeu lo ha distrutto psicologicamente e così piange come una fontana, vanamente consolato dai tanti rivali di mille battaglie dialettiche. Solo uno non lo risparmia nemmeno in questo momento. E’ sempre lui, il più infido di tutti, l’animaccia nera, anzi bianco-nera, del Bar dello Sport, il carrozziere juventino Ignazio che lo martirizza senza pietà: “Voi napoletani non siete proprio tagliati per certe cose – sospira sarcastico – bel cinema ha fatto il vostro Presidente De Laurentiis dopo la scoppola. Ed è ora ci torni al cinema, mettendo in cartellone un’altra bella sceneggiata partenopea!”
La reazione collettiva, guidata dall’Assicuratore interista Walter, da sempre il più acerrimo rivale dell’Ignazio, è rabbiosa: “Tu devi solo stare zitto – gli ringhia furioso – sta per arrivare l’ora fatale per la tua Juventus, la squadra che ha perso più finali al mondo. Quando andate in Europa, mica trovate noi. Lì c’è poco da rubare e ci sarà da ridere!”
Annuiscono l’impiegato delle Poste romanista Tiberio e il tassista milanista Gianni, che enumera per l’ennesima volta tutte le finali europee perse dai bianconeri, sottolineando soprattutto quella del 28 maggio 2003 all’Old Trafford di Manchester, quando la Juve perse ai rigori proprio contro il suo Milan. Così l’Ignazio si ritrova ancora una volta solo contro tutti, ma prova a far spallucce, mentre l’anziano pensionato Ambrogio, mosso a compassione, tenta di rialzare il morale dello spento idraulico napoletano: “La speranza è l’ultima a morire – ammonisce la platea – e chissà che al ritorno contro il Real non scenda in campo anche San Gennaro!”

Lascia una risposta

Le 4 regole del commentario:
1. Siate educati: i commenti ad personam saranno ignorati
2. Scrivete in italiano, il congiuntivo non è una malattia degli occhi!
3. Non è una chat: se volete conversare tra voi, io che ci sto a fare?
4. La lunghezza del commento non può superare i 500 caratteri (spazi compresi)
Viva l’Inter!


*

 caratteri disponibili