JoJo: o si rilancia o sono guai!

Tutti concentrati su chi può partire e chi può arrivare perché questo è il fascino del mercato, soprattutto parlato, anche se poi come al solito magari non partirà nessuno di importante e nessuno di importante arriverà, però sarebbe meglio concentrarsi sull’immediato perché dopo la doccia fredda col Sassuolo c’è da andare a Bergamo, campo tradizionalmente ostico per noi, a riprendersi subito i tre punti persi col Sassuolo, così come ad Empoli si sono ripresi quelli persi con la Lazio a dicembre.
L’uomo sotto i riflettori continua ad essere Jovetic, in arte JoJo. E, come un vero jojo, Stevan va su e giù e questo è indubbiamente un momento down. Ora o Jovetic si rilancia, o meglio viene rilanciato da Mancini, oppure diverrà certamente un caso. Anzi per qualcuno lo è già, anche se a onor del vero era prevedibile la panchina a Empoli alla ripresa dopo l’acceso post-partita in Inter-Lazio dove da lui prima che da altri ci si aspettava più maturità e al limite anche quella col Sassuolo, visto che per la prima volta in questa stagione Mancini aveva, col senno del poi sbagliando, deciso di confermare la stessa formazione di tre giorni prima. Ora però Jovetic deve assolutamente tornare protagonista, uscire al più presto dal ruolo di alternativa a Icardi e caricarsi l’Inter sulle spalle proprio come aveva fatto a inizio stagione, guarda caso proprio contro l’Atalanta

13 Commenti su JoJo: o si rilancia o sono guai!

  1. Fabio Primo // 14 gennaio 2016 a 20:57 // Rispondi

    Dzeko e Jovetic sono i due pacchi rifilati dal Manchester City a Roma e Inter. Non si spiegherebbe altrimenti il prezzo incredibilmente basso e le condizioni con le quali i due giocatori sono stati ceduti

  2. Bravo Gianluca, avevo espresso le stesse perplessità dopo Empoli. Il Mancio, come altri allenatori, è orientato sul 4-3-3, modulo adottato ormai anche da quasi tutti i settori giovanili. Purtroppo in questo modulo Jojo può fare solo la punta centrale, a meno che non sia disposto a fare qualche sacrificio in più come sta facendo Ljajic. Peccato perché era partito bene. Magari in un 4-2-3-1 potrebbe giocare dietro alla punta con Ljajic (o Brozo) e Perisic ai lati e dietro medel e kondo. Non male!

  3. In questo momento sono più in forma icardi e ljajic. Xo Effettivamente è anche un problema tattico: Jovetic può giocare da prima o da seconda punta quindi in un 433 con icardi in forma non può giocare.

  4. Per costruire una squadra abbiamo bisogno di tempo e giocatori che si sacrificano e seguano il Mister. In tempi non sospetti hai sempre detto che il traguardo è il III posto e quello è l’obiettivo!!!
    Purtroppo quando arrivano le sconfitte si passa alla negatività totale tipico dell’interista, però dobbiamo avere fiducia in Mancini, lui deve costruire lo zoccolo duro che tirerà avanti x prox anni. Tutti giocatori devono mettersi a disposizione e seguire Mancio nessuno escluso.

  5. Il ragazzo arriva sicuramente da un’esperienza all’estero difficile. Credo abbia patito, nel recente, l’imprevista versatilità di Ljajić. Quest’ultimo, seppur più giovane, gioca con maturità, empatia, visione a largo spettro e intelligenza. I due posso certamente convivere, i giocatori di qualità sono preziosi e vanno salvaguardati, per cui sta a Mancini rinvigorirlo, responsabilizzarlo e trovargli la collocazione più adatta.

  6. Michelangelo Torres // 15 gennaio 2016 a 12:11 // Rispondi

    Diciamo che Jovetic nel 4-3-3 è alternativo ad Icardi anche se con caratteristiche diverse: una specie di ‘falso nueve’ o centravanti arretrato alla Hidegkuti (preistoria del calcio!).
    L’unico modo per far convivere i 2 è schierarsi con un 4-4-2 con Perisic e Biabiany (o un eventuale nuovo esterno capace di fare tutta la fascia, da individuare) sulle ali e JoJo a far da seconda punta al fianco di Icardi.

  7. “JoJo, o si rilancia o sono guai”.
    Beh, GLR… trattandosi di JoJo, dovrebbe rilanciarsi. Finchè non cede l’elastico… 😀
    Ciao, Rob

  8. a parte una buona stagione alla fiorentina, mi pare non sia un elemento sul quale puntare, e’ altalenante, poco decisivo e come sembra anche bizzoso. oltre che spesso infortunato

  9. a torinosolojuve // 15 gennaio 2016 a 20:48 // Rispondi

    Jovetic è considerato un’alternativa a Icardi e credo che il suo momento possa essere paragonato a quello di Morata: sono calciatori che rendono al massimo quando sono motivati, mentre per ora sono palesemente un gradino sotto i titolari
    Andrea

  10. Con o senza JoJo quest’anno dobbiamo centrare la Champion, e direi che siamo sulla buona strada. Non solo, finché saremo lì nei paraggi potremo lottare per lo scudetto (non è vero Thohir?), anche se non siamo la squadra più forte. In ogni caso siamo l’Inter e come dice anche il Mancio, dobbiamo provarci. Nonostante le 4 sconfitte sono convinto che faremo un girone di ritorno all’altezza. Mi auguro una campagna acquisti “calda” nonostante il clima: poca gente ma tosta. Amala ⚫️⚫️

  11. Ero entusiasta di Jojo, anche per come ha iniziato la stagione. Mi sto ricredendo, non aggiunge nulla al nostro attacco e non mostra i lampi di classe che mi aspettavo. E sopratutto non la butta dentro. Non ci può sempre pensare Maurito. Secondo me un giocatore in involuzione tecnica causa mancanze caratteriali. Sono principalmente i suoi gol che mancano al nostro attacco. Tirasse almeno le punizioni….

  12. Amala, pazza inter amalaaaa

  13. Jovetic è un grande giocatore. Purtroppo credo sia assolutamente alternativo ad icardi, tranne casi particolari (partite contro squadre super difensiviste) e comunque col 4.4.2

Lascia una risposta

Le 4 regole del commentario:
1. Siate educati: i commenti ad personam saranno ignorati
2. Scrivete in italiano, il congiuntivo non è una malattia degli occhi!
3. Non è una chat: se volete conversare tra voi, io che ci sto a fare?
4. La lunghezza del commento non può superare i 500 caratteri (spazi compresi)
Viva l’Inter!


*

 caratteri disponibili