19C: Inter-Sassuolo 0-1

MARCATORE: Berardi su rigore al 50′ s.t.
INTER (4-3-3): Handanovic; D’Ambrosio, Miranda, Murillo, Nagatomo; Brozovic, Medel (dal 45′ s.t. Guarin), Kondogbia (dal 40′ s.t. Jovetic); Perisic (dal 19′ s.t. Palacio), Icardi, Ljajic. (Carrizo, Jesus, Montoya, Santon, Ranocchia, Telles, Biabiany, Gnoukouri, Manaj). All. Mancini.
SASSUOLO (4-3-3): Consigli; Vrsaljko, Cannavaro, Acerbi, Peluso; Missiroli, Magnanelli, Duncan (dal 39′ s.t. Biondini); Berardi, Falcinelli (dal 26′ s.t. Defrel), Sansone (dal 36′ s.t. Floro Flores). (Pomini, Pegolo, Longhi,Politano, Ariaudo, Fontanesi, Gazzola, Antei, Laribi). All. Di Francesco.
ARBITRO: Doveri di Roma.
NOTE: Ammoniti Murillo, Cannavaro, Magnanelli e Miranda per gioco scorretto, D’Ambrosio per proteste.

Seconda sconfitta di fila in casa, terza nelle ultime sei partite, quarta complessiva. Ma questa è diversa da tutte le altre almeno per il numero di occasioni create e non capitalizzate. E alla fine torna di moda il vecchio adagio: chi sbaglia paga.
Certo bisogna riflettere sul fatto che con la Lazio e con Sassuolo, che viaggia con numeri da Europa League, potevano essere due pareggi e invece si è perso per due ingenuità che nei minuti finali hanno regalato rigori decisivi agli avversari: la frittatona di Felipe Melo con la Lazio all’87’, l’intervento di Miranda addirittura al 95’, anche se quest’ultimo non è l’unico responsabile del pasticcio, avviato da un rinvio sbilenco di Nagatomo e complicato da un salto a vuoto di Murillo.
Si bofonchiava sui continui cambi di formazione di Mancini, ma non appena ha schierato l’undici precedente per la prima volta in stagione ha perso. Rispetto ad Empoli, sono migliorati sia il gioco, sia la condizione fisica, ma il centrocampo senza Melo non è migliorato: tutti in calo, da Medel a Brozovic, fino a Kondogbia, che essendo stato pagato molto è quello che suscita più mugugni. E a ragione, ma se si è aspettato Kovavic per tre anni, si può aspettare anche il francese che mi ricorda molto Henry nel suo difficile approccio iniziale al calcio italiano. Kondogbia è stato un investimento importante che non può e non deve essere giudicato in un anonimo girone d’andata. La gara con il Sassuolo è’ stata il festival dell’errore fin dai primi minuti. Icardi, Perisic, Brozovic, Kondogbia, Ljajic più volte si sono mangiati di tutto e da ogni posizione. E ci sarebbe stato anche un salvataggio di Peluso sulla linea dopo conclusione a botta sicura di Palacio, ma questa occasione non rientra nel tabellino, causa fuorigioco di Icardi rilevato da Doveri, arbitro che poco gradito a Mancini, che a fine gara lo ha punzecchiato per una manata di Berardi in faccia a D’Ambrosio non sanzionata, semplice corollario alla partita. Il Sassuolo ha creato pure lui, per carità, soprattutto da palle inattive e non a caso alla fine i migliori in campo sono stati i due portieri: Handanovic da una parte, Consigli dall’altra.
L’Inter ha chiuso facendo la partita e provandoci anche con Jovetic, spedito in campo troppo tardi. L’Inter comincia a conoscere i rimpianti e lascia il titolo di Campione d’Inverno al Napoli, che secondo gli analisti statistici, è più che mai favorito per il successo finale. Lo si afferma guardando alle sconfitte che i partenopei hanno limitato a 2 nell’intero girone di andata. 4 ne hanno accusate Inter e Juventus e sarebbero al limite, sempre secondo i precedenti, mentre chi ha già perso 5 volte, come Fiorentina e Roma sarebbe già virtualmente fuori dalla corsa scudetto. Ma non è detto che i numeri dei tanti campionati passati quest’anno possano fare testo. C’è comunque un gruppo di squadre in un fazzoletto di punti e l’Inter al giro di boa è in linea col suo obiettivo finale: il terzo posto. Ma non è detto che sia tutto già così chiaro, altrimenti varrebbe la pena di rivederci direttamente a maggio. C’è un intero girone di ritorno da dipanare con Napoli e Juve in lotta e Inter outsider, sempre che riesca nuovamente a rendere oltre le aspettative.

Highlights
4’ Da Medel a Icardi che calcia a lato
5’ Azione personale di Ljajic conclusa male
13’ Handanovic si opone alla punizione di Sansone
19’ Cross di Nagatomo, Ljajic di testa fuori
21’ Da Duncan a Missiroli, Handanovic prodigioso
43’ Destro a giro di Ljajic, Consigli strepitoso
63’ Tiro di Perisic, Consigli sventa in tuffo
76’ Kondogbia dal limite ma Consigli ci arriva
81’ Floro Flores in mezza girata impegna Handanovic
83’ Botta di Ljajic ma c’è ancora Consigli
89’ Tiro di Jovetic, Consigli devia
95’ 0-1 Rigore vincente di Berardi

118 Commenti su 19C: Inter-Sassuolo 0-1

  1. Pasquale Somenzi // 10 gennaio 2016 a 14:57 // Rispondi

    Nel corso del girone d’andata i nomi delle possibili vincitrici del campionato si sono alternati tra Roma, Napoli, Inter, Fiorentina e Juventus e nessuna di loro ha battuto il Sassuolo. E quindi è chiaro perchè il Sassuolo ha perso con il Milan. Non resta che scherzarci sopra.
    Pasquale.

    • Pasquale Somenzi // 10 gennaio 2016 a 15:36 // Rispondi

      Chiuso il girone d’andata con 2 sconfitte in casa (Lazio e Sassuolo) l’ultima volta era successo nel campionato 1957/58 perdendo le ultime 2 partite in casa contro Napoli (0-1) e Bologna (0-2)
      Da quando è stata introdotta la vittoria che vale 3 punti è la prima volta che dopo 19 giornate l’Inter ha subito solo 12 reti però ricordo che l’Inter di Trapattoni 1988/89 dopo 19 giornate aveva subito 10 reti (campionato a 18 squadre).

  2. Quelli che si lamentavano del gioco dell’Inter saranno soddisfatti. abbiamo creato tantissimo e si è perso. Pensa che soddisfazione.
    Amala

    • Mia mamma è un’Autorità Internazionale del lamento e quindi è cosa che conosco bene! Ci si lamenta di stronzate perché si ha sempre bisogno di lamentarsi. E’ il dipanarsi della vita moderna quando non si ha un cazzo di serio a cui pensare! Mio nonno diceva spesso: ci vorrebbe un’altra guerra…Speriamo ovviamente di no, ma ho capito perché lo diceva…
      GLR

  3. la forma che mi aveva spaventato ad Empoli, oggi sembravano più in palla. Meglio anche Kondo.
    comprare un regista (Biglia) che non possiamo dipendere da Melo, due partite senza e non facciamo un passaggio.
    Nagatomo è assurdo, fa errori stupidi (angolo) e poi Mancio si incazza…hai Telles
    Angoli: come diamine si può tirarli sempre così? Piuttosto rifiutiamoli, sono palle perse con i centrali in area avversaria
    Per il resto: ci sta, speriamo però si riprenda a correre perché sono 3/9 punti!

    • Si, Biglia è già all’aeroporto!
      GLR

      • Ho sempre supportato la squadra quest’anno e pure oggi lo faccio, ma è evidente ci siano lacune. L’obiettivo è arrivare terzi, così si può fare, ma non capisco perché non si voglia vedere gli errori, visto che per migliorare non serve molto
        Quest’anno abbiamo fatto bene un calcio d’angolo, gol di Melo e cross di Telles. Ljajic mi piace, ma non può tirare gli angoli così. Naga in due partite: 3 errori da asilo. Che manchi un regista è evidente, permettiamo si chiudano prima di fare il passaggio

        • Che manchi il regista lo si sa da quest’estate. Anche quando si vincevano partite a raffica. Non arriverà in questo mercato. Quindi concentriamoci sul presente
          GLR

  4. Fabio Primo // 10 gennaio 2016 a 15:10 // Rispondi

    L’inter è una squadra con equilibri psicofisici fragilissimi. Tre errori di un singolo, tre rigori , tre sconfitte casalinghe. Manca il regista davanti alla difesa , ma ora non si può rimediare. Ho paragonato Kondogbia come bidone ad Alvarez e mi correggo: il parallelo giusto è con Farinos , visto il prezzo del cartellino. Anche se lo spagnolo in campo era più grintoso

    • Non mi sorprende: in passato hai criticato il portiere e il centravanti, gli unici due confermati da Mancini. Infatti lui ha l’allenatore a 4 milioni all’anno e tu in poltrona a farci ridere. Con questo Kondogbia sta giocando male, ma non c’entra nulla nè con Alvarez né tantomeno con Farinos.
      GLR

    • Anche Platini i primi mesi pareva un bidone. Poi si è visto chi era realmente. Anche Henry secondo Ancelotti (peraltro un signor tecnico, ma tutti possono sbagliare) era un bidone. Poi si è visto… Anche Papin al Milan ci ha messo un po’, forse dalla Francia a qui le cose sono un po’ diverse…
      Il fisico c’è e Kondogbia al Monaco ha fatto vedere ottime cose, diamogli tempo.
      Roberto

  5. ma lo vogliamo dire una volta per tutte che questa e’ una squadra inguardabile, formata da giocatori veramente mediocri e che l’allenatore si e’ bevuto il cervello da un bel po’ di tempo oramai. Andando avanti di questo passo gia’ terminare la stagione davanti al Milan sara’ un vero e proprio miracolo sportivo. Che vergogna inenarrabile !!!!!

    • Classica mail del tifosaccio che si merita l’Inter degli scorsi anni. Lo dico sempre, meglio pochi ma buoni. Questo ovviamente scrive oggi, quando si vinceva a raffica era in giro col bandierone. Vai a vedere il Milan e togliti di torno che a noi piace l’Inter
      GLR

  6. Una sola osservazione al modulo di Mancini: perché sempre e solo con una punta? Ok, Sassuolo, Empoli, squadre ostiche, ma se ti chiami Inter devi sempre giocare a due punte. Anche perché Icardi non è la punta che ti salta l’uomo e va in porta. Telles è già finito? Non è meglio lui di Nagatomo? Sono perplesso sulla conduzione delle ultime partite da parte di Mancini, che peraltro è dopo Josè il mio allenatore preferito.

    • Il giocatore offensivo non è necessariamente la punta e l’Inter attacca sempre almeno con cinque uomini. Poi ci sono anche gli equilibri che determinano giocatori piuttosto che altri
      GLR

    • Egregio come ti capisco. io ieri a quelli che su lamentavano continuamente al bar ho risposto: vi meritate Mazzarri con obi e Kuzmanovic.
      ps: io Kondogbya me lo tengo stretto.
      Non capiscono certi tifosi che acquistare un giocatore a questo prezzo significa che si è tornati a pensare in grande e questo grazie al Mancio, che i brocchi non li vuole vedere neanche col binocolo.

  7. Marco Ferrara // 10 gennaio 2016 a 16:18 // Rispondi

    Le ultime due gare casalinghe sono la dimostrazione di come l’Inter non possa vincere il campionato. Partite diverse, ma con uguale esito; la squadra è immatura e probabilmente è anche normale. L’obiettivo resta la qualificazione Champions, ma basta perdere punti in questa maniera.
    PS: intense sedute d’allenamento a battere punizioni e angoli, no?!?

    • sui calci piazzati buttiamo via tutti i palloni! Il punto è che sono errori abbastanza stupidi e sui quali non serve spendere milioni per risolverli…
      Per carità non hai il Materazzi, Vieri, Lucio, Samuel. Però un buon angolo è sempre una grande occasione.
      Quando butti via il pallone con i difensori in area avversaria è sempre un pericolo!

    • Aggiungo: se crediamo di avere la migliore coppia difensiva centrale d’Europa, un duo di fenomeni in attacco (facevano le riserve nel M. City e nella Roma) e di aver strappato alla concorrenza delle top squadre europee Kondogbia, Perisic, F.Melo e Telles, allora andremo spesso incontro a delusioni come quella di ieri. Se invece più realisticamente ci accontentiamo di quello che il FFP ci ha permesso di fare, allora capiremo che l’attuale secondo posto in classifica è grasso che cola…

  8. Mettiamola così: visto che le ultime 3 sconfitte sono arrivate con un’espulsione inventata e un doppio palo all’ultimo secondo, con un rigore parato e segnato sulla ribattuta, e con un rigore al 95esimo…al prossimo che mi dice “siete lì solo per culo” giuro che….giuro che sorrido, gli rifilo un’amichevole pacca sulla spalla, e cambio discorso. Amala, sempre.

  9. Più di così non si può fare. Siamo oltre ogni aspettativa. C’è solo un grosso problema. Se ogni anno l’unica squadra che può spendere è la Juve, si può tranquillamente assistere alle partite dell’Inter, per i prossimi 10 anni, con piacere ma senza attendersi tempi gloriosi…

  10. Troppi gol sbagliati alla fine si pagano.. Tutto qua.. È sconcertante però l’ultimo corner battuto da ljajic e nagatomo. Al 48 esimo si crossa non si fanno quei tocchetti..sicuramente bisogna migliorare il rendimento a san siro perché a occhio e croce stiamo buttando via troppi punti a casa nostra

  11. Me lo sentivo. Tant’è che vista la piega del primo tempo ho deciso di uscire a camminare, che è tutta salute…
    Poca sorpresa nel vedere sul browser, al rientro, il Napoli campione d’inverno. Scorro col mouse pensando al classico 0-0 da “sagra degli errori” e invece vedo la frittata. Sarà anche bello vincere 1-0: per Di Francesco, però… :-)
    E’ un campionato strano, Bologna-Napoli ne è la prova. Ma l’Inter ha già sciupato troppo, in casa: 9 punti, che potrebbe pagare a caro prezzo. Peccato…

    • P.S.: freddura per chi conosce il famoso liquore all’anice tipico appunto di Sassuolo…
      Più che un Sassolino direi che è stata una… mattonata! 😉

  12. Peccato, davvero. Rimaniamo concentrati sull’obiettivo Champions, dopotutto non abbiamo ancora la squadra per vincere. Però oggi non averla buttata dentro almeno una volta è un delitto.

  13. Mauro Cozzi // 10 gennaio 2016 a 17:48 // Rispondi

    Più occasioni oggi che nelle nove partite 1/0. Capita. Però ho l’impressione che ci abbiamo preso le misure. Almeno per un’ora, pressing alto sulla nostra impostazione, sbagliamo spesso l’uscita è rischiamo. Poi l’avversario cala ed usciamo noi. Era andata di lusso pure oggi, poi l’errore finale su pallaccia di Naga, perché gioca boh? e buco dì Murillo. Ci manca un terzino e uno che imposta davanti alla difesa, altrimenti si lotta per la Champions, sacrificabili ce ne sono …

  14. Partita stregata, abbiamo pagato subito e a caro prezzo la fortuna che abbiamo avuto a Empoli; speriamo che non ci sia il contraccolpo psicologico.

  15. rimane l’incazzatura e la delusione di un occasione e di 3 punti buttati, ma chiudiamo un girone di andata oltre le aspettative, ora testa bassa e avanti con il lavoro.

  16. Chiudiamo il girone con soli 24 reti segnate nonostante un parco attaccanti notevole. Il problema non è tanto la storia da soloni della convivenza Jovetic Icardi, ma la mancanza del centrocampo che non riesce ad innescarli. Spero che si riesca a trovare un centrocampista forte di pensiero. Kondogbia da interno non va proprio, ma non è affatto un pacco!

  17. Forse Kondogbia lo abbiamo pagato un po’ troppo, ma è giovane, diamogli ancora qualche chance. Il Mancio invece è già esperto e tre sconfitte in casa devono fare riflettere sia per quanto riguarda le scelte tecniche che per il modulo di gioco. La grande stima nei suoi confronti mi consiglia di attendere le future valutazioni, anche con l’aiuto del mercato. Dopo le cessioni di Ranocchia, Dodo e Santon, per fare un po di cassa, mi aspetto 2 acquisti, uno per il centrocampo e uno per l’attacco.

  18. Due sconfitte in tre partite non sono un bel segnale. Lavorare e ripartire subito

  19. abbiamo creato e abbiamo perso ma non si capisce che con tanti giocatori cambiati già è un mezzo miracolo essere lì con l’1-0,e invece di accontentarsi di quello che per adesso passa il convento vogliono il gran gioco, soliti interisti lamentoni FORZA INTER e Forza Mancio

  20. Prestazione viziata dall’ansia di dover segnare e di farlo non per una semplice vittoria ma per strappare il titolo di campioni d’inverno e come al solito quando si scende in campo per un obbiettivo di sostanza la qualità latita.

  21. Se crei tre/quattro nitide occasioni, ma non la butti dentro, non vinci la partita.
    Detto questo, vorrei sapere quante squadre blasonate, prime in classifica con un punto sulla seconda, si siano mai viste assegnare un rigore contro al 94°, sullo 0-0, contro una provinciale.
    Vorrei saperlo per curiosità, per non sentirmi solo.
    Claudio – Parma

    • Non mi pare che il rigore non ci fosse. Poi se non bisogna darlo alla grande per ragioni politiche, beh il calcio è altra roba. Forse è capitato anche ad altri, ma non mi curo di queste cose, tipiche di una bassa cultura sportiva come quella italiana
      GLR

      • Esatto, l’arbitro ieri non mi pare abbia fatto errori importanti. Tolto il giallo dato a Cannavaro che era per Manganelli (e forse poi lo avrebbe buttato fuori), ma per il resto solo qualche errorino di valutazione in mezzo al campo. Ma nulla di decisivo. Abbiamo perso per aver sprecato tanto e per aver fatto qualche errore evitabile

  22. Ieri sera pensavo quanto fosse bello il pareggio tra Milan e Roma…avremmo guadagnato due punti su entrambe… Et voilà arriva L’Inter a farci capire che forse dobbiamo pensare solo almeno al terzo posto…giustamente!

  23. guardando la partita dico che se è questo il calcio “passeggiato” che ci dobbiamo sorbire dopo le feste, è meglio andarla a fare noi una bella passeggiata e arrivederci a febbraio. Io, poi, abito vicino al mare e il clima è così dolce…

  24. Massimiliano // 10 gennaio 2016 a 20:39 // Rispondi

    avrei messo la firma per questo girone di andata, pero’ due sconfitte consecutive in casa ed una non memorabile vittoria con l’Empoli ci preoccupano un po’…Massimiliano e Jacopo

  25. solito calo fisico che ci colpisce quando torniamo dal caldo mediorientale oltre che di una certa confusione in mezzo al campo dove manca un regista. Domanda: perché Nagatomo a destra e D’Ambrosio a sinistra quando abbiamo Telles in quel ruolo? Bilancio: buono in assoluto e ottimo rispetto allo scorso anno e qui il grande merito di Mancini.

    • Perché i giocatori non sono tutti uguali anche se occupano la stessa zona di campo: Nagatomo è più difensivo di Telles. E la squadra era già molto offensiva.
      GLR

      • Scusami Gian Luca se intervengo…
        Che Nagatomo difenda meglio di Telles mi sembra una cosa smentita dai fatti… Riguardiamo le prestazioni di Telles e vedrai che in difesa e in fase difensiva fa molto molto meglio di Nagatomo…
        Con questo non sto contestando ne il Mancio, sempre sia lodato, ne le sue scelte…

        • Come caratteristiche Telles è più avvezzo a spingere che a contenere. Non lo dico io, ma gli addetti ai lavori. Che poi uno più difensivo possa commettere gravi errori individuali è altro discorso
          GLR

  26. Bella partita: le squadre si sono affrontate a viso aperto. Consigli e Handanovic sono stati spettacolari, gli attaccanti hanno mancato un po’ di cinismo. Dato a Consigli quel che gli spetta, va detto che i nostri avanti, seppur bravi ad entrare in area e a trovarsi, avrebbero dovuto trovare quella lucidità e quella precisione necessaria per imbucare almeno una biglia. Lucidità che è mancata anche a Murillo e Miranda in occasione del rigore. Siamo comunque lì, ce la giocheremo. Forza Inter!

  27. Preferisco le partite di Empoli a certi suppostoni. E’ stata una partita aperta, con un nostro secondo tempo decisamente migliore, e chi ha fatto l’errore più grosso l’ha pagata. Dal Mancio mi piacerebbe vedere cambi un po’ più celeri per mischiare un po’ le carte e provare a forzare la mano in certe partite che sembrano stregate.

  28. Oggi è andata male, il Sassuolo non ha rubato nulla, rigore ineccepibile.
    Irritante Doveri, che insieme a Valeri fanno a gara a darci più rigori contro ed espulsioni.

    • Fantastico! Rigore ineccepibile, ma Doveri si diverte a darceli contro: mai visto uno che si smentisce da solo nel giro di quattro parole!
      GLR

  29. Sconfitta gravissima, perché abbiamo perso l’occasione di staccare in modo importante la Fiorentina, che è la squadra sulla quale realisticamente dobbiamo fare la corsa. Tra l’altro quest’anno rischiano come non mai di entrare in gioco i risultati degli scontri diretti, e con la Viola siamo messi malissimo…

  30. Il girone di andata è stato molto buono nel complesso. C’è stato un calo nei risultati finali, ma non bisogna farsi condizionare sempre dall’ultima partita. Su questo valuto positivamente le parole di Thohir.
    Tra le prime 5 l’Inter è quella che ha cambiato più uomini e credo che a gennaio si faranno solo operazioni in uscita.
    Spero che nel ritorno i giocatori presi in estate per fare la differenza riescano ad esprimersi al meglio per raggiungere gli obiettivi.

  31. E’ un’eresia dire che quella di oggi è stata forse la miglior Inter della stagione? Per me no, abbiamo creato tante palle goal non concretizzandole per un soffio. La parata di Consigli su Ljajic a fine primo tempo è stata incredibile e se fossimo restati altre 5 ore a provare e riprovare non avremmo cavato un ragno dal buco. Certo, abbiamo anche concesso qualcosa ma il Sassuolo è tra le prime 6/7 squadre del campionato, forse la più quadrata. L’importante adesso è non buttare via tutto, si riparte!

  32. Kondogbia non sara’ scarso ma sembra non sappia giocare a calcio. Chi gioca in mezzo, sia in qualita’ di rifinitore o incontrista deve avere una idea della zona del campo che occupa. Kondogbia non alza lo sguardo, gioca guardando Handanovic e ha ridato la palla indietro 1000 volte ai difensori senza nessuna pressione, perche’ appunto non si vuole prendere responsabilita’. Brozovic partito malissimo, ma il ragazzo ha iniziativa, e classe. Secondo me, Kondogbia e’ una gran supercazzola, SLAP!

  33. Figura da … piccioni !
    Solita INTER, che fatica a diventare adulta e come sempre in questi casi ci mette del Suo … anche il Mister.
    Partita da vincere assolutamente, ma come al solito, Noi la toppiamo!
    Perché Palaçio invece di Jojò?
    ‘Caso Osvaldo’ un anno dopo, vero?
    La storia si ripete.
    Allegria !!!

    • Casi e calciatori caratterialmente completamente diversi, ma chi non frequenta l’ambiente Inter non può saperlo. Osvaldo ha creato grattacapi ovunque, ma va bene tutto, via con le banalità. Allegria!
      GLR

  34. complimenti alla squadra ha dato il massimo x 95 minuti…..oggi avrebbe perso anche il barcelona contro il sassuolo!!!!
    AVANTI cosi forza inter forever

  35. Nonostante la frittata sia imputabile alla difesa che in altre partite è stata monumentale (mi riferisco a Miranda e Murillo, non a Nagatomo che ci ha messo del suo) resto dell’idea che Kondo sia purtroppo una palla al piede, indipendentemente da quanto sia stato pagato. Non filtra, sbaglia passaggi in quantità, non incide: tanto vale recuperare il Guaro… In ogni caso, chapeau alla Beneamata: in estate avremmo firmato ad occhi chiusi per un secondo posto a gennaio…

  36. Nata male, dopo 6 minuti si poteva essere 2-0. Comunque ora direi di prendere solo chi può far fare un salto di qualità, soprattutto in mezzo al campo, difficile a gennaio, magari in estate. Per prendere chi non garantisce quanto sopra, possiamo stare fermi. La Juve applica anche lei questo leit motiv e ha ragione.
    La base c’è, mettiamo solo chi è veramente da Inter vincente.

  37. Direi “molto” al di sopra delle aspettative. Alla squadra ieri non si può rimproverare nulla. Prestazioni altamente negative per Perisic (si marcava da solo) e Medel (solo passaggi orizzontali in fase di possesso, praticamente nullo in interdizione). Spesso ho criticato Handanovic, ora non posso fare altro che ammenda. Amala.

    • Su Handanovic sarebbe il caso di non parlare più per decenza. Nemmeno per fare ammenda. Se penso al tempo che ho sprecato a parlarne. Parlate degli arbitri che come tifosi vi viene meglio.
      PS Non ce l’ho con te, era un avviso ai naviganti
      GLR

  38. L’amarezza per la sconfitta (onestamente immeritata) di ieri scompare appena guardo la classifica.

  39. claudioeffedeejay // 11 gennaio 2016 a 08:49 // Rispondi

    l’attacco continua a segnare col contagocce e dietro, incredibile, cominciamo a commettere errori individuali folli che ci costano la partita, quasi fosse un retaggio del recente passato. Non è la classifica che preoccupa, ci mancherebbe, ma è l’andazzo di queste ultime domeniche. Avessero fischiato il penalty a Empoli sarebbero stati tre di fila.

  40. finale di stagione che lascia amaro in bocca, facendo un conteggio “gallianico” dalla quinta giornata ad oggi l’inter ha fatto più o meno gli stessi punti di Milan e Roma e una decina in meno di Juve e Napoli certo contano tutte le partite non solo una tranche, ma fa più sperare una che perde le prime 2 e ne vince dieci di fila che non l’opposto.

  41. Nulla da recriminare sulla partita di ieri, anche se preferisco giocare male e vincere 1-0.Il Sassuolo ha giocato onestamente a viso aperto ed il rigore era sacrosanto. Il nostro obiettivo stagionale è integro, nonostante tutto. Siamo sempre con la migliore difesa del campionato. Lo scudetto? Bello essere nel gruppo che lotta per vincerlo, ma ricordiamoci che il traguardo è almeno il 3° posto.
    Saluti Gianni.

  42. A volte basta un tiro in porta per portarsi a casa 3 punti, ma col Sassuolo non avremmo segnato neanche giocando un’ora di più. E’passato un girone, nessuno in estate credeva di arrivare così in alto. Sono più gli aspetti positivi rispetto a quelli negativi. Ma dalla prossima gara è essenziale recuperare JoJo perché bisogna essere più efficaci sotto porta (Icardi non basta, Perisic e Palacio fanno altro, Ljajic non è mai stato un bomber).

  43. Alla fine penso che in un campionato episodi e partite si compensano fra loro. Se ad Empoli francamente non meritavamo la vittoria, ieri non meritavamo la sconfitta. Si può vincere facendo solo un tiro in porta e si può perdere facendone venti. E’ il bello del calcio. Detto questo, all’Inter per completarsi serve un regista in grado di costruire gioco, perché perdiamo un sacco di palloni sanguinosi in fase di uscita, regalando praticamente occasioni agli avversari.

  44. bilancio del girone di andata:
    1) monumento a Mancini che ha fatto rendere una squadra da E.L. al 110%
    2) ormai e’ evidente che tutti i ribaltamenti di uomini e moduli erano il tentativo di trovare un assetto ed un gioco stabili, ma ahime’ non c’e’ riuscito
    3) la partita contro il Sassuolo e’ stata emblematica per capire che se i centrocampisti giocano spalle alla porta non andremo da nessuna parte. questo e’ avvenuto per tutto il primo tempo in cui siamo stati in balia del loro gioco

    • Beato te, io ancora tutte queste certezze non le ho, ma per carità, magari è proprio così e abbiamo già fatto il massimo
      GLR

  45. Sento e leggo tante critiche dopo questa sconfitta ma, o si pensava all’inizio che l’inter ammazzasse il campionato (e allora avevate dei problemi voi) oppure si pensava ad un campionato difficile per centrare il terzo posto, obiettivo per il quale siamo perfettamente in linea.
    Capisco l’amarezza dopo una sconfitta ma bisogna pur rendersi conto del lavoro fatto finora da questo gruppo!
    La domanda semmai dovrebbe essere: c’è secondo te la possibilità di migliorare la rosa in questo mercato?

    • A prima vista direi di no. Poi magari un’alternativa in arrivo può essere assai migliore di una disponibile attualmente
      GLR

  46. Con 39 punti è il secondo miglior girone del dopo mourinho dopo il ritorno del campionato 2011, 41 punti con leonardo in panchina. Bene così quindi. Il problema è che non mi sembra sia stato risolto nessuno dei nodi tattici di inizio stagione. Chi sono gli esterni titolari? Quale è il nostro modulo? Per far giocare jovetic è indispensabile ricorrere al 4 3 1 2? Kondo rappresenta il nostro futuro? O è solo un investimento sbagliato?

    • Domande legittime che una squadra composta sei mesi fa non può ancora soddisfare compiutamente. Il Napoli gioca insieme da anni è ha appena cominciato ad essere realmente credibile per lo scudetto.
      GLR

  47. Ciao Grande GLR
    Dammi un tuo parere Tecnico
    Ritengo Mancini molto cambiato e maturato rispetto alla prima esperienzza.
    Qualche volta inciampa ancora in piccoli errori secondo me,
    I cambi al 90 Jovetic e 94 Guarin sono tipici del suo modo di essere.
    Possiamo parlare di esterni bassi difensivi. Beh Nagatomo può giocare solo a sx. Oppure J.Jesus. Non gioca più!? .
    Telles è da preferire a prescindere. D’ambrosio meglio a dx
    Ieri li ha invertiti in modo ingiustificato.
    Tutto qui. Grazie MIlle

    • Mancini sbaglia, come altri. Ma queste stesse cose altre volte avevano portato la vittoria. Io giudico il tecnico nel suo complesso, nel fatto di aver riportato l’Inter ad essere una squadra più o meno affidabile. Se si parla, secondo me sbagliando, di scudetto a gennaio è perché molto è cambiato
      GLR

  48. Per me, invece, il grosso problema è che il finale di stagione sarà a maggio e non adesso.
    Ad oggi, avremmo raggiunto l’obiettivo Champions.
    A Gennaio certi problemi devo essere risolti (come insegna chi stava a -11) ed invece abbiamo ancora delle lacune evidenti.
    In casa poi, una big (o sedicente tale) non deve fallire, ma se perdi 3 partite su 4 proprio tra le mura amiche, anche ambire ad un terzo posto diventa ostico.
    Spero che non ne risentano mentalmente.

  49. leonardo calzoni // 11 gennaio 2016 a 11:11 // Rispondi

    bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla…e anche questo anno ci ritroviamo a guardare vincere i Gobbi…non mi permetto di criticare perche’ dopo GLR mi fa i cazziatoni…semplicemente ripeto e mi ripeto il Mancio grande allennatore ma poco umile e questa squadra a bisogno di umiltà…questa squadra a bisogno di ferocia agonistica…cosa che i Gobbi ne abusano…lo ammetto quest’anno speravo in di vincere almeno uno tra campionato o coppa…ma…mi rassegno

    • No, ma io non faccio alcun cazziatone. Semplicemente analizzo con più equilibrio possibile non la singola partita ma il momento a medio termine. Mi pare che l’Inter sia in linea con l’obiettivo di inizio stagione. Poi se uno appena è primo per qualche giornata si sente da scudetto lo capisco ma è un problema suo. Sfido a trovare qualsiasi mia dichiarazione scritta o parlata in cui mi aspetto lo scudetto già quest’anno. E ti assicuro che non sono scaramantico. Anzi detesto scaramanzie, fioretti e cose medioevali. Fosse per me chi si fa fare le carte, va dai maghi, parla solo di sfiga o altre robe medioevali andrebbe perseguito penalmente! Lui e, soprattutto, il ciarlatano di turno. Se ritenerssi l’Inter favorita per lo scudetto lo direi. L’avrei già detto quest’estate senza alcun timore
      GLR

  50. Peccato ma io di solito non ragiono sulla singola partita ma a blocchi di partita.
    Do un’opinione al termine dell’andata e mi ritengo soddisfatto. Finalmente società seria e idee chiare. Un progetto tecnico credibile e serio. I risultati sul campo sono stati molto buoni ed anche di questo sono più che soddisfatto. Dobbiamo entrare in Champions per consolidare questo gruppo e poterlo migliorare con 2/3 elementi di valore e l’anno prossimo saremo da scudetto. Servono però i soldi della Champions

  51. Massimo Inter // 11 gennaio 2016 a 11:39 // Rispondi

    ho visto un’Inter un po’ in difficoltà nel primo tempo, ma rispetto a Empoli la squadra correva di più e Consigli ha fatto una partita super. Se il piglio rimane questo, non vedo drammi, l’Inter sta facendo bene da mesi e si rifarà.

  52. Paragonare Kondgbia a Kovacic non è attinente…Kovacic è costato 13 ml e ha reso alla fine quantomeno 31 ml, questo spilungione costato 35 ml non ha ancora azzeccato una partita se non qualche sgroppata palla al piede è ormai un problema tecnico e di investimento e nessuno ha il coraggio di affermarlo, si dice sempre è giovane, si deve ambientare ma non scherziamo un giocatore valutato quella cifra deve cambiarti il centrocampo dall’oggi al domani, comunque aspettiamo quando farà almeno il suo

    • Questione di punti di vista. Parlo dell’età dei giocatori e dell’impatto in genere di un under 23 con un nuovo calcio: avrei potuto scrivere Henry o altri bocciati troppo spesso dai tifosi ancorché giovani ma chi non vuol capire non capisce lo stesso.
      GLR

  53. Andrea Montrasio // 11 gennaio 2016 a 11:55 // Rispondi

    sconfitta immeritata ma il calcio è cosi,ogni tanto ti va male. Classifica comunque mooooolto bella e confortante (se noi siamo in crisi roma, milan,fiorentina sono sull’orlo del suicidio sportivo). Unica cosa da eccepire mettere Jojo al 85′ e palacio al 65′ (e quel che sia), io avrei fatto il contrario

  54. Se ci si lamenta non va bene, se ci si esalta non va bene, se si critica non va bene. A volte davvero mi chiedo di cosa si dovrebbe scrivere.
    Tolto questo spero che la famosa “benzina” immessa nel motore a Doha si riveli ricca di ottani nel prosieguo…
    ieri mezzo passo falso che non incide nulla sul nostro cammino ma che semmai rinfocola le speranze dei gobbi

    • Certo che non va bene esagerare, da una parte e dall’altra. Si chiama equilibrio. Non è difficile: basta rivedere le situazioni e pensare anziché scrivere di getto. Se dopo due partite buone uno vuole lo scudetto e dopo due brutte pensa alla metà classifica non va bene.
      GLR

  55. CIAO GIANLUCA,CI SONO SCONFITTE E SCONFITTE;QUELLA DI IERI E’ DI SICURO IMMERITATA COME E’ STATA IMMERITATA LA NOSTRA VITTORIA A EMPOLI. LA VERITA’ E’ CHE,QUANDO SEI ABITUATO A MANGIARE CAVIALE, TORNARE A MANGIARE HAMBURGER RISULTA FRANCAMENTE UN PO’ INDIGESTO MA DOBBIAMO FARCI L’ABITUDINE…NON SIAMO NE DA PRIMO NE DA SECONDO POSTO.SPERO SOLO NON LO VINCA LA JUVE….

  56. Peccato! Abbiamo perso nella partita in cui abbiamo giocato meglio (in relazione anche al valore dell’avversario) mentre abbiamo vinto con Empoli giocando molto male. Questo è il bello e il brutto del calcio. Sono però ottimista e sono felice della prestazione. Ho visto un’ Inter tosta e determinata. Se si gioca così si va lontano. Non demonizziamo i centrali per un errore. Certo Murillo(più Naga forse) ha sbagliato ma abbiamo sempre subito solo 12 gol in 19 partite. Segno di ottima difesa.

  57. La colpa della sconfitta di ieri è solo nostra, abbiamo sbagliato 3 occasioni nitide in avvio. Io temevo che Doveri inventasse qualche rigore (o espulsione) contro. Non ce n’è stato bisogno.
    Bisogna capire che certe partite, se non riesci a vincerle, le devi comunque portare a termine con il minimo dei danni. Questo è il salto di qualità che dobbiamo fare. Per il resto sono contento del nostro girone di andata. Il mese di marzo sarà decisivo. Speriamo di arrivarci in questa posizione

  58. Ciao Gianluca…secondo me il bicchiere è mezzo pieno anche perché ho visto la squadra più in forma rispetto ad Empoli…poi tutti questi tifosi che si lamentano di mancini ma come si fa a criticarlo? Meno male che lottiamo per i primi posti cmq amala sempre

    • Non me li filo neppure i tifosi che tornano sull’allenatore ad ogni sconfitta. Non hanno capito che qui, salvo disastri, l’epoca Moratti in questo è finita e si punta alla stabilità. Capiranno. Con il tempo, anche i più gnucchi capiscono
      GLR

  59. leggo commenti assurdi sia quando si vince 1-0 senza brillare sia quando si perde e si tira 10 volte con almeno 4/5 miracoli del portiere avversario. Certo è un peccato aver bruciato 10 punti di vantaggio sulla Juve e 4 sul Napoli, ma se corriamo per il 3° posto nessuno ha guadagnato punti su di noi. Ottimo girone di andata a cui è mancato il suggello di essere campioni di inverno. Spero nelle prossime 5/6 partite in un filotto che ci rilanci (magari tutti 1-0)

    • Bruciato 10 punti sui gobbi?? Perché te ti aspettavi che questi restassero in quella posizione? oppure avresti pronosticato la loro partenza ad handicap…
      E’ una squadra forte purtroppo che gode come sempre del vento in poppa, facciamocene una ragione

    • Sulla partita di ieri, che molti giudichiamo come tra le migliori disputate in questo campionato, non stigmatizziamo abbastanza il fatto che pure Handanovic ci ha salvato la ghirba in più di un’occasione.
      Perchè sembrerebbe che ieri ci sia stato un tirassegno verso un Consigli super ispirato e poi siamo stati puniti da un rigore casuale.
      Non è così, pur giocando bene noi, ieri, il Sassuolo ha giocato, a tratti, molto meglio.
      Quel Duncan di ieri, vogliamo discuterne?

      • Stigmatizzare ha tutt’altro significato. Casomai volevi dire sottolineare. Duncan? Solito giocatore di cui gli interisti si ricordano appena lo ritrovano in un’altra. Ora non ne parleranno più per mesi. Se poi ad agosto ti presenti con Duncan a centrocampo, ti dicono che non è da Inter
        GLR

  60. Io direi che se ieri fosse finito il campionato e non solo il girone di andata sarei stato molto felice per il terzo posto conquistato. Negli ultimi 5 anni ho fatto fatica a vedere di meglio……Forza Inter!

    • Giusto una precisazione. Duncan, prelevato dalla Sampdoria l’estate scorsa, dopo un inizio a dir poco pessimo ha fatto tanta panchina, ha subito in verità anche un lieve infortunio, e ora non mi pare il caso di mangiarsi le mani per una discreta prestazione (quella di domenica, ndr).

  61. Kondo potrebbe essere utilizzato da perno centrale in un centrocampo a tre. Il piede non mi sembra male, più che altro appare timido in alcune giocate. Purtroppo ieri il pitbull ha palesato tutti i suoi limiti di rilancio del gioco indispensabili per scardinare squadre brave a rientrare velocemente come il sassuolo. Visto che sul mercato non si può agire, cerchiamo di far fruttare al meglio ciò che abbiamo.

  62. Ciao Gianluca, forse sarò uno dei pochi ma domenica la squadra non mi é dispiaciuta, la tenuta fisica é migliorata rispetto ad Empoli anche se i centrocampisti sono un pò in ritardo dopo il richiamo di preparazione. Alla prossima saranno più carichi.
    Sempre Forza Inter.

  63. Ciao finalmente da ieri il campionato ha cominciato a mettere ordine ai veri valori del campionato, in proiezione questa è la dimensione dell’Inter 3/4/5 posto per cifra tecnica…che ci diano dentro per il prezioso 3° altrimenti ci saranno cessioni importanti, in sostanza certezze attuali.

  64. Ciao, come già scritto io continuo a trovare analogie con le annate 97/98 01/02. Nel calcio non si inventa nulla, e la scaramanzia lascia il tempo che trova… Spero che arrivi questo centrocampista (non serve un fenomeno, ricordi Manicone arrivato a gennaio 93). Ad ogni modo nulla da rimproverare a Mancini, nessun altro allenatore al mondo avrebbe potuto ricostruire da zero l’Inter come ha fatto lui in pochi mesi. Riconfermo il mio pronostico, l’Inter vince il campionato all’ultima giornata.

    • Ma veramente in quelle annate l’Inter, partita per vincerlo lo scudetto, poi lo perse. Quest’anno non è partita per vincerlo e non trovo alcuna analogia.
      GLR

  65. Buona sera Gianluca, anche se non è sinonimo di sobrietà premetto che bevo solo un bicchiere di vino a pasto, sono convinto che quest’anno siamo più forti della Juventus, e arriveremo davanti…

  66. ho visto praticamente tutte le partite dell’inter quest’anno. Posso dire che la mancanza di un regista si sente eccome, ma ormai è cosa nota. I vari Medel, Melo, Kondogbia fanno solo passaggi orizzontali e se quelli davanti non inventano niente finiremo tutte le partite 0-0 (avere un’ottima difesa è già una gran cosa). Spero solo che si riesca a recuperare Jovetic perchè è il giocatore di maggior talento che abbiamo, l’unico in grado di inventare qualcosa.

  67. Ciao GLR,
    La classifica alla fine del girone d’andata e’ giusta x tutti.
    Per noi il vento e’ cambiato nelle ultime 6 partite (1 girata bene e 3 storte negli ultimi minuti)
    L’importante e’ iniziare bene il girone di ritorno con calendario favorevole come all’andata e speriamo di non resuscitare i morti che spesso e’ la nostra specialità (Atalanta)
    Comunque confido in un calo di Napoli (giocano sempre gli stessi + per scelta che per rosa) e Juve (prima o poi si inceppa di nuovo)
    SPERIAMO!

  68. Siccome ti intendi di calcio meglio di tanti altri, se tu fossi in Mancini quali correttivi tattici proveresti ad adottare con questi elementi che lui non abbia già provato a fare senza particolare successo? Sparo la mia stupidata: provare ad arretrare verso metà campo uno tra i giocatori più tecnici, magari Jovetic, per velocizzare le azioni? Siamo lenti in fase costruttiva e le difese trovano spesso modo di chiudersi, sarà anche per quello che si segna poco

  69. Ciao Gianluca. Volevo chiederti lumi riguardo alla sensazione che ho da qualche partita. A me sembra – magari sbaglio – che la squadra si sia nettamente allungata. Gli spazi si sono come divaricati. Non trovo che i due centrali siano calati, ma che adesso gli arrivino attaccanti da tutte le parti. E’ così o ci vedo male? E se è così come mai secondo te?

    • Quando accade – ed è vero che accade – c’è sempre una spiegazione di ordine fisica. Per star corti e compatti bisogna correre tutti e si fa più fatica. Speriamo che la squadra recuperi presto anche da quel punto di vista.
      GLR

  70. Una parte molto perversa di me spera che l’Inter perda ancora solo per leggere certe repliche di GLR ai commenti irrazionali. Ieri ho inondato lo schermo del pc con il caffè, letteralmente scraciato mentre me la ridevo.

  71. Bisogna esser più realisti del re: non siamo da scudetto. Siamo tra le squadre di testa quella che ha fatto più cambi, perciò credo siano normali questi alti e bassi. Napoli e Juventus sono più attrezzate di noi e partivano da una ossatura di base consolidata, bisogna perciò tener presente l’obiettivo Champions e sfruttare i mesi primaverili privi di coppe europee. Mi auguro che il mercato ci porti via Ranocchia e Guarin (ormai fuori dal progetto tecnico) e ci doni un centrocampista “regista”

  72. Analizzando le tre sconfitte casalinghe non si può dimenticare che son tutte figlie di macroscopici errori individuali: serata storta di Handanovic (Fiorentina), follia senile di Melo (Lazio), erroraccio di Miranda (Sassuolo).

  73. Jovetic a Firenze giocava alla platini, ossia trequartista a tutto campo, ma nel contesto tattico manciniano non si dà la giusta fiducia all’unico vero fuoriclasse che potrebbe inventare gioco. cmq forza Napoli. Rossi abbia la forza di criticare Mancini ogni tanto.

    • Lei abbia il coraggio di leggere gli editoriali. Quando Mancini sbaglia come in alcuni cambi tardivi, lo scrivo. L’ho appena scritto ma lei non lo ha letto.
      Se poi lei ne fa una questione personale, è difficile discutere. Se poi non capisce che giocando con davanti tre uomini attorno a Icardi il trequartista deve avere caratteristiche un po’ diverse, amen
      GLR

  74. Tra Kovacic e Kondogbia ci sono differenze evidenti e tutt’altro che trascurabili, dal ruolo all’età (il croato è arrivato a Milano a 18 anni, il francese a 22); dalla qualità complessiva della squadra (dal 2013 al 2015 l’Inter è arrivata al massimo quinta senza mai essere davvero competitiva; oggi è seconda a -2 dalla vetta) al rendimento. Mateo, seppure discontinuo e “timido”, ha mostrato fin dalle prime apparizioni di saper dribblare; la specialità di Geoffrey, invece, quale sarebbe?

    • Ma che c’entra questo? Io faccio un discorso generale sul fatto che si deve dar più tempo ai calciatori giovani che arrivano dall’estero, vale per tutti, indipendentemente da ruolo e peculiarità tecniche. Il mio è un discorso generale
      GLR

Lascia una risposta

Le 4 regole del commentario:
1. Siate educati: i commenti ad personam saranno ignorati
2. Scrivete in italiano, il congiuntivo non è una malattia degli occhi!
3. Non è una chat: se volete conversare tra voi, io che ci sto a fare?
4. La lunghezza del commento non può superare i 500 caratteri (spazi compresi)
Viva l’Inter!


*

 caratteri disponibili