Il Giorno – Bar dello Sport 16

Pubblicato su Il Giorno, venerdì 4 marzo 2016

All’Inter serve Freud
Non gliene va bene una all’assicuratore interista Walter. Dopo l’impresa sfiorata con la Juventus in Coppa Italia avrebbe potuto piombare al Bar dello Sport sfoderando l’antico orgoglio interista, ma lui invece la partita non l’ha proprio vista.  Sentendosi già condannato dallo 0-3 dell’andata e ulteriormente prostrato dallo 0-2 in campionato di domenica scorsa, il Walter stavolta se n’è andato al cinema con la sua ultima fiamma dell’Est Europa, la bella estetista ucraina Veruska, che però qui nessuno ha mai visto e che sommessamente si ritiene esistere solo nella dinamica fantasia del Walter.
Peccato perché, se avesse seguito bene la partita, il Walter avrebbe qualche argomento in più per contrastare il sempre più borioso carrozziere juventino Ignazio, che stavolta se l’è fatta sotto davvero fino all’ultimo rigore e che dopo lo scampato pericolo gioca a fare il superiore: “Io sono sempre rimasto tranquillo  – bofonchia – e poi a battervi così noi juventini godiamo ancora di più!”
Prova a mediare il tassista milanista Gianni: “L’Inter ha fatto un partitone – ammette – e a me sarebbe piaciuta una finale tutta milanese, anche perché il mio Milan in un altro derby avrebbe avuto vita meno dura!”
Il Walter comunque è sempre più in palla. Come ogni interista, non si capacita di come la sua squadra possa cambiare faccia non solo in un mese in mezzo, ma perfino nel giro di tre giorni, visto il freschissimo e nefasto precedente di campionato con la Juve: “L’Inter ha gravi problemi mentali – si sfoga – qui ci serve un bravo psicanalista!”
Conferma con aria notarile l’anziano pensionato Ambrogio: “E’ vero –  sospira – all’Inter serve proprio un Freud!”
“Ecco bravi, continuate a comprare giocatori inutili” – irrompe urlando il carrozziere juventino Ignazio, che ancora una volta si conferma il più ignorante per distacco.
Insomma, ce n’è abbastanza per un altro giro di grappe!

 

1 Commento su Il Giorno – Bar dello Sport 16

  1. Ma Freud non e’ un allenatore ?

Lascia una risposta

Le 4 regole del commentario:
1. Siate educati: i commenti ad personam saranno ignorati
2. Scrivete in italiano, il congiuntivo non è una malattia degli occhi!
3. Non è una chat: se volete conversare tra voi, io che ci sto a fare?
4. La lunghezza del commento non può superare i 500 caratteri (spazi compresi)
Viva l’Inter!


*

 caratteri disponibili