3C: Inter-Spal 2-0

MARCATORI: Icardi al 27’ p.t.; Perisic al 43’ s.t.
INTER (4-2-3-1): Handanovic; D’Ambrosio, Skriniar, Miranda, Dalbert; Gagliardini, Valero (dal 32’ s.t. Vecino); Candreva (dal 43’ s.t. Eder), Joao Mario (dal 21’ s.t. Brozovic), Perisic; Icardi (Padelli, Berni, Ranocchia, Nagatomo, Vanheusden, Karamoh, Eder, Pinamonti). All. Spalletti.
SPAL (3-5-2): Gomis; Salamon, Vicari, Vaisanen; Lazzari, Schiattarella, Viviani (dal 40’ s.t. Bonazzoli), Mora (dal 33’ s.t. Grassi), Costa; Paloschi (dal 21’ s.t. Antenucci), Borriello (Poluzzi, Marchegiani, Felipe, Cremonesi, Bellemo, Konate, Mattiello, Schiavon, Vitale). All. Semplici.
ARBITRO: Gavilucci (Latina).
NOTE: spettatori 57.235. Ammoniti: Vicari, D’Ambrosio, Gagliardini per gioco scorretto; Mora per proteste. Recuperi: 2’ p.t.; 5’ s.t.

42 Commenti su 3C: Inter-Spal 2-0

  1. Pasquale Somenzi // 10 settembre 2017 a 17:35 // Rispondi

    Il gol di Perisic ha spezzato una tradizione, infatti nei 16 precedenti di campionato disputati a Milano quando l’Inter aveva segnato su rigore la partita era sempre terminata 1-0. Altra tradizione spezzata è relativa al 10 settembre, data in cui in campionato l’Inter non vinceva dal 1933.
    Una tradizione che invece ha prevalso è che quando Inter-Spal si gioca in un anno che finisce col 7 finisce sempre 2-0, era capitato infatti nel 1967 e nel 1957. Se fosse arrivato il terzo gol, l’Inter avrebbe segnato almeno 3 reti in tutte e 3 le giornate ed un inizio tale comunque non si verifica ormai dal campionato 1950/51.
    Con Spalletti l’Inter ha vinto 3 partite su 3 con almeno 2 gol di scarto in campionato e l’ultimo a riuscirci era stato Mourinho in occasione del Triplete: Inter-Juventus 2-0 – Inter-Atalanta 3-1 e Lazio-Inter 0-2: era aprile /maggio 2010.
    In prospettiva prossimo turno, l’Inter affronta una delle 4 trasferte di campionato dove non ha mai vinto, ovvero Crotone, Salernitana, Benevento e Sampierdarenese.
    Pasquale.

  2. Vittoria meritata contro un ottima Spal. Da evitare, però’, i cali di tensione, per essere competitivi con il gruppo di testa.

  3. E’ stata più dura del previsto. Dalbert rimandato a…ottobre! La nostra cartina al tornasole sarà quando avremo qualche assenza “pesante” Adesso vincere a Crotone…ci sono riusciti i cuginastri che sono dietro….

  4. bene così. niente di eccezionale, ma squadra tosta e compatta. spal buona squadra, dovrebbe dare filo da torcere a tutti. unica nota dolente: brozovic. è di una indolenza unica, non si potrà mai puntare su di lui.
    comunque: 9 punti dopo le prime tre partite non ci avrei mai scommesso!

  5. Una buona partita contro una squadra che non si e chiusa. Difesa solida, buone geometrie di gioco, ottimo periodic (l’anno scorso non ricordo una partita in cui si e sacrificato tornando in difesa) personalmente ci manca un giocatore che faccia la differenza a tre quarti del campo amen non c’è lo abbiamo però soffriamo sempre un po’ per chiudere la partita. Comunque bene 9 punti e andiamo avanti così. La corsa va fatta su roma e Milan
    Ciao GLR
    AMIAMOLA SEMPRE

  6. Roberto Tirelli // 10 settembre 2017 a 18:49 // Rispondi

    Digestione perfetta, di oggi mi tengo il risultato. Non abbiamo rischiato molto, 2 volte almeno, abbiamo corso male e quel che è peggio non correva la palla. Provo a spiegare, vuoi dire che quelli della Spal erano in campo con un gas soporifero? Altrimenti non si capisce perché, dopo la rete di Peresic, si siano svegliati tutti rischiando di chiudere con altre reti. Scusa ma sono contento è la prima volta dopo anni che sento coesione tra società allenatore giocatori e pubblico. Amala…

  7. E’ vero, non siamo ancora perfetti, troppi palloni persi a centrocampo, qualche pericolo corso in difesa ……. ma godiamoci questa terza vittoria. Spirito di sacrificio, voglia di aiutarsi, pressing, pubblico da grande evento…… avrei firmato per tre vittorie cosi, compresi i pali della Roma ! Buona Inter a tutti !

  8. 3 punti preziosi ottenuti con una prestazione non brillantissima, ma, se calcoliamo che in altri periodi l’Inter riusciva nell’impresa di fare figuracce contro compagini di questo livello, direi che va benissimo così.
    Vedo una squadra compatta, anche se resta il difetto di lasciare l’iniziativa per lunghi tratti di gara agli avversari.
    Domanda: com’è ‘sta storia che con la tecnologia della moviola in campo (non riesco ancora ad abituarmi al termine VAR) i rigori a nostro favore arrivano?…

    • Quando ci sono arrivano a favore di tutti, Juve compresa: vedi giusto calcio di rigore col Genoa che dal vivo nessuno aveva visto.
      GLR

  9. Ciao GLR, posto che sono d’accordo con le tue parole, devo dire che l’editoriale versione “video”, per quanto pertinente, manca di quella violenza lucida, imprescindibile, che spesso alimenta il rapporto con noi lettori. Just think about it, man.

    • Lo so, ma è più rapido e comunque i video-editoriali saranno solo sulle partite. Per il resto continuerò a scrivere.
      GLR

  10. Bello. Editoriale perfetto e realista. Ti ho sentito molto realista. Non siamo perfetti. Potevamo fare meglio, ma la squadra è questa. Domanda: viste le caratteristiche di Dalbert e Cancelo, una difesa a 3 con Dambroeus centrale come la vedi? Skriniar sembra un fenomeno

  11. Partita nella norma. La Spal comunque non aveva 0 punti. Perisic e Icardi sono una garanzia! Se solo Suning non faceva voltagabbana…..con un paio di grandissimi acquisti eravamo da scudetto!!! Mannaggia

  12. Contro squadre chiuse e pure ben organizzate in difesa è sempre difficile, ecco perché non ha senso giudicare il gioco o i singoli, soprattutto quando chiaramente non siamo ancora in forma e per di più dopo la settimana di pausa per le nazionali, con i rientri all’ultimo.
    Mi aspettavo di soffrire un po’ ma l’importante è che l’obiettivo è stato centrato: VINCERE! Si alimentano così fiducia ed ottimismo e all’inizio è molto utile, a condizione di non montarsi la testa con idee da scudetto!

  13. L’importante è vincere ! Stop !! alla fine contano solo i 3 punti .. Restiamo coi piedi per terra un passo alla volta e sempre rimanere con la giusta concentrazione poi vediamo tra qualche mese dove siamo .. gli altri lasciamoli parlare … poi che dire 57000 a San siro con la spal ?!? Ma vogliamo dire che siamo i tifosi number one ?? Altro che Juventus stadium che con 4 polli e 4 conigli è già sold out !! San siro forever !! Forza ragazzi dobbiamo rifarci quest’anno … forza indaaaaa !!!

  14. Va beh, dài, GLR… La compagine spallina (grande, la comparsa della tua dell’Esercito :-) ) ci ha creato qualche problema, ma non ci ha preso a… spallate. OK, OK… con questa vado a nanna.
    Ciao, Rob

  15. Solita svagatezza? Forse. Poca precisione sottoporta? Forse. Qualche disattenzione di troppo dietro! Forse. Ma ho guatdato anche Chievo-Juve e Bologna-Napoli… e ho visto le due grandi correre ben piu rischi rispetto a noi… Avanti cosi! Sono ancora fiducioso nel nostro grande potenziale di miglioramento collettivo!

  16. Il gol di Perisic vale da solo il classico prezzo del biglietto.
    Avanti così.
    Claudio – Parma

  17. Molto soddisfatto. I giocatori hanno voglia e piglio giusto rispetto alla caduta dell’anno scorso. Merito di Spalletti che armonizza ed incentiva lo spogliatoio. A livello tecnico occorrono i goal di altri (tra centrocampisti ed utilizzo più frequente di Eder) …potenziare la velocità di corsa di Gagliardini, e elevare la prestazione di Dalbert.

  18. Concordo con te sul fatto che conta l’albo d’oro, quindi ad oggi 3 vittorie 9 pti in classifica e a fine campionato si tirano le somme.

  19. A mio avviso ottima prova della corsia di destra con D’Ambrosio e Candreva, secondo me tra i migliori in campo. Skriniar è fuori concorso.
    è incredibile come il vicino di seggiolino inveiva constantemente contro D’Ambrosio e in parte contro Candreva, per poi esplodere in un’apoteosi di rabbia con Brozovic!
    Nell’Interista medio, deve esserci sempre qualcuno su cui sfogare la rabbia! :)

  20. Forse qualcuno si aspettava una goleada e invece abbiamo trovato una squadra (la Spal) molto organizzata che ci ha messo in difficoltà in più di un’occasione. Comunque il 2-0 finale non è da buttare e neppure il gioco espresso dalla squadra. Sono quindi soddisfatto dell’Inter, ma ciò che più mi ha reso felice in questa giornata è stata la scoppola del Milan a Roma (gigantesca Lazio!)

  21. Godiamoci il momento il miglior acquisto e’ il mister.

  22. Manca velocità ed aggressività, ma ci sono i risultati che aiutano parecchio.
    Tempo al tempo, anzi al buon Spalletti.

  23. Siamo alle prime partite e ci diciamo contenti. Poi per proseguire bene, anzi meglio, occorre lavorare e raggiungere un rendimento migliore (Brozovic, Joao Mario!?). La Juve ed il Napoli hanno oggi un quid in più (a centrocampo) ed in attacco più risorse e possibilità. Comunque, va bene : non abbiamo mica speso poi tanti soldi (per ripetere un mantra che Montella ha ripetuto – perculando la beneamata – per tutta l’intera stagione scorsa). Nemesi!? A volte, gli spruzzi … ritornano.

  24. Ponente nerazzurro // 11 settembre 2017 a 11:24 // Rispondi

    Vittoria un po’ sofferta, ma vittoria. Non dimentichiamoci che la Spal è uscita imbattuta dalla partita all’Olimpico contro la Lazio, che ieri ha rifilato quattro pappine all’altra squadra di Milano.

  25. Giulio Azzoni // 11 settembre 2017 a 11:32 // Rispondi

    a te che riguardi le partite, Dalbert è sembrato un po’ timido e bloccato ma di pasta buona oppure un mediocre?
    La mia sensazione, speranzosa, è che la stoffa ci sia (vedi la scivolata in recupero su Lazzari, quella dello scampato infortunio) ma vada opportunamente sgrezzata, contando sulle capacità formative di Spalletti. Come la pensi? Saluti, viva l’Inter

  26. A parte Juve e Napoli , che sono più forti di noi, possiamo competere con Milan e Roma e, forse, Lazio, per entrare in Champions. Spero che Spalletti sia la garanzia per gestire i periodi in cui le cose non andranno bene. Dalbert un pò timido ma siamo solo alla prima partita e mezzo.Bene Gagliardini e molto bene Skriniar che sta rendendo molto più del previsto. Ora si pensi solo alla prossima col Crotone; non abbiamo vinto nulla e siamo solo alla terza giornata.

  27. Partita insidiosa, vuoi per la ripresa dopo sosta Nazionali, vuoi per il rischio di sottovalutazione avversario. Invece seppur non brillantemente, merito anche di una pugnace Spal, i nostri hanno superato anche quest’ostacolo. Poi è ormai sbocciato l’amore del popolo interista per Ubaldo(Skriniar), come lo chiama GLR per non nominare quell’odioso nome; ha tutto quello che dovrebbe avere un buon difensore: dedizione, concentrazione per tutta la partita ed essenzialità e precisione nei disimpegni.

  28. Temevo più questa partita che quella con la Roma; le partite dopo la sosta delle nazionali sono sempre molto insidiose. La Spal era si poco incisiva ma molto organizzata e veloce; aver vinto non è cosa da poco. Mi sembre che si è sofferto un po’ più del “giusto”. Dalbert senz’altro da rivedere (comunque mi è sembrato un po’ superficiale nei disimpegni) così come Miranda (scellerato nell’imbucata di Paloschi). Amala.

  29. Questa partita in un certo senso era più insidiosa rispetto a quella con la Roma perché dovevamo confermarci e avevamo tutto da perdere. Direi che va benissimo il risultato che ci consente di viaggiare a punteggio pieno, però la squadra deve ancora migliorare: ci vorrà ancora un po’ di tempo per giudizi attendibili. Bene Gagliardini dopo un periodo opaco. I cuginastri? Più di 200 milioni spesi e sfottò per tutta l’estate per essere poi ridicolizzati dalla Lazio cui starei attento: è forte!

  30. Ciao GLR,
    La prestazione è a mio avviso da valutare molto positivamente, le partite dopo il rientro dei nazionali sono sempre molto difficili (7-8/11 della squadra era in nazionale) e facilmente le squadre di vertice le pezzano, la SPAL di per se non mi sembra nemmeno una squadra materasso.
    La prestazione di Dalbert, non è così negativa come si pensa qualche sbavatura e poca spinta, ma ha corso tantissimo e mi è sembrato solido se pensiamo che è l’ esordio a San Siro.
    VAR utile, ma che ansia.

  31. Apprendo proprio adesso dell’esonero di F DeBoer, tra l’altro entrato nella storia come primo tecnico a zero gol in Premier League durante il suo mandato. E’ un richiamo al recente passato, l’Inter era una scommessa, un azzardo (come il Milan attuale), oggi invece ha impostato un progetto serio. Guai a illudersi, la rosa è ristretta, qualitativamente inferiore ad almeno 3 squadre, ma il messaggio di società e allenatore è che i giocatori devono dare il 100/120% per l’intera stagione. Fiducia.

  32. Beati quelli che si esaltano già. Questo gruppo sono almeno 3 anni che dopo due mesi eccellenti (avvio di campionato con Mancio, primi mesi di pioli) poi clamorosamente deraglia.
    Di top questa società per ora ha solo il pubblico pagante. Chapeau

  33. non dimentichiamo che venivamo dalla pausa – nazionali: abbiamo preparato la partita in tre giorni, la Spal (squadra tutt’altro che materasso!) ha avuto due settimane! In altri tempi non l’avremmo portata a casa…

  34. Claudio Bellasio // 11 settembre 2017 a 16:48 // Rispondi

    Bene l’inizio e i presunti fenomeni come Bonucci se li tenga il Milan a noi basta Skriniar.

  35. Bentrovati amici interisti,
    partita da 7 in pagella. Manca ancora un po’ di rodaggio nell’automatismo di alcuni movimenti tipici delle squadre di Spalletti.
    Si vede la differenza, a destra, tra Salah e Candreva, due ruoli totalmente diversi seppur nella stessa zona di campo.
    A sinistra molto meglio grazie ad un Perisic in buona condizione e più “attaccante” dell’ex laziale.
    Effettivamente due giocatori di spessore internazionale proietterebbero l’Inter un pelo più in alto.
    Per ora va bene così.

  36. Concordo su chi ha detto che Napoli e Juventus hanno sofferto più di noi, nonostante i punteggi rotondi.
    E non dimentichiamoci che la Spal aveva fermato la Lazio, che è signora squadra, alla prima giornata, per cui godiamoci la vittoria, poi si può e si deve sempre migliorare.

  37. Buongiorno! Ha detto bene Rossi: prematuro storcere il naso x un giocatore dopo una partita e mezza… Io dico: altrettanto prematuro sperticarsi in lodi a squadra e allenatore dopo tre partite. In questi giorni personaggi autorevoli o meno esaltano l’Inter e ancor più Spalletti, profetizzando traguardi impensabili fino a due mesi fa… Io sono felice, ovvio, e spero che tutti questa fiducia venga ripagata da questi giovanotti che devono ancora dimostrare tutto.Forza Spalletti e forza Inter!

Lascia una risposta

Le 4 regole del commentario:
1. Siate educati: i commenti ad personam saranno ignorati
2. Scrivete in italiano, il congiuntivo non è una malattia degli occhi!
3. Non è una chat: se volete conversare tra voi, io che ci sto a fare?
4. La lunghezza del commento non può superare i 500 caratteri (spazi compresi)
Viva l’Inter!


*

 caratteri disponibili