Il Giorno – Bar dello Sport 33

Pubblicato su Il Giorno, venerdì 26 agosto 2016

Quanti mister da cacciare
La nuova stagione è appena partita, ma è già una settimana tremenda per i nostri tifosacci al Bar dello Sport. E’ già il tempo del ‘via questo, via quello’,  perché qui basta una falsa partenza ed ecco che la testa dell’allenatore di turno prende a rotolare sul pavimento del locale, manco fossimo in un film di Dario Argento. Il primo ghigliottinato è Frank DeBoer. Nemmeno due settimane sulla panchina nerazzurra e per l’assicuratore interista Walter, vista la scoppola all’esordio col Chievo, è già tempo di cacciarlo!  Il Walter è l’archetipo del tifoso nerazzurro medio, per cui il miglior allenatore dell’Inter è sempre quello che non è ancora arrivato. Quest’anno poi la platea si è arricchita di un nuovo personaggio: l’impiegato delle poste Tiberio, grande romanista appena trasferito al Nord dalla Capitale che, dopo la brutale eliminazione in Champions della sua Roma, sta già chiedendo a sua volta la testa di Spalletti: ‘uno che te illude sempre – commenta – ma nun vince mai!”
E a ruota stavolta si infila pure l’idraulico napoletano Gennaro che, intristito dallo scippo di Higuain da parte della Juventus, ormai va in crisi per un nonnulla, come il pareggio acciuffato dal Napoli a Pescara. Anche per lui Sarri ha fatto il suo tempo: “E’ bastato il secondo posto dello scorso anno per farlo sedere sugli allori – piagnucola – Meglio rimandarlo subito a casa sua!”
Dal corposo plotone di esecuzione, per una volta, pare distinguersi il tassista milanista Gianni, ormai definitamente ridimensionato nelle sue aspirazioni dalle confuse vicende societarie rossonere. La sofferta vittoria casalinga dei rossoneri sul Torino lo ha ingentilito su Montella, almeno per ora. Il carrozziere bianconero Ignazio resta invece sempre più l’odiato carnefice di tutti: reso ancor più arrogante da una Juventus più forte che mai, vive ormai la Serie A come puro allenamento alla Champions League, mentre l’anziano pensionato Ambrogio non cambia mai: “Qui volete sempre mandar via tutti – sentenzia – ma gli unici che dovrebbero essere mandati via dal calcio siete proprio voi!” Buon campionato a tutti.

 

Lascia una risposta

Le 4 regole del commentario:
1. Siate educati: i commenti ad personam saranno ignorati
2. Scrivete in italiano, il congiuntivo non è una malattia degli occhi!
3. Non è una chat: se volete conversare tra voi, io che ci sto a fare?
4. La lunghezza del commento non può superare i 500 caratteri (spazi compresi)
Viva l’Inter!


*

 caratteri disponibili