18C: Empoli-Inter 0-1

MARCATORE: Icardi al 46′ p.t.
EMPOLI (4-3-1-2): Skorupski; Laurini, Costa, Barba, Mario Rui; Zielinski, Paredes (dal 42′ s.t. Piu), Buchel (dal 19′ s.t. Croce); Saponara; Pucciarelli, Maccarone (dal 19′ s.t. Livaja). (Pugliesi, Pelagotti, Cosic, Camporese, Zambelli, Bittante, Maiello, Diousse, Krunic). All. Giampaolo.
INTER (4-3-3): Handanovic; D’Ambrosio, Miranda, Murillo, Nagatomo; Brozovic, Medel, Kondogbia (dal 35′ s.t. Guarin); Perisic, Icardi (dal 41′ s.t. Jovetic), Ljajic (dal 45′ s.t. Juan Jesus). (Carrizo, Montoya, Santon, Ranocchia, Gnoukouri, Telles, Palacio, Biabiany, Manaj). All. Mancini.
ARBITRO: Celi di Bari.
NOTE: Ammoniti Murillo, Paredes, Brozovic, Croce.

Il 2016 dell’Inter è cominciato con una pesantissima vittoria a Empoli, che cancella fortunatamente l’ultima brutta parentesi con la Lazio di fine 2015. Com’era prevedibile, dopo la bagarre di San Siro, poi esagerata oltremodo mediaticamente, Stevan Jovetic, dal quale è levito attendersi ben più maturità di Ljajic, causa acceso dopopartita, ha ricominciato in panchina. Conosco Mancini e lo sapevo già da prima di Natale che sarebbe andata così. Al Castellani l’Inter ha certamente risentito fisicamente della sosta e del richiamo di preparazione in Qatar, altra situazione prevedibile, ma è comunque riuscita nell’intento di prendersi i tre punti e di restare sola in vetta alla Serie A. Ora se non si combinano pasticci domenica a San Siro col Sassuono, c’è la concreta possibilità di laurearsi Campioni d’Inverno, titolo assolutamente platonico, che Roberto Mancini ha acutamente paragonato al Gran Premio della Montagna nel ciclismo. Poi però anche nel calcio serve scendere a valle davanti a tutti gli altri. E’ vero che l’Inter ha creato poco e non ha giocato bene ma, Lazio a parte, la squadra fino a Udine era migliorata anche nel gioco. Poi con la sosta il discorso si è un po’ interrotto, ma sono certo che il percorso di crescita complessiva riprenderà prestissimo. Intanto l’Empoli veniva da quattro vittorie consecutive e, dati alla mano, Marco Giampaolo sta facendo meglio del predecessore Maurizio Sarri. Anche per questo, la vittoria è pesantissima, come il gol-partita di Icardi, ottavo centro personale, dopo un bello spunto di Perisic, forse il meno appannato tra tutti. Qualche rischio lo si è corso, minimizzato dal solito grande Handanovic, premiato col rinnovo fino al 2019.
L’Empoli può realisticamente recriminare per un calcio di rigore che Celi avrebbe potuto anche concedere, non per altri episodi che i rosiconi ormai in servizio permanente effettivo hanno poi propagato mediaticamente già nelle ore immediatamente successive al fischio finale. A volte con gli arbitri può anche andarti bene, altre volte, se si ha la competenza di leggere qualche altro dato, ci si accorgerebbe che tra poco ci sarà Inter-Carpi e, salvo sorprese, l’Inter potrebbe aver fatto un intero girone senza rigori a favore.
Ma la malafede nel calcio italiano è di casa. E con la malafede non si discute, alla malafede si oppone la classifica!

Highlights
17’ Punizione di Maccaroni, Handanovic respinge
37’ Buchel dalla distanza, Handanovic c’è
46’ 0-1 Accelerazione di Perisic, gol di Icardi
48’ Da Ljajic a Perisic che spreca alto
52’ Da Pucciarelli a Saponara, Handanovi in corner
54’ Ljajic e Perisic apparecchiano per Brozovic che calcia male

89 Commenti su 18C: Empoli-Inter 0-1

  1. Pasquale Somenzi // 6 gennaio 2016 a 20:19 // Rispondi

    L’Inter chiuderà il girone d’andata avendo sempre segnato in trasferta e questo
    è un risultato positivo ma non eccezionale infatti c’era riuscita anche la
    “infelice accoppiata” Gasperini-Ranieri.
    Piuttosto val la pena sottolineare che si è segnato per la tredicesima trasferta
    consecutiva di campionato, risultato ottenuto l’ultima volta da Cuper che
    tra i campionati 2001/2002 e 2002/2003 infilò una striscia di 17 trasferte
    consecutive sempre a segno.
    Nona vittoria per 1-0, eguagliato il record interista del 1963/64 che ripropongo:
    4 giornata: SPAL-INTER 0-1 Tagnin
    5 giornata: INTER-SAMPDORIA 1-0 Jair
    7 giornata: ROMA-INTER 0-1 Jair
    10 giornata: MESSINA-INTER 0-1 Facchetti
    14 giornata: INTER-LAZIO 1-0 Suarez
    17 giornata: INTER-GENOA 1-0 Milani
    20 giornata: MODENA-INTER 0-1 Facchetti
    25 giornata: INTER-ROMA 1-0 Milani
    31 giornata: INTER-JUVENTUS 1-0 Milani
    Dopo che Materazzi segnò un’autorete (indimenticabile) il 30 aprile 2006, l’Inter
    non ha mai più subito reti ad Empoli dove 1-0 aveva vinto solo in Coppa Italia.
    Una particolarità delle 11 complessive partite disputate ad Empoli in campionato
    è che i toscani non han mai segnato con calciatori stranieri e nessuna marcatura
    è mai arrivata su calcio di rigore da entrambe le parti.
    Dopo la vittoria a Empoli, Mancini è primo DA SOLO da allenatore Inter
    per la 70ma volta.
    Ecco, quante volte sono stati PRIMI DA SOLI gli allenatori Inter da quando esiste la serie A a girone unico:
    1 – HERRERA 99 GIORNATE (14 nel 60/61 + 16 nel 61/62 + 14 nel 62/63 + 1 nel 63/64 + 4 nel 64/65 + 22 nel 65/66 + 28 nel 66/67)
    2 – MANCINI 70 GIORNATE (29 nel 06/07 + 33 nel 07/08 + 8 nel 15/16)
    3 – MOURINHO 59 GIORNATE (30 nel 08/09 + 29 nel 09/10)
    4 – WEISZ 44 GIORNATE (19 nel 29/30 + 25 nel 33/34)
    5 – FONI 41 GIORNATE (27 nel 52/53 + 14 nel 53/54)
    6 – TRAPATTONI 32 GIORNATE (30 nel 88/89 + 2 nel 90/91)
    7 – BERSELLINI 28 GIORNATE nel 79/80
    8 – CUPER 21 GIORNATE (14 nel 01/02 + 7 nel 02/03)
    9 – SIMONI 15 GIORNATE nel 97/98
    10- CASTELLAZZI 14 GIORNATE nel 37/38
    11- OLIVIERI 10 GIORNATE nel 50/51
    12- CARGNELLI 5 GIORNATE nel 39/40
    12- CAMPATELLI 5 GIORNATE nel 55/56
    12- INVERNIZZI 5 GIORNATE nel 70/71
    15- HODGSON 3 GIORNATE nel 96/97
    16- FELDMANN 1 GIORNATA nel 34/35
    16- LIPPI 1 GIORNATA nel 99/00
    16- BENITEZ 1 GIORNATA nel 10/11
    Un’ultima cosa: mi rivolgo a chi frequenta questo forum. Se usate facebook,
    se vi va, visitate la pagina che ho creato e che ho chiamato
    “INTER – Curiostatistiche partitaxpartita”. Grazie.
    Pasquale.

  2. Pasquale Somenzi ci aveva offerto l’ennesima chicca statistica facendo notare che “Da quando è stata introdotta negli anni che finiscono col 6, alla ripresa del campionato l’Inter ha sempre esordito in provincia e mai ha vinto” e io avevo aggiunto un post dicendo che però c’è sempre una prima volta.
    “Profeta non sarò”, cantava negli anni ’70 il grande Demis Roussos (per chi se lo ricorda…), ma evidentemente i cantucci col vinsanto sono risultati più pesanti dell’asado e del panettone… 😀

  3. Fabio Primo // 6 gennaio 2016 a 20:58 // Rispondi

    Stupefacente con partite come questa e con il valore complessivo della squadra siamo in testa alla classifica a fine girone d’andata. Kondogbia imbarazzante , ho paura che il ragazzo non ha la personalità per giocare nell’ inter. Un Alvarez 2 per capirci
    Stiamo in piedi con il portiere, i due centrali difensivi e Medel . Il resto dei giocatori sono a dir poco lunatici e molti anche mediocri. Godiamocela finchè dura

    • Sempre bello aprire l’anno nuovo con quello che ti dice che stia per morire. Attenti a uscire di casa che potreste finire sotto un Tir.
      Devi essere una personcina divertente, sempre allegra e di buon umore…uno di quelli che si svegliano al mattino fischiettando..poi purtroppo arriva la morte con la falce a rabbuiare la giornata…Andresti d’accordo con mia mamma…
      GLR

      • Gian Luca, quando leggo queste tue risposte il caffè dell’italica pausa (l’amato-odiato mezzo di lavoro – il PC – serve anche per rilassarsi 10 minuti!) quando va bene mi va per traverso dal ridere, quando va male finisce sui tabulati.
        Un po’ di serietà, e che diamine… 😀
        Fabio… a memoria (e ho 54 anni) non ricordo una squadra rinnovata per 7/11 prima a gennaio (e ha toppato 2 partite – Viola e Lazio – in casa). Sursum corda: si può solo migliorare, e a Pasqua non c’è pausa! 😉
        Ciao, Rob

      • Non sarà una persona ultra positiva ma a giudicare dalla partita di domenica dopo quella con la Lazio (arrivava da 1 punto nelle ultime 6 partite, poi 3 con noi e poi fà 0a0 in casa con il Carpi) non mi sembra lontanissimo dalla realtà.
        Saluti.
        Marco

        • Beh, certo il gatto nero da sempre guarda solo il negativo: mica vede che l’Empoli che veniva da 4 vittorie consecutive e con noi ha perso. Conosco bene. Tu ovviamente la partita giocata dalla Lazio col Carpi non l’hai vista: non sai che aveva otto assenti, a cominciare da Biglia, non sai quante occasioni ha avuto, qual’era la condizione fisica della squadra alla ripresa. Ti basi solo sul risultato. Infatti il tifoso parla senza manco vedere le partite, l’addetto ai lavori si informa.
          PS guarda caso solo poche ore dopo averti risposto, in colpevole ritardo, la Lazio ha vinto in casa della Fiorentina. A volte mi sembra proprio di sparare sulla Croce Rossa!
          GLR

    • Alessandro // 8 gennaio 2016 a 10:22 // Rispondi

      Non sono d’accordo sulla valutazione di Kondogbia, sulla tua ma anche su quella di certa stampa. Nella partita contro l’Empoli, il ragazzo è stato l’unico che, ad un certo punto, ha preso coraggio e ha sfondato verticalmente, prendendosi qualche rischio ma cercando di creare superiorità numerica palla al piede. Non solo: lo vedo meglio di partita in partita ed il potenziale è enorme. Quindi, piantiamola di giudicarlo a cazzo.

  4. Non ho visto una condizione fisica disastrosa. Tieni conto che contro l’Empoli è difficile giocare perchè palleggiano bene, insomma sono tosti. Piuttosto vorrei sapere cosa si aspetta Mancini da Nagatomo che ogni tanto lo butta dentro. Booooh. Non combina niente in avanti e indietro è un punto debole (infatti attaccavano sempre dalle sue parti). Avete visto poi l’atteggiamento di Guarin? Sembrava giocasse scapoli e ammogliati (lui era l’ammogliato, ma poteva fare anche lo scapolo ).

  5. Partita difficile. Vittoria importante.

  6. Marco Ferrara // 6 gennaio 2016 a 23:53 // Rispondi

    Anno nuovo, vecchia (bellissima) abitudine: vittoria col minimo sforzo. Partita di sostanza e forse il brutto passo falso prenatalizio è stato davvero solo un incidente di percorso. La riprova con il Sassuolo, squadra che, in questa stagione affrontando le grandi si è sempre esaltata.

  7. Ennesima partita vinta immeritatamente, giocando male, con tanti giocatori sottotono. Del resto siamo in testa al campionato immeritatamente, rubando le partite, facendo pochi gol, picchiando gli avversari. Ricordo inoltro che icardi è in crisi, jovetic è sempre rotto, handanovich fa papere, melo e medel non sanno giocare, non abbiamo italiani, kondogbia l’abbiamo pagato troppo, thohir è povero, l’Uefa ci bastonerà, falliremo.
    Noi intanto, piano piano, ci crediamo e godiamo!

    • Ho inteso l’ironia. E meno male che su sette nomi scritti qui ne abbiam cannato solo uno: Handanovich. Appena lo vedo gli aggiungo un ‘h’ sulla maglia, quella che di solito altri si mangiano su Thohir (o meglio Thoir)
      GLR

  8. era una partita molto difficile soprattutto per il periodo e la condizione dell’empoli. Tra le big avevamo il turno più difficile. Bene i 3 punti. Per la prima volta male murillo. Il resto sufficienze per tutti. Sulla condizione fisica: è ovvio che non si può essere brillanti al 6 gennaio, sarebbe preoccupante esserlo. Bisogna arrivare al top da marzo in poi

    • E’ ovvio per me e te, ma se leggi gli altri commenti. Qui tutti allenatori e preparatori atletici (in poltrona)
      GLR

  9. Intanto buon anno. Partita sottotono risolta da un guizzo di Perisic, dall’istinto killer di Icardi sottoporta e dalla solita difesa granitica (un po’ meno del solito oggi per la verità). In effetti i nostri sono sembrati piuttosto imballati fisicamente: forse hanno risentito del richiamo di preparazione. Avremmo bisogno come il pane di uno che ragiona in mezzo al campo: speriamo. Una nota su come battiamo i calci d’angolo: a volte sono talmente assurdi da sembrare surreali!

  10. ROBERTO SCIBETTA // 7 gennaio 2016 a 06:49 // Rispondi

    Io “mi accontento” dei tre punti.
    La partita era molto più difficile di quanto possa sembrare: l’Empoli gioca molto bene, è nella parte alta della classifica – ad un punto dai Cugini di campagna, per capirci – e veniva da una striscia positiva con aspirazioni quasi europee.
    La realtà è che NOI CI SIAMO, SEMPRE. Magari il nostro gioco non affascina, magari un filo di fortuna ci aiuta (come sui due palloni persi o sul quasi-rigore su Pucciarelli), ma siamo solidi, quadrati, rognosi, determinati..

  11. Tre punti importanti (perchè come dicono a Torino – ed ovunque oramai – vincere è l’unica cosa che conta, per la classifica). Condizione (solo perchè dopo la pausa?) e gioco latitano e “fossi Mancini” mi preoccuperei (magari lui lo è già). I tifosi e la piazza sono prevedibili: finchè arrivano i punti!? Serve una squadra migliore, come gioco, come impegno, come condizione, come tutto. Difficile? Per chi come me fa un altro lavoro, anche impossibile. Ma Mancini è pagato (bene!)per questo. Daje!

  12. Massimo risultato col minimo sforzo. Vittoria da non sottovalutare. La difesa tiene, in attacco fantasia e piedi buoni non mancano, a volte le azioni ci riescono fluide, specie se ripartiamo. Kondo ha i numeri e si vede. Aspettiamolo. Però per il titolo ci manca qualcosa: terzini un centrocampista con visione di gioco e piedi adeguati.

  13. Giusto commento: partitaccia! Come al solito sbloccata grazie a uno dei pochi spunti decenti della squadra e all’opportunismo di Maurito!
    Domanda sciocca…..ma vedere un giorno la nostra squadra avere automatismi tipo l’Empoli…pura utopia?

    • Magari quando giocheranno insieme da due anni e non da sei mesi. MA tanto non ci arriveranno, perché qui ogni due mesi bisogna comprarne tre o quattro sennò il popolo bue non si diverte
      GLR

  14. Avanti così! Abbiamo dei giocatori adatti per demolire il gioco degli avversari e per colpire in quelle poche uniche occasioni che ci capitano. Tutto questo (finora) ci ha permesso di essere il testa alla classifica. L’Inter di oggi sembra contraddire tutti quegli scienziati del calcio che predicano il bel gioco a tutto campo.

  15. Partita sofferta, un po’ me l’aspettavo,dopo le soste è sempre difficile rientrare al meglio, l’unico in forma mi è sembrato Handanovic. I tre punti comunque sono arrivati e anche ovviamente le critiche sul “solito” 1-0 e sul pessimo gioco ma noi siamo ancora in vetta.

  16. Vittoria Fondamentale, con la “F” maiuscola perchè ci aspettavano tutti al varco. Eravamo imballati, ma nonostante ciò abbiamo vinto: qui i segnali da grande squadra iniziano ad essere tanti. Io vado controcorrente, ma ho visto un Kondogbia bello sciolto e con una presenza fisica e tecnica molto incoraggiante: che sia lui il plus del girone di ritorno? Buon anno, amala!

  17. Luca Milano // 7 gennaio 2016 a 09:45 // Rispondi

    Una breve nota su Kondogbia: meglio un centrocampista che “gioca male”, ma la squadra – per “caso” – vince, piuttosto che avere quello che gioca bene, facendo pure il Golden-Boy, ma la squadra… . PS: ottimismo – per arrivare nei primi 3 non bisognerà certo vincere tutte le partite da qui alla fine, ma quasi… quasi… .

  18. Ciao Gian Luca, Buon Anno.
    A Empoli abbiamo giocato male. Manca un regista vero, non si può ogni volta uscire dall’area in modo affannoso e perdere il pallone con errori elementari. Manca un regista vero che sappia farsi carico di dirigere la manovra a centrocampo. Icardi è un martello, ma riceve un pallone a partita, mi sembra un po’ poco. E poi mi sembra che corrano poco. Sbaglio?
    Marco

    • Manca il regista non l’avevo ancora sentita. Vai a 30 gradi in Qatar a fare il richiamo di preparazione e poi vedrai che alla prima corri meno anche tu. E’ un film che vediamo da anni, ma nessuno l’ha ancora metabolizzato
      GLR

  19. Sarò blasfemo ma a me del bel gioco (anzi in questo caso come diversi altri) del gioco interessa ben poco davanti a questi pesantissimi 3 punti

    • Sei matto? A Empoli, contro una squadra che vinceva da quattro partite consecutive e dopo il richiamo di preparazione tu devi vincere 5-0 e correre come Bolt, altrimenti non va bene. La classifica quando è buona qui è secondaria. Non l’hai ancora capito?
      GLR

  20. Sulla partita buona Inter, mi spaventa solo la condizione, dopo 60′ siamo spariti dal campo! E Kondo ha peccato di ingenuità, ma secondo me non ha fatto una pessima partita (nei primi 60′, poi son spariti tutti…)

  21. Nona vittoria per 1-0, ma stavolta forse l’1-0 più sofferto e immeritato, visti anche gli episodi, ma vincere questo tipo di partite è sempre importante …

  22. Anzitutto BUON 2016 a Te, Gianluca, ed a tutti i frequentatori di questo sito. Sono soddisfatto per il risultato di ieri sera, era indispensabile vincere per superare lo scoglio della prima partita post-panettone (sempre delicata) sul campo di una squadra rognosa e che finora ha dimostrato di saper giocare bene. Sono un poco deluso dalla fiacchezza della nostra squadra ma immagino siano ancora “imballati”. Il campionato è lungo, stiamo schsci ma io sono molto fiducioso! Forza Inter

  23. Il Mancio deve assolutamente escogitare qualcosa per portare al tiro più frequentemente la squadra. Squadra rocciosa, forte ma deficitaria in avanti…..perchè?….ho l’impressione che con ICARDI il tridente non sia la scelta ottimale….se non sbaglio Icardi segna con maggior frequenza quando in tandem con un altro attaccante…vedi l’anno scorso. Proporrei un centrocampo a 4 con Perisic esterno.

    • Domani vado da Mancini e glielo dico. Sveglia Mancio. Tu li vedi tutti i giorni, ma possibile che non ci arrivi?
      GLR

  24. Ponente nerazzurro // 7 gennaio 2016 a 12:32 // Rispondi

    Premesso che neanch’io sono soddisfatto del gioco della squadra, vorrei fare due considerazioni: 1) Come mai quando sono altre squadre ad essere in testa o a vincere il campionato in modo poco convincente si ripete sempre la storiella secondo la quale nel torneo lungo prevale comunque la migliore, mentre nel caso dell’Inter è sempre e solo fortuna? 2) Se il Napoli stellare e la Juve irresistibile sono così forti, come mai sono ancora dietro di noi in classifica?

    • C’è una domanda che le racchiude tutte: perché la tifoseria nerazzurra è quella che vanta più rompicoglioni al mondo sulla propria squadra? Ad agosto in Cina avevano capito che si arrivava ottavi, ora bisogna vincere lo scudetto con dieci punti di vantaggio su tutti e giocare il calcio del Barcellona!
      Leggiti un po’ di commenti e capirai che qui son tutti allenatori, puristi del bel calcio. Solo un minus habens non capisce che non si fanno 39 punti in 18 partite per una serie di coincidenze.
      GLR

  25. Alessandro // 7 gennaio 2016 a 12:46 // Rispondi

    Male, decisamente male l’interpretazione e la gestione del pressing in fase di impostazione. Per quasi tutto il primo tempo il pressing dell’Empoli, che è una buona squadra ma resta pur sempre l’Empoli, ci ha costretti ad un imbarazzante chiusura, coronata da una serie di retropassaggi al limite dell’inverosimile, fino a quando Kondogdbia non si è costretto a qualche ‘break’ rischiando e saltando l’uomo. E’ una prerogativa che va corretta, perché una grande squadra non può giocare così.

  26. Dubito che il nostro modo di giocare sia dovuto solo alla scarsa condizione fisica, la spettacolarità quest’anno non è certo mai stata una peculiarità. Ma della quattro, per ora, papabili ad un posto alla prossima C.L. siamo quella che produce meno occasioni da gol e tiri in porta; la vedo dura se continuiamo così: non si può sempre sperare di far affidamento sulla solidità del reparto difensivo e di pensare che prima o poi un golletto lo si riesca a fare, non può andare sempre bene come ieri.

    • Si può dubitare anche del sole e della luna, ma anche l’ultimo dei preparatori atletici è in grado di spiegare il calo fisico alla prima partita dopo 16 giorni di sosta con un richiamo di preparazione a 30 gradi a Doha
      GLR

      • Non capisco come mai se anche l’ultimo dei preparatori atletici sa che allenarsi a 30 gradi produce degli effetti negativi, il penultimo (quello dell’Inter) non lo sa… Boh, la scienza è bella perché opinabile! Speriamo almeno che questa preparazione paghi più avanti.

        • Lo sa benissimo, sei tu che forse non capisci che ogni volta si va in altri mondi a giocare inutili amichevoli contro squadroni perché ogni ti arriva una milionata di euro extra. E davanti al denaro non c’è nulla che tenga. Il Milan quest’anno ci ha rinunciato ed è rimasto qui: correva assai meglio di noi, ma a San Siro ha vinto il Bologna. Chissà chi è più contento! Il calcio è anche questo
          GLR

      • più della prestazione contro l’Empoli mi riferivo alle tante partite giocate e vinte con le stesse modalità, anche quando eravamo in piena forma, se si escludono delle eccezioni in cui il gioco è stato piacevole, incluso la partita persa forse immeritatamente contro il Napoli. Alla lunga il gioco sparagnino raramente paga, anche perché alle nostre spalle i nostri principali avversari non mollano un colpo e ahimè purtroppo giocano, per ora, meglio di noi specialmente in fase offensiva.

        • Capisco, ma Lazio ed Empoli sono due partite particolari proprio perché lo sono sempre quella prima della sosta e la prima dopo. Spero che venga ripreso già da domenica il filo conduttore che si era snodato fino a Udine.
          GLR

  27. Paolo Assandri // 7 gennaio 2016 a 13:32 // Rispondi

    Bisogna mettersi in testa che non è facile giocare contro squadre in forma fuori casa, la Juve col Palermo e con il Carpi ha fatto delle partite simili (relativamente alle proprie caratteristiche) non ho sentito strali dai «revisionisti» della classifica che invece si sono scagliati contro l’Inter dando sfoggio di gran rosicamento. Detto questo l’Inter può ancora fallire la stagione senza nemmeno entrare in Champions, speriamo che tengano fino alla fine. Perciò il mercato va fatto, e bene.

  28. Era importante vincere e lo abbiamo fatto.
    Claudio – Parma

  29. Era importante vincere, quindi missione compiuta,penso che l’aspetto fisico sia dovuto ad un richiamo atletico sostenuto dal gruppo in ritiro, per essere al top più avanti, fino al termine della stagione.

  30. Confermo partitataccia…A differenza delle precedenti partite, abbiamo avuto aiutino…
    Speriamo di centrare terzo posto

  31. E’ stato un po’ come tornare a Settembre: poco gioco ma tre punti in saccoccia. Evviva gli 1a0. Speriamo il mercato non destabilizzi un gruppo che fin qui è andato oltre le aspettative. Il centrocampo schierato ieri è, dal mio punto di vista, il meglio che abbiamo. Urge condizione fisica di fine novembre/inizio dicembre.

  32. Massimo Inter // 7 gennaio 2016 a 15:19 // Rispondi

    Si, partitaccia. L’Inter non mi è piaciuta per niente. Ma una squadra di calcio forte e di qualità si vede in queste partite, ovvero che le vince comunque. Del resto, se vogliono centrare la CL, credo che la preparazione atletica sia stata studiata per arrivare fino in fondo alla stagione e quindi una flessione a cavallo della sosta sia normale e prevista. Sono tranquillo. Recupereremo.

  33. Bene per la classifica. Sono curioso di vedere le mosse di mercato anche se, come preannunciato dal Mancio, non ci saranno exploit per problemi di gestione finanziaria. Intanto a Bologna sollevazione dei tifosi per non acquistare Ranocchia, speriamo trovi mercato in Inghilterra ove (forse) potrebbero essere esaltate le sue caratteristiche fisiche e tecniche.
    Mi dispiace che giochi poco Jovetic, attualmente viene visto come alternativa a Icardi, ma non sono convinto di questa valutazione.

    • Jovetic alternativo? Ma quando mai? Solo perché ha fatto una panchina alla ripresa e chi conosce un po’ Mancio l’aveva previsto già al fischio finale di Inter-Lazio? Ogni tanto leggo delle cose originali…
      GLR

      • Scusa ma non me lo sono inventato: tutti i giornali sportivi e redazioni sky e mediaset stanno commentando che in questo momento Mancini vede Jovetic come prima punta.

        • Ah beh, se lo dice Mediaset sono tranquillo. Scherzi a parte non tutti sostengono questa tesi. E se stai a quel che senti o leggi, allora preparati che da un momento all’altro arrivano Lavezzi ed Eder e partono Melo e Brozovic! C’è sempre chi ci casca! Ognuno fa il suo giornalismo: hai mai chiesto a Mancini se Jovetic è ora prima punta alternativa a Icardi? Mai detto. Presto rigiocheranno insieme.
          GLR

  34. Silvio da Torino // 7 gennaio 2016 a 18:35 // Rispondi

    Abbiamo controllato la partita concedendo poco all’Empoli che in casa ha castigato tante squadre. Il gioco non è stato un granchè ma avevamo di fronte veramente una bella squadra. Quello che non mi è piaciuto è che siamo stati un pò troppo leziosi in attacco con Icardi sempre troppo solo ma davanti il Mancio vuole dare pochi punti di riferimento. Yovetic invece mi sembra decisamente in regresso, spero non siano scorie di Inter-Lazio. Avanti con il Sassuolo. Ciao.

    • Beh, Yovetic non l’avevo ancora visto: a quando Lyayc?
      GLR

    • Ranocchia dovrebbe esaltarsi in Inghilterra dove il calcio è fisico e giocato a velocità supersoniche?? Questa è bella, se lo magnano a colazione secondo me, infatti non capisco perché Klopp si sia fissato con lui. Fosse per me lo porterei in braccio a Liverpool, ma ci credo poco..

      • E fai bene! Ranocchia ha un bravo procuratore: se gli lasci tre giorni, lo cercano Norwich, Liverpool, Milan, Valencia, Sampdoria, Bologna e avanti che c’è posto!
        GLR

  35. Mauro Cozzi // 7 gennaio 2016 a 20:34 // Rispondi

    Se portiamo a casa tre punti in partite così, si va lontano. Complimenti all’Empoli che gioca bene a calcio a ritmi sostenibili per 60 minuti, altrimenti si giocherebbe qualcosa di più. Male il primo tempo, non abbiamo chiuso quando loro hanno dato spazio nel secondo, lasciando in bilico una partita che potevamo non vincere con un episodio, che stavolta ha girato a favore. Aspetto sempre i capiscer che vedono in Handa un problema. Naga invece ….

  36. E’ una GRANDE VITTORIA, in un campo difficile contro una squadra in ottima forma, dopo la sconfitta con la Lazio e le polemiche uscite dallo spogliatoio e pure sapendo della vittoria delle concorrenti.
    Essere PRIMI dall’inizio del campionato ha forse creato un po’ di ASSUEFAZIONE e si tende a pretendere che le cose continuino così e che anzi vadano ancora meglio. Ciò non è affatto scontato!
    Anzi basterebbe poco per far svanire tutti i NOSTRI SOGNI che invece possono ancora CONTINUARE…

  37. Alberto C. // 7 gennaio 2016 a 22:13 // Rispondi

    Certo che la dea del calcio quest’anno ci vuole molto, molto bene…
    conto comunque di divertirmi fintamente nel girone di ritorno, almeno in qualche partita, perché per ora è una noia mortale

    • E’ sempre l’ora dei puristi…Certamente quelli che stanno indietro in classifica si divertono molto di più. Magari presto verrai accontentato
      GLR

  38. Molti confondono il “bel” gioco con il gioco “spettacolare”. Credo che una squadra possa esprimere un bel gioco anche quando si rinchiude in difesa e difende BENE. Non sarà spettacolare ma almeno non si prendono tre gol dal Chievo e ti permette di poter fare risultato con il minimo sforzo anche grazie ad un Icardi che è veramente un cecchino. Sarebbe interessante sapere la percentuale realizzativa (gol/tiri fatti). Tale indice è per me più alto di qualunque altro attaccante della serie A.

  39. Handanovich-Dambrosio-M’Iranda-Muriglio-Teglies-Medell-Guarinn-Brozzovich-Yovetic-Lyayc-I Cardi: che undici ci ha comprato Toir. (scusa ma leggendo i commenti non ho resistito…..)

  40. Andrea Montrasio // 8 gennaio 2016 a 11:36 // Rispondi

    3 punti importanti portati a casa; comunque vorrei solo ricordare che l’obbiettivo di quest’anno è arrivare fra le prime tre, e non vincere il campionato con 30 punti di vantaggio sulla seconda e giocando meglio del barcellona; è vero non saremo belli da vedere, ma abbiamo carattere da vendere. AMALA

  41. È dalle amichevoli estive che leggo frasi tipo “se si gioca così non si va lontano”, “non può andare sempre bene”. Mi auguro che quando questi tifosi smetteranno di lamentarsi, l’Inter sia ancora prima. Forse riusciranno a godersela un po’ anche loro questa deludente stagione.

    • A me sinceramente non frega niente: sono un fautore del pochi ma buoni. Se uno non è contento dell’Inter, fatti suoi. Quando riavrà i mediocri starà meglio.
      GLR

  42. Ciao e buon anno.
    Mi va bene così, vinciamo e non prendiamo gol. Non mi interessa se non facciamo a fette l’avversario.
    Vuoi vedere che qualcosa funziona?

  43. siamo la squadra che difende meglio perche’ pressiamo alto con tutti gli effettivi (i nostri gol non partono mai con contropiedi coast-to-coast ma con palloni rubati da meta’ campo in su). Questo e’ un elemento che ci rende piu’ Europei che italiani, mentre la fase offensiva e’ al momento un po’ meno brillante, da ri-valutare quando il carico di fine anno si trasformera’ da zavorra a benzina. E allora si che gli avversari (con organici superiori, ma al momento sotto) dovranno darsi da fare

  44. Gian Luca, più della prestazione contro l’Empoli mi riferivo alle tante partite giocate e vinte con le stesse modalità, anche quando eravamo in piena forma, se si escludono delle eccezioni in cui il gioco è stato piacevole, incluso la partita persa forse immeritatamente contro il Napoli. Alla lunga il gioco sparagnino raramente paga, anche perchè alle nostre spalle i nostri principali avversari non mollano un colpo e ahimè purtroppo giocano, per ora, meglio di noi specialmente in fase offensiva.

  45. Bene così. Aspettiamo l’ultima, ma certamente il girone di andata è al di sopra delle aspettative. Tra le prime 5, l’Inter è l’unica squadra rivoluzionata in estate. La concorrenza è forte, ma con questo equilibrio gli ultimi 2 mesi di campionato saranno decisivi.
    La Juventus, che probabilmente è la più forte, ha già fatto uno sprint importante per riavvicinarsi alla vetta recuperando però “solo” 6 punti e comunque non può permettersi nuovi passi falsi.
    Piedi per terra, ma fiducia.

  46. mario colonia // 8 gennaio 2016 a 14:42 // Rispondi

    kondo mi sembra forte ma dovendo rincorrere esterni veloci si inciucchisce e cala.
    lo vedrei bene in mezzo tra medel e broz. comunque alla fine basta far fuori icardi e vinciamo lo scudo. scherzi a parte, spero la si smetta di disprezzare e deprezzare il patrimonio più importante che abbiamo. ci lamentiamo tanto della critica e poi siamo i primi noi a tentare di distruggere.

    • Tranquillo. Un calciatore mica si deprezza per quattro commenti da tifosi. Gli addetti ai lavori sanno che a 22 anni solo Cristiano Ronaldo aveva fatto così tanti gol
      GLR

  47. Ragazzi, 9 partite vinte per 1-0 e ancora la gente pensa che sia un caso…Va be’, è chiaro che c’è da migliorare, il gioco non è come quello di Napoli e Fiorentina (la Juve più o meno gioca come noi), ma se non prendi gol si va lontano. P.S.: non ho mai avuto la sensazione che l’Empoli potesse pareggiare e sono rimasto relativamente tranquillo per tutto il match, e pensare che solitamente non sono un lord durante le partite…

  48. Se Melo non faceva quella stronz…
    Comunque primi.. mi piacerebbe vincere contro il Napoli in coppa Italia.
    Ciao Gianluca

  49. Peccato quella stronz..
    Di Melo.
    Mi piacerebbe vincere a Napoli in coppa Italia
    Forza nerazzurri

    • Durissima. Ci si proverà, ma francamente non ci conto molto. Mi stupirebbe in positivo, ma l’Inter quest’anno mi ha spesso stupito in positivo.
      GLR

  50. NANDO SEPE // 8 gennaio 2016 a 18:34 // Rispondi

    Sfido chiunque ad aver pensato la scorsa estate di essere oggi primi in classifica seppur giocando spesso male. Ma ricordo bene anche la squadra del Trap del 88/89 nel girone d’andata ci si lamentava spesso poi gran girone di ritorno con spettacolo. Speriamo di ripeterci. Per me il Kondo a Empoli ha fatto il miglior primo tempo dell’anno, poi è scomparso alla distanza, sta maturando.
    Nando Sepe

  51. io, fra una cosa e l’altra della vita d’ogni giorno, non vedo l’ora che l’Inter giochi la prossima partita…e questo, mi mancava! (-: viva l’Inter

  52. Buon Anno a tutti, ai puristi gli inutili commenti, a noi i punti pesanti. E quelli presi al Castellani lo sono almeno per 3 motivi: unica squadra italiana a svernare all’estero, con tutti gli interrogativi del caso e in campo si è visto chi correva e chi no; la brutta sconfitta interna con inevitabili catastrofiche polemiche poteva lasciare scorie, non è successo e questo é un altro merito; aver vinto contro l’Empoli nel suo momento migliore seppur soffrendo è la conferma che lotteremo fino alla fine

  53. Luciano Vasta // 9 gennaio 2016 a 20:09 // Rispondi

    Da bambino mi sono innamorato dell’Inter con i grandi Suarez, Mazzola, Jair, ecc. Squadra indimenticabile che però veniva criticata costantemente per il (non) gioco: catenaccio e contropiede e vittorie per 1 a 0 a gogò. Risultato? 3 scudetti, 2 Coppe Campioni, 2 Coppe intercontinentali in cinque anni. Ovviamente non sono così blasfemo da paragonare questa alla grande Inter, ma, Gianluca, la storia a noi tifosi non insegna proprio nulla?

    • Ma cosa vuoi che ti insegni…il tifoso medio guarda sempre e solo l’ultima partita
      GLR

    • Pasquale Somenzi // 10 gennaio 2016 a 02:13 // Rispondi

      A volte i numeri creano dei miti, come Cesarini che identifichiamo come colui
      che spesso segnava al 90mo, poi ti documenti e scopri che all’ultimo minuto di
      reti ne ha segnate solo 4.
      E così nel quinquennio da te citato le vittorie per 1-0 sono state 34 su 207
      conteggiando campionato, coppa campioni ed intercontinentale quindi la media
      annua è di 7 vittorie per 1-0 su 41 partite, mentre l’espressione “a gogo”
      farebbe pensare a molte di più.
      Per paragone, attualmente tra campionato e Champions, Mancini è a
      quota 35 su 237.
      E’ solo una precisazione.
      Pasquale.

Lascia una risposta

Le 4 regole del commentario:
1. Siate educati: i commenti ad personam saranno ignorati
2. Scrivete in italiano, il congiuntivo non è una malattia degli occhi!
3. Non è una chat: se volete conversare tra voi, io che ci sto a fare?
4. La lunghezza del commento non può superare i 500 caratteri (spazi compresi)
Viva l’Inter!


*

 caratteri disponibili