4iCI: Napoli-Inter 0-2

MARCATORI: Jovetic al 29′, Ljajic al 47′ s.t.
NAPOLI (4-3-3): Reina; Hysaj, Chiriches, Koulibaly, Strinic; David Lopez (dal 20′ s.t. Jorginho), Valdifiori, Allan (dal 13′ s.t. Hamsik); Callejon, Gabbiadini (dal 27′ s.t. Higuain), Mertens. (Rafael, Gabriel, Albiol, Ghoulam, Maggio, El Kaddouri, Dezi, Luperto, Insigne). All. Sarri.
INTER (4-2-3-1): Handanovic; Nagatomo, Miranda, Juan Jesus, Alex Telles; Medel (dal 41′ s.t. Felipe Melo), Kondogbia; Biabiany, Ljajic, Perisic (dal 28′ s.t. Palacio); Jovetic. (Carrizo, Montoya, Murillo, D’Ambrosio, Santon, Ranocchia, Gnoukouri, Brozovic, Icardi, Manaj). All. Mancini.
ARBITRO: Valeri di Roma.
NOTE: Espulsi Mertens per doppia ammonizione; il tecnico dell’Inter Mancini e il tecnico del Napoli Sarri. Ammoniti Miranda, Valdifiori per gioco scorretto; Higuain per proteste.

Non ci credevo per niente, ma proprio per niente. Assolutamente nulli per tutto il primo tempo pur con il Napoli più abbordabile, poi nella ripresa 2-0 con Higuain, Hamsik e Jorginho in campo. Il calcio resta proprio un mistero agonistico! All’intervallo le statistiche dicevano che l’Inter non aveva fatto nemmeno un tiro in tribuna, mentre Handanovic aveva già fatto il suo. Nella ripresa però, come per magia, qualcosa è cambiato e l’Inter ha preso campo, coraggio e personalità. E Jovetic, fino a quel momento non incisivo come lo si vorrebbe, si è inventato un gran gol con un tiro da 25 metri. Poi l’assalto confuso del Napoli, la simulazione di Mertens, giustamente espulso da Valeri e il raddoppio in contropiede solitario e vincente di Ljajic, fino al brutto epilogo da uomo di Neanderthal di Sarri del quale, ahilui, si parlerà per giorni, soprattutto con dichiarazioni da ambiente extracalcistico: già me li vedo politici, attori, intellettuali di ogni latitudine dire la loro. Non mi interessa come e quanto sarà punito Sarri e meno ancora le opinioni di chi si schiera da una parte o dall’altra in nome del tifo che, come dico sempre. è una brutta malattia, codificata anche in Medicina. Questa è una questione di civiltà, davanti alla quale qualsiasi cittadino dovrebbe insorgere, ma poi c’è sempre quello che filosofeggia sulla retorica buonista. Siamo il Paese in chi c’è persino chi ha giustificato Rosa e Olindo, non dimentichiamolo mai. Ho fatto ovviamente un esempio fuori portata, ma solo per far capire che il calcio in Italia continua a godere dell’extraterritorialità, malgrado la Costituzione prima ancora che il Codice di Giustizia Sportiva preveda pene severe in caso di discriminazione di razza, sesso o religione. Sarri è un uomo cresciuto probabilmente in un mondo che non c’è più, in cui l’omosessualità veniva vista come una malattia. All’estero questa gente è già stata spazzata via dalle sanzioni del vivere civile, prima ancora che da quelle giuridiche. Si è detto che Sarri, a suo modo, si è scusato, ma ha perso due volte quando si è scoperto che era recidivo e che ha detto la prima cosa che gli è venuta in mente, quasi facendo passare per normalità quel che a tanti altri manco passerebbe per l’anticamera del cervello. Si è detto che Mancini avrebbe a sua volta dovuto applicare la legge tutta italiana e non scritta dell’omertà e tenersi tutto dentro. Da questo punto di vista, gli anni in Inghilterra lo hanno certamente cambiato, senza contare che poi per mesi gli si sarebbe chiesta ragione di una sua reazione tanto violenta, reiterata nel ‘cosa hai detto?’ davanti alle telecamere. Quel che non si vuole capire è che Sarri non è un portuale qualunque, ma un personaggio pubblico, come ho più volte detto di Tavecchio, all’epoca delle sue gaffes, che fecero inorridire Thuram e molti altri, all’estero più che in Italia. Sarri non può più permettersi di parlare come un tifoso e non può essere difeso citando i tanti sfigati che ogni domenica anonimamente offendono Napoli e la sua gente con cori e striscioni idioti. Pensate un attimo ad Aurelio De Laurentiis, che prima che Presidente del Napoli è un produttore cinematografico di caratura mondiale con ampie frequentazioni nel jet-set internazionale, dove la sessualità è più che mai libera: una frase da troglodita come quella di Sarri, comparsa sui media di mezzo mondo, quale danno di immagine può portargli?
Il Napoli in campo è tornato grande e deve poter contare su persone che alla grande lo rappresentino anche nel mondo del calcio. E proprio tornando al calcio, l’Inter continua a non essere in grande condizione psico-fisica, ma questa è una grande vittoria, anche perché nessuno aveva ancora vinto al San Paolo. Un successo importante, sul livello di quelli in campionato su Milan e Roma, che spero possa ricompattare il gruppo anche in campionato.

Highlights
14′ Tiro di Mertens, Handanovic coi pugni
24′ Jovetic per Kondogbia che tira su Nagatomo (!)
24′ Strinic per Callejon che gira, Handanovic decisivo
45′ Punizione di Gabbiadini dai 30 metri, Handanovic blocca
62′ Jovetic da fuori area, Reina blocca
65′ Cross di Telles, tiro di Medel alto
74′ Medel innesca Jovetic che da lontano fa secco Reina 
85′ Mertens di potenza, Handanovic col corpo
92′ Contropiede di 60 metri di Ljajic che trafigge Reina
94′ Destro a giro di Higuain, Handanovic c’è ancora 

99 Commenti su 4iCI: Napoli-Inter 0-2

  1. Pasquale Somenzi // 20 gennaio 2016 a 00:38 // Rispondi

    Giocare Napoli-Inter di Coppa Italia il 19 gennaio era una data obbligata, infatti
    essendo ad eliminazione diretta ci doveva esser un vincitore ed il 19 gennaio
    l’Inter aveva finora disputato 16 partite ufficiali con 6 vittorie e 10 sconfitte e
    quindi nessun pareggio.
    Inoltre è la settima volta che questa partita si disputa in coppa Italia ed è sempre stato un match invernale, caduto sempre tra il 26 dicembre ed il 26 febbraio.
    C’era però una sola vittoria dell’Inter nell’arco dei 90 minuti, ossia il 6 gennaio 1938:
    quarto di finale ad eliminazione diretta, reti: 11′ Meazza, 15′ Frossi.
    Inoltre era dal 2006/2007 che l’Inter non iniziava la Coppa Italia senza subire reti
    nelle prime 2 partite.
    Pasquale.

    • Pasquale Somenzi // 21 gennaio 2016 a 00:41 // Rispondi

      Come scritto, l’unica volta che l’Inter vinse in coppa Italia a Napoli nei 90 minuti fu nei quarti del 1937/38 ed anche allora in semifinale trovò la Juventus, anche allora le semifinali erano lombardo-piemontesi, ovvero Juventus-Inter e Milan-Torino, la finale fu tutta piemontese con la differenza che allora era la finale ad andata e ritorno e la semifinale ad eliminazione diretta, stavolta il contrario.
      Pasquale.

  2. il nostro kondobione continua a perdere palloni in quantità, ma sembra che almeno comincia a correre un poco, ha una faccia simpatica e spero che riesca ad emergere, ma non ne sarei cosi certo, l’attacco conta ottimi giocatori, e in difesa miranda sembra indispensabile. Spero che l’involontario outing del mancio, seguito alle antipatiche affermazioni di sarri non influirà sulla marcia della beneamata

  3. Speriamo che questa vittoria ci dia un po di morale e autostima … Comunque quanto ci manca un centrocampista coi piedi buoni.. Anche stasera si vedeva purtroppo medel e kondo sono un pochino limitati .. Però va bene lo stesso .. Quel che conta e’ il risultato … Visto che a noi ci hanno squalificato un intera curva per i cori contro i napoletani che chi va allo stadio lo sa benissimo che ci sono da 50 anni adesso vediamo la giustizia. No comment.

  4. ho sentito al partita via internet-radio essendo ancora x qualche gg a Pekino. Che dire….il bello del calcio è questo! bisogna continuare fare quadrato attorno al ns allenatore e società. Non avremo dei fuoriclasse, ma non sono dei brocchi. Seguendo le direttive del tecnico che di calcio ne mastica, si può solo migliorare. ho sentito durante la telecronaca che si sbagliano passaggi elementari che danno adito a ripartenze. Eliminiamo queste lacune e si acquisisce tranquillità. Amala

  5. Bel secondo tempo. Vittoria meritata, su un campo molto difficile, che da’ morale.

  6. dopo il mese da incubo (sportivo) ho visto riaccendersi la luce. il gioco è sempre lo stesso,ma la voglia di lottare e i colpi dei singoli hanno fatto la differenza. Anche J.J vicino ad un ottimo centrale come Miranda ha fatto il suo e Kondo, anche con tanti errori, ha dato quella forza che al centrocampo alle volte manca. Sull’episodio finale i fatti si commentano da soli….

  7. Abbiamo un grande mister che è soprattutto un grande uomo.
    La denuncia che ha fatto a fine gara mi è piaciuta tantissimo. Finché non la finiremo con questi atteggiamenti saremo sempre un paese incivile. Bravo Mancio e malissimo Sarri che invoca la banalità del “sono cose da campo”. Sono cose incivili altroche. Saluti

  8. Per la seconda volta in stagione, senza Icardi, abbiamo colto una vittoria contro una “grande”. Icardi è un cecchino, ma il modulo di Mancini non è fatto per lui e i giocatori davanti (Perisic, Ljajic e Jovetic) non giocano per farlo segnare. Un bel problema da risolvere se si vuole tornare a segnare più gol…

  9. forza ragazzi e prendiamoci sta finale con l’alessandria…..

    • Toccando tutto quello che si può toccare, ipotizzando di arrivare in finale, confesso di temere i Grigi… Tutto sommato, forse sarebbe meglio il Milan :-)

  10. GLR: noterai che la manovra è discretamente fluida fino alla trequarti. Qui, l’unico a predicare nel deserto è Ljiajc (qui lo dico, qui lo nego: mi ricorda sempre di più il primo Sneijder). Gli altri, Perisic in testa, si limitano allo scarico sicuro al terzino (Telles, ndr) o crossano quando ormai la difesa è schierata, tranquilla, e gli attaccanti ben marcati. Ieri l’ho rilevato fino a uscirne pazzo. Questa vittoria è però un discreto viatico su cui lavorare, da già che in difesa ci siamo.

  11. Roberto Scibetta // 20 gennaio 2016 a 08:42 // Rispondi

    Quando incontri una squadra tecnicamente superiore, solo due cose possono permetterti di vincere: un grande carattere ed un allenatore straordinario. Così fu con Mou in Champions, così é stato ieri con il Napoli, squadra tecnicamente di un’altro pianeta rispetto a noi. Grande difesa, grande Mancio, sorpresa Nagatomo, metronomo Kondo, redivivo Telles, 7 polmoni Medel…

  12. Fabio primo // 20 gennaio 2016 a 08:56 // Rispondi

    Nonostante la vittoria, partita identica alle precedenti, centrocampo senza gioco, mancano idee e personalità. Solidità difensiva, portiere in forma eccezionale e qualche colpo dei singoli ci tengono a galla. Su kondogbia ho esaurito gli aggettivi. Speriamo nel mercato di aggiustare e migliorare qualcosa

  13. Esatto, uomo di Neanderthal, in fondo anche somaticamente lo ricorda.

  14. Neppure io ci credevo, viste le ultime apparizioni.
    Questo ritorno alla vittoria “cinica” spero abbia ritorni positivi sulla psicologia del gruppo già da domenica.
    SerrHandanovic ha confermato il suo stato di grazia ed il nostro centrocampo la sua mancanza di fosforo; il centrocampo del Napoli è altra roba, dinamico, veloce, piacevole (anche se ieri non è servito).
    Spero che entro gennaio arrivi un innesto da affiancare ai nostri inderditori.
    Su Sarri sorvolo, si commenta da solo.

  15. Nel mio post dopo la partita di Bergamo predicavo calma e dicevo che la Coppa Italia era un obiettivo importante da non snobbare. Ecco quindi che questo risultato positivo riporta un po’ di serenità e fiducia nell’ambiente.
    Ora testa al Carpi.
    L’Inter deve concentrarsi partita per partita, cercando di ottenere il massimo. Questa è l’unica strada da percorrere per una squadra in costruzione.

  16. Luca Milano // 20 gennaio 2016 a 09:08 // Rispondi

    Bene così. I segnali positivi: Handa in campo e Mancini incazzoso. Ora bisogna restare 3° e, al limite, cercare qualcosa in più nelle ultime partite, sempre se gli altri ce lo consentiranno. Speriamo, poi, di incontrare la Juve in coppetta: se non crolliamo a S.Siro, possiamo dare qualche fastidio a Torino – e, al limite, anche se non ci credo…passare sulle “strisce pedonali”.

  17. Davvero brutto epilogo, provo a pensare che siano state espressioni maleducate più che razziste, considerato che stimo Sarri e che vivo in Toscana dove purtroppo anche la parolaccia e la bestemmia (da maleducati e comunque ingiustificabili) sono simpaticamente apostrofate; non giudico, ma sono proprio dispiaciuto. Sulla vittoria non avrei scommesso, ci speravo come ogni tifoso ma anche il primo tempo confermava la nostra disarmante pochezza, poi il miracolo. Sempre forza Inter.

  18. Eh, sì… brutto epilogo sì. Di una partita tutto sommato bruttina.
    Kondogbia imbarazzante e Jovetic pure. Solo che il buon JoJo quando meno te l’aspetti cava dal cilindro qualche magia… il francese non ha neppure il cilindro e sinceramente comincio a perdere ogni speranza. Menzione speciale per Miranda, ieri sera superbo. Quando hai due come lui e Handa, almeno terzo ci arrivi.
    Inter data per morta troppo presto, comunque. Per lo scudetto è un rebus, se la Juve smette di vincerle tutte… 😉

  19. grande risultato, soprattutto nessun gol subito pur avendo di fronte una squadra lanciata in campionato. Per quanto riguarda Sarri: il calcio avrebbe l’occasione di dimostrare finalmente di essere nel 2016 prendendo le dovute misure, ma scommettiamo che non succederà nulla a parte inutili e puerili scuse?

  20. Ottima la vittoria. La squadra va a singhiozzo. Quelli di più qualità devono giocare possibilmente sempre(JoJo..Liaijc…Perisic,,,Biabianì). JOJO è una seconda punta fa gli scambi ma nei pressi dell’area vede solo la porta… ha bisogno di compagno con cui fare gli scambi ed andare al tiro. Mentre Kondo si intorcina crescendo…ci vorrebbe un altro da affiancare a Medel (impostatore, interditore e veloce) per la coppia di centrocampo. Quindi sempre 4 4 2 che si trasforma in 4 2 4.

  21. Esatto, speriamo serva per il campionato. L’autostima andava un po’ rinvigoriti, speriamo la vittoria di ieri aiuti. Ljajic mi piace sempre di più: ha corsa e spirito di sacrificio, bella presa. Mi sta un po’ deludendo Perisic: secondo te può essere un problema di collocamento tattico o solo normale periodo di adattamento? Mi dà l’impressione di avere numeri in canna ma poi non fa mai fuoco.

  22. Il calcio è uno sport per uomini, e apostrofare una persona come “frocio” (ma anche “negro”) non è da uomini, ma da bestie. Ne siamo tutti corresponsabili, non neghiamolo, e mi fanno sorridere i moralisti del giorno dopo. Credo altresì che il Mancio, uomo forse non acculturato ma di certo intelligente, abbia capito che Sarri fosse al limite, e che questo suo “sputtanamento” sia anche ed in parte calcolato, nella speranza di farlo sbroccare e far innervosire l’ambiente partenopeo. Amala, sempre.

  23. Andrea da SanPietroburgo // 20 gennaio 2016 a 09:36 // Rispondi

    Sarri si porta in vantaggio per il premio cretino 2016 da te istituito e promosso.
    Ma se mi si consente, peggio il “certe cose restano in campo” della cosa stessa.
    Per il resto…
    Da qualche parte penso quest’anno si arriverà…

  24. Nemmeno io ci credevo prima del match, però fin dai primi minuti ho avuto la sensazione che non avremmo perso, anche se il Napoli aveva più iniziativa, qualche errore dei nostri ma un atteggiamento giusto in campo, la domanda era…chi la sbloccherà – visto che non tiriamo mai verso la porta di Reina?
    Per fortuna Jo-Jo si è ricordato di avere dei colpi.
    Mi è piaciuto Juan Jesus, sono contento che abbia fatto una buona partita, finalmente.

  25. vado controcorrente perchè criticare dopo una sconfitta è troppo facile: non tiriamo mai in porta, ci pressano alti e facciamo una fatica incredibile ad uscire dalla nostra metà campo. Mancano piedi buoni tra i difensori e i centrocampisti sono tutti incursori e mediani (serve Soriano?). Perchè non pressiamo alti anche noi con gli esterni d’attacco sui terzini altrui? Fino al gol Jojo mi è sembrato nullo, poi… gol ed assist. Il Napoli senza Higuain è uguale a noi. Amala e semifinale!!

  26. Non devo ostinarmi a far vedere le partite dell’Inter a mio figlio: rischio che mi diventi milanista…

    • Beh, in effetti loro hanno squadra e gioco eccezionali. Senza contare i nuovi acquisti, a cominciare da Luiz Adriano!
      GLR

    • Tutto il contrario. Se si sposa una passione nella sofferenza, l’investimento per il futuro varrà triplo. Fidati. Che poi, ieri, abbiam pur sempre violato il San Paolo, eh. Mica Milanello.

  27. Nulli nel primo tempo ma non abbiamo rischiato nulla nonostante il buon Juan Jesus che quest anno ha sempre fatto bene. Poi proprio quando si pensava “con higuain hamsik e jorginho ci battono” ecco i due gol. Vittoria meritata. Su sarri: insulti pietosi e non è la prima volta. Anche la conferenza stampa tra le risatine dei giornalisti napoletani e di sarri mi è sembrata anche peggio. In inghilterra suarez x aver insultato Evra è stato squalificato per 8 turni, mi aspetto la stessa cosa.

  28. Temo che gli alti e bassi del nostro gioco saranno una costante della ns stagione con l’unica certezza della difesa e del portierone e paradossalmente già il carpi sarà una bel banco di prova. Tralascio commenti sul grezzo toscano , mentre è da qualche giorno che ho ritrovato la via della preghiera…..prego tanto perchè guarin vada in Cina.

  29. io invece alla fine del primo tempo ho giocato in live l’Inter a 4,50 ed ho vinto 180€… :)) Ma ero sinceramente convinto che avremmo vinto già da sabato sera. Questa era una partita importantissima a livello psicologico, il Mancio lo sapeva. Già Mancini, campione trasversale prima (come Maldini, Zanetti o Del Piero) e grande allenatore oggi, credo ami davvero il suo Paese e provi a cambiarlo coi fatti. Sarri, come uomo, si commenta e si qualifica da solo, come allenatore è una meteora.

  30. Una partita vinta con il cuore ed il carattere. Bene cosi, una conferma che il rinnovamento voluto da Thohir e Mancini viaggia sulla giusta corsia. Con due/tre innesti mirati e con le giuste uscite potremo vivere più sereni la rincorsa alla Champions. In quale posizione si vedrà, anche se ho ritenuto la Juve la squadra ancora favorita sin dall’inizio e nonostante la partenza poco brillante.

  31. :))))))))))))
    ID: DD07E0011
    N° conto: 8530528
    CSMF: 15155
    Scommessa effettuata: 19/01/2016 21:41
    Scadenza: 19/01/2016
    Stato: Vincente
    NAPOLI – INTER
    ESITO FINALE 1X2 LIVE: 2
    Quota: 4,50
    ASTON VILLA – WYCOMBE WANDERERS
    ESITO FINALE 1X2 LIVE: 1
    Quota: 1,85
    MILTON KEYNES DONS – NORTHAMPTON TOWN
    ESITO FINALE 1X2 LIVE: 1
    Quota: 2,35
    READING FC – HUDDERSFIELD TOWN
    ESITO FINALE 1X2 LIVE: 1
    Quota: 3,10
    Ammontare della scommessa: 3,00 €
    Vincita: 181,94 €

  32. Ecco la dimostrazione che ci voleva tanto poco per vincere (Napoli in casa loro e nel momento in cui c’era anche Higuain). Col regista (non Soriano, o meglio è buono, mi piace, ma non è il regista) saremmo perfetti, ma se già stiamo attenti senza fare cavolate siamo da terzo posto.
    Ho visto benino anche Kondo, gli manca la rapidità (normale vista la stazza) e non può dover smistare palloni, ma ha potenza e controllo, crescerà.
    Davanti gli ‘ic’ si pestano un po’ i piedi, da migliorare

  33. Gino Pesola // 20 gennaio 2016 a 11:19 // Rispondi

    esimio Gian Luca, scusami ma non ho capito perché Mancini si è offeso: è gay?
    Saluti

    • Insomma, come se io dicessi a te: coglione! Ma siccome non lo sei, posso dirlo senza remore. Non funziona esattamente così nella vita di ogni giorno, soprattutto tra persone civili, soprattutto tra chi ha ruoli comunque pubblici!
      GLR

  34. Perchè Mancini ha voluto giocare seriamente solo quando il Napoli ha messo i più forti!!!
    AMALA

  35. vittoria importante con un avversario di prestigio che senza Higuain perde almeno il 30%. speriamo che ci dia la carica per mantenere il 3° posto; non sono d’accordo con chi esalta la prova di Jovetic che, a parte il gran gol, mi è apparso spesso spaesato; riguardo la polemica ho visto Sarri sinceramente mortificato , ha chiesto scusa pubblicamente e Mancini ora dovrebbe accettare le sue scuse, che comunque non cancellano il brutto episodio. Amala.

  36. Grande vittoria e brutto epilogo.
    Epiteti, come dici tu, da cavernicolo, niente altro se non la conferma che tutti gli elogi all’uomo, prima che all’allenatore, erano mal riposti.
    Claudio – Parma

  37. A mio avviso Mancio ha sbagliato. Alla fine anche alti insulti passano inosservati non si può fare una classifica del meno peggio. Io vado allo stadio solo per la mia squadra senza badare agli avversari. Pensa che sarei anche felice se un mio attaccante dicesse all’arbitro: scusi quello che mi ha assegnato non è rigore. ….
    Ma io sono un visionario. Cosa ne pensi?
    Grazie x la risposta

    • Purtroppo si. E poi ti danno sempre del benpensante e il calcio è uno ‘sport’ per gente in perenne malafede
      GLR

  38. Nel calcio non sempre la squadra favorita è poi quella che vince e ieri sera è stata una di quelle partite. Anch’io non mi aspettavo quel risultato ma nel secondo tempo con l’entrata di Melo e Palacio il gioco è migliorato. Vergognoso l’epiteto detto da Sarri, queste cose vanno denunciate e non tenute in campo come poi ha dichiarato, spero che arrivi la squalifica.

  39. Ciao Gian Luca ovviamente anche io non avrei speso un cent bucato. ma a dispetto di Empoli ed Atalanta dove avevamo rasentato il ridicolo, nel 1° tempo non li ho poi visti cosi’ male, la palla viaggiava piu’ velocemente, il Napoli pressava come suo costume e non ti permetteva di ragionare. nel secondo tempo grossi progressi. sono contento.

  40. Mai come nelle difficoltà, vale il saggio “virtus in medio stat”. Credo che la vicenda Mancio-Sarri vada declinata in modo sereno, ma al tempo stesso univoco e chiaro. Le parole di Mancini sono tanto forti quanto scomode, fanno rumore in un ambiente in cui spesso il silenzio anestetizza le coscienze. Da qui trovo ancora più inaccettabile che Sarri cerchi di derubricare il tutto, sostenendo che l’agonismo di una partita dovrebbe giustificare il tutto. Invece di rimediare, qui si va alla deriva…

  41. Massimo Inter // 20 gennaio 2016 a 13:10 // Rispondi

    L’Inter nel primo tempo ha fatto cilecca: Perisic imbarazzante su tutti e Jovetic su Marte. A Kondo non rinuncerei mai, ma fa molti falli ingenui: aspettiamolo, crescerà molto. Meglio nel secondo con 3 veloci come Biabany, Palacio, Ljajic. Non parlo della lite di ieri ma dopo le sfuriate a Bologna, dopo l’espulsione di Nagatomo sempre a Napoli e di ieri contro Sarri, mi fa capire quanto sia leader e carismatico il nostro RM. L’Inter dopo la sosta sta risalendo la china: reagire è segno di gran carattere.

  42. Siamo stati inguardabili per lunghi tratti ma abbiamo vinto! E con quella che è considerata la squadra da battere! Questo vorrà dire pur qualcosa…. forse che siamo da scudetto? No! Ma tecnicamente il nostro organico comunque non è così lontano dagli altri, quindi ce la possiamo giocare fino in fondo su tutti i fronti!
    Non importa che ora non riusciamo a girare bene la palla: è giusto che Mancini insista su questo aspetto perché secondo me è solo questione di migliorare gli automatismi!

  43. Premiato un secondo tempo giocato bene: l’ingresso di Palacio ha cambiato gli equilibri e lo si vede sul gol capolavoro di JoJo. Il Napoli senza Higuain resta una buona squadra, ma innocua. Sulla rissa finale trovo ridicolo il fatto che, secondo il “nuovo Sacchi”, tutto avrebbe dovuto restare chiuso nei 90′.E dove sta scritto? Uno che riceve un insulto non ha il diritto di sentirsi offeso e di dire che è un fatto vergognoso? Ma Sarri conosce cosa comporta essere professionisti e personaggi pubblici?!

  44. A mio avviso siamo stati più tonici e concentrati rispetto alle ultime uscite. In pratica abbiamo fatto come quei pugili che si chiudono e incassano per colpire d’incontro con un uno/due che ha mandato al tappeto l’avversario e la cosa non mi è affatto dispiaciuta visto il valore dello sfidante. Sarri sembra una brava persona: forse ha avuto un attimo di black out e dopo mi è sembrato veramente dispiaciuto. Spero che faccia pace con Mancini e non debba patire una squalifica troppo pesante.

  45. Abbiamo già un candidato per “il cretino dell’anno 2016″: Sarri.

    • Mah, peggio di lui quelli che lo difendono per partito presto o per questioni di fede o convenienza calcistica. Non mi interessa quanto sarà punito. Credo che passerà per becero per il resto della sua carriera, mangrado nel lavoro sappia sicuramente il fatto suo
      GLR

  46. mario colonia // 20 gennaio 2016 a 15:24 // Rispondi

    non voglio entrare nel merito delle offese in sé. dico solo che vivendo all’estero mi rattrista sempre constatare la grande maleducazione che ci porta a discutere offendendo. nei popoli nordici le parole offensive si contano sulle dita di una mano (e le bestemmie non esistono). da noi sono centinaia e le usiamo tutte. come ci si può
    rispettare l’un l’altro se parlando ci si offende? tu giri il mondo per diletto e credo ti renda conto di ciò che voglio dire.

    • Perfettamente, anche se è logico che un agricoltore del Nebraska non abbia la stessa visione del mondo di un colletto bianco di New York.Noi poi siamo per tradizione un popolo maleducato e litigioso. E’ ancora l’italia dei Comuni, dei Guelfi e dei Ghibellini. Ci si schiera su tutto, a volte anche dalla parte dell’indifendibile.
      GLR

  47. Ho 24 anni, viaggio molto e per questo ho una mentalità molto aperta. Penso che ciò che ha detto è una cosa veramente da primitivo e sinceramente se l’avesse detta Mancini avrei chiesto l’esonero x giusta causa. Un conto è insultarsi tra persone non famose un altro è che i VIP dicano queste cose (vedi Tavecchio). Vorrei veramente chr venisse squalificato x4 mesi cm da regolamento e che nessuno (vedi Ulivieri) lo giustifichi. Siamo nel 2016.In nba hanno squalificato rondo x mesi Rondo x la stessa cosa

    • Hai citato gente che ha una certa età o è comunque cresciuta in un mondo in cui l’omosessualità era considerata una malattia. Gente che al massimo andava in viaggio di nozze a Venezia. Mio nonno vedeva l’omosessuale in modo assai diverso da me. Il mondo cambia, non è colpa loro. Non era nemmeno colpa di quelli che tanti anni fa accendevano il fuoco strofinando due pietre. Si chiama civiltà e, teoricamente, migliora col passare del tempo
      GLR

    • Vorrei aggiungere, visto che hai citato l’NBA, di vedere che fine ha fatto il presidente dei Los Angeles Clippers Donald Sterling per delle frasi razziste….

      • Ma figurati cosa vuoi che sappiano di Sterling qui nella nostra italietta. I canestri qui molti, non tutti per fortuna, li usano per metterci le banane uscendo dal Supermercato.
        GLR

        • Pochi giorni fa sono andato a vedere una partita di basket femminile e ho notato le enormi differenze con lo stadio di calcio: non ho sentito una parolaccia, non ho visto una giocatrice protestare o litigare, tantissimi bambini a tifare e ambiente sereno, sembrava una festa .
          Tutto questo forse perché eravamo meno di mille persone?
          Non so, pero’ mi viene da pensare che forse sia meglio cosi’, che il basket piaccia a pochi, ma spero di sbagliarmi .

  48. Per me dire “frocio” “negro” “scimmia” ecc è la stessa identica cosa..E non sono insulti normali come “stronzo” “coglione”.. non bisogna ne giustificare ne dare squalifica esemplare ma solamente applicare la legge. Non sono cose di campo perché allora si giustifica anche l’insulto razzista e non si deve nemmeno giustificare con la scusa “sono cose di campo”. Ha sbagliato, è recidivo ed è giusto che paghi. E dire “ma tanto mancini nn è gay quindi nn è discriminatorio” fa ridere. +CULTURA PLEASE

    • Per la legge non è prevista una discriminazione nei confronti delle scimmie, dei somari, degli stronzi o dei coglioni. Magari un giorno ci arriveremo. Al momento sono previste discriminazioni per razza, sesso e religione, per farla breve, quindi per il legislatore sono fattispecie diverse. Punto.
      GLR

  49. Viaggiando si impara. A londra i gay vanno in giro mano nella mano mentre in jamaica se li vedono o se presumono che ci sia una relazione ti menano. Qual è la mentalità giusta? Mi pare ovvio. In America Rondo è stato squalificato e tutti lo hanno colpevolizzato, mentre in Italia si giustifica Sarri anzi è quasi colpa di Mancini che l’ha detto. In America culturalmente sono avanti anni luce, basti guardare le feste a Kobe in ogni palazzetto in cui gioca. In Italia non sarebbe mai succeso

    • Basta chiedersi perché tra i Paesi del primo mondo ce ne sono alcuni considerati pressoché unanimemente da terzo mondo e l’Italia è tra questi
      GLR

  50. vendere kovacic che faceva felice Icardi coi suoi lanci perchè perdeva qualche palla a centrocampo e comprare per la stessa cifra kondo che di palloni ne perde a quintali, finora non è stato un buon affare. Kondo è in fase di maturazione è vero ma anche Kovacic lo era. E allora? Il bilancio? ma se hanno speso la stessa cifra che hanno incassato. Poi, si sa nei bilanci ci sono i giochini dilazionare procrastinare plusvalenze. Però ora a centrocampo è buio completo. Corressero ai ripari

    • Non mi pare che Kovacic possa essere rimpianto: lo dice che lo spazio che sta trovando nel Real Madrid e la stagione che sta facendo l’Inter. Per ora. Poi se vogliamo sempre parlare per simpatia: io non ricordo assist a tonnellate di Kovacic.
      GLR

  51. Che bello per i soliti noti, si parla molto di più dello squallido show di Sarri che non della importante vittoria dell’Inter a Napoli!

    • Tanto quella sta nel tabellone di Coppa Italia e non scappa, tranquillo: sai cosa conta parlarne…Tanto tra poco di rigioca…
      GLR

  52. Trovo aberrante la tesi secondo la quale Mancini non avrebbe dovuto divulgare le offese in quanto ‘le cose di campo devono restare in campo’. Sulla base di questo concetto si giustifica l’omertà e non è un caso forse che l’Italia sia un Paese essenzialmente mafioso.

  53. Sono tifoso del Napoli e cristiano credente chi sbaglia ha il dovere di chiedere scusa…l’atto più nobile che esista? Sarri ha compiuto il suo dovere attendiamo Mancini.
    Saluti

    • Mancini di cosa dovrebbe scusarsi in questa circostanza? Di averlo mandato affanculo? Le scuse di Sarri sono state terribili: ho detto la prima cosa che mi è venuta in mente – ha detto! Ah beh! Mi saluti il suo parroco. Con lei avrà parecchio lavoro
      GLR

  54. Partita…da Inter (nel bene e nel male). Siamo questi e sinceramente sono disposto a veder giocare un calcio noioso se almeno i nostri eroi ci mettono più concentrazione e cattiveria (vedi Nagatomo).
    La mia idea su Mancini-Sarri è che il nostro mister abbia volutamente spubblicato il suo collega fino ad oggi iper osannato e pontificato.

    • Idea da tifoso, che non trova alcun fondamento. E’ pazzesco come per una palla che gira dimenticate l’ABC del vivere civile. Si è cittadini, a volte civili, prima che tifosi
      GLR

  55. vorrei stigmatizzare l’atteggiamento di buona parte dei giornalisti presenti alla conferenza stampa di fine gara al San Paolo. Trovo deprecabile le risate che si sollevavano alla battuta di Sarri, quando goffamente, cerca di derubricare il proprio errore, giocando con una discutibile assonanza tra finocchio e democristiano. I giornalisti liberi di mente, cuore e fede, come te, dovrebbero fare notare chi invece inquina la vostra categoria.

    • E’ una cosa alla quale ho ormai rinunciato da tempo: il giornalismo in Italia è molto cambiato e non mi ci riconosco più, a parte rari casi, ancora meno nello sport. La sala-stampa di qualunque Stadio, San Siro compreso, trabocca ormai di tifosi-giornalisti. Lo sono anche io, per carità, ma ho sempre cercato di invertire l’ordine delle parole: giornalista-tifoso.
      GLR

  56. Di contro il titolo in prima pagina di Tutto Sport “siamo tutti Mancini” risolleva l’umore e la fiducia che un giorno il calcio possa essere libero da certi pregiudizi

  57. Bravo Mancio! Io invece credo nell’Inter e nei suoi giocatori, il resto e’roba da Caveman ugh lympics…

  58. Fino al gol di Jovetic l’Inter è stata imbarazzante.Poi ha potuto fare quello che sa fare meglio, difendersi e ripartire con chi sa giocare la palla (Ljajic, Palacio, Jovetic)
    Mi dispiace ma Kondogbia per me è un mediocre giocatore, con un gran fisico, ma pochissima capacità tattica e poca tecnica. Il passaggio più lungo che fa è di quattro metri…indietro.. mai un cambio di gioco, mai una verticalizzazione. Troppo poco per quel ruolo. Meglio Gnoukouri…. (spero di averlo scritto giusto….).

  59. Mauro Cozzi // 20 gennaio 2016 a 23:18 // Rispondi

    Male per 60 minuti, come al solito, solo ordinati e mai pericolosi, usciamo alla distanza negli ultimi 30. Ripeto finché gli altri pressano alti e hanno gamba l’Inter fatica a far tre passaggi e non tira in porta. Kondo male male, aspettiamolo ma si dia una mossa. Jojo gran gol, un numero da cineteca. Poco altro. amala

  60. Il semplice punto e’ che Sarri e’ un allenatore di calcio, e come tale prima di tutto deve avere rispetto. Sarebbe stato criticabile anche se avesse dato a Mancini del coglione.
    Poco importa se nel campo ci si dice di tutto. Parte dei tifosi sono beceri ed “analfabeti”, i calciatori per quanto siano comunque criticabili hanno almeno la scusante che per 95 minuti corrono dietro ad una palla e la lucidita’ puo’ non esserci.
    Sarri non fa alcuno sforzo nello stare in panchina.

  61. Sarebbe bello che qualcuno faccia notare al sig. Sarri che di omofobia si muore, che ci sono ragazzi che si sono suicidati perché coetanei gli urlavano la parola froci! Trovo poi aberranti le parole di Ulivieri, di Berlusconi, quelle che ha provato a dire Di Marzio in diretta l’altra sera, gente che minimizza un comportamento da troglodita del secolo scorso. Se Sarri avesse allenato l’Inter sarei stato felice di un esonero da parte della società.

    • Diciamo la verità, il calcio, soprattutto quello italiano, non è propriamente un mondo culturalmente avanzato.
      GLR

  62. Complimenti GianLuca per le parole su Sarri, credo che tu abbia descritto al meglio la situazione italiana. Vivo all’estero da 12 anni, e quando vedo le reazioni della gente a questi fatti, capisco che ne abbiamo di strada da fare..
    Forza inter

  63. Osservatire // 21 gennaio 2016 a 10:48 // Rispondi

    Caro GLR,
    ottimo articolo, chapeau!

  64. La cosa certo non mi stupisce, ma anche in un episodio del genere dove il tifo calcistico non dovrebbe c’entrare nulla si leggono levate di scudi a favore di Sarri con commenti da fare cadere le braccia…

  65. Ma, oltre alle dichiarazioni di Sarri sulle quali inutile aggiungere altro che non sia già stato detto , che dire della reazione di Higuain ad un fallo fischiatogli contro in attacco?
    Reazione furiosa, scomposta, proteste veementi, occhi fuori dalle orbite, viso trasfigurato (basta vedere il replay).
    Robe da matti.

  66. sono andrea tifoso del napoli per quanto riguarda il caso sarri ritengo che abbia sbagliato però anche mancini insulto in conferenza stampa un giornalista di firenze con lo stesso epiteto…ciao ti ringrazierei si mi dessi una tua opinione grazie per l’attenzione

    • Ne parlo in risposta ad altro messaggio perché questa non è una questione di tifo. Due torti non fanno una ragione. E ne approfitto per dire che rispetto la sentenza, le due giornate a Sarri. Io le sentenze, avendo formazione giuridica, le accetto tutte, sia quelle favorevoli, sia quelle contrarie. Mourinho ne prese tre per aver fatto il gesto delle manette, Sarri due per questo insulto. Entrambi gli episodi sono stati immortalati dalle telecamere. Evidentemente per il Giudice Sportivo è più grave dire ‘arrestami’ ad un arbitro che dare del ‘frocio’ ad un allenatore
      GLR

  67. Ci eravamo illusi che il signor Mancini fosserì di animo buono e sensibile e ora si scopre che qualche anno fa mentre ricopriva lavorativamente la stessa figura pubblica del signor Sarri (ossia allenatore di serie a) ha dato del “frocio di merda” a un giornalista durante una litigata? Ahi ahi qua si sente puzza di ipocrisia.
    O forse anche gli insulti adesso vanno in prescrizione? :)

    • Mi pare ovvio che in 15 anni le persone possano cambiare ammesso sia vero, visto che Mancini ha smentito con un comunicato, il giornalista in questione pare aver confermato e i testimoni dell’episodio al momento non ricordano. Spero che anche Sarri tra 15 anni possa cambiare. In ogni caso, quasi nessuno, nemmeno tu visto che ti schieri a prescindere, arriva a capire che qui non siamo nel campo del tifo, ma della civiltà. Chiunque sia a parlare in quel modo, soprattutto se personaggio pubblico, sbaglia.
      GLR

    • Certo 15 anni fa…Vediamo se capisci: minuto 92, andrenalina a mille, stai facendo rimostranze al quarto uomo, il tuo collega allenatore si intromette chiamandoti frocio:
      A) chiedi intervento autorità
      B) prendi a calci in culo il tuo collega
      C) da persona intelligente quale sei, invece, constatato che l’autorità non è intervenuta, vai davanti alle telecamere e sputtani il tuo collega troglodita di 57 anni, obbligando l’autorità a intervenire. Si chiama giustizia.

  68. Ottimo articolo, dovrebbero leggerlo attentamente anche alcuni addetti ai lavori del mondo del calcio, che su Sarri/Mancini hanno fatto dichiarazioni sconcertanti, aberranti. Contestualizzando la vicenda in ambito strettamente calcistico infatti, finisce la favola del Prof Sarri venuto dal basso a insegnare calcio. Mancini aveva dichiarato a Novembre che il Napoli è una bella realtà ma senza Higuain vale il 50%. Martedi sera, maturata la sconfitta, Sarri si è rivelato per quello che è davvero.

  69. Purtroppo Sarri è cresciuto (come molti di noi) con la cultura del frocione o del finocchio, tipico dei filmetti anni 70 e 80 con Banfi o Tomas Milian. Poi molti si sono evoluti e oggi nessuno si permetterebbe di appellare un omosessuale con tali termini, tranne Sarri. Comportamento ingiustificabile. Mancini ha avuto un coraggio da leone a denunciare pubblicamente il tutto. Inqualificabile chi ha commentato che tutto andava tenuto nascosto all’interno di questo patetico mondo del calcio.

  70. Silvio da Torino // 22 gennaio 2016 a 21:38 // Rispondi

    A me la prestazione della nostra Inter e’ piaciuta e tanto. Grande concentrazione e pochi rischi per evitare di andare in svantaggio contro il Napoli che e’super nelle ripartenze. Poi piano piano si e’alzato il baricentro e si e’portato a casa la gara.Purtroppo siamo discontinui ma possiamo dire la nostra contro tutti. Sotto con il Carpi meno scarso di quanto si possa pensare.E poi la Juve in coppa.Tanti nemici tanto onore. Ciao a tutti e forza Inter.

  71. Un classico all’italiana da 4 mondo, io sto con il Mancio tutta la vita. Auguriamoci che questa vittoria a Napoli possa dare nuova linfa per il campionato dove, nel caso saltasse il tappo “Guarin” potremmo trovare nuovi pezzi da 90 come Lavezzi. Thohir potrebbe fare l’ultimo sforzo per aiutare il Mancio a vincere lo scudetto. Certo, oltre al pocho occorre qualcuno lì in mezzo dai piedi buoni, ma arriverebbe anche quello, Guarin permettendo…

Lascia una risposta

Le 4 regole del commentario:
1. Siate educati: i commenti ad personam saranno ignorati
2. Scrivete in italiano, il congiuntivo non è una malattia degli occhi!
3. Non è una chat: se volete conversare tra voi, io che ci sto a fare?
4. La lunghezza del commento non può superare i 500 caratteri (spazi compresi)
Viva l’Inter!


*

 caratteri disponibili