Hernanes, ora tocca a te!

Alla vigilia della partenza per la Germania, Mancini ha perso Obi e Campagnaro, fortunatamente due seconde linee, che salteranno la prima delle due sfide per gli ottavi di finale di Europa League contro i quotatissimi tedeschi del Wolfsburg, che hanno eliminato i portoghesi dello Sporting e che in Bundesliga hanno appena perso ad Augsburg.
Il Mancio, a parte Carrizo che è ormai ufficialmente il portiere di Coppa, schiererà la miglior formazione possibile. Unica eccezione Hernanes che sostituisce Brozovic. E il più atteso è proprio il brasiliano che dopo un anno e tre mesi di Inter deve finalmente dimostrare di essere il Profeta consacrato alla Lazio e non il seminarista visto finora in nerazzurro. Diciamola tutta, tra cali di forma, infortuni e problemi tattici, finora Hernanes ha dato poco all’Inter, soprattutto in relazione a quel che ha ricevuto e a quel che è costato. Nel finale a Napoli è sembrato più in palla del solito, ma ci si aspetta ben altro dal primo vero acquisto dell’era Thohir. Con Mancini era partito benino, con Juve e Genoa, ma poi è finito in naftalina e ora rischia, ancor più di Kovacic, di essere la grande delusione stagionale dell’Inter: col Wolfsburg o si rilancia alla Guarin o la scommessa sarà definitivamente persa

9 Commenti su Hernanes, ora tocca a te!

  1. Io nel Profeta ci credo. Per personalità, per convinzione e per maturità (non soltanto tattica) non lo si può nemmeno lontanamente paragonare a Kovacic, il quale è (forse) ancora un campione potenziale.
    Hernanes, per quanto finora abbia parzialmente deluso, attraversa quella fase della carriera (la maturità, appunto) in cui, con la consapevolezza della propria intelligenza e l’aiuto di un grande tecnico, è molto probabile aspettarsi la definitiva consacrazione (vedi Guarin).
    Claudio – Parma

  2. Silvio da Torino // 11 marzo 2015 a 19:37 // Rispondi

    Hernanes ha senz’altro piedi educati ed anche un buon tiro, ma è scarsamente veloce mentre i tedeschi volano. Tu mi dirai che bisogna far correre il pallone, ma a volte non basta. Comunque sappiamo che il Mancio predilige i piedi buoni e credo che in certe partite con i suoi piedi fantastici potrebbe ancora dire la sua. Ero infatti fermamente convinto che avrebbe dato una chance di alcuni mesi al buon Cassano. Mi sbagliavo. Con i tedeschi bisogna tenere le linee vicine, palla bassa ed attenzione

  3. Se Hernanes, fisicamente,come lui stesso ha affermato, ė al top, può far girare la squadra, i numeri per farlo li ha. Auguriamoci anche che J.Jesus abbia visto che partita ha fatto il PSG stasera e cosa ha fatto T.Silva: dopo la follia, la classe sorretta da un grandissimo carattere. Il brasiliano se è abbattuto come si dice, si riprenda, non c’è tempo da perdere. Complimenti al “ns” L.Blanc, ha strameritato il passaggio del turno (in 10). Forza ragazzi dobbiamo crederci, tutti. Vamos a ganar!

  4. Non lo seguivo alla Lazio quindi non posso giudicarlo anche se ne era notoriamente una bandiera pero´ francamente all´inter ha dato poco, risultando spesso un comprimario e pochissime volte un giocatore da acuto. Vediamolo all´opera e speriamo che mi smentisca sonoramente

  5. Per me Handanovic è super, e a fine stagione sicuramente è uno che porta punti in classifica.
    Ma secondo te, supponendo di avere tra i pali nel 2015/16 un Bardi qualsiasi (cmq un Nazionale Under21, e che è già tuo), e a centrocampo uno Yayà Tourè comprato coi soldi della cessione di Samir (cosa di cui tutti parlano), alla fine avresti ancor più punti o no? Tu rischieresti? Io sì.

    • Non con Bardi, che al momento non si è confermato e non è nemmeno certo che possa fare il titolare altrove, figuriamoci all’Inter.
      GLR

      • Sì beh, Bardi era una forzatura voluta, ma dalla tua risposta deduco che anche propendi per la seconda ipotesi!
        Grazie!

  6. mi risulta difficile capire, anzi impossibile, la ragione x la quale sia necessario un turn-over dei portieri, con Handanovic non sarebbe successo sto disastro….la solita dinamica tafazziana dell’Inter, x favore basta chiamare pazzia sta roba, diamole il giusto nome…stupidita’!!

  7. Parole tristemente profetiche, Gianluca. Ennesimo flop ieri.

Lascia una risposta

Le 4 regole del commentario:
1. Siate educati: i commenti ad personam saranno ignorati
2. Scrivete in italiano, il congiuntivo non è una malattia degli occhi!
3. Non è una chat: se volete conversare tra voi, io che ci sto a fare?
4. La lunghezza del commento non può superare i 500 caratteri (spazi compresi)
Viva l’Inter!


*

 caratteri disponibili