24C: Verona-Inter 3-3

MARCATORI: Murillo (I) all’8′ p.t., Helander (V) al 12′ p.t., Pisano (V) al 16′ p.t.; Ionita (V) al 12′ s.t., Icardi (I) al 16′ s.t., Perisic (I) al 33′ s.t.
VERONA (4-4-2): Gollini; Albertazzi, Moras, Helander, Pisano; Wszolek (dal 36′ s.t. Romulo), Marrone, Ionita, Fares (dal 15′ s.t. Gilberto); Pazzini, Toni (dal 24′ s.t. Gomez). A disposizione: Coppola, Marcone, Samir, Jankovic, Furman, Greco, Bianchetti, Emanuelson. All. Delneri.
INTER (4-3-3): Handanovic; Nagatomo, Murillo, Jesus, Telles (dal 38′ s.t. Biabiany); Brozovic, Melo (dal 1′ s.t. Perisic), Kondogbia; Eder (dal 45′ s.t. Ljajic), Icardi, Palacio. A disposizione: Carrizo, Berni, Medel, Santon, Gnoukouri, D’Ambrosio, Popa, Manaj, Correia. All. Mancini.
ARBITRO: Giacomelli.
NOTE: ammoniti Melo, Wszolek, Fares, Telles e Marrone.

L’Inter non è ancora uscita dalla crisi e, vedendo i tre gol da oratorio subiti dal Verona ultimo in classifica, viene da chiedersi quando ne uscirà. E poco importa che sia poi andata a riacciuffare con l’orgoglio il pareggio dal doppio svantaggio. Il terzo posto in classifica che era lì bell’è pronto per essere riconquistato dopo il pareggio della Fiorentina a Bologna bisognerà quindi riprenderlo nello scontro diretto al Franchi tra sette giorni o perlomeno restarci nei pressi.
La media punti dell’Inter è stata da scudetto nel girone d’andata, mentre nel girone di ritorno, dove persino il Verona ha fatto più punti dei nerazzurri, è da retrovia: di buono c’è che non può essere vera né l’una né l’altra, ma oggi fa fede questa situazione, con la difesa che senza Miranda è regredita all’anno scorso subendo 6 gol in 8 giorni e se volete aggiungeteci anche quelli subiti dalla Juventus in Coppa Italia, anche se ribadisco per l’ennesima volta che Juve e Napoli fanno storia a sé. Stavolta i tre gol presi sono stati praticamente identici, con i colpi di testa indisturbati di Helander, Pisano e Ionita, dopo il vantaggio, anch’esso di testa di Murillo. A cambiare la partita è stato Ivan Perisic, un assit vincente per Icardi e un gol. Poi Icardi si è incredibilmente mangiato, sempre di testa, il 4-3 che a qualcuno avrebbe fatto pensare alla risoluzione della crisi, ma non è così. La crisi ora va risolta, si fa per dire, battendo avversari di prestigio, come il concorrente diretto per il terzo posto, ossia la Fiorentina. Ve lo siete meritati l’andazzo degli ultimi tempi, quindi adesso pedalare. Mancini stavolta ha cambiato poco: contro torri come Pazzini e Toni, chiunque avrebbe fatto giocare Juan Jesus al posto dello squalificato Miranda, anziché Medel, tra l’altro pure diffidato e risparmiato in vista di Firenze. Il problema è che Jesus sarà pure alto ma ha dormito come tutti gli altri sulle palle inattive e poi vincenti del Verona. Ma davvero vogliamo pensare che basti togliere Miranda per vedere le statue odierne sulle tre palle inattive che hanno regalato al Verona tre gol? Fosse così, sarebbe agghiacciante, visto che i veneti tre gol tutti nella stessa partita in questo campionato gli scaligeri non li avevano mai fatti. Felipe Melo rientrato, è stato nuovamente ammonito e sarà ancora squalificato, ma non è una sorpresa. Dopo la frittata con la Lazio non si è più ripreso e in una squadra di questi tempi perennemente sull’orlo di una crisi di nervi, lui, che proprio col Verona decise l’andata a San Siro, non è certo per temperamento quello che possa dare tranquillità. I gol mangiati sono stati tanti anche stavolta: un paio enormi di Palacio, un altro paio di Icardi, mentre Eder ha trovato il bravo Gollini. Ovviamente, l’aria si fa già pesante anche per lui: non avendo ancora segnato, il nuovo acquisto è già nel mirino dopo soli 270’ giocati: eppure con lui Icardi si muove certamente meglio e dà la sensazione di poter andare più facilmente in gol, ma queste cose si capiscono solo rivedendo le partite e i movimenti senza palla di chi gira attorno a Icardi, cosa che fanno in pochissimi. E non è un bel segnale nemmeno accorgersi che Palacio a quasi 34 anni si è riguadagnato una maglia da titolare a discapito di chi doveva aumentare la qualità dell’Inter, vero Jovetic?
E Telles? Una partita buona con cross decenti e l’altra da dimenticare, mentre a Brozovic, oltre alla patente di guida, da qualche tempo sembrano aver ritirato anche il tesserino da calciatore. Ad ogni azione ha preso il vizio di toccare la palla almeno quattro o cinque volte in più del necessario per poi perderla esponendo la squadra alle continue ripartenze avversarie: il più deludente. tra quelli che giocano sempre, o quasi è lui. Più di Kondogbia, che però paga il dazio del suo costo sul mercato. Da tutto ciò, le solite puntuali domande su cosa fare ora di questa gestione tecnica: meglio rimandarle a fine stagione. In settimana arriva Thohir ed è bene che metta le cose in chiaro con Mancini: il top-player di questa Inter doveva e dev’essere lui, ma lo dimostrerà solo centrando il terzo posto.

Highlights
7′  Triangolo Icardi-Palacio con quest’ultimo che calcia addosso a Gollini
8′ 0-1 Corner di Brozovic, colpo di testa vincente di Murillo
12′ 1-1 Corner di Marrone, colpo di testa vincente di Helander
16′ 2-1 Punizione di Marrone, colpo di testa vincente di Pisano
22′ Cross di Icardi. Brozovic in acrobazia a lato
40′ Cross di Borozovic, Icardi controlla male su Gollini
57′ 3-1 Corner di Marrone, colpo vincente di Ionita
61′ 3-2 Cross basso di Perisic, Icardi in rete
67′ Mischia in area Palacio a tu per tu con Gollini gli spara addosso
77′ 3-2 Cross di Palacio, Icardi non ci arriva, ma c’è Perisic sul secondo palo
84′ Destro di Eder da 20 metri, Gollini devia
86′ Palo di Juanito
87′ Cross di Biabiany, Icardi di testa spreca

 

88 Commenti su 24C: Verona-Inter 3-3

  1. Dopo 5 anni dalla Coppa Italia 2011 ci sono elementi a sufficienza per dire che all’Inter non sanno comprare giocatori psicologicamente in grado di reggere le pressioni che una grande squadra impone. Mancini purtroppo non sa più gestire un gruppo senza 2-3 top Player che causa Fair play finanziario Inter non può permettersi! E.League ci metterei firma!!!

  2. Fabio Primo // 7 febbraio 2016 a 19:12 // Rispondi

    E’ inutile continuare a parlare di moduli o della squadra in generale. Questi giocatori hanno degli evidenti limiti di attributi, nervi saldi e personalità. Oggi l’assenza di Miranda è stata devastante ed il migliore in campo è stato il vecchio Palacio. Assieme ad Handanovic sono gli unici tre che potrebbero far parte di una squadra di livello. Anche Mancini ha le sue colpe, ma il sangue dalle rape nessuno è mai riuscito ad estrarlo. Certo, rape volute anche da lui

    • Cosa vuol dire che Mancini non sa più gestire un groppo senza due o tre top player. Io stimavo e continuo a stimare Mancini e non voglio che venga mandato via. Ha fatto vari errori, anche gravi, ma ha fatto fare anche degli ottimi acquisti, vedi Miranda, Kondogbia che sta migliorando, Murillo il quale alcune volte è leggerino, Perisic. Ci manca un regista, ma a giugno arriverà e forse anche a parametro zero. Ci vuole continuità

  3. Pasquale Somenzi // 7 febbraio 2016 a 19:20 // Rispondi

    Prima di oggi il Verona (che comunque nel girone di ritorno ha fatto più punti dell’Inter) aveva segnato solo una volta 3 gol in casa contro l’Inter, esattamente appena dopo esser diventato campione d’Italia, infatti a giugno 1985 si svolsero gli ultimi turni di coppa Italia in cui il Verona vinse 3-0 in casa, ma l’Inter riuscì poi
    a ribaltare nel ritorno vincendo 5-1. Due trasferte consecutive in campionato con 3 reti subite non si verificavano dal febbraio 2013 (Siena-Inter 3-1 e Fiorentina-Inter 4-1), mentre l’ultima rimonta in trasferta 1-3 – 3-3 era capitata il 14 novembre 2004 (Cagliari-Inter 3-3). Nelle ultime 3 trasferte (Juventus coppa Italia, Milan e Verona) l’Inter ha subìto sempre 3 reti e questo non succedeva dalla primavera 1955 con Roma-Inter 3-0, Bologna-Inter 3-2 e Juventus-Inter 3-2.
    Pasquale.

  4. Il bicchiere mezzo pieno è la rimonta: finalmente abbiamo tirato fuori le palle
    Mezzo vuoto le dormite che continuiamo a fare, non siamo andati male, anzi. Per quanto poco abbiamo avuto anche un’idea di gioco con Brozo che doveva innescare Eder o Palacio e finalmente 2 punte in area. Una volta che davanti giochi decentemente ti prendi tre gol così. Non critico Mancini che oggi credo abbia fatto il possibile, ma santo cielo qualche allenamento punitivo a chi dorme no?

  5. Mancini che nelle interviste parla bene della squadra, a parte riconoscere le anamnesie della difesa,è ancora più irritante della partita stessa. Ma chi vuole prendere in giro? Siamo alla 24esima giornata e continuiamo a peggiorare.
    Devo dire che come allenatore si è mostrato veramente una grande delusione

  6. Ormai il vero obiettivo ahimè è prendere meno di tre goal a partita…

    • ma tu hai mai visto un allenatore insultare in modo continuativo i suoi giocatori? Una volta Mancini l’ha fatto, ora non è più il momento di farlo. Spero lo dica ai diretti interessati personalmente.
      comunque una cosa positiva fammela dire, ho visto ancora benino Kondo rispetto agli ultimi mesi, certo rimane l’errore sul gol ma nel complesso non mi è dispiaciuto.

      • Sono d’accordo..da almeno un mese e passa, Mancini non si controlla. Sbotta di continuo in panchina.
        GLR

      • Mancini è incapace (mio parere personalissimo) ma non stupido. Ed ha compreso come la situazione gli stia sempre più sfuggendo di mano, così come aveva ben presente che il nostro ex primo posto fosse alquanto immeritato. Da qui i suoi atteggiamenti isterici in cui faccio rientrare a pieno titolo l’inutile e controproducente tirata fatta a Sarri. Ci qualificheremo per la Uefa: perchè questa squadra non merita la Champions. Sperando che questo risultato non faccia saltare i conti della Beneamata..

  7. E’un problema di testa. Doppio.
    E perchè oggi ha preso tutti i gol, DI TESTA 😀 e perchè non ci sono più CON LA TESTA dalla partita con la Lazio, pratica che l’Inter avrebbe dovuto sbrigare in “souplesse”. E invece ha mandato a tutti il panettone per traverso, ma quel che più è grave è che è andato per traverso anche quello di S. Biagio, e senza soluzione di continuità.
    L’Inter è finita ad Udine.
    “Quando ne usciranno?”. Per me, visto oggi, non ne escono più. Altra stagione alle ortiche…

  8. Squadra da europa league e sarebbe già un bel passo avanti rispetto agli ultimi anni. Ciao

  9. porca miseria l’estensione ha fregato anche icardi…dopo eder nel derby

    • Un fine umorista che ha giocato in Serie A? Icardi il 4-3 se l’è proprio mangiato e non era neppure in estensione.
      GLR

  10. Mancini DEVE rimanere al suo posto fino alla fine del campionato. Poi sarà giusto tirare le somme. L’anno scorso, pur con mille alibi, ha deluso. Quest’anno per 5 mesi ha illuso. Adesso sta nuovamente deludendo. Se il rendimento rimarrà quello di queste partite temo sia inevitabile cambiare. Ma con chi? Con Ancelotti al Bayern, Guardiola al City e José allo United Conte (salvo chiamate da Parigi) potrebbe essere libero. Se non rinnova con l’Italia come lo vedresti da noi? A me intriga….Grazie

  11. Massimiliano // 7 febbraio 2016 a 19:57 // Rispondi

    Caro Glr…altro che pazza inter…tre palle da fermo e tre gol di testa presi stando come le statuine….non credo sia mai successo…questa squadra necessita di un neuropsichiatra…altro non so…saluti da Max e Jacopo

  12. Meno male che Mancini, da raffinato stratega, ha deciso di schierare Juan Jesus per contrastare il gioco aereo, come ha dichiarato lui stesso nel pre-partita: altrimenti avremmo rischiato di prendere gol di testa!

    • Certo, se avesse giocato Medel, avresti scritto che aveva messo un nano contro due torri come Pazzini e Toni. Bella la vita a tirar merda comunque vada. Se poi sono alti e ciula, come nel caso di Juan Jesus, prendi gol anche dal nano di Fantasilandia.
      GLR

      • Mamma mia, scusatemi, era solo una battuta, non pensavo di incorrere negli strali del moderatore! Chiedo venia, prometto che non lo farò più…

        • Hai ragione, Purtroppo qui ci sono moderatori raccattati nei peggiori bar della città, gente pericolosa, senza più nulla da perdere e che su Juan Jesus ha ormai perso il senso dell’umorismo. Comuqnue è vero che se avesse giocato Medel e si fosse preso gol di testa, si sarebbe detto che Mancini doveva far giocare Juan Jesus. Lo so per certo…
          GLR

          • Sono nazionalista e pertanto di parte. Fatta questa premessa, però, vorrei sapere cos’ha di speciale Juan Jesus per meritarsi la maglia nerazzurra più di Ranocchia. Non certo la tecnica, nè la personalità, nè tantomeno i centimetri. Ormai è qui da quattro stagioni e non ne ha mai azzzeccata una. Sbaglio di molto se sospetto che il “sacrificato” sia stato Andrea solo perchè italiano?

            • Mi pare francamente un po’ assurdo: Juan Jesus ha certamente più mercato di Ranocchia, anche perché costa e guadagna meno e e si aspetta solo chi a giugno verrà a comprarselo.
              GLR

  13. Contro l’ultima in classifica, occasione sprecatissima per superare la Fiorentina. Adesso, l’Inter deve giocarsi il terzo posto su un campo molto complicato come Firenze (77 partite, 59 perse o pareggiate). Basta lamentarsi degli arbitri, l’ultimo in ordine di tempo il VP Zanetti, e ripartire con un filotto di vittorie.

  14. Qualche settimana fa, in un post, qualcuno si preoccupava di un possibile sorpasso del Milan, al che tu rispondesti “addirittura?” Alle 14,30 avrei voluto chiederti se la pensavi ancora così ma poi il pareggio del Milan mi ha sottratto la domanda. Comunque è chiaro che la cosa che manca è una spina dorsale. Troppi figuranti e pochi attori principali. Non parlerei di crisi perché il girone di andata è stato un fatto anormale, niente gioco e un po di fortuna. Forse è questo il nostro vero valore.

    • Cioè quindi, anche quando ti viene sottratta la domanda, io devo starti a rispondere? Almeno scrivi quando il sorpasso ci sarà. In ogni caso non c’è stato e devo rispondere sul nulla? Anche alle 14.30 non pensavo che il Milan ci sorpassasse, anche perché leggendo la classifica non è possibile in una partita. Al momento il Milan sta meglio di noi e se arriverà davanti saranno stati più bravi, ma io credo che arriverà davanti l’Inter, come è successo nelle due stagioni precedenti.
      GLR

  15. Sei ancora convinto che tutti i tifosi che tu criticavi per la scelta di Eder erano solo i soliti a cui criticare e basta? Ogni tanto anche altri dicono cose corrette

    • Non credo proprio: la gente non guarda al di là del proprio naso e non analizza mai una partita dal punto di vista tattico. Sarà un caso ma da quando c’è Eder in campo le occasioni da gol si sono moltiplicate, soprattutto per Icardi, ma capisco che non sia facile capirlo non guardando bene le partite.
      GLR

  16. A Verona un punto guadagnato … giocare in 8 il primo tempo e in 9 il secondo é autolesionistico! Da quando il nano giapponese ha iniziato a giocare la media punti dell’Inter si é dimezzata. Su JJ no comment.

  17. Una squadra gioca così, svagata e approssimativa, quando avverte precarietà, quando la guida (Mancini) ha perso la bussola. Peccato: eravamo partiti bene. Ora serve allontanare Roberto, e lo dico davvero con il groppo, perché gli voglio bene, e convincere Mou a salire sulla zattera che affonda. Si spendano soldi: tanto come uomini ci siamo, qui basta avere un capitano affidabile.

  18. Altri 2 punti persi per strada. A fine campionato, questi e tutti gli altri, peseranno come macigni sulla classifica finale. Altro che terzo posto, se andiamo in EL e’ tanto.

  19. la rimonta fatta mi fa salire ancor di più il nervoso…non si può dopo essere andati in vantaggio prendere 2 gol in 3 min. dal Verona.
    Mi sembra di rivedere la fotocopia della stagione con Stramaccioni, solo che da un’allenatore come Mancini adesso mi aspetto che ci prenda per mano e ci riporti sulla retta via.

  20. Mauro Cozzi // 7 febbraio 2016 a 21:52 // Rispondi

    Vado controcorrente. Questa secondo me è la strada. 433 scegliendo una squadra base e variando solo per infortuni e squalifiche. Tre gol da palle inattive, due con distrazioni evidenti. Poi il Verona ha avuto occasioni solo quando la partita era ormai una sagra della salama. Però vedo gioco e occasioni i serie da due partite. Se poi Naga sapesse crossare oltre che correre… Vediamo con la Viola. Ah basta Melo gli avversari e arbitri fanno a gara a buttarlo fuori. Amala

  21. Palacio il più vecchio è stato l’unico a battersi come un leone. Ormai mi restano poche parole per descrivere come tutte le partite siamo in grado di autosputtanarci! Tanti giocatori comunque non stanno facendo il loro questo è chiaro e l’allenatore può fare ben poco quando fai errori da scuola calcio. Palloni persi banalmente, errori di posizione e squadra sempre lunghissima

  22. io mi chiedo come si fa a criticare Icardi? È vero non è Ronaldo però se non segna lui chi segna? Gli slavi in 2 non hanno nemmeno metà dei gol di Mauro..forse mancano i loro di gol! Nel calcio per vincere è vero che bisogna giocare bene. Ma è verissimo che se la butti dentro vinci ugualmente! Il nostro problema è fare gol e che facciamo minchiate a più non posso.

  23. a leggere certi commenti ai post mi viene proprio da ridere perché si legge bene che sono scritti con la pancia e non con la testa. Tutte e 4 le squadre che stanno lottando per il 3 posto hanno avuto un periodo di come quello che stiamo passando noi, quindi di cosa stiamo parlando? A ma qualche fenomeno aveva creduto che dopo il girone di andata saremmo andati avanti con lo stesso passo? SVEGLIA! Gianluca ti prego cerca di farlo capire…AMALA SEMPRE…CRITICARLA MA CON TESTA!

    • Vero che è toccato a tutti ma con grande sincerità l’Inter il momento ce l’ha avuto e ce l’ha peggiore delle altre. E soprattutto più lungo.
      GLR

      • Non sono d’accordo sul più lungo, anche perché se così fosse non si spiega il fatto che è davanti alle altre. Il problema è che si fa fatica a capire come invertire la rotta perché il nostro problema è di testa più che di piedi e gambe. Non abbiamo fenomeni, è vero, ma la squadra è costruita con una struttura. Il problema del Milan è che Galliani compra giocatori a caso, la Roma che giocava nel modo sbagliato avendo Djecko e la Fiorentina ha la coperta corta…Noi ci siamo rincoglioniti

  24. Sono basito, non ho altre parole. Oggi mi chiedevo: ma Perisic è davvero questo? Ma Kondogbia è davvero questo? Ma a Perisic hanno impiantato i piedi di Nelson Rivas? Ma Telles non aveva i piedi buoni? Ma, ma, ma…le domande iniziano ad essere troppe, e le risposte (ovvero i risultati) non ci sono più. Comunque crediamoci, non abbiamo alternative. Amala, sempre.

    • Non so, Perisic oggi ha cambiato la partita: è entrato e ha fatto l’assist per Icardi e un gol. Credo che sia proprio la giornata sbagliata per criticarlo.
      GLR

      • Cmq sia io non riesco davvero ad essere pessimista…sono un interista anomalo! E ora sotto con la Fiorentina. Amala!

  25. A fine campionato ci racconterai cosa è successo in quella settimana di Inter-Lazio, perché quella partita è lo spartiacque della stagione. Se guardiamo i numeri e l’atteggiamento mentale è come se parlassimo di 2 squadre diverse. Peccato aver sprecato il vantaggio accumulato nel girone di andata. Siamo in involuzione e probabilmente anche il terzo posto è un traguardo che falliremo.

    • Non nascondo chissà quali segreti. Quel che so l’ho detto subito. C’è stato un duro confronto tra il tecnico e alcuni giocatori, ma ce ne sono a decine in tutte le squadre ogni domenica. Non può essere quella la sola spiegazione dell’inversione di rotta
      GLR

  26. un eventuale nuovo allenatore si ritroverebbe quelli che ha scelto il precedente…e si ricomincia di nuovo.

  27. Mi sto convincendo che in società qualcuno non è idoneo alle scelte tecniche di mercato. Come si fa ad affrontare un campionato con soli 4 centrocampisti in rosa tra cui 3 scarponi. A volte buttiamo via soldi, a volte non vogliamo spendere 4 milioni per Banega. Con un centrocampista di qualità in mezzo renderebbero meglio anche kondo e Brozo. Peccato perché la difesa è l’attacco sono ben assortiti. Sono amareggiato a vedere un possesso palla a centrocampo con tecnica da squadra di serie C.

  28. Silvio da Torino // 7 febbraio 2016 a 23:01 // Rispondi

    La Roma, con affanno, ci è appena arrivata ad un punto. Noi continuiamo a produrre prestazioni mediocri con giocatori che hanno avuto una involuzione tecnica incredibile. Brozovic il più’ evidente ed è sempre titolare e Melo che dalla follia con la Lazio non si e’più ripreso. Domenica a Firenze non si può fallire ma non è il campo migliore per andare a prendersi 3 punti. Rimontare 2 goal è stato buono, il pessimo è averne presi 3 di testa in fotocopia. Ottimo Palacio e Icardi deve giocare sempre

  29. Leggendo il resto del tuo commento (su Brozo) mi sento di dire che come da mesi a questa parte manca il regista. Sul mercato non ce n’erano e giustamente prendere un doppione tanto per non aveva senso. Eder teoricamente non aveva senso, però con Icardi e Palacio ora hai tre punte che giocano da punte, prima giocavi fuori area.
    Ora sei ad un bivio: il regista non c’è e Brozo è sulle nuvole, puoi continuare con lui a mezzo servizio o sperimentare: Palacio magari o Gnokouri

  30. Un’altra stagione buttata via? certo poi penso anche a certe squadre che sono veramente inguardabili, tipo la Samp che ha fatto da sparring partner con la Roma. Speriamo che sia così anche con noi, di solito però quando giocano con noi diventano tutti fenomeni che vanno a 300 all’ora…

  31. Piano piano sta venendo fuori la formazione giusta. Purtroppo anche un grande direttore di orchestra se non ha degli ottimi musicisti non può fare niente. Mancini è un ottimo allenatore, ma ha bisogno di grandi giocatori, come tutti i grandi allenatori. Oltre agli errori in attacco ora anche la difesa, o meglio la fase difensiva sbaglia. Sarò l’unico ma preferisco pareggiar così, con un gioco, e molte palle in attacco, piuttosto che vincere uno a zero senza gioco è solo grazie alla fortuna.

  32. Il terzo gol subito non lo capisco. dopo 2 gol presi perché non li marcavano a uomo? non lo so…la formazione aveva una logica, in fondo ha confermato tutti tranne medel. non ho capito perché biabiany terzino che ha portato solo a sbilanciarsi. di positivo c’è che le altre squadre in zona champions hanno tutte problemi. anche la roma sono 2 partite che viene salvata dalla traversa. spero ritrovino un ottima condizione fisica poi si vedrà. a Firenze si decide molto

  33. Io non so se Mancini è nervoso, ed è questa la causa dello strappo con la squadra. Io so che Mancini ha portato la squadra prima in classifica a Natale, e che la società (Thohir) ha detto che era troppo, bastava il 3 posto, ovvero niente giocatori a gennaio. Io se fossi stato in Mancini, mi sarei incazzato… Via Guarin e Ranocchia dentro Eder, squadra indebolita. A parte la sfiga di ieri, ma non c’è un sostituto di Miranda, è evidente. Se Mancini lascia diventiamo come l’ Udinese.

  34. Di tutto ciò che sta accadendo, la cosa che più mi preoccupa è la totale mancanza di gioco e modulo definito. Nonché mancanza di un undici titolare. E’ palese l’improvvisazione della manovra e la lentezza con cui si fa partire l’azione.

    • Questo è un leitmotiv dall’inizio del campionato. In realtà a livello di manovra è stato molto peggio altre volte. Certo che se si regalano tre palle inattive all’ultima in classifica…

  35. dopo il brodino Chievo l’amaro Hellas. Certo che questa squadra è imbarazzante. Manca concentrazione e voglia, l’unico che ci mette l’anima è Palacio, gli altri fanno il compitino, Brozovic in totale involuzione. Campagna aquisti di gennaio, mancava un difensore centrale e un centrocampista di qualità e ovviamente si è preso l’attaccante. Anche la società ci ha messo del suo nella situazione attuale. Primo cambio in difesa J.J.a centrocampo tre mediani e il fratello di Brozovic e 12 attaccanti…

  36. Rassegnato al peggio, vorrei sprecare due parole per elogiare Rodrigo Palacio, che a 34 anni e’ stato il migliore in campo…uno che ha qualita’ e personalita’ da vendere…se tutti fossero come lui saremmo li a lottare per lo scudetto, altro che Mancini

  37. Fabio primo // 8 febbraio 2016 a 08:57 // Rispondi

    Con Melo in queste condizioni psicofisiche abbiamo solo 3 centrocampisti di ruolo più Gnoukoury mai utilizzato, tranne la prima di campionato con una prestazione da panico puro. Questo sarà il vero problema da qui alla fine. L’importante è che Mancini non dica “siamo in emergenza a centrocampo”

  38. Ormai tutte le squadre di A non vedono l’ora di incontrare l’Inter per fare punti sicuri.
    L’ultima in classifica addirittura ci rifila 3 gol come una Juve qualsiasi.
    Pazzesco.
    Questo girone di ritorno è dantesco, non ho parole perchè vorrei insultarli tutti a cominciare dalla società incapace di prendere contromisure.
    Quando sento dire, alla 24a, che dovrebbero impegnarsi di più e lavorare, li manderei in cassa integrazione a 800 euro al mese, per vedere che significa.
    VERGOGNATEVI!

  39. Cerco di vedere il lato positivo anche se sembra difficile. Domenica prossima è decisiva. punto. In questo momento siamo pessimisti ma dobbiamo crederci.
    Massimo

  40. Altro che tattica, è la testa che non funziona. Mancano concentrazione e cattiveria. Palacio si divora un gol fatto dopo 2′, la squadra spegne il motore dopo l’1-0. Ci è voluto il 3° gol del Verona, dopo un’ora di gioco (!) x svegliare una banda in catalessi. Stessa cosa sulle 3 sberle in fotocopia prese su calcio piazzato, con i 2 centrali che non saltano mai. Lo sfanculamento finale di Mancini verso i giocatori chiude lo show. A volte ho la sensazione che mister e giocatori siano a fine corsa.

  41. Pareggio che sa di sconfitta, l’unica consolazione (magra) è che i cugini di sono stati fermati in casa dall’Udinese, dopo i trionfalismi (giusti per carità, ma forse un tantino esagerati) post derby. Volevo chiederti quali reali possibilità ci sono di non vedere più Juan Jesus con la maglia dell’Inter l’anno prossimo. Ieri è tornato centrale per necessità e non penso proprio sia stato un caso se si sono presi 3 gol. Mai visto un difensore con un QI calcistico così basso.

  42. Peccato, stiamo vanificando tutto quello che di buono abbiamo fatto fino a novembre. Altro che scudetto; se non si svegliano anche il terzo posto a fine marzo sarà compromesso. La mia paura è che andremo avanti così fino a fine campionato (cioè alternando buone prestazioni ad altre non all’altezza). Più che essersi montati la testa, penso che non erano preparati a gestire un periodo coì lungo da capolista. Diciamo che fa parte del rodaggio. Questo non toglie che si devono dare una regolata.

  43. Premessa:se prendi tre gol dall’ultima poi tutti gli altri discorsi sono inutili,chiedo però un chiarimento.Esiste ancora la regola che prevede in automatico 30 secondi di recupero per ogni gol e sostituzione?Ieri:primo tempo,tre gol,recupero pari a zero (da regolamento doveva essere 1 minuto e 30 secondi).Secondo tempo:3 gol,5 cambi (non sei perchè Melo esce nell’intervallo),dati 3 minuti di recupero contro i 4 previsti.Poi non la vincevi comunque,ma è una norma così facile da far rispettare…

  44. Molto male.
    Ho sempre ritenuto il calcio uno sport dove l’estetica conti poco ed la voglia di vincere la faccia da padroni. Le squadre che vincono lo fanno perché hanno grandi coach ancor prima che allenatori. Mancini sta deludendo perché un’Inter prima in classifica e senza le coppe avrebbe dovuto bruciare l’era sotto i piedi. Questo non significa scudetto ma battaglia in tutte le partite. Non è tollerabile che da 8 partite si trotterelli per il campo. Il resto conta poco e vale per i bar

  45. Purtroppo hai ragione: togliamo Miranda (unico acquisto di livello internazionale) e prendiamo gol cosi. Non male Kondo, da un po’, orribile Brozo ed incommentabile la difesa. Durissima arrivare terzi, ci sarebbe la possibilità, ampiamente… Solo che, dopo la Lazio, deve esserci sotto più che una discussione a muso duro, non ce la racconti giusta. E’ impossibile un’involuzione cosi, non solo nel gioco, ma sopratutto nell’atteggiamento della squadra, cosi’, da un partita all’altra

  46. Ho sempre pensato che Mancini fosse un grande allenatore con esperienza e capacità e questo continuo a pensarlo quello che non capisco è il cambio di atteggiamento suo e dei giocatori,possibile che l’entusiasmo,la voglia di vincere e fare gruppo sia già passata? Se la CL è l’obbiettivo di tutti devono svegliarsi adesso e ricominciare a correre Roma e Milan non sono poi così lontane.

  47. sono molto tifoso da bar se dico che con sassuolo, carpi e verona meritavamo 9 punti? Sinceramente in questi 3 macht la squadra ha prodotto almeno 6 palle gol nitide per ogni partita e i 3 rispettivi portieri migliori in campo. Insomma non mancano i problemi e sono evidenti, ma un po’ di sfiga ci sta perseguitando. Melo era impresentabile con la Juve e lo è anche adesso, Brozovic per l’ennesima volta irritante, è li il problema, se pensiamo che il nostro miglior centrocampista è Medel!!!

  48. sto col Mancio.. avrà le sue colpe, però penso che un Conte o un Mourinho (due altri sanguigni), avrebbero sclerato allo stesso modo con questi giocatori.
    Molti dicono che è gente che ha scelto il Mancio…ma chi non avrebbe preso a inizio anno Kondogbia (uno dei migliori u23 in circolazione) Jovetic (veniva dal city), Perisic (ex wolsfburg e titolare fisso croazia), Ljajic (ottimo ex roma e fiorentina)?
    Tutta gente che ha reso ben aldisotto delle aspettative e non per colpa del mancio

  49. Il tuo sito lo trovo interessante e non sei uno di quei giornalisti beceri che leccano il padrone. Secondo te il campionato quest’anno visto l’assenza di lotta per la salvezza non è un po’ falsato, che carpi e Frosinone fossero candidate alla B è un dato di fatto, team come Palermo Genova Samp stanno facendo veramente male e sicuramente lotterebbero di più se non fossero praticamente salve. pensi che Mancio sia contro la squadra?

    • Già non hanno i soldi le grandi. Occorrerebbe un campionato a 16 squadre. Sicuramente qualcosa tra Mancini e parte della squadra c’è
      GLR

  50. Mancini a mio avviso rappresenta una speranza per l’intero sistema del calcio italiano. Il suo discorso sul tatticismo delle squadre in Italia andrebbe approfondito, non osteggiato. La serie A con i Lotito, Tavecchio, Ulivieri (!) con il Carpi, il Sassuolo, il Frosinone, il Chievo, Empoli, è l’indice che si è sbagliato troppo anni addietro. Mancini sugli arbitri ha ragione: appena l’Inter è calata hanno immediatamente cambiato modo di arbitrare.

  51. leonardo calzoni // 8 febbraio 2016 a 14:45 // Rispondi

    ora basta critiche siamo quello che siamo una squadra costruita male di giocatori normalissimi e con poco senso del sacrificio, ma vorrei sapere da te se a fine campionato non si centrasse il 3 posto e il Mancio decidesse lui di lasciare chi sarebbe x te un profilo di allenatore giusto x questa Inter, e chi confermeresti di questa rosa x tornare almeno in champions? spero che tu mi risponda da tifoso e non con il solito sono problemi della società…grazie in anticipo…AMALA

  52. Non sono un estimatore di Mancini. Reputo la sua capacità di allenatore inversamente proporzionale alla capacità di curare la propria immagine. Ho l’impressione che i giocatori non sappiano cosa fare ed abbiano paura di fare qualsiasi cosa quindi un passaggio avanti e tre indietro e pochi che si smarcano. Tutti gli avvarsari appalesano una organizzazione migliore dell Inter. Non parliamo poi della forma fisica e dell’anticipo. Le minestre riscaldate sono indigeste

  53. Dopo la dormita collettiva di domenica, il nostro caro Mancini ha concesso due giorni di riposo alla squadra. Già, domenica sera c’è la Fiorentina, non mi sembra il caso di fare sedute supplementari, magari rivedendo la fase difensiva sui calci piazzati. D’altronde la squadra è in piena forma, non sbaglia un passaggio e segna a raffica…..
    Max

  54. Sono Stefano e sono tifoso milanista. Continuo a vedere tifosi interisti preoccupati da una rimonta del MIlan, altri “preoccupati” dalla sfida di domenica con la Viola..Io continuo a ritenere che l’avversaria piu’ pericolosa dell’inter per il 3 rimanga la roma: la Fiorentina si sta sgonfiando, e il Milan…il milan lasciamo perdere..ciao e complimenti per il sito.

  55. ero contento di come si stava muovendo la societa’, ma ammetto che sono deluso per questo momento di difficolta’ dell’allenatore e dei giocatori. ausilio, stankovic e zanetti immaginavo che facessero da scudo per mancini e spronassero a maggior concentrazione i giocatori. magari lo hanno fatto, ma non se n’e’ accorto nessuno

  56. stefano faccin // 8 febbraio 2016 a 17:43 // Rispondi

    Credo che l’inter sia, squadra e società, incapace di lottare per posizioni di retrovia. Svanito l’obiettivo principale passiamo la mano. Dobbiamo forse tornare a Ruben Sosa per l’ultima grande rimonta non riuscita. Hai ragione: Maurito si mangia il vantaggio. Ma lui e Perisic riaprono la partita con gli altri in analisi. Palacio sempre ma l’assist di Icardi grida vendetta. Mai stato Mancini un drago della difesa sui piazzati o no? Peccato! Non è così brutta questa inter.

  57. Se ci fosse ancora mio papà avrebbe detto fin dall’inizio di campionato ” quei bon in divers ”
    buon lavoro

  58. Basta leggere le formazioni in campo per comprendere la dimensione della figuraccia che abbiamo fatto: questa partita mi ha fatto ricordare i 3 gol presi dal Novara con lo spumeggiante 3-4-3 di Gasperini… qui siamo almeno riusciti a raddrizzare in parte il risultato, ma la sostanza non cambia.
    Non contesto ancora Mancini, ma sarebbe ora che la smettesse di sbroccare in panchina e che iniziasse, con umiltà e serietà, a lavorare con la sua squadra: non saranno campioni, ma nemmeno così scarsi…

  59. Siamo realisti per il terzo posto la vedo durissima con lo scontro diretto con la Fiorentina e con la Roma a 1 punto.
    Per me abbiamo il 10% di centrarlo.
    Eppure Mancini è stato accontentato in tutto, anche con Eder, e non puo’ adesso dire che serve altra gente.
    Questa è la squadra che poche settimane fa era in lotta per il titolo.
    Parole sue, non inventate da qualche tifoso da bar.
    Lasciamo stare le colpe, ora è inutile rinvangare, anche se il Mancio rimane l’indiziato numero 1.

  60. Comprare solo Eder invece che un difensore o un centrocampista? A me sembra una mossa talmente suicida che credo davvero sia stata ragionata a tavolino. Forse Mancini e Società stanno cercando di spremere questa squadra in modo da rendersi conto di chi fidarsi o meno (rimane un’ipotesi campata in aria attenzione). Mancini attacca i propri giocatori? Se foste nella sua posizione, vi verrebbe voglia di spaccargli la panca in testa, fidatevi! Anche Allegri lo ha fatto diverse volte senza problemi!

  61. Una squadra di calcio è un po’ come una azienda, se motivi i dipendenti e fai far loro quello che meglio sanno fare ottieni dei risultati. È ovvio che se uno è bravo in produzione,con tutta la buona volontà, non puoi sperare sappia fare anche il ragioniere quindi devi sopperire col meno peggio; essendo un rattoppo le cose non andranno a meraviglia. Mancini mi sembra quello che prende dei buoni giocatori da adattare però alle sue idee e fatichi ad “adeguarsi” alle loro peculiarità; troppi bocciati

  62. Sarà pure un nocchiero che ha perso la bussola, ma il disastro assoluto sarebbe l’addio del Mancio. Mi chiedo, considerato che quest’anno non piove, se Mazzarri avrebbe fatto meglio?

  63. Massimo Inter // 9 febbraio 2016 a 12:27 // Rispondi

    Se con l’ultima in classifica non comandi un minimo il gioco ma ne prendi tre in 45′, non farai molta strada. Mi stupisce che nel secondo tempo, messi alla frusta, hanno iniziato a far benino. Voglio essere ottimista che Verona possa essere stata preziosa e che sia un mattoncino da dove ricominciare, a partire dall’atteggiamento. Mancini sbotta contro i giocatori? Dopo tre gol subiti in quel modo credo sarebbe stato innaturale il contrario.

  64. La soluzione a questo punto deve venire dal manico: ho sempre difeso il Mancio, ma adesso deve fare un bel reset e ripartire di slancio con idee chiare, forti, coraggiose e fregarsene dei commenti esterni: quest’anno il bel gioco non serve, serve arrivare in CL. E non ci vai se continui a cambiare mezza squadra xchè adesso non ci sono più le condizioni. I giocatori a loro volta ci devono mettere le palle, prima c’erano, si sono già sgonfiate? E ripeto che Zanetti dovrebbe essere più presente….

  65. Chi tra tutti gli interisti (io in testa, con lo striscione in mano…) che adesso sono in preda alla più feroce delusione non avrebbe firmato, ad agosto, per essere in piena lotta Champions a febbraio? Squadra nuova, società seminuova, un sacco di dubbi, avversarie più “attrezzate” (che va di moda). L’Inter, quando cade, cade spesso male e fa molto più rumore di altre ed è la nostra storia e si sa. Ma ha tutto per rialzarsi. Forza! J.B.

Lascia una risposta

Le 4 regole del commentario:
1. Siate educati: i commenti ad personam saranno ignorati
2. Scrivete in italiano, il congiuntivo non è una malattia degli occhi!
3. Non è una chat: se volete conversare tra voi, io che ci sto a fare?
4. La lunghezza del commento non può superare i 500 caratteri (spazi compresi)
Viva l’Inter!


*

 caratteri disponibili