Via de Boer, squadra a Vecchi

Società chiusa in conclave in interminabili conference call con l’Asia. De Boer è saltato e Vecchi è corso da Interello a dirigere l’allenamento. Sarà in panchina a Southampton in attesa del nuovo tecnico. Poli è rientrato in fretta è furia dagli USA e sta risolvendo due cosine con Lotito nella speranza che all’ultimo qualcuno non rilanci la pista straniera in extremis, ma anche altri tecnici stranieri hanno pendenze da sistemare. Situazione insomma più che in pugno!

Ps: una piccolissima richiesta mentre commenterete gli eventi di ora in ora…Questo sito io lo faccio per gioco, non è il mio lavoro principale: infatti, arrivo sempre dopo, perché è un sito di commenti non di cronaca minuto per minuto. Se almeno potessimo stare sul pezzo, evitando di ricordare tutti i problemi che conosciamo ormai a menadito e provassimo a concentrarci sulle soluzioni, lasciando pure perdere cose di un millennio fa o le solite minchiate da bar dei soliti noti tipo ‘ecco adesso andiamo in serie B’ buone per Facebook, vi sarei grato… 

145 Commenti su Via de Boer, squadra a Vecchi

  1. Fabio Primo // 1 novembre 2016 a 16:39 // Rispondi

    In sintesi, altra stagione buttata nel cesso!

  2. La mia unica speranza e che venga scelto un “usato sicuro” e che non si presentino con un altro straniero che deve prima capire il nostro campionato.

  3. Cosa bisogna fare? Bene, se la palla è in mano ai giocatori…che ci pensino loro e si mettano a giocare. Io, per semplificare, dico solo che il nuovo allenatore (spero Pioli) deve soltanto assecondare le loro caratteristiche, fare purtroppo qualche scelta dolorosa in attacco, puntellare la fase difensiva e poi palla lunga e pedalare. Un gol prima o poi lo facciamo (Juve docet). Il bel gioco, per ora, lasciamolo perdere.Questo, ovviamente, nell’immediato. Poi, Dio solo conosce il futuro.

  4. Secondo me Pioli e la miglior scelta tra quelli attualmente disponibili.
    Spero non sia solo un traghettatore ma che l’inter trovi finalmente un identità di squadra e magari progettare un programma di almeno 2-3 anni con questo nuovo allenatore sperando che s.siro e l’ambiente inter non trituri anche questo bravo allenatore alla prima esperienza di una grande. Progetto FDB bello ma l’inter rischiava sempre troppo in difesa. Un vecchio adagio dice: prima non prenderle …..

  5. Pasquale Somenzi // 1 novembre 2016 a 17:38 // Rispondi

    Se si è deciso che il nuovo allenatore comincerà alla 13a giornata è curioso che le partite di partenza coincidano con le stesse di Mancini 1 e Mancini 2, infatti per de Boer ha iniziato con Chievo-Inter e Inter-Palermo come Mancini nel 2004 e adesso sarà Milan-Inter come la prima di Mancini nel 2014. Non essendoci stato un Mancini 3 non si può prevedere quale sarà la partita d’inizio del futuro (si spera più lontano possibile) allenatore seguente.
    Pasquale.

  6. Esoneriamo l’allenatore senza aver un sostituto….siamo alle comiche. Soluzioni? Purtroppo chi le deve avere rappresenta il problema. Assenza di società, assenza di soluzioni.

  7. Si, forse Pioli appare la soluzione migliore rispetto ai tanti reclamizzati qua e là.. perdona seria, lontano dalla ribalta mi da l’idea di concretezza che oggi da noi manca. E con questo non escludo certamente che oltre alla concretezza possa offrire anche buon calcio.
    W inter

  8. ti seguo spesso e condivido quasi sempre quello che pensi sull’ inter.
    di de Boer mi sono piaciuti come ha gestito certi giocatori…tipo brozo kondogbia e altri…e la ricerca del gioco..però la squadra era parecchio squilibrata…e in mezzo al campo non facevano molto filtro… a questo punto speriamo in un allenatore che registri meglio la squadra..c’è ancora tempo (non molto..) per recuperare..ma bisognerebbe fare un bel filotto…. il problema restano i casini in società…

  9. Hanno vinto i giocatori che ora sanno cosa fare se l’allenatore di turno non e’ di loro gradimento. Avanti con Stefano Pioli, che parla benissimo l’italiano, ma la cui storia di allenatore, secondo Transfermarkt, e’ ricca di tanti pareggi e sconfitte: vittorie 36%, sconfitte 33%, pareggi 31%. Media punti 1.39. In ogni caso, in bocca al lupo pure a lui (o chi per esso), sperando gli concedano i canonici tre anni per lavorare.

  10. Io sto con De Boer… solita società senza ne capo ne coda. Quando ti rappresenta Zanetti come uomo tramite società / squadra che serietà dirigenziale vuoi avere?

    • Bene, aspettiamo una cartolina dall’Olanda allora, intanto qui andiamo avanti…alla cazzo, ma andiamo avanti!
      GLR

  11. Bisogna finirla di dare alibi a dei giocatori ultrapagati e viziati che invece di onorare la maglia dell’INTER giocano con superficialità e pensano a perdere tempo con i social come dei ragazzini, poi appena fanno mezza partita buona vanno a chiedere l’adeguamento dell’ingaggio, questi giocatori devono assumersi le loro responsabilità invece di badare ai propri interessi e comportarsi da mercenari, si guardino tutti allo specchio e si chiedono se sono DEGNI di indossare la maglia dell’INTER!!!

  12. Al momento penso che Pioli sia la soluzione migliore;ovvio che non essendo H.Potter, sarà comunque un miracolo arrivare terzi! Ok Gianluca…parliamo di soluzioni? Copiamo pari pari l’assetto societario dei migliori e cioe’ (mi rammarica ammetterlo ma e’ cosi’) della juve e vediamo se cambia qualcosa!

    • Lo dico e lo scrivo da anni, ma spesso mi imbatto in 40enni col cervello da 11enni che ti dicono: tutto tranne che i gobbi.. Purtroppo io l’asilo l’ho finito da un pezzo…
      GLR

  13. Pietro Spennacchio // 1 novembre 2016 a 18:11 // Rispondi

    Poveri cinesi. Pensavano magari, oltre al marchio, di avere comprato un po’ di know how, se non altro per la tradizione del Club. Si sono ritrovati un accrocchio di dilettanti allo sbaraglio in salsa italo indonesiana! Tutti preoccupati solo del proprio posticino, da sganasciarsi dal ridere!
    Effettivamente come l’Inter non ce n’è.

  14. Andrea Montrasio // 1 novembre 2016 a 18:12 // Rispondi

    secondo me sulla nostra panchina anche se mettessimo uno tra Guardiola, Mourinho, Ancelotti, Simeone ecc con questo marasma societario sarebbe la stessa cosa…se la società fosse fosse prenderebbe a calci in c..o i giocatori….veri bambini frignoni e non professionali nel loro lavoro super-pagato…

  15. Ad ogni partita mi prometto di mollare ma poi il dna neroazzurro che mi ha “impresso” mio padre non me lo permette. Sofferenza… Questa situazione mi fa incazzare! Sembrano sistemarsi problematiche da una parte e si creano voragini dall’altra… Dalla tua alta esperienza come se ne può uscire? Questioni di testa? Tecnica? Società? È così assurdo pensare a spostare candreva terzino destro e metterci davanti gabigol? Non si può pensare a risolvere un problema alla volta? Grazie.

    • L’ho già detto…la squadra viene dopo la società… dove gioca Candreva viene molto dopo: i problemi sono ben altri
      GLR

  16. A rimetterci sono solo i tifosi. Chi ama la squadra soffre davanti a queste situazioni, i giocatori se ne sbattono le palle, tanto a loro interessa che il 27 arrivino i soldi e basta. Non avere una società è gravissimo ed anche Zanetti mi sembra fuori ruolo e troppo interessato a portare argentini che non sono certamente come era lui, il Cuchu o Milito. Che sia Pioli o chi altro non importa, vorrei solo vedere una squadra che lotta sempre e comunque. E questa non lo è.

    Ciao.

    • Se non ricordo male le società di calcio ai calciatori pagano gli stipendi al 15 del mese…
      GLR

      • …15 o 27 che sia sono una casta di privilegiati che si preoccupano solo di essere ben pettinati, con un tatuaggio sempre più grande e che, tranne poche eccezioni, fanno fatica a parlare in modo corretto. L’altra settimana al supermercato ho incrociato Toldo, che ha smesso 6 anni fa…Altra classe ed altra categoria rispetto a quella banda di viziati di oggi…

        • Lo so… in pochi anni è cambiato il mondo. Su twitter un noto (così mi dicono) personaggio tv di Roma parla di tragedia personale perché non trova l’ultimo modello di Iphone! Ma a Roma la gente normale, o perlomeno quelli che conosco io, più che al telefonino pensano al terremoto….
          GLR

  17. Non è perché abbiamo una squadra di bambini che dobbiamo mandarci l’allenatore della primavera!! Non capisco come si possa iniziare un progetto ed interromperlo subito. Bisognerebbe mandare via tutta la banda Moratti, dal giardiniere al magazziniere. Com’è possibile che quello che scrivono i giornali sull’inter il 90 % risulta vero? Comunque spero che non si punti sull cholo perché il suo gioco non mi piace proprio !!

    • A parte che della banda Moratti, come la chiami tu, ormai non c’è più nessuno, se non gli impiegati della Sede e alcuni c’erano anche con Pellegrini. Poi per il resto basta comprare giornali e tv e l’Inter vince…solita analisi francamente divertente…metti un dirigente con potere di vita o di morte sulla squadra e vedrai come cambiano le cose…
      GLR

      • Il know-how è quello norattiano… confusione allo stato brado.
        Metti un dirigente con potere e se funziona vedrai che dopo due anni se ne va e tutto torna come prima.
        Metti un organigramma chiaro con responsabilità chiare e un padrone che fa rispettare le regole che ha imposto perchè fanno funzionare la baracca e vedrai che anche se si licenzia il dirigente la squadra continua per la sua strada senza problemi.

  18. L’errore è stato prenderlo non cacciarlo….Speriamo bene per il futuro…… Non ho altro da aggiungere….

  19. Non concordo con i peana pro FdB che si sentono in queste ore. Ok ha avuto poco tempo, ok ha subito una stampa avversa, ok tutto. Vorrei ricordare che il soggetto gravitava in orbita Inter fin dall’insediamento di Thohir e si è presentato ad Appiano senza sapere nemmeno una parola di italiano (vedasi presentazioni di Ancellotti, guardiola o Mou come riferimenti), ha debuttato snobbando completamente il Chievo e ha perso il 50% delle partite. Detto ciò i problemi risiedono anche nei vertici socie

    • Stampa avversa a Mancini, stampa avversa a de Boer… la classifica insomma la fa sempre la stampa…andiamo bene…
      GLR

      • Cercavo di elencare i pochi e flebili alibi di FdB, ovviamente non ha perso 7 partite su 14 per colpa della stampa. Mi sembra però inusuale l’ironia nei post partita su sky, le voci di esonero pre juve dopo solo 3 giornate, ecc. Mi sembrava chiaro il ragionamento, difesa corporativistica fuori luogo la tua.

        • Figurati se c’è proprio uno che non fa difesa corporativistica sono io, anche perché ho sempre cercato di non fare solo il giornalista di pallone nella vita, anche se purtroppo il resto non ha mai fatto notizia e nessuno se n’è mai accorto (ieri sera però c’era un mio servizio nel TG News di Telelombardia). Mesi fa scrissi che de Boer non aveva amici tra i giornalisti e si vedeva chiaramente…Ma anche Mancini, che pure di amici ne ha tanti, io sono uno, da molti altri è stato trattato male. Quello che dico è che solo qui in Italia la stampa (che in realtà non conta un emerito cazzo) viene ritenuta così importante…Nessuno dei protagonisti di oggi legge un giornale o guarda un programma-tv e ne rimane condizionato, fidati…Se de Boer non si fosse fatto uccellare un po’ anche tatticamente da Palermo, Bologna, Cagliari e Atalanta, sarebbe ancora qui con buona pace dei giornalisti e degli amici degli amici. Quanto alle voci di esonero pressoché immediate su de Boer, chi credi che ce facesse arrivare? Prima di farsi amici i giornalisti, Thohir e co. guardino in casa propria…
          GLR

  20. Mi spiace davvero per l’epilogo della storia di FdB all’Inter: al di là di alcuni errori commessi, mi è sembrato un professionista valido che ha cercato di portare avanti le sue idee in un contesto difficile.
    L’Inter trita allenatori da anni e non so se Pioli avrà il supporto necessario (o le spalle abbastanza larghe) per gestire questa situazione.
    Chiedo a te, GLR, che sicuramente ne sai più di me: come mai la pista Leonardo è tramontata? Lui mi sembrava la persona più adatta all’Inter di oggi.

    • Leonardo non è scemo. Come Blanc che credo abbia già fatto presente che anche se qualcuno lo sta candidando per ora ha altro da fare. Non è del tutto vero, perché verrebbero tutti di corsa, ma solo se ci fosse chiarezza nei ruoli…
      GLR

  21. Mi dispiace per l’esonero di Pioli.. pronto Reja fino alla sosta natalizia.. nella quale ci sarà tempo per Guidolin per portare le proprie in idee.. utili fino a Marzo quando, dopo due partite di Luca Facchetti, subentrerà fino a fine Aprile Mario Corso.. per poi concedere a Maggio le ultime due a Giaguaro Castellini.. mi dispiace solo non ci siano state opportunità per Fascetti e Mazzone, ma per loro due e Sonetti ci sarà il 2017/2018, Giagnoni e Castagner permettendo..

    • Hai dimenticato il solito discorso sulle macerie che verrà tirato fuori presto: le macerie di de Boer, le macerie di Mancini, le macerie di Mazzarri e via a ritroso fino al secolo scorso. C’è stato chi parlò anche di macerie di Mourinho…ci vivevo bene in quelle macerie…
      GLR

  22. Secondo te GLR quando i cinesi decideranno di impegnarsi direttamente? Quando finiremo di essere una società con proprietà in Cina, presidenza a Giakarta, e dirigenti più vicini alla squadra senza alcun potere decisionale? Finchè non si supera questa impasse non andremo da nessuna parte e l’Inter sarà terra di conquista per chiunque: giocatori, procuratori ecc.
    Spiace per De Boer per come è stato trattato da giocatori, società e ambiente in generale. Lascerà il ricordo di una persona perbene.

  23. Decisione inevitabile perché nel calcio professionistico i risultati sono tutto, l’errore è stato il modo e i tempi nel prendere un tecnico come DeBoer e poi non supportarlo come società, cosa per altro che la società Intet già ha fatto con altri tecnici lasciati al loro destino alla prima difficoltà, 8 tecnici ,che da qui giugno saranno 10 contando anche Vecchi, in 6 anni dimodtrano l’approssimazione di come lavora la dirigenza…cambiano gli uomini ma la linea sempre quella è. …

  24. Claudioeffedeejay // 1 novembre 2016 a 19:05 // Rispondi

    Dobbiamo solo sperare che, qualisiasi sia il prossimo allenatore, si impunti con la società per ottenere, tra la sessione di gennaio e quella estiva, almeno due difensori forti. Finché non capiranno che le squadre si costruiscono dalla difesa, continueranno a collezionare allenatori, e figure di m…..

  25. Alfredo Giovannetti // 1 novembre 2016 a 19:07 // Rispondi

    Mi spiace molto per de Boer che paga a causa una società molto più colpevole di lui. Devo dare ragione a Tronchetti Provera quando dice che non si gestisce l’Inter da Nanchino o Jackarta. Suning dovrebbe cambiare subito l’AD individuando un manager italiano che conosca il ns. campionato. Inoltre S.Zhang si traferisca a Milano a rappresentare la proprietà. Senza una società organizzata non si va da nessuna parte.

    • Torno a dire: Tronchetti Provera metta al volo 800 milioni e la gestisca lui, ne sarei felicissimo, perché a parlare senza tirar fuori il grano siamo bravi tutti…
      GLR

      • francesco 39 // 2 novembre 2016 a 15:11 // Rispondi

        peccato che i soldi c’è li abbiano messi personaggi che non sembrano essere dei grandi esperti di gestione di una squadra di calcio: per esempio la sostituzione di Mancini che, vista la situazione che si stava creando, ha giustamente cercato di monetizzare la sua uscita, mi è sembrata un’operazione da dilettanti allo sbaraglio.

  26. Possibile che il passato, il recente passato, non ci abbia insegnato niente?

  27. L’esonero purtroppo è stata l’unica via d’uscita perché De Boer si è dimostrato troppo RIGIDO nelle proprie convinzioni perdendo via via la fiducia e il supporto sia della società che dei giocatori.
    Sono favorevole all’arrivo di Pioli che credo sia l’IDEALE per riprendere quell’opera di “NORMALIZZAZIONE” che aveva iniziato Mazzarri e che non era stata capita da NESSUNO!!!
    La rosa è buona e mancano ancora 27 giornate… possiamo ancora tranquillamente dire la nostra per il TERZO POSTO!

  28. Ormai non si poteva andare avanti così e sebbene dispiaccia umanamente, visto che l’ormai ex allenatore sembra un galantuomo, l’esonero di De Boer era inevitabile. In un certo senso so è scavato la fossa da solo non provando mai a cambiare modulo che a mio avviso non va bene in Italia. Poi certo i giocatori una mano non gliel’hanno data, ma lui ha fatto di tutto per farsi “odiare” anche da chi ha sempre giocato come Eder. E adesso? Un normalizzatore per scegliere con calma a maggio o altro?

    • Adesso invece di pensare a maggio, visto che mancano 7 mesi, si viene qui, dico Suning, e ci si parla una volta per tutte non in conference call a 8000km di distanza ma ‘live’…ognuno difenderà se stesso e racconterà la sua versione….poi chi ha la maggioranza deve decidere, sempre che i patti sociali firmati il 6 giugno lo consentano, perché Thohir ad oggi non vende, non gli conviene. Quindi o lo liquidi cash o prendi tu la gestione da subito
      GLR

  29. Epilogo scontato causato da una società ridicola senza capo ne coda, nella quale nessuno capisce di calcio… per non parlare di giocatori invertebrati senza un minimo di professionalità. Il prossimo sarà il settimo anno zero, avanti così!!!

  30. Per la felicità di Eder e Kondogbia, nonché dei tifosi del bar “da Mario” e di qualche opinionista da salottino televisivo, avvicendato Ronald (pardon Frank).
    Ora i due si trasformeranno e porteranno “il gruppo” in CL e gli altri avranno elementi di discussione per mettere sulla graticola il prossimo mister.
    Bleah!

  31. Mai avrei pensato ad un inizio di stagione così travagliato. Qui si sente parlare di assenza della proprietà..i cugini non sanno manco chi sia la proprietà però stanno meglio di noi pare. Mi auguro solo in un tecnico italiano che voglia giocare semplice e che il club metta tutti con le spalle al muro. Davvero avvilente quello che si sta vedendo , ciao Frank, allenatore catapultato in un manicomio

    • I cugini la proprietà ce l’hanno eccome e si chiama ancora Fininvest
      GLR

      • ROBERTO SCIBETTA // 2 novembre 2016 a 10:52 // Rispondi

        Aggiungo che gli odiati cugini hanno da SEMPRE un odiatissimo Geometra calvo che, sentita la proprietà, agisce da PLENIPOTENZIARIO: sceglie l’allenatore, cazzia i giocatori nello spogliatoio quando serve, parla in conferenza stampa, decide come allocare lo scarso budget sul mercato. E – nonostante tutto – ne capisce di calcio.
        Non dico che voglio Galliani all’Inter (Dio me ne scampi), ma un uomo forte è LA SOLUZIONE.
        R

  32. Purtroppo i primi da esonerare sarebbero i dirigenti. Chi vuole portare Pioli che vuole Bielsa chi Leonardo chi Blanc…ma cavolo ma prima di parlare di allenatori ma un dirigente con le palle quadrate no? Tronchetti Provera ha lanciato un allarme non da poco, ma non c’è peggior sordo di chi non vuol sentire. Come dici ti GLR quei fenomeni dei giocatori non hanno fatto niente x salvare la situazione…anzi.

    • Tronchetti Provera invece di fare il furbone e tirare la volata un giorno a questo un altro a quello, tiri fuori 800 milioni di euro sull’unghia e risolva tutti i problemi. Bastava andare un giorno ad Appiano per capire che nessuno può realmente prendere decisioni in piena autonomia.
      GLR

  33. Non sono un tecnico, ergo capisco di moduli meno di tanti….ma l’impressione di una squadra (professionisti milionari) che ha mollato un allenatore fin troppo legato al suo pensiero, sconfinando nella presunzione, c’era tutta da qualche settimana. non serve un ” santone” in panchina, ma un uomo esperto. Ma soprattutto serve una società, ora non c’è. Senza quella potremmo spendere 1000 miliardi e cambiare 100 allenatori….risultato medesimo a questo.

    • Ma infatti quelli che parlano di moduli tattici, non valutando per nulla l’ambiente circostante capiscono zero. Hai capito più tu. Lo scudetto, non mi stancherò mai di dirlo, si vince prima in società, poi viene tutto il resto. Qui non c’è la parte più importante e si preoccupano di dirti di dove debba giocare Banega.
      GLR

  34. Il serio de Boer per dimostrare le sue capacità (nel bene o nel male) avrebbe semplicemente avuto bisogno di tempo e, soprattutto, di una dirigenza presente in grado di garantire serenità all’ambiente. Forse in questo momento la società Inter è troppo internazionale e troppo poco tifosa; non mi ci riconosco più…

  35. La cosa più allucinante è che esonerato De Boeri e non sanno chi prendere al suo posto o meglio ci sono mille teste e mille nomi.
    La cosa primaria è avere una società seria con persone capaci messe al posto giusto dopo di che si parte. Dal post tripletta ho sentito la parola progetto 1000 volte abbiamo cambiato 9 allenatori 1000 giocatori e vinto zero.
    Ormai non so più cosa pensare spero solo che scelgano nel bene dell’Inter ma ormai ho grossi dubbi

  36. Scelta inevitabile ma non per incapacità tecnico ma conseguenza dell’assenza societaria e manageriale. Stante tale latitanza inevitabile tecnico italiano che sappia gestire l’emergenza ma entro un mese spero arrivi o nominino manager italiano con pieni poteri che possa mettere spalle al muro i giocatori.

  37. Mi spiace tanto per De Boer e non sono contento quando un tecnico viene esonerato. Certo noi vediamo le situazioni dall’esterno mentre bisogna proprio viverle da dentro per comprenderle fino in fondo. Fino all’ultimo ho sperato di salvare l’ olandese e le parole che la società ha scritto per il suo congedo sono le solite di circostanza. Non sarà facile cambiare di nuovo una squadra organizzata non si improvvisa. Certo se diversi giocatori ormai non lo appoggiavano più cambiare è stato inevitabile

  38. Ed ora, come d’incanto, Ranocchia non farà le ranocchiate, Santon non provocherà rigori a fine partita, i cross dalle ali troveranno due attaccanti in area e le autobiografie verranno scritte a fine carriera.
    Peccato per FdB, troverà posto in una società seria ad allenare una squadra vera, come merita. Ed i giocatori li sceglierà lui secondo il suo progetto, come sarebbe normale in un calcio normale.

  39. Ciao, onore delle armi a FdB che non mi ha mai entusiasmato, ma del quale ho apprezzato l’ostinata voglia di inserirsi in un ambiente difficile ed a dir poco ostile. Certamente sarebbe servito più tempo e maggior sostegno della società contro una banda di sopravvalutati bamboccioni viziati e parte della stampa che ha rigirato verso di lui una propria e ridicola ignoranza linguistica.

  40. Assumere uno psicologo o un bravo terapista potrebbe essere più utile che cambiare allenatori a ripetizione.

  41. Andrea Quarti // 1 novembre 2016 a 20:48 // Rispondi

    …mettete chi volete ora ad allenare, tanto non cambia nulla se tutte le parti non condividono il progetto.Prendiamo il Trap :) o Cambiasso :)) ….ma chi è sto Pioli…???? Perché non sta allenando???

  42. Certo che il calcio milanese va forte…
    Prima un Milan di Brocchi, ora un’Inter di Vecchi… 😉

  43. Affidare una squadra come l’inter ad un tecnico come l’olandese a pochi giorni dall’inizio del campionato è come pensare di attraversare il Sahara con una Ferrari. Ingaggiare Gregucci pochi giorni prima della risoluzione del contratto del Mancio è come sparare neve finta in una pista da sci dove già si é deciso di annullare la gara per assenza di neve. Ne verremmo fuori come abbiamo sempre fatto con un nuovo allenatore. Che é come pensare di guarire dalla depressione mangiando cioccolata.

    • ANTONIOROMEO // 2 novembre 2016 a 07:46 // Rispondi

      Ennesima occasione persa per dimostrare di voler cambiare concretamente. Sembra come nel film di Visconti, si fa credere di voler cambiare tutto per poi non cambiare nulla. Tutti pronti a partire dall’anno zero per poi pretendere di fare poker. È questa la natura dell’Inter. Speriamo che i 2 anni con Mourinho non si rivelino una meteora.
      Soprattutto speriamo che la nuova proprietà non si stanchi prima del dovuto altrimenti servirà indossare i giubbotti antiproiettile. Saluti

  44. Ciao Gianluca. A questo punto mi puoi spiegare in cosa consiste questo “PROGETTO” che da anni questi pseudo dirigenti si riempiono la bocca? Ed entro quanti lustri pensano di realizzarlo, visto che non sono capaci nemmeno di supportare allenatori che loro stessi hanno scelto?
    Un saluto a FdB, persona seria che merita più rispetto

  45. GLR ma possibile che dopo sei anni non sia possibile fare una programmazione decente come, ahimè, avviene dai gobbi? Mi sembra che tutto si basi sull’improvvisazione, senza un minimo di criterio. Un piccolo pensiero per mister De Boer, una persona troppo perbene per il calcio italiano ma soprattutto per la stampa italiana.Non voglio darle importanza ma il modo in cui è stato trattato è stato disgustoso. Rendiamoci conto… questo veniva preso in giro perché cercava di parlare l’italiano.

  46. Dispiace per De Boer ma fino a un certo punto (lo stipendio lo prende comunque e troverà modo per rincuorarsi); secondo me ha ragione lui nel dire che serviva più tempo, però l’ho visto in difficoltà nell’imporsi sui giocatori. Ad esempio Icardi è esente dalla sostituzione? Se dopo 70 minuti non becca mezza palla…lo si sostituisca! Questo intendo per imporsi. Icardi è un mese che fatica e si può benissimo sostituire con un altro se è un periodo che gli gira male! Il nuovo ct dovrà capirlo.

  47. Dunque Bolingbroke, che sarebbe tra le altre cose anche l’amministratore delegato dice che “siamo soddisfatti di De Boer” e dopo due giorni lo silurano!E mi viene in mente mio nonno che mi insegnava il valore della parola data…fammi capire, sarebbero questi i dirigenti dell’Inter?Che se ne torni al Cirque du soleil, di pagliacci ne abbiamo già abbastanza.

  48. Silvio da Torino // 1 novembre 2016 a 21:51 // Rispondi

    Pioli è un allenatore molto sottovalutato con il problema di non aver mai guidato una grande squadra. Però bisogna dargli il massimo sostegno possibile perchè se passa il messaggio che sia solo un traghettatore mi viene paura per il nostro futuro. Certo che a inizio novembre avere come unico obbiettivo la Coppa Italia da l’idea di che anno di cacca sia questo. Poi bisogna rinforzare la difesa a tutti i costi, con questa ogni risultato è precluso. Se penso ad un anno fa mi viene mal di testa.

  49. Prendere De Boer al 9 agosto è stato un azzardo…non conosce calcio italiano e non ha scelto un giocatore della rosa attuale…esonero era unica cosa da fare…che fare ora? Secondo me partire dai giocatori e dalla voglia di riscatto se ce l’hanno…La rosa è buona non eccelsa ma a mio avviso col Napoli se la può giocare…chi allenatore? Uno normale che faccia cose normali e quindi anche uno come Pioli lo vedrei bene in attesa del ritorno di mourinho che a Manchester non finirà la stagione

  50. Mi piaceva De Boer per l’idea di calcio ma bisogna constatare che non è riuscito ad adattarsi alla squadra che aveva a disposizione.Vista la latitanza della dirigenza credo che la soluzione migliore sia quella di affidarsi ad un allenatore “amicone” dei giocatori tipo Mou o Leo.Leonardo secondo me era un po’ troppo spregiudicato nel gioco e subivamo diversi goal però il gruppo era con lui.In caso contrario un allenatore italiano, che se non conosce la squadra conosca almeno gli avversari…

  51. Guido Villa da Samobor (Croazia) // 1 novembre 2016 a 22:16 // Rispondi

    Mi si permettano due battute, per sdrammatizzare la situazione (la mia serenità quotidiana non dipende minimamente dall’Inter e dai suoi risultati, e sarebbe buona cosa che fosse così per tutti). La prima: vedo aleggiare per Appiano Gentile il fantasma di Giampiero Marini… chi, come me, ha qualche annetto sulle spalle comprenderà cosa voglio dire :) La seconda: come traghettatore Suning sta seriamente pensando a “Caron dimonio dagli occhi di bragia”, in Cina Dante è popolarissimo! :)

  52. andrea gnoli // 2 novembre 2016 a 07:27 // Rispondi

    caro Gianluca, comprendo l’esonero ma non lo condivido.
    Frenk paga non solo la classifica dell’Inter, ma anche quella del Milan. Detto questo, avrei dato più tempo ad un allenatore arrivato all’ultimo momento, che allenava giocatori non suoi, che ha fatto comunque vedere calcio, e di avere il coraggio di mettere in tribuna o in panchina chi lo meritava, e di far giocare ragazzi esclusi a priori dopo mezza partita sbagliata. Quello che davvero mi spaventa e’ la Società divisa in due. vedremo.

  53. Ciao GLR, come più volte evidenziato, credo anche io che il problema principale, da cui discendono molti degli altri, sia che NON SI SA CHI DECIDE COSA. Non lo sappiamo noi tifosi ma soprattutto, purtroppo, non lo sa la proprietà. Da fuori, sembra tutto improvvisato, casuale. Si scelga UNA figura di riferimento (il Galliani di turno) e si faccia quadrato intorno alla squadra. De Boer andva in conferenza stampa praticamente da solo. Ma non è Mourinho…

  54. La vicenda De Boer ha offuscato l’attenzione del pubblico sul gravissimo gesto di EDER nei confronti dell’allenatore, un chiaro simbolo dell’anarchia che regna nella rosa. Ritengo sia lecito aspettarsi che il signorino venga posto fuori rosa per un bel periodo di rinsavimento, anche come esempio per gli altri. Se rivedremo EDER in campo giovedì come se nulla fosse accaduto, dovremo purtroppo registrare un’altra clamorosa sconfitta della società Inter.

  55. Non capisco come non si possa fare le cose con normale buonsenso. La scelta giusta sarebbe quella di Pioli,persona di solido pragmatismo. Resterebbe tutto il tempo per decidere con calma. Tanto, salvo miracoli, la stagione pare essere compromessa. A che servirebbe l’ennesimo coach straniero che non ha mai allenato in Italia, con tutto quello che ne segue? Vedi Hiddink al Chelsea dopo esonero Mou. Comunque amala.

  56. Soluzione inevitabile. Il sig. De Boer è una brava persona ma fare l’allenatore in Italia è un’altra cosa. In poco tempo ha distrutto il gruppo creando casi a ripetizione e ha mostrato una impostazione tattica del tutto inadeguata (7 sconfitte su 14). Ora, per non perdere gli obiettivi difficili ma raggiungibili (E.L. e 3 posto), serve un tecnico che sappia ricreare il gruppo, bene Pioli, non escluderei Leonardo. Certo la società è lontana e ha commesso tanti errori.

  57. Claudioeffedeejay // 2 novembre 2016 a 08:44 // Rispondi

    Io avrei una soluzione ottimale per la panchina dell’inter: Ranocchia. È italiano, conosce benissimo l’ambiente Inter, è un ottimo esempio per i nostri difensori su come non difendere e soprattutto, dovendo dirigere dalla panchina, ce lo toglieremmo pure dalle palle come giocatore..

  58. Anche con la gestione di questo allenatore ci siamo coperti di ridicolo. Avanti un altro. A questo punto se lo scelga mr. suning come piace a lui e lo lasci lavorare per almeno 2 anni.

  59. Ormai una altra ennesima frittata è stata fatta.
    Sono dispiaciuto per FDB. Una persona educata e disponibile.
    Credo sarebbe potuto diventare davvero un interista amato totalmente dai tifosi. Ma ha già risposto Tu a tutti i nostri problemi e ha pagato il Mister.

  60. E’ normale che quando non arrivano i risultati si dà la colpa a chiunque, io non credo sia così , quanti membri della società sono stati criticati prima di Mancini/ Mourinho (se vi ricordate si dava pure la colpa al clan degli argentini) poi magicamente gli incapaci della società sono diventati dei veri draghi. Quest’ anno un solo grande errore, cambiare Mancini ad inizio campionato .

  61. Ciao GLR,
    la cosa che mi proccupa sono le lotte interne che ci sono attualmente in societa’….allenatore, squadra e risultati sono una logica conseguenza.
    Conto almeno 3 o 4 teste: dirigenti italiani (vivono il campo ma decidono poco), ET e soci, Suning con agente Kia ed a contorno abbiamo Moratti+Tronchetti. Leggo che Suning e Kia puntano allo straniero di nome….ma se alla fine “vince” il loro candidato come potranno comportarsi i dirigenti italiani che sarebbe a questo punto sfiduciati?

  62. Non capisco il motivo per il quale Suning non ascolti l’area tecnica dell’Inter che conosce perfettamente l’ambiente e le dinamiche del calcio italiano e si lasci invece influenzare dal nuovo Raiola interista Kia Joorabchian.

  63. Ormai fdb è andato e guardiamo avanti, non è la prima volta. Dico solo che se pensano a Hiddink come leggo oggi perchè i cinesi vogliono uno straniero siamo fuori strada. Dentro un italiano per mettere una pezza in difesa, poi vedremo.

  64. Osservatore // 2 novembre 2016 a 10:30 // Rispondi

    in tutto questo marasma proprio non riesco a giustificare il ruolo e il peso dei suggerimenti di tale Kia Joorabchian. Suning dovrebbe inserirlo nell’organigramma societario con un ruolo ben definito oppure costui non dovrebbe avere alcuna voce in capitolo nelle scelte societarie.

  65. Ciao GLR, una domanda della quale sembra che tutti gli organi di stampa se ne freghino: Ma in tutto questo a pagare (si fà per dire…) è solo De Boer? Cioè la dirigenza che l’ha voluto no? Dici che qualche testa “salterà” a breve?
    Grazie, buona giornata.

  66. Parliamo di soluzioni, gli errori fatti sono da spartire, tra l’area dirigenziale a quella tecnica e soprattutto dei giocatori.
    Mancano 7 mesi, la stagione è compromessa, e vedo inutile andare ad ingaggiare un nuovo mister da massacrare da qui fino alla fine. Pertanto opterei per contiunuare con Vecchi, anche non conoscendolo, in modo da responsabilizzare i giocatori (principali responsabili). Entro pochi gg è necessaria una svolta dirigenziale, i cinesi oltre i soldi devono metterci la faccia

  67. Giacomo Seneca // 2 novembre 2016 a 10:42 // Rispondi

    I risultati non sono dalla parte di FdB anche e spesso per errore suo (vedi Chievo, vedi squadre allo sbaraglio in EL). Tuttavia in 84 gg: ha ereditato una squadra in ritardo di condizione (colpa di Mancio e degli scansafatiche), ha avuto in gestione Icardi e i suoi mugugni contrattuali, Brozovic in selfie mode, poi Kondogbia, infine di nuovo Icardi in versione romanziere con annesso casino.
    Forse anche il sergente maggiore Hartman avrebbe avuto dei problemi.

  68. Massimo Inter // 2 novembre 2016 a 10:59 // Rispondi

    Mi dispiace molto per FDB, reso capo espiatorio di società e giocatori.
    Vedremo ora il prossimo: se sarà Pioli, ammetto che il suo Bologna mi piaceva molto come giocava avendo il solo Diamanti come giocatore più dotato e, dopo un po’ di fatica, anche la Lazio mi piaceva. Ma all’Inter è un’altra dimensione, serve una personalità molto forte e si ha poco tempo. Gli auguro ogni bene.

  69. io non mi capacito! gente che ha societa’, soldi e gestisce imperi, non riesca a capire le cose piu’ logiche e semplici ! basterebbe leggere qualche forum o semplicemente copiare quello che fanno le societa’ vincenti. I cinesi non sono forse noti per COPIARE ? e che copino l’organigramma di juve, o bayern, o barcellona! cribbio ma e’ cosi’ difficile darsi una organizzazione decente?

  70. C’era una volta un Indonesiano che per conto di un gruppo di Cinesi, consigliati da un Iraniano, decise di affidare ad un Olandese la gestione di un gruppo di giocatori principalmente di nazionalità sudamericana….sembra l’inizio di una barzelletta…ma è la cruda realtà…capisco che siamo fratelli del mondo ma forse si sta un po esagerando….Forza Inter

  71. Sotto la presidenza Moratti i dirigenti abbondavano,ma mancava sempre il “pugno duro”. Nel ’95 gli uomini della Grande Inter vennero messi a fare i managers. Giudizio di allora: troppa gente in organico. Anche sotto il rimpianto Oriali si sono vissuti gli psicodramma di oggi. E Moratti era seduto in via Durini, non in Cina. Quindi, va bene il manager che faccia da tramite tra squadra, tecnico e società ma alla fine i risultati li abbiamo sempre ottenuti con tecnici capaci e con i giocatori adatti.

  72. Avrei sostenuto FDB almeno fino alla sosta invernale. La storia, mi aveva portato a scriverti che FDB o spaccava o durava poche giornate. La storia, mi fa scrivere che soluzioni tipo Pioli, Guidolin, hanno un senso. Però se circolano nomi tipo Hiddink, Villas Boas, significa che si persevera nell’errore, ma a quel punto, per il bene dell’Inter, la soluzione sarebbe di non andare allo stadio. Quale il criterio per gestire la squadra? All’Inter ci sono o ci fanno?

  73. Premesso che De Boer era l’ultimo dei responsabili in relazione alla situazione odierna, spero che la dirigenza (?) vada su Pioli che mi sembra il piu’ adatto a prendere in mano questa banda di lazzaroni. Se poi dovesse invece arrivare ancora un tecnico straniero vorrebbe dire che in Asia il cervello si usa poco o niente ed allora mi arrendo..
    Comunque sia rimane il fatto che oltre al fatto che la professionalita’ in questo club rimane un optional, l’organizzazione invece non e’ mai nata.

  74. esoneriamo un allenatore senza che sia chiara l’alternativa.
    il circo.

  75. per fortuna che questi cinesi sapevano il fatto loro…….. a me ad ora sembra che non sappiano come si gestisce una società di calcio e a dir la verità nemmeno un negozio di ferri vecchi.

    • Già per ora è così…troppo ingenui? C’è un patto parasociale con Thohir che ignoriamo? Vedremo. Certo i primi mesi sono assolutamente negativi!
      GLR

  76. so che non mi risponderai mai, ma vorrei un tuo organigramma societario ideale. Insomma nomi che per tua esperienza giornalista ritieni di alto profilo e competenza. Insomma ben sapendo che la proprietà è in Cina e che in prima persona difficilmente saranno presenti a Appiano, che nomi consiglieresti a questi cinesi? Che poi il cinese è uno solo Zhang Jindong

    • Come non ti rispondo? Lo dico da tempo. Un organigramma simile a quello della Juve che funziona. Se vogliamo Zanetti può essere pure Nedved, Ausilio può essere Paratici, Gardini magari Mazzia, ma qui il Marotta dov’è? Ce ne sono parecchi che potrebbero farlo, da Oriali a Leonardo a Capello: peccato che siano intelligenti e senza carta bianca non vengano qui
      GLR

  77. Si è voluto per l’ennesima volta dare un alibi a quei caproni che domenicalmente sfoggiano una maglietta che non dovrebbero nemmeno osare d’indossare, Tronchetti che si permette di spandere saggezza e insegnamento su come si fa questo o quello. Ma chi si crede di essere costui? Ma che si faccia da parte insieme al suo amico Moratti. Si abbia il coraggio di mettere al comando una persona che possa permettersi di andare da chicchessia a dirgli “tu da domani con l’Inter hai chiuso”. Cmq AMALA!!

  78. Cerco di stare sul pezzo come richiesto. E’ normale che in una società chi comanda è un azionista di minoranza (Thohir), un consulente (Moratti) ed un procuratore di giocatori (Kia)? Basterebbe questo quadro per dire che la situazione di oggi è figlia di sbagli a monte ed ora ne paghiamo le conseguenze.

  79. Fintanto che non si capisce che l’azienda calcio non è ne più ne meno come ogni altra azienda, il cui successo non dipende unicamente da maestranze qualificate ma, soprattutto, da chi sceglie gli uomini e le strategie. Se ai tuoi dipendenti non fai capire che esigi la serietà e l’impegno, altrimenti ci sono conseguenze, questi, ed è umano, fanno flanella, c’è poco da fare.E’ fondamentale individuare un dirigente autorevole che sia punto di riferimento per la squadra e nei rapporti con l’esterno.

  80. domanda: se per il nuovo allenatore saranno ascoltati dai cinesi solo i consigli di Kia, quali conclusioni dovrebbero trarre la dirigenza italiana? e noi tifosi? Io un’idea ce l’avrei…

  81. Ciao Glr a me sembra che siamo tornati a fine anni 90′ quando si cambiava allenatore ogni 6 partite e si compravano tante figurine. Secondo me l’unica soluzione è fare un corso scuola Juve su come si organizza e gestisce una società, dove ogni uno ha un proprio ruolo e di quello si deve occupare. Ovviamente noi non conosciamo le dinamiche ma a me sembra che le società deboli a livello societario (Inter e Milan) di facciano comandare dai procuratori (raiola e kia) cosa ne pensi?

  82. Concordo al 101% con chi sostiene che l’errore, ancor più che darlo via, sia stato prenderlo, questo olandese. E’ sembrata proprio un’operazione da sprovveduti. Peggio ancora che “una figurina”, come si dice… Io penso che, più che intervenire tecnicamente, questi nuovi proprietari (con Thohir) dovrebbero smetterla di prendere decisioni, gestire il business (unico loro interesse, e ci sta) e assumere gente capace, in società, con ruoli ben (pre)definiti ed esperienza NEL CALCIO ITALIANO. J.B.

  83. Grave errore l’esonero perchè purtroppo adesso che non sanno scegliere l’allenatore e quando sarà trovato sarà già delegittimato in partenza, come fu Gasperini.
    La gestione di Gabigol secondo me è stata corretta. Anzi, trovo che, come purtroppo temo, se andranno male le cose e lui giocherà “a furor di popolo” e considerato salvatore della patria, sarà irrimediabilmente bruciato tra mugugni e fischi.
    E dalle nostre parti c’è un’innata attitudine a bruciare i giovani promettenti.

  84. Mi aspetto un immediato ritorno sulla scena della Signora Ivana per il controllo calligrafico sulla firma del nuovo tecnico. Siamo in piena era Pellegrini, vero?
    Ps Un saluto ad un grande allenatore che siamo riusciti a bruciare in meno di tre mesi

  85. Ciao GLR, io mi permetto di formulare un piccolo pensiero, magari inutile, sicuramente discutibile, ma io aspetterei nel giudicare Suning, sono nuovi per la realtà calcio e sicuramente per l’Italia, come tutti quelli che si calano in una nuova realtà commettono errori e impareranno da essi, certo per i nostri colori sembra un film già visto, ma bisogna avere pazienza, ci aspettavamo tutti di più così non è stato almeno per il momento, ricordiamoci che senza i cinesi non eravamo poi messi bene…

  86. “Il pesce puzza dalla testa” per questo che con l’esonero di FdB non cambierà nulla.
    Come uscire dall’empasse? “L’occhio del padrone ingrassa il cavallo”; ci vuole a Milano, un dirigente direttamente in linea di comando con Zhang, capace di caricarsi sulle spalle tutta la società, di prendere decisioni e di dare imput e visioni a questa armata brancaleone!!

  87. Io credo che tu abbia ragione quando affermi che il vero problema sia nella gestione societaria, più ancora che nei moduli tattici o negli allenatori. Alla fine è una società che fa grande un mister e raramente viceversa. Mi pare che quando Allegri approdò alla Juve non è che venisse da un periodo esaltante al Milan…

  88. fino a quando non ci sarà una società forte che difende l’allenatore e inchioda i giocatori alle proprie responsabilità la musica non cambierà.Leonardo non è uno stupido e ha declinato subito l’invito per non fare la fine di FDB dopo un paio di mesi.

  89. Gli allenatori, i presidenti, gli allenatori passano ma resta l’Inter. Per cui, ora, tafazzisti di tutto il mondo unitevi e buttatevi a mare. C’è una storia da tutelare, una società da costruire, una squadra da rimotivare e una stagione da raddrizzare. Non voglio capri espiatori: voglio solo gente motivata che da oggi remi tutta in una direzione. Grazie Frank (anche se parlavi come se fossimo quarti e non 14esimi) ma adesso via le facce da funerale e ciascuno faccia il suo: società, team, tifosi

  90. Leonardo si è chiamato fuori e pare lo abbia fatto anche Blanc. L’altro olandese e Villas Boas non so cosa ci capirebbero. Forse è meglio un normalizzatore come Pioli, ma perché aspettare e dare spazio a Vecchi in due partite così delicate? Tanto non credo sia un problema di modulo e giocatori non schierati (eccetto forse Gabigol, cosa ci si può inventare?). Dispiace dirlo ma Zanetti e (soprattutto) e Ausilio o chiedano di fare un passo avanti o lo facciano (molto) indietro.

  91. Fabio Primo // 2 novembre 2016 a 17:53 // Rispondi

    Se prendono un altro fenomeno straniero, giusto perchè siamo. L’ Inter e serve sempre un nome altisonante, siamo veramente nei guai.

  92. In primis ci vuole una sola proprietà e non 3 galli che parlano (suning , thohir e anche lo stesso Moratti parla tutti i giorni). Una grande squadra parte dalla società. Quindi chiamare subito Oriali l’uomo che fara’ da tramire tra societa’ e squadra. Poi mettere un bravo allenatore e soprattutto dire ai signori giocatori viziati che qua si deve correre e giocare al calcio. Putroppo altra stagione inutile e buttata.
    Ciao Andrea

  93. Se si continua con questo vivai di asiatici ogni due e tre anni con un ex proprietario che esterna dalla mattina alla sera con il presidente dello sponsor ufficiale (tronchetti provera) che critica sunning puoi mettere pure Mazinga Z ma faremo solo figuracce avevano ragione alcuni tifosi da bar Thohir è venuto solo per farsi i fatti suoi altrimenti non avvrebbe venduto il 70% dopo poco più di due anni

  94. Pioli sarebbe il migliore per tamponare la situazione fino a fine campionato. Detto questo spero che certi giocatori che fanno danni da anni vengano accantonati da subito ormai la loro chanches se le sono giocata…per essere chiaro i signori Ranocchia, Nagatomo, Felipe Melo, D’Ambrosio, Santon, Biabiany, Jovetic.

  95. Pur apprezzando De Boer spezzo una lancia a suo sfavore per chi lo “santifica”:
    – non è arrivato all’Inter non sapendo chi aveva a disposizione
    – la società gli ha chiesto un piazzamento Champions già quest’anno,quindi il bel gioco va bene ma intanto risultati
    – ha insistito su un gioco non adatto (mi lasciava un po’ perplesso quando diceva che se il giocatore poi sbagliava non era un problema)
    – ha rifiutato l’appoggio propostogli di Baresi
    Si è sopravvalutato e ha ignorato la realtà dei fatti

  96. Simone Oreto // 2 novembre 2016 a 21:53 // Rispondi

    Che tristezza infinita. …

  97. Ciao GLR, confesso che i fatti recenti mi hanno fatto capire meglio certe prese di posizione del Mancio che prima mi sembravano inspiegabili… Il vuoto di potere c’era già prima, con ogni evidenza, ma era reso meno evidente dalla sua personalità debordante. Temo che la soluzione del buon Pioli corra il forte rischio di risultare inadeguata in queste condizioni. Speriamo nell’arrivo di un uomo forte in società: se poi dovesse anche capire di calcio, non guasterebbe…

    • Non proprio o perlomeno non solo: diciamo che Mancini voleva essere lui in persona a coprire il vuoto. I cinesi oltre un certo punto non gliel’hanno permesso.
      GLR

  98. Come sempre allineato al tuo pensiero…società distante e inesistente sotto tutti i punti di vista, di riflesso cosa stiamo qui a scrivere? se dall’alto non c’è nessuno che comanda è normale trovarsi in queste condizioni: Interisti con la I maiuscola lo vogliamo capire che serve una SOCIETA’ con la S maiuscola in primis? poi quando vi sarà potremo discutere di allenatore giocatori ecc. qui invece vedo discorsi da tifosi del Pisa…cinesi quando porterete un MAO TSE-TUNG ad Appiano?

  99. La soluzione credo sia che siano i cinesi ad indicare il successore. Chi paga deve scegliere in modo che nessuno possa opporsi o creare fazioni. I cinesi dovrebbero scegliere a mio avviso un allenatore dalla personalita’ forte e capace di accentrare tutto e difendere le proprie scelte. Sul piano tattico chiunque si scelga affrontera’ lo scotto del cambio, si perdera’ qualche partita, se ne vinceranno altre… e proviamo il rimontone gli ultimi 2 mesi ma costruiamo per l’anno prossimo

  100. Mi dispiace per De Boer però mi chiedo i veri colpevoli perchè non pagano mai? In una societa normale se un manager sceglie persone non valide che provocano danni di immagine vengono cacciati a calci in culo o no? Chiunque sia l’allenatore non so se risolverà la questione se in una societa non ci sono certezze che chi sbaglia paga e i ruoli sono ben definiti!

  101. una semplice domanda…ma che ruolo ha questo famoso Kia? Sembra abbia più potere dirigenziale lui dei vari Zanetti, Ausilio e Gardini.

    • Lo stesso ruolo che hanno altri procuratori di riferimento in altri club: consigliano. Chiaro che poi nel vuoto di potere attuale, anche Wanda Nara parli da Presidente dell’Inter. Basta rimettere in sesto la società e vedrai che i ruoli interni ed esterni si divideranno come per magia.
      GLR

  102. Vi dico quello che succederà. I giocatori avvertiranno il sentore di precarietà, lo elaboreranno come peggio non si può, e lo restituiranno sottoforma di prestazioni al limite della decenza. Vecchi tornerà ad allenare la primavera col curriculum macchiato, chi subentrerà finirà a metà classifica e verrà a sua volta allontanato a luglio, sai giusto per stare nei tempi. Poi arriverà un altro neofita con i suoi tre anni d contratto, e la giostra ricomincerà. Vi basta, folks ?

    • Hai dimenticato il meteorite che presto colpirà Appiano Gentile! Scherzo. C’è del vero in quello che dici, visto che è già successo e, ahimé, succederà ancora
      GLR

  103. Ma basta con sta storia dell’esperienza, il calcio non è una formula chimica e le strategie contano fino a un certo punto.
    L’importante che tra i giocatori e il tecnico si instauri parecchio feeling e con De Boer era sullo zero.
    Per me un Vecchi, motivato e in sintonia con i giocatori, basta e avanza.
    L’importante che riequilibri un po’ la squadra, che non la faccia scoprire troppo in difesa e le cose si sistemano da sole.
    Al limite, se proprio vogliamo un po’ d'”esperienza” prendiamo Pioli.

  104. non c’è fretta per conoscere il nome del nuovo allenatore, tanto poi rimane un paio di mesi…

  105. Esonerare un allenatore e non sapere nemmeno chi prendere ti fa già capire la competenza…
    Comunque sono tutte cose già viste..e se non si impara dagli errori allora vuol dire solo due cose: non capisci un emerito cazzo..o fai apposta.

  106. Tra i tanti/e che hanno detto qualcosa sull’Inter, tra i più lucidi mi sembra Leonardo: il personaggio potrà piacere o meno, ma in poche parole ha dettato quella che dovrebbe essere la linea societaria….(oltre a dire chiaramente che lui in questo casino così com’è non ci verrebbe).

    • Leonardo ad alcuni piace poco, perché è un po’ opportunista (ma chi in questo mondo non lo è), ma anche molto intelligente
      GLR

  107. Contrariamente a tanti commenti letti qui -e non solo qui – io sono convinto che la stagione non sia affatto compromessa. I giocatori ci sono, bisogna solo che questi giocatori (alcuni davvero ottimi) giochino da squadra. L’Inter è una società organizzata (se non lo sei non aumenti il fatturato come negli ultimi due esercizi), che trovino un motivatore! E se pure si chiamasse con un nome poco esotico tipo “Vecchi” , lo confermino, se efficace. Intanto mi gioco il 2 fisso col Southampton. 😉

  108. Vecchio dimitri // 3 novembre 2016 a 16:01 // Rispondi

    Scusami gianluca ma io gestisco un bar e insieme ai miei amici guardiamo le partite e esprimiamo idee e giudizi sul calcio.
    Alla luce di quello che succede all’ inter ti posso garantire che le nostre idee non sono poi così strampalate rispetto a quelle della dirigenza nerazzurra .
    Basta denigrare le chiacchiere da bar ,sono l’ università del calcio anche se noi siamo dei fuoricorso.
    Detto questo se fossi sul letto di morte mi piacerebbe che uno di famiglia mi tenga la mano: Zenga o Mandorlini

    • Io non denigro assolutamente il bar, anzi…al bar dedico ogni settimana la mia rubrica su Il Giorno: vedi sezione Articoli. Il bar scoprì con anni di anticipo il calcio scommesse, Calciopoli e molto altro ancora. Io scherzo sul fatto che al bar si cambia idea ogni dieci minuti su tutto e tutti, ma sono un assiduo frequentatore dei bar dello Sport, che sono la mia primaria fonte di ispirazione!
      GLR

  109. Ma ti rendi conto di quello che sta accadendo? Stiamo facendo il casting per la selezione dell’allenatore. Manco fossimo ad X factor. Il povero pirla che verrà scelto parte già delegittimato. Perché in questo modo rimangono le fazioni. E chi giudica? Arisa? Fedez? Pioli 3 si ed un no. E Marcelino al televoto?

  110. Gianluca la mia sensazione dietro questa situazione kafkiana è che ci siano persone dietro la dirigenza che cercano di portare acqua al proprio mulino (kia su tutti). La domanda mi sorge spontanea: ma a noi tifosi chi pensa? Thohir presta denaro con tassi che se non sono da strozzino poco ci manca, Zhang idem. Per quanto concerne il lato sportivo il giocatore che vede una società assente è portato, vuoi o non vuoi, a non dare il 100%. Se avessimo la sede a corso Galileo Ferraris…

Lascia una risposta

Le 4 regole del commentario:
1. Siate educati: i commenti ad personam saranno ignorati
2. Scrivete in italiano, il congiuntivo non è una malattia degli occhi!
3. Non è una chat: se volete conversare tra voi, io che ci sto a fare?
4. La lunghezza del commento non può superare i 500 caratteri (spazi compresi)
Viva l’Inter!


*

 caratteri disponibili