Il Giorno – Bar dello Sport 3

Pubblicato su Il Giorno, mercoledì 25 novembre 2015

L’Inter in testa dà alla testa
Giornate campali al Bar Sport. Il primato solitario dell’Inter ha nuovamente alzato il livello dello scontro, con l’assicuratore nerazzurro Walter più che mai in vena di smargiassate: “Ormai siamo in fuga! – attacca – Come il Barcellona ne ha fatti quattro al Real, anche noi abbiam calato il poker sul Frosinone nel nostro ‘Clasico’, visto che né noi né loro siamo mai retrocessi in B, cosa che in questo bar non si può dire di altri!”
Come al solito la battutaccia va a segno, mandando in bestia il carrozziere juventino Ignazio per il quale è stata l’Inter e non tribunali e sentenze a spedire la sua Juve in Serie B. E’ da allora che l’Ignazio non ha più pace e allora parte al contrattacco, spalleggiato per l’occasione dall’idraulico Gennaro, tifoso partenopeo che si fa vedere al bar Sport solo per i big-match del suo Napoli: “Caro interista sbruffone – annuncia minaccioso – lunedì prossimo ci penserà Higuain a tagliarti la lingua!”
Ma il Walter continua a volare alto, sbeffeggiando i rivali e roteando nel bar la sua smunta giacca di renna anni ’80, malgrado gli urlacci del barman Pinuccio per la quantità di polveri sottili sollevate.
A sostegno delle sue tesi, l’Ignazio riporta parola per parola le critiche all’Inter capolista di Arrigo Sacchi e di altri opinionisti più o meno illustri, ovviamente tutti di parte, ma il Walter nemmeno se lo fila.
Lontano da tutti e sempre più preoccupato per il presente e più ancora per il futuro del suo Milan, il tassista Gianni cerca invece qualche parola di conforto nel saggio Ambrogio, la coscienza critica del Bar Sport, ma il grande vecchio, rimasto con la mente ai tempi in cui Herrera e Rocco dominavano il mondo, la butta in filosofia: “Fa più rumore un albero che cade di una foresta che cresce!” – ammonisce.
Messaggio criptico, ma forse nemmeno tanto, perché, anche se il Gianni ha la faccia di quello che non ha capito, lo sanno tutti che con l’Ambrogio non si sa mai dove finisce l’arteriosclerosi e dove comincia la sambuca.

Lascia una risposta

Le 4 regole del commentario:
1. Siate educati: i commenti ad personam saranno ignorati
2. Scrivete in italiano, il congiuntivo non è una malattia degli occhi!
3. Non è una chat: se volete conversare tra voi, io che ci sto a fare?
4. La lunghezza del commento non può superare i 500 caratteri (spazi compresi)
Viva l’Inter!


*

 caratteri disponibili