16C: Juve-Inter 0-0

JUVENTUS (4-3-3): Szczesny; De Sciglio, Benatia, Chiellini, Asamoah; Khedira (30’st Dybala), Pjanic (40’st Bentancur), Matuidi; Cuadrado, Higuain, Mandzukic. (Pinsoglio, Loria, Barzagli, Rugani, Alex Sandro, Marchisio, Sturaro, Douglas Costa, Bernardeschi). All. Allegri.
 INTER (4-2-3-1): Handanovic; D’Ambrosio, Skriniar, Miranda, Santon (18’st Dalbert); Vecino, Borja Valero; Candreva (24’st Gagliardini), Brozovic, Perisic; Icardi (40’st Eder). (Padelli, Berni, Cancelo, Ranocchia, Nagatomo, Joao Mario, Karamoh, Pinamonti). All. Spalletti .
ARBITRO: Valeri di Roma 6.5.
NOTE: spettatori: 41 mila circa. Ammoniti Benatia, Brozovic, Higuain, Perisic, Santon, D’Ambrosio, Vecino. Recupero: 1’pt, 3’st.

51 Commenti su 16C: Juve-Inter 0-0

  1. Pasquale Somenzi // 10 dicembre 2017 a 00:12 // Rispondi

    13 vittorie nelle prime 16 giornate rimane il record iniziale per l’Inter
    che ha realizzato solo nel campionato 2006/07.
    Sono 18 le giornate consecutive senza sconfitte e ciò non accadeva dal
    campionato 2007/08 quando l’Inter perse la prima partita alla giornata 26.
    Da quando si gioca allo Juventus/Allianz Stadium questi sono i
    punti ottenuti dalle squadre che ci han giocato:
    PUNTI 5: Inter (unica squadra che ci ha segnato
    3 reti in una partita sola)
    PUNTI 4: Sampdoria e Lazio
    PUNTI 3: Udinese e Cagliari
    PUNTI 2: Chievo e Genoa
    PUNTI 1: Siena, Lecce, Bologna, Frosinone e Torino.
    0 PUNTI: Tutte le altre squadre.
    E’ stata la decima trasferta consecutiva in cui l’Inter ha subito al
    massimo una sola rete, eguagliando una striscia sempre di 10
    trasferte di campionato realizzata 20 anni fa, nel campionato 1997/98:
    1 – 27 settembre 1997: Lecce-Inter 1-5
    2 – 18 ottobre 1997: Napoli-Inter 0-2
    3 – 9 novembre 1997: Atalanta-Inter 1-2
    4 – 30 novembre 1997: Vicenza-Inter 1-3
    5 – 6 dicembre 1997: Sampdoria-Inter 1-1
    6 – 21 dicembre 1997: Udinese-Inter 1-0
    7 – 11 gennaio 1998: Piacenza-Inter 0-1
    8 – 25 gennaio 1998: Empoli-Inter 1-1
    9 – 1 febbraio 1998: Brescia-Inter 0-1
    10 – 11 febbraio 1998: Fiorentina-Inter 1-1
    Pasquale.
    Precisamente la Juventus segnava da 44 giornate di campionato e da
    45 partite di campionato casalinghe

  2. Ciao GLR, io ti seguo nel dire che prenderei volentieri almeno 3/4 giocatori da Juve Napoli e Roma però penso anche che Juve Roma e Napoli prenderebbero volentieri i vari Handanovic, Skrianiar, Perisic e Icardi. Sicuramente loro sono squadre più complete e forti di noi ma ad oggi non credo che ci sia un gap esagerato come gli altri anni…. tutto qui…

  3. Ottimo punto nello stadio della prima della classe. Ci sono squadre con più’ esperienza di noi, ma, per il vertice, c’e’ pure l’Inter.

  4. Punto laminato di platino dovessimo riuscire nell’impresa di fare il filotto da qui alla fine del girone di andata girando tra i 46/47 punti metteremmo una bella ipoteca sul raggiungimento del nostro obbiettivo finale e cioè l’accesso in CL, avendo poi nel girone di ritorno Roma, Napoli e Juve da giocare in casa e fuori casa Lazio e Sampdoria

  5. Partita molto accorta contro un avversario che, bisogna ammetterlo, è ancora più forte di noi. Comunque la sofferenza è stata tutto sommato accettabile a dimostrazione del fatto che siamo diventati belli tosti rispetto ai recenti campionati. Sui singoli: Brozovic pasticcione così come Perisic nella fase offensiva e Candreva sottotono. Icardi praticamente mai servito a dovere a dimostrazione ci vorrebbe un trequartista di spessore. Dall’altra parte Higuain annullato da un grande Miranda.

  6. I nostri esterni alti non hanno dato il solito contributo di corsa e brillantezza. Forse è li che abbiamo mancato. Juve più forte, ma se mi aspettavo qualcosa in più da parte nostra, ho notato anche qualcosa “di meno” del solito in loro; ma deve essere così, visto che qualche mese fa si sono giocati il triplete contro il Real Madrid e noi l’Europa league con il Milan…anzi non giocata con il Milan…

  7. Mi rendo conto che se l’alternativa era Gagliardini non si poteva sperare in chissàchè ma io a Brozovic proprio non riesco ad abituarmi. Vista la prima mezz’ora, se avessimo avuto uno che al posto di consegnare tutti i palloni agli avversari azzecca qualche filtrante per Icardi magari un gol in quella fase lo si poteva anche fare.
    detto questo, proprio per il discorso che loro fanno entrare Dybala e noi dobbiamo tenerci e sperare in Brozovic, rimaniamo super-soddisfatti per come stiamo andando!

  8. E’ capitato (ancora) che qualche elemento – tra i più dotati – è mancato. L’analisi fatta da Spalletti nel postpartita è realistica e veritiera : poteva vincere la Juve e – parimente! – poteva vincere l’Inter. Va acquisita la consapevolezza della propria forza (potenziale). la strada giusta è questa. C’è ancora tanto da lavorare. I risultati finora raggiunti fanno ben sperare.

  9. Peri giusto, un tempo per parte. Al solito, Borja ammonito al primo fallo, Pjanic nemmeno dopo tre. La mano sul tiro di Icardi meritava almeno una VAR. Ma si sa, eravamo a Torino. Dovevamo sfruttare meglio il mismatch De Siglio Perisic, ma il croato ieri è rimasto a Milano. Come dice il mister… dobbiamo crederci di più in queste partite.

  10. Mi è piaciuta la delusione di Spalletti che pretendeva di più dai suoi giocatori. Siamo in fase di costruzione e i NS giocatori più forti devono migliorare in queste partite. Lasciamoli lavorare. La Juve ha dato tutto con i suoi migliori players…

  11. Ero abituato a sedermi davanti alla TV e assistere alla partenza con furore della Juve, spesso premiata dal goal. Invece andiamo a Torino, comandiamo il gioco per mezz’ora, loro con timore ci aspettano per ripartire. Mi porto a casa questo. Loro meritavano di più? Vero. Segnavano da 40 partite e hanno vinto sei scudetti di fila. Non abbiamo preso goal, siamo davanti a loro. Avanti così!

  12. Juventus nettamente più forte, ma si sapeva. Comunque bene così, lo Stellone continua ad assisterci e continuiamo nella nostra marcia di unici imbattuti!

  13. Certezze: e’via dobbiamo dircelo da qui non si passa, se m’attacchi non vinci (ier’sera tutte le palle alte erano nostre). Dubbi: ohioi finché mi gioca un grullone come broccccovic e peggio non hai alternative, quello che hai fatto ier sera è il giusto. Mancanze: devi convincerti che puoi giocartela anche contro squadre forti. Sensazioni presuntuose: abbiamo rischiato di più nel 1tempo quando avevamo il pallino in mano che nel 2t quando volevano vincere perché sono loro ad avere meno punti.

  14. La tua analisi è perfetta sia sulla partita che sul campionato. Non dobbiamo mai dimenticare che fra la prima e la quinta in classifica ci sono teoricamente solo 2 punti se la Lazio come è probabile vincerà le prossime 2 partite, per cui se prendiamo un paio di ruzzoloni (toccatevi..) ci troviamo a stringere un pugno di mosche.

  15. Ottimo il risultato, molto meno la prestazione.
    Del resto se si guarda la rosa di quelli la credo che solo l’ottimo Skriniar di adesso e forse Handanovic giocerebbero titolari.

  16. Siamo stati fortunati xche se la Juve avesse vinto non ci sarebbe stato nulla da dire; siamo inferiori a loro perché è sufficiente guardare la loro panchina e poi la nostra; abbiamo comunque tenuto la palla seppure in modo sterile per. Io a parte della partita e questo non capitava da molto a Torino
    Detto ciò andiamo ava ti insieme al ns condottiero Lucianone
    Amiamola sempre
    Ciao

  17. Siamo stati fortunati xche se la Juve avesse vinto non ci sarebbe stato nulla da dire; siamo inferiori a loro perché è sufficiente guardare la loro panchina e poi la nostra; abbiamo comunque tenuto la palla seppure in modo sterile per. Io a parte della partita e questo non capitava da molto a Torino
    Detto ciò andiamo avanti insieme al ns condottiero Lucianone
    Amiamola sempre
    Ciao

  18. uno 0-0 concedendo 3 palle gol di cui 2 sporche con Perisic e Candreva nulli è un grande risultato. Loro segnavano in casa da oltre 40 partite. Allegri ha sbagliato i cambi annullando Cuadrado che ci stava facendo male mettendo Dybala. Infatti non abbiamo mai sofferto negli ultimi 15 minuti. Per fortuna non giocano le panchine perché a leggerle, il gap fa spavento. Obiettivo 4° posto. Ora sotto e cerchiamo di fare più punti possibile prima di Natale, e non sarà facile.

  19. Silvio da Torino // 10 dicembre 2017 a 10:21 // Rispondi

    La Juve ci ha messo sotto nel secondo tempo ma le uniche due buone occasioni le ha avute nel primo tempo. La prima di Mandzukic per altro dopo una fortuita deviazione che ha sbilanciato la difesa. Partita di sofferenza, si sapeva, ma partita che serve alla crescita del gruppo ed all’autostima. Quello che mi piace in assoluto di più è che Spalletti è riuscito ha formare un bel gruppo. Al ritorno Roma Juventus e Napoli verranno a Milan ed avranno le coppe ad appesantire i muscoli. Forza Inter.

  20. Conosciamo la loro forza ma ieri li ho visti un po’ appannati e credo che alla fine si sia persa un’occasione. Abbiamo sofferto solo i loro esterni (Santon e D’Ambro non adatti a contrastarli), Perisic (aveva De Sciglio…) e Candreva assenti ingiustificati Brozo solita confusione e quindi Icardi non l’ha mai vista. Resta l’ottima prova del pacchetto centrale e un centrocampo solido con Borja a dispensare saggezza calcistica. Comunque aver mantenuto imbattibilità e cleen sheet non è cosa da poco

  21. Imbattuti e senza subire gol in casa della Juventus penso sia un ottimo risultato. Non è stata sicuramente una partita facile, le potenzialità della Juve le conosciamo bene ma ieri sera abbiamo portato a casa un punto importante.

  22. 5 punti con Roma Napoli e Torino beh io la firma l avrei messa e come!partita molto tattica e abbiamo retto, sicuramente ai punti avremmo perso sia con Juve che conil Napoli ma quello è un altro sport o sbaglio? L obbiettivo rimane il 4 posto poi di scudetti vinti senza merito è pieno l albo e noi non stiamo rubando nulla stiamo cercando di diventare grandi e siamo sulla strada giusta.A Gennaio non prenderei nessuno rischieremmo di perdere equilibri importanti al 4 posto ci possiamo arrivare cos

  23. 5 punti con Roma Napoli e Juve beh io la firma l’avrei messa eccome!partita molto tattica e abbiamo retto, sicuramente ai punti avremmo perso sia con Juve che conil Napoli ma quello è un altro sport o sbaglio? L obbiettivo rimane il 4 posto poi di scudetti vinti senza merito è pieno l albo e noi non stiamo rubando nulla stiamo cercando di diventare grandi e siamo sulla strada giusta.

  24. Il pareggio a Torino con la Juve è un grande risultato che conferma l’ottimo livello raggiunto dall’Inter quest’anno. Comunque bisogna obbiettivamente riconoscere che dopo le partite con Napoli e Inter, la Juventus rimane la squadra più forte d’Italia.

  25. Un punto di platino (altro che oro!), la squadra è solida, abbiamo affrontato una squadra ben organizzata anche perchè è un telaio solido e che da sei anni dimostra il suo valore. Io sono soddisfatto della nostra prestazione (qualche giocatore sottotono..), arrivare a dicembre in questa situazione è da baciarsi i gomiti. Noi sappiamo quali sono i nostri obiettivi, l’appetito vien mangiando, ora barra dritta e pedalare. In ogni caso è tutta un’altra musica. Chapeau per il lavoro di Spalletti

  26. Migliore in campo: Mister Spalletti….

    • Spalletti miglior acquisto ma sabato ha sbagliato lasciando Santon, che non l’ha mai visto su Cuadrado, che è stato il migliore della Juve e dalla sua parte sono nati quasi tutti i pericoli che abbiamo corso. Per me non era così difficile prevedere che Cuadrado avrebbe fatto a fette il buon Davide. Spalletti, in una recente intervista, aveva lodato Nagatomo che aveva marcato abbastanza bene Salah, che ha più o meno le stesse caratteristiche di Cuadrado.

  27. Non esistono “vittorie ai punti”: l’Inter ha fatto niente, la Juve non ha fatto gol. Vinci se la metti dentro. La Juve non l’ha fatto, quindi il pari è giusto…
    Da ieri sera piuttosto è emersa una cosa: se Perisic ha la luna storta, l’Inter davanti non gira. Quando lui è in vena si vede un signor calcio e minimo un paio di reti. Sue o di Icardi. Più eventuali aggiunte.
    Comunque bene così, ci mancherebbe! :-)

  28. Diciamo la verità: non è stato uno spot per il calcio italiano nel mondo! Anch’io mi aspettavo qualcosa in più dai nostri, ma piuttosto di una gara gagliarda e coraggiosa, con risultato finale 1 a 2 per loro, meglio un pareggio senza occasioni per noi. Dalla prossima mi auguro che riparta l’Inter che abbiamo conosciuto ultimamente, il campionato è lungo e almeno una delle altre quattro pretendenti alla CL prima o poi dovrà toppare. Nell’ attesa: in alto i cuori…noi ci siamo !

  29. Pareggio insperato e per questo molto prezioso. Fase difensiva impeccabile, centrocampo, Borja Valero (lucidissimo) a parte, poco incisivo, attacco pressoché inesistente. Anche se il nostro mister si rammarica per essere stati poco propositivi, credo l’abbia fatto per tenere alta l’ambizione del gruppo, pensare di andare all’Allianz Stadium ed imporre il proprio gioco, rischiando di esporsi alle loro ripartenze micidiali (Napoli docet) mi sembrava autolesionistico, non so chi ci riuscirà.

  30. Lo 0-0 ottenuto a Torino è indubbiamente grasso che cola.
    Vero che si sono visti tanti limiti, ma è pur vero che, ripensando alle aspettative post mercato che si avevano sull’Inter tre mesi fa, non si può che essere soddisfatti e piacevolmente sorpresi per l’attuale posizione di classifica.
    Proprio per questo mi auguro di non assistere a un eventuale disinteresse riguardo al portare rinforzi adeguati a gennaio da parte di Suning, il che sarebbe fonte di rammarico.
    La squadra comunque c’è! Amala!

  31. partita trapattoniana, e comunque il Trap qualcosa alla fine ha vinto…per cui speriamo che sia di buon auspicio.
    napoli juve e roma rimangono superiori, però ce la giochiamo e già questo è un buon risultato.
    peccato che la nostra panchina rispetto a quelle di altre concorrenti sia veramente inferiore, e di molto.
    però la palla è rotonda e chissà mai che la fortuna ci arrida!

  32. Ciao Gianluca,
    Io sono felicissimo per il risultato, onestamente non ci speravo. Penso che questo pareggio rappresenti un ulteriore passaggio evolutivo

  33. ROBERTO SCIBETTA // 10 dicembre 2017 a 17:16 // Rispondi

    Vorrei far riflettere sul momento di forma dei nostri avversari quando li abbiamo incontrati: siamo andati a Napoli nel loro momento migliore (mentre la Juve li ha incontrati che erano già in fase calante). Siamo andati a Torino con i Gobbi che volano sulle ali della vittoria col Napoli ed in C.L.. Abbiamo incontrato i cuginastri in un momento non felice, ma migliore di quello attuale (ok, ci vuole poco..)

  34. 2 pareggi in trasferta contro Napoli e Juve quando le due squadre sono nel pieno delle loro forze e la vittoria contro la Roma. Molto bene! Peccato che la panchina non sia all’altezza di una grande! Bravi ragazzi e bravo mister! Amala

  35. Pareggio d’oro, classifica fantastica, prestazione da provinciale, ma in fondo anche la stessa juventus a Napoli aveva vinto da “provinciale”; finora fra tutti gli scontri diretti nessuno ha mai vinto in casa, non è un caso.Se roma e lazio vincono le partite che devono recuperare avremmo 5 squadre in soli 2 punti, campionato bellissimo, sulla carta si può’ arrivare primi così come quinti, vedremo, ma per adesso godiamoci il momento.

  36. Non potevamo pensare di andare a Torino a fare la voce grossaa contro una squadra che vince da anni. Per far questo ci vuole maturità e personalità, cose che si acquisiscono col tempo e con le vittorie. Anche, ovviamente, con qualche giocatore di livello superiore che adesso non abbiamo. Il punto è più che buono, serve alla classifica e all’autostima.

  37. Ciao GLR, rivedo l’Inter dopo alcune partite e mi rimane la sensazione che ebbi allora, ci manca il Cuadrado della situazione, quello che crea superiorità numerica quando la palla non gira nel modo migliore e non si crea superiorità per limiti propri e bravura degli altri. Comunque ottimo primo tempo e ripresa tenuta anche se con alcubi patemi che avrei volentieri evitato.

  38. Siamo ancora primi, questo è quello che conta. Juve, Roma e Napoli sono più forti di noi e hanno panchine migliori? Forse, ma intanto la fortissima Juve non ci ha messo sotto, non mi ha straimpressionato, non ha fatto gol; la Roma non fa gol al Chievo, il Napoli senza Insigne (non Cristiano Ronaldo), si inceppa e non vince più da diverse partite. Ok è presto per qualsiasi pronostico, ma siamo così sicuri di non valere il primo posto (magari fino alla fine)?
    Claudio – Parma

  39. Alla luce dei risultati di oggi direi che il punto conquistato ieri sera rappresenta una iniezione di fiducia, ulteriore..
    Sono fiducioso per l’ingresso in Champions, la squadra è tosta, l’allenatore è ormai interista e la società da evidenti segni di maturità e stabilità.
    W Inter

  40. Pareggio soddisfacente contro una juve che tra primo e secondo tempo ha fatto meno dell’Inter come organizzazione di gioco e qualcosina in più come tiri in porta..tra l’altro parati o sbagliati. Se Brozovic tirasse meglio era fatta.

  41. Splendido campionato.. Ottimo punto, però non dimentichiamo da dove siamo partiti, dallo sfacelo dello scorso anno..continuo a pensare che ci sono squadre più attrezzate di noi..per esperienza, amalgama etc più che sulla carta. siamo un poco scarni di cambi, ma sugli 11 poco o nulla da invidiare…secondo me se tra 19 partite siamo ancora lì allora non è un sogno ma è doveroso provarci…altrimenti non perdiamo tempo in voli pindarici che cadere fa male..pensiamo alla Champions..

  42. Quest’estate molti ci davano addirittura dietro al super Milan mentre adesso vogliono farci passare per forza per una squadra candidata allo scudetto…mah

    • La stampa dà al popolo-bue quel che vuol sentirsi dire…Questa in fondo è la tesi di molti che scrivono qui come sui social, quindi non mi meraviglia…
      GLR

  43. Guido Villa dalla Croazia // 11 dicembre 2017 a 10:05 // Rispondi

    Buona notizia della giornata: l’essere ancora, momentaneamente, primi, e soprattutto la ritrovata affidabilità, poiché è proprio sul’affidabilità che, a lungo termine, si costruiscono le grande squadre. Ne ho le (bip) piene dell’Inter “pazza”…

  44. Gli stessi che l’anno scorso non avevano dignità in campo,oggi non perdono mai la bussola. Questo penso sia l’aspetto più importante. Come da previsione abbiamo sofferto, ma il giusto, ma mai svarioni, sempre sul pezzo. Ottimo punto sia per il morale che per la media inglese. Finalmente ho rivisto un Miranda su alti livelli e credo che questo spezzone di gara abbia sbloccato anche Dalbert, solito indolente Brozovic. Grande Spalletti. Campionato strano NON PONIAMOCI LIMITI!

  45. Massimiliano Allegri può contare su due squadre competitive ai massimi livelli, Luciano Spalletti su una.Chi avrebbe scommesso un euro sull’Inter, in dicembre, capolista ed imbattuta? Ho l’impressione che il tecnico di Certaldo riesca ad ottenere dalla sua squadra (quasi sempre) il risultato che vuole. Diversi elementi sono resi più consapevoli dei loro doveri e valore, speriamo arrivi un altro attaccante di sicuro rendimento!

  46. C’è qualcosa nella testa di Spalletti. Il mercato di Gennaio non porterà lo scudetto (poi chissà), immagino che qualcuno prenderà posto in panchina e almeno un giocatore arriverà per completare lo scacchiere titolare. Il centrocampo necessita di un ponte per l’attacco, un calciatore alla Sneijder, qualcuno d’imprevedibile che funga da uomo in più per la densità in area. Difficilmente arriverà un terzino, sicuramente un centrale. Chissà cosa starà pensando quel mattacchione di Walter!

  47. Ho azzeccato il pronostico, senza scommetterci perché sono scaramantico. Spalletti è il nostro mentore, sosteniamo la squadra per arrivare all’obiettivo 4 posto, non semplice ne scontato. Sulla partita, a mio avviso, Brozovic è stato determinante. Coraggioso il mister a schierarlo al posto di Gagliardini, per evitare che ci abbassassimo troppo, e poteva anche fare gol! Si è visto chiaramente che dal punto di tecnico i gobbi ci sono superiori, ma non sempre vince il più forte. E confido nel Var.

  48. Francesco dal Cilento // 11 dicembre 2017 a 17:34 // Rispondi

    GL, nonostante la juve abbia avuto il predominio territoriale (soprattutto nella ripresa) ho avuto sempre la sensazione che l’Inter fosse una squadra che sapeva quello che stava facendo. Difesa attenta e corta. Attacco non pervenuto solo per quanto concerne le occasioni create. Decisamente positivo per quanto riguarda gli atteggiamenti e la voglia di sacrificio. Mai un atteggiamento che mettesse il giocatore al di sopra della squadra. Ora ho la certezza di avere una squadra con gli attributi!

  49. E ha toppato pure la Lazio! Quello presente è un momento non decisivo ma importante, perchè i nostri competitor (complici le Coppe?) stanno tutti flettendo il rendimento mentre noi teniamo botta e gli facciamo realizzare che contro di noi non è proprio facile per nessuno.
    Quindi bisogna tener duro concentrati.
    Non so se servano giocatori nuovi: se TUTTI gli attuali arriveranno al loro top, ci divertiremo di sicuro. Poi non è facile: acquisti come fu Podolski non aggiungerebbero proprio nulla

Lascia una risposta

Le 4 regole del commentario:
1. Siate educati: i commenti ad personam saranno ignorati
2. Scrivete in italiano, il congiuntivo non è una malattia degli occhi!
3. Non è una chat: se volete conversare tra voi, io che ci sto a fare?
4. La lunghezza del commento non può superare i 500 caratteri (spazi compresi)
Viva l’Inter!


*

 caratteri disponibili