Il Giorno – Bar dello Sport 6

Pubblicato su Il Giorno, sabato 19 dicembre 2015

Il Milan fugge? Si, ma poi…
Finalmente tocca al tassista milanista Gianni far festa al Bar Sport. La qualificazione del Milan ai quarti di Coppa Italia gli ha finalmente restituito il buonumore di un tempo: “Ora con Carpi, Spezia o Alessandria – gongola – abbiamo un’autostrada verso la finale!”
Il Bar Sport però è sempre stato un luogo crudele, frequentato da gente senza scrupoli e il povero Gianni non può nemmeno godersi la prima soddisfazione stagionale in santa pace: “Comincia a vincere con le squadrette di casa tua, quelle di serie B – lo azzannano insieme l’assicuratore interista Walter e il carrozziere juventino Ignazio – ma alla fine della tua autostrada troverai il casello contro cui andrai a sbattere!” . I due loschi figuri si riferiscono alla certezza che in finale di Coppa Italia ci arriverà anche una tra Juventus, Napoli e Inter, tutti ostacoli comunque troppo alti per il Milan.
Il Gianni prova allora a spostare il discorso sul sorteggio di Champions League, dove per mano di Javier Zanetti la Juventus ha pescato lo spauracchio Bayern: “Zanetti è stato il solito killer al soldo degli anti-juventini, ma voi interisti le pagherete tutte – urla l’Ignazio, strozzandosi con l’ennesima patatina in gola mentre trangugia il solito spruzzato doppio di prima mattina – Il vostro Mourinho l’hanno già mandato a casa e presto toccherà anche a voi! E se la Juve va fuori dalla Champions, il campionato dell’Inter è finito!”
In tutta riposta, il Walter, esagerato nel definire ‘mano di Dio’ quella di Zanetti al sorteggio, lo spernacchia sventolandogli in faccia la fotocopia della classifica di Serie A con l’Inter sola in vetta.
Ma per l’epica sfida Bayern-Juve non può mancare la sentenza del pensionato Ambrogio, il grande saggio del Bar Sport: “Studiate la storia, zucconi – ansima – i tedeschi non muoiono mai e oggi le guerre le vincono tutte loro!” Quasi una sentenza anticipata, quella del grande vecchio, che si abbatte come una mannaia sul bancone del bar.

 

Lascia una risposta

Le 4 regole del commentario:
1. Siate educati: i commenti ad personam saranno ignorati
2. Scrivete in italiano, il congiuntivo non è una malattia degli occhi!
3. Non è una chat: se volete conversare tra voi, io che ci sto a fare?
4. La lunghezza del commento non può superare i 500 caratteri (spazi compresi)
Viva l’Inter!


*

 caratteri disponibili