8RitUEL: Inter-Wolfsburg 1-2

MARCATORI  Caligiuri al 24’ p.t.; Palacio (I) al 26’, Bendtner al 44’ s.t.
INTER (4-4-2) Carrizo; Campagnaro (dal 22’ s.t. D’Ambrosio), Ranocchia, Juan Jesus, Santon; Hernanes, Medel, Guarin, Kovacic (dal 10’ s.t. Kuzmanovic); Icardi, Palacio. (Handanovic, Vidic, Obi, Puscas, Shaqiri). All. Mancini.
WOLFSBURG (4-2-3-1) Benaglio; Trasch, Knoche, Klose, Rodriguez; Guilavogui, Luiz Gustavo; Vieirinha (dal 40’ s.t Arnold), DeBruyne, Caligiuri (dal 27’ s.t. Perisic); Dust (dal 19’ s.t. Bendtner). (Grun, Schafer, Jung, Schurrle). All. Hecking.
ARBITRO Clattenburg (Ing).
NOTE Spettatori 42.041. Ammoniti: De Bruyne, Arnold per gioco scorretto. Recuperi: 1’ p.t.; 2’ s.t.

Capolinea, com’era prevedibile. L’eliminazione col Wolfsburg dall’Europa League ha sancito l’addio dell’Inter all’ultimo obiettivo concreto.
Dopo il 3-1 dell’andata i tedeschi hanno vinto anche a San Siro: ha sbloccato Caligiuri, ha pareggiato Palacio, poi Bendtner ha chiuso il sipario. Sarebbe servita la partita perfetta, ma voi l’avete mai vista quest’anno la partita perfetta?
La squadra poi era la stessa di Mazzarri con il solo Santon al posto di Nagatomo, quindi se i valori sono quelli che abbiamo visto in tutta questa stagione, finire eliminati dalla seconda della Bundesliga non è poi così strano.
Nel computo della doppia sfida, va rilevata anche la differenza nelle prestazioni dei due portieri: disastroso Carrizo all’andata, bravo Benaglio qui, ma anche la fase difensiva è stata interpretata in maniera diametralmente opposta dalle due squadre. Tra l’altro l’Inter non ha mai dato davvero la sensazione di essere arrembante: non ha non solo la qualità, ma neppure la mentalità per cambiare il proprio destino.
Alcuni hanno provato, altri proprio non non ci arrivano: quando ho cominciato a impallinare Juan Jesus, ero solo. Oggi ho legioni dietro di me che non vogliono più vederlo con la maglia dell’Inter. Sul primo gol che ha segnato inequivocabilmente anche questa partita, ha sbagliato Campagnaro in fascia, ma da lì il gol non arriva mai. Poi ha sbagliato anche il brasiliano che, in vantaggio su Caligiuri, si è fatto colpevolmente bruciare. Il ragazzo, oltre che nelle interviste, è arrogante anche nel modo di giocare. Non ha umiltà. E a questi livelli se non sei umile, non sei nemmeno in grado di imparare. Ranocchia al suo fianco, che dovrebbe aiutarlo, è poi il primo che avrebbe bisogno di aiuto.
L’Inter qualche occasione per cambiare l’inerzia della partita ce l’ha anche avuta, con Guarin e con Icardi, ma ha trovato Benaglio in grande serata. Il gol di Palacio, a venti minuti dalla fine, ha spezzato per un attimo il ribollire deluso di San Siro, ma poi il secondo gol l’han fatto gli altri. Mancini, senza Shaqiri, ha cambiato tatticamente più volte la squadra, ma schemi a parte, i limiti sono stati quelli di sempre: ogni passaggio breve, più che un invito all’impostazione, pareva una rapida liberazione del pallone sempre più bollente.
E Mateo Kovacic, di questi tempi, non solo non accende più nemmeno una luce, ma ha il buio dentro di sè.
Ora la stagione nerazzurra ha l’unico scopo di arrivare prima della Sampdoria, al momento distante 8 punti, per provare ad acciuffare l’ultimo posto utile per l’Europa League. C’è subito lo scontro diretto: se si vince basterà fare almeno 5 punti più dei blucerchiati nelle restanti 10 giornate, se si perde diventerà subito impossibile. Tutto questo, senza contare il Genoa e gli altri che ronzano comunque attorno.
Mancini per ora non ha inciso su questa piccola squadra, ma non vedo altre strade per l’anno prossimo se non ripartire da lui, sempre che non trovi migliori opportunità di lavoro. Checché ne dicano i sapientoni, Roberto Mancini ha ancora oggi molto più appeal dell’Inter.

Highlighs
3′ Hernanes dal limite. Benaglio blocca.
8′ Liscio di Juan Jesus, Carrizo salva su Dost
22′ Destro angolato di ICardi, Benaglio c’è
23′ 0-1 De Bruyne per Caligiuri che buca Carrizo
43′ Liscio di Rodriguez, Guarin spara su Benaglio
58′ Da Palacio a Hernanes che chiude male di testa
65′ Palacio azione personale fermata da Benaglio
71′ 1-1 Triangolo Hernanes Palacio e gol
89′ 1-2 Da Arnold a Bendtner che raddoppia

 

106 Commenti su 8RitUEL: Inter-Wolfsburg 1-2

  1. mario colonia // 20 marzo 2015 a 00:19 // Rispondi

    se non si capisce che non e’solo la difesa scarsa si fa un errore.mediana caotica, compreso medel e palle perse a gogo con relativi raid che prima o poi…gustavo li ha tritati e in mezzo solo herna sa giocare a calcio ma cammina poco. mancio è colpevole su carrizo, le tattiche e la gestione degli uomini compresa cesena. ma in alto i cuori, i tifosi competenti carte d identità alla mano dicono che basta rottamare palacio per tornare grandi. per loro bowling e pastorizia. scusa ma sono inc..zato

  2. Alberto C. // 20 marzo 2015 a 00:23 // Rispondi

    Allo stadio ho rivisto il brillante gioco dell’Inter di Mazzarri.
    Roba da non credere.
    Ennesima stagione grigia, Altro che nerazzurra.

  3. Pasquale Somenzi // 20 marzo 2015 a 00:27 // Rispondi

    Può essere che sia un problema di tattica: quando l’Europa League ha preso il via l’Inter ed il Dnipro son partite alla pari e nello stesso girone. Sono passate 10 partite da allora e l’Inter ha praticato il 4-4-2, ossia 4 vittorie, 4 pareggi e 2 sconfitte mentre il Dnipro ha attuato il 4-2-4, ossia 4 vittorie, 2 pareggi e 4 sconfitte e…la sua coppa continua.
    Pasquale.

  4. Marco Ferrara // 20 marzo 2015 a 00:30 // Rispondi

    La squadra prima in Italia prende a pallate quella decima in Germania, viceversa, la seconda in Bundesliga elimina, facilmente, l’ottava in Serie A. Il calcio è bello perché a volte sorprende, ma ha una sua logica.
    P.S: sono riusciti a far segnare persino Bendtner

  5. Stasera si è manifestata anche mancanza di cinismo e decisione in fase conclusiva, al netto dei buoni interventi di Benaglio. Solita notevole serie di passaggi indietro, orizzontali, o sbagliati. Medel solo a combattere a centro campo, mentre della difesa, esterni compresi, non è più nemmeno il caso di parlarne. Sempre esoterica la ragione di Kuzmanovic in campo, così come ormai modestissime le gare di Campagnaro. Anche Hernanes, costosetto assai, è ridimensionato. Serata triste comunque.

  6. Torinese Interista // 20 marzo 2015 a 00:31 // Rispondi

    E così siamo riusciti ad andare fuori anche dall’EL ormai unico obiettivo che contava. Il lato positivo nella sconfitta è Palacio finalmente tornato ai suoi livelli, ma anche Carrizo al di sotto di Samir, ma che se necessario può essere utilizzato e un Ranocchia più discreto che del solito. Oltre ad avere i soliti problemi in difesa stasera però non siamo neanche riusciti a sfruttare le occasioni create. E mi fa incazzare Ranocchia che scrive su Twitter e ci prende per il culo. CI BASTANO I FATTI!!!

  7. Faccio fatica anche a vedere una possibilità di miglioramento, considerando mancanza di soldi, multe e altre punizioni che il francese gobbo si inventerà. Poveri noi…

  8. Oramai è chiaro che Mancini non abbia inciso positivamente sulla squadra più di quanto abbia fatto Mazzarri! Anche se lo ritengo comunque migliore del suo predecessore, mi sto accorgendo che tende ad essere troppo RIGIDO nell’impostazione del suo gioco, diciamo un po’ alla Zeman e questo mi sembra che per il futuro dell’Inter non sia il massimo! Credo comunque che cambiare tanto per cambiare, come successo in questa stagione, sia molto peggio che credere nel PROGETTO, quindi FORZA MANCIO!

  9. L’eliminazione è stata sancita in Germania, questa partita è nata con un handicap pesante per una squadra come l’Inter attuale.
    Pregherei Alessandro di evitare in futuro altre previsioni. “Il Wolfsburg. No, cioè: il Wolfsburg…”. Il Wolfsburg. Si, cioè: il Wolfsburg. Quelli che non sapevano se la palla era rotonda o quadrata. Ma sanno dov’è la porta e la trovano!
    Grazie, ‘notte
    Rob

  10. Claudioeffedeejay // 20 marzo 2015 a 00:51 // Rispondi

    Cercasi urgentemente due difensori centrali, dotati di un minimo di cervello e con i piedi non montati al contrario. Ma è davvero incredibile che si debba ancora giocare con queste due zavorre. Qualsiasi tipo di progetto per il futuro interista non ha alcun senso se non si da per scontato che quei due, che mi rifiuto persino di nominare, dalla prossima stagione non solo non devono giocare più, ma devono sparire proprio dalla rosa. Sennò è tutto inutile. Tremendamente decisivi in negativo, sempre

  11. Mai visto il difensore centrale lasciare la sua posizione x rincorrere l’uomo del terzino e l’altro difensore centrale che si addormenta e perde l’attaccante che fa gol. E il secondo gol è pressoché uguale. Meglio pensare al prossimo anno. A proposito. GLR è possibile vendere in una sola sessione: Carrizo campagnaro Jonathan nagatomo ranocchia jesus Andreolli vidic kuz medel guarin hernanes obi? Scherzo..ma quanto mi piacerebbe

  12. Non meritavamo di perdere, visto che abbiamo avuto più occasioni del Wolfsburg.
    Comunque si sapeva che eravamo già praticamente eliminati prima ancora di scendere in campo per via del suicida 3-1 all’andata.
    Ma l’avete visto Juan J. quando è stato inquadrato mentre cercava il suo uomo da marcare?
    Ed intanto quello si era già involato per segnare…
    A JJ non si può neanche volergli male: la sua inadeguatezza è così evidente che si può provare solo compassione.
    Forse soffre di narcolessia?

  13. Beh, messi male come siamo era praticamente impossibile passare il turno dopo il risultato in Germania. Speriamo solo che dopo aver toccato il fondo si prepari la formazione per risalire la china il prossimo anno, anche se non credo che sarà tanto semplice visto che parecchi elementi non possono giocare nell’Inter. Ci vorrebbero almeno due giocatori validi per reparto, ma la società dove troverà i capitali necessari per allestire una rosa davvero competitiva? Sperem…

  14. Ruggero Juglair // 20 marzo 2015 a 02:13 // Rispondi

    Ero a San Siro, non ho fischiato, gli asini non possono vincere il Prix Amerique per cui non si può prendersela con loro. Il povero Mancini ( ma chi glielo ha fatto fare !!) i piedi e la velocita di Froggy e JJ sono sempre gli stessi. La cosa più scioccante è che degli undici + tre di oggi solo pochi ne puoi salvare, considerando che Handa e Icardi se ne andranno c’è da rifare gran parte della rosa. Oggi salvo solo, Icardi, Palacio, Kuz, Medel, Santon ed in parte Guarin, D’Ambrosio.

  15. Caro GLR, ti propongo un’analisi tecnica: con difensori che concedono troppo e attaccanti che non la mettono dove vogliamo andare? Meglio cambiare pagina e alla svelta…

  16. É passato chi doveva passare. Se la mossa di Campagnaro è stata fatta per dare più copertura, beh complimenti! Ranocchia ha fatto il suo, Carrizzo pure. JJ non può giocare, non deve giocare. Non è mai dove deve essere e quando c’è fa danni.

  17. Ero allo stadio. Poco da dire gli altri erano più squadra è più forti di noi. Visti dal vivo Gianni Gesù e company fanno veramente paura. Ciao

  18. Luca Milano // 20 marzo 2015 a 08:28 // Rispondi

    Loro con più qualità in avanti: ci attaccavano sugli esterni con lo stesso schema di Montella fatto di cross bassi verso il centro, preparati sfruttando la nostra incapacità nello scalare le marcature. Potevamo però fare 2-1 su rigorello di Kuz, ma non ci va bene niente. Finale: 5-2, ma Handanovic ne avrebbe prese 5? Con Carrizo in campionato avremmo 10-15 punti in meno? La difesa scala le marce come un calesse? J.Jesus era fuori posizione anche quando faceva il presepe vivente all’asilo? Mah…

  19. Alessandro // 20 marzo 2015 a 08:36 // Rispondi

    Partita mediocre giocata da una squadra mediocre impegnata in una stagione nettamente al di sotto delle aspettative, guidata da un allenatore navigato e inguaribilmente ottimista che mi auguro, sappia gettare solide basi per le stagioni a venire. Nel marasma di fighette e giocatori improponibili, spicca Rodrigo Palacio, che segna, lotta, torna, rincorre, rifinisce e suggerisce. Il resto, ribadisco, è mediocrità nella sua essenza più sopraffina.

  20. mancini deludente… Mazzarri ormai era impresentabile, ma cambiare allenatore per avere una media punti peggiore avendo speso neanche poco a gennaio è inaccettabile. Certo l’atteggiamento della squadra è da grande, è diverso da quella di Mazzarri che magari vedeva JJ & co e si sentiva in dovere di mettere davanti a tutto il “primo non prenderle”… e ieri i tedeschi hanno avuto un atteggiamento svogliato e distratto che si doveva punire…

  21. In 60 anni di Inter non avevo mai provato l’umiliazione di sentire una squadra esultare (a ragione) per averci pescato in un sorteggio europeo. Un grazie di cuore a chi ci ha ridotti così (Massimo Moratti, naturalmente)

  22. Penso che per costruire e ripartire bene il prossimo anno serviranno scelte coraggiose. I numeri dicono, come sostenevi, che il cambio di allenatore è stato poco produttivo. Con questo lungi da me dal rimpiangere Mazzarri. Ma adesso se si crede in Mancini, che abbia carta bianca nel mercato estivo (compatibilmente col budget), perché non si può fallire l’ennesima campagna acquisti pre-campionato che è la più importante. A gennaio si ripara, e chi ripara troppo non ha lavorato bene.

  23. niente di piu’, niente di meno di quello che ci meritiamo, anzi che si meritano, il niente più assoluto. mi fermo qui perché a militare mi hanno insegnato a non sparare sulla croce rossa, se no ce ne sarebbe da dire a partire dall’oscena scelta delle divise antistoriche.

  24. L’ennesima dimostrazione che da una pianta di mele non si possono raccogliere banane…

  25. Ennesima stagione finita a marzo. Adesso vediamo se Thohir si dimostrerà l’uomo d’affari per il quale ci è stato spacciato, ossia quello che di fronte ad obiettivi aziendali disattesi individua e caccia i responsabili, o se è solo uno dei tanti. Il che non significa “via tutti”, ma significa creare una società forte. Mi auspico un progetto tecnico chiaro su un periodo di 3/4 anni. Sinceramente i rumors mi fanno presagire ben altro, ma tanto ormai mi interessa così poco che non mi arrabbierei più

  26. Bene, è successo ciò che speravo non succedesse: il crollo verticale. Vista così è una squadra da cambiare per 11/11, ma la bravura del Mancio di deve e si dovrà manifestare nel saper razionalmente scindere il buono da cui fermamente ripartire, il salvabile su cui forse lavorare ancora, e chi che invece è da allontanare immediatamente, e senza ritorno, dalla Pinetina. Tu Kovacic in che gruppo lo collocheresti? Io, a questo punto, non lo so più davvero.

  27. Un pochino ci credevo ma vedono la ripartenza dei tedeschi sul primo gol ho pensato è finita, con jj che passeggiava spensierato.roba da oratorio.il Mancio li ha difesi ancora,giustamente, ma ora basta questo è autodistruzionismo.

  28. Paolo Sabiu // 20 marzo 2015 a 09:04 // Rispondi

    E “impresa” fu! Quella “funebre”…

  29. L’unica ragione per cui l’inter avrebbe potuto vincere risiedeva nel fatto che il pallone è rotondo, Luis Gustavo puo’ avere una partita storta e sembrare Medel, Medel puo avere una partita buona e sembrare Luis Gustavo. Sono ingeneroso con Medel, a suo confronto Kovacic è un giocatore da giardino e JJ…non è un giocatore, ma ha un gran procuratore che l’ha portato al calcio professionistico. PS: Carrizo ha avuto la sua rivincità, ma l’inter cosa ci ha guadagnato?

  30. Max Salati // 20 marzo 2015 a 09:13 // Rispondi

    Sfortunatamente ero a San Siro ed ho francamente assistito ad uno spettacolo di una pochezza disarmante. Questa squadra non si merita i 42,000 di ieri sera! Una accozzaglia di uomini inutili a qualsiasi progetto. Mancini ha detto che voleva qualità in mezzo al campo…ma quale? Quella di gente come Guarin, Hernanes e Kovacic? Ma basta!
    Poi, onestamente, non capisco come uno del calibro di Juan Jesus possa giocare 3 anni (!) nell’Inter, è una sciagura peggio delle cavallette.
    Ad Majora,
    Ma

  31. Partite come queste fanno bestemmiare il Papa.
    Primo gol: un centrale chiude sulla fascia e l’altro che guarda la palla quasi fermo con l’avversario che gli scappa e nessuno a ripiegare.
    A centrocampo tutti fuori ruolo escluso Medel.
    E poi l’immancabile ciliegina: Bendtner, dico Bendtner che segna…, il più vicino a marcarlo ero io a Torino sul mio divano, proprio da barzelletta.
    Domenica un pò di orgoglio, non vedo grandi nomi nella Doria.

  32. io non so più che aggettivi trovare per questa Inter, forse sarebbe ora di analizzare con freddezza quanti giocatori sono da Inter. Di quelli utilizzati ieri sera, 5 al massimo, non voglio fare nomi, perché li conoscete tutti. Mancini non poteva fare miracoli, ma onestamente mi aspettavo un po di più, secondo me non ha capito che con questi giocatori la sua visione di gioco non si può attuare. Adesso speriamo di finire questo campionato con dignità, senza aspettarsi miracoli.
    Bruno

  33. Qualche bella occasione, soprattutto nel primo tempo, l’abbiamo anche creata, bravo il loro portiere, non abbastanza precisi noi. Però tutte le volte che i nostri avversari fanno un lancio dalla loro difesa per noi diventa un incubo. Anche ieri sera, un lancio lungo, un passaggio, goal preso. Peccato, loro non sono dei fenomeni, ma un’ottima squadra organizzata si. L’Inter deve assolutamente creare una fase difensiva degna di essere chiamata tale.Adesso speriamo di non svaccare completamente.

  34. Come purtroppo era prevedibile siamo usciti e pure male, almeno avessimo fatto come il torino che ci ha messo impegno, bah non ho parole, mi aspetto le cessioni di quei pochi buoni che abbiamo e pazienza continueremo a patire credo ancora per parecchio miracoli esclusi!

  35. Non me la sento di criticare la squadra, mi è spiaciuto sentire quei fischi a fine partita,
    per come la vedo io, i ragazzi hanno fatto di tutto per passare, purtroppo non siamo nemmeno troppo fortunati, avessimo segnato prima noi, forse una piccola speranza l’avremmo avuta, in fondo le palle da goal le abbiamo avute.
    Certo Mancini deve trovare maggior equilibrio, ma non voglio più sentire la cazzata della media punti di mazzarri.
    fossi stato presente allo stadio, a fine gara avrei applaudito.

  36. Non si può correre in “Formula 1″ avendo una “Gran Turismo”. Abbiamo un`accozzaglia di giocatori scelti da due Mister diametralmente diversi, con poca possibilità economica.
    Non voglio fare il disfattista, ma mettere il dito sulla piaga, senza ipocrisia di tifo.
    Con freddezza, senza infierire sui resti di questa Inter, che merita rispetto per la sua storia, ma non si deve chiudere gli occhi davanti alla realtà che in questo momento dice
    siamo di nuovo all`anno zero.Viva l`Inter sempre.

  37. Dispiace dirlo, ma l’Inter non è pronta x affrontare queste competizioni. Lo abbiamo visto anche in campionato: non appena si alza l’asticella sono dolori. Credo che in società si siano resi conto che questa è una squadra sbagliata, nata da scelte sbagliate fatte un anno fa, alle quali si è cercato di porre rimedio in corsa. Mancini compie errori ma io vorrei valutarlo sulla squadra che costruirà da giugno in poi, sempre che la società lo appoggi con gli investimenti.

  38. Il vero dilemma è che non si capisce da chi o da cosa bisogna ripartire. Anche Mancini che continua a dire che sarà l’allenatore dell’Inter anche il prossimo anno, non mi sembra convinto. Credo che sarà fondamentale quello che gli potrà garantire la società, altrimenti nuovo allenatore e come al solito si riparte da zero.
    La proprietà è cambiata, il presidente anche, la dirigenza pure, ma l’inter è sempre la stessa. Quando si dice DNA!

  39. la cosa che mi preoccupa di più é aver visto la stessa espressione nel viso del Mancio, che aveva uno dei suoi successori/predecessori, ovvero Gasperini. Non sapeva (no) più che pesci pigliare. Per fortuna la ancora incondizionata stima del nostro farà sì di agire per il meglio l’anno prossimo, con davanti tutta una preparazione atletica, senza competizioni mondiali o europee.

    • Gasperini? Gasperini è stato qui troppo poco per ricordarsene l’espressione. Ce ne sono tanti altri come esempi
      GLR

  40. “Per la crescita forse sarebbe meglio non fare le coppe”. Dichiarazione di Mancini in sala stampa. Tradotto vuol dire che forse sarebbe meglio non qualificarsi per l’Europa League 2015/2016
    Tu cosa ne pensi?

  41. tutti i giocatori dell’Inter coprono il ruolo in maniera perfetta tant’è che vinciamo tutte le partite solo uno, pare, vuoi per l’età, vuoi per non so cosa, non soddisfa. Vogliamo mettere un granello di sabbia nel meccanismo? tuttavia, ogni tanto gioca ma non nel suo ruolo, ovviamente. basta la lavagnetta e qualche disegnino e tutto va a posto. bisogna imparare a giocare ovunque. chi è il granello di sabbia? e come ha giocato ieri? il difensivista WM lo faceva giocare nel suo ruolo e giocava bene

    • Dovrebbe essere Kovacic. Se stiamo qui a pensare ancora che sia un problema di ruolo. La personalità purtroppo prescinde dal ruolo
      GLR

  42. Silvio da Torino // 20 marzo 2015 a 10:13 // Rispondi

    Capolinea come era prevedibile. I Lupi si sono dimostrati molto più squadra di noi e questo è bastato perché non mi sembra un team di fenomeni. Tanti discreti giocatori che sanno cosa fare in campo a fronte dei nostri che commettono sempre gli stessi errori (difesa) e non sanno più metterla dentro neanche con le mani. Se penso che sono secondi in Germania a tanti punti dal Bayern, posso immaginare che Guardiola possa gestire la rosa con assoluta serenità. Domenica a Genova la vedo dura assai.

  43. Jack Berga // 20 marzo 2015 a 10:17 // Rispondi

    Premetto: non sostituirei Mancini con nessun altro e ne farei il nostro Ferguson. Però, per me, non sta ottimizzando il pur poco che ha. Esempio, la partita di ieri. Con quei due centrali, non puoi, ma davvero NON PUOI ne’ giocare troppo alto, ne’ allungare la squadra con centrocampisti che non difendono. E’ irragionevole. Medel, da solo lì davanti, con quelle distanze, fa già miracoli, ma non basta a proteggere la difesa. Il dogma, ieri sera, doveva essere: non prendere goal. E invece.. J.B.

  44. premesso che sono contento dell’arrivo di Mancini; ma perché sempre Ranocchia e Juan insieme? perché è stato preso Felipe? perché in una squadra che fatica a trovare equilibrio si schierano 2 centrocampisti centrali sulle fasce? comunque ora non bisogna farsi prendere dall’isterismo e sbracare, ed è imperativo finire bene la stagione come viatico per iniziare bene la prossima, magari testando qualche giovane tipo Camara e Puskas.

  45. il gol preso ieri è imbarazzante…bisognerebbe ricordare a JJ che fa il difensore centrale anziché guardare l’azione dovrebbe marcare gli attaccanti degli altri
    già li sento i ns tifosi che vogliono mandare via mancini…ma se parti sempre 0-1 è dura vincere le partite

  46. Non vedo il problema. Il calcio è un gioco la maggior parte delle volte logico ed ha vinto ancora una volta la squadra più forte, che ha sbagliato di meno e che sta meglio fisicamente.
    Noi contro il Wolfsburg come contro la Juventus, il Napoli, la Fiorentina pareggiamo se giochiamo al massimo e loro concedono qualcosa, altrimenti si perde.
    Noi ce la giochiamo con il Milan, il Torino, la Sampdoria, il Genoa ed adesso la Roma quindi lottiamo per il quinto-sesto posto e speriamo bene.

  47. il calcio deve rimanere un gioco, ma vedere umiliati i ns amati colori è uno strazio che deve finire. purtroppo credo che la soluzione a tutte le nostre magagne sia ben lontana dal venire. guardiamo avanti.

  48. Non avevo neanche la minima illusione di poterci qualificare, la cosa più avvilente è, non tanto l’eliminazione, ma il modo di come è avvenuta, un doppio confronto che non ha avuto storia, solo quella con lo Schalke è stata peggiore

  49. Massimo Inter // 20 marzo 2015 a 11:06 // Rispondi

    Dopo un inizio incoraggiante, solito buco colossale in difesa.Ma ciò che mi preoccupa è che sino al 75′ la squadra non ha minimamente reagito. Eppure qualche buona occasione l’Inter l’ha avuta. Capisco la demoralizzazione per il gol subìto ma non quasi un’ora di blackout. La squadra mi è apparsa molle, senza un briciolo di ferocia sportiva e voglia di rifarsi.
    Spirito e cuore lasciati a casa. Non mancano i piedi buoni (tranne dietro), è la testa che non va. Ma l’orgoglio ce l’hanno? Mandiamoli in fabbrica

  50. Tutti sti’ soldi spesi per ottenere risultati peggiori dei precedenti. Basta, non dico altro.

  51. Disastro annunciato, del resto senza individualità di rilievo capaci di emergere dalla mediocrità generale era impossibile avere la meglio sugli organizzati (e nulla più) tedeschi. Mancini non ha dato il quid sperato, e si è incaponito su soluzioni poco comprensibili. Resta l’immagine di Campagnaro ridacchiante in panchina dopo una partita da 4, e la speranza di un radicale repulisti per non vedere più con la nostra maglia gente priva di intelligenza, capacità e, cosa imperdonabile, voglia e palle!

  52. guarin ha perso il 100 per cento dei palloni, hernanes e’ crollato dopo 15 minuti, jj non penso si possa considerare un calciatore, campagnaro e’ sicuramente un ex, kovacic tira qundo deve passare e passa la palla quando deve tirare,icardi lontano dalla porta non serve a nulla, quando il migliore e’ medel abbiamo detto tutto

  53. La cosa strana è che moltissimi di noi ci credevano veramente nella rimonta, memori di epiche imprese realizzate in passato con ben altri interpreti. Invece abbiamo presto capito come sarebbe finita e mestamente constatato che neanche il Mancio potrà mai cavare il sangue dalle rape.
    Tristi spettatori dell’eclissi, con dodici ore di anticipo sul resto d’Europa.
    Claudio – Parma

  54. Ad esser sincero io nutrivo molte (troppe) speranze nel Mancio, parlo in generale non solo per ieri. La rosa è di una pochezza disarmante e l’anno prossimo sarà ancora peggio, visto che non faremo le coppe e saremo costretti a vendere quei 2/3 campioni (???) che abbiamo. Non trovo nessuna consolazione per quest’anno e non trovo il minimo stimolo per chiudere in maniera dignitosa la stagione.

  55. Se il FFP vale solo per le squadre che vanno in coppa non è che è meglio non andarci, spendere per un mercato estivo di alto livello senza il vincolo europeo, fare un campionato di livello, e ripensare ai conti l’anno successivo?

  56. Stagione finita, au revoir a luglio nella speranza di vedere facce nuove. Io personalmente non voglio più vedere quella di Juan Jesus uno che non riesce nemmeno in una partita così importante a rimanere concentrato e sul pezzo (vedasi primo gol preso)

  57. contentocosì // 20 marzo 2015 a 12:02 // Rispondi

    La squadra come era prevedibile si è incartata, non sarà, come si dice, soltanto colpa della difesa ma il cerchio si apre e si chiude in quel punto! Non sanno impostare e non sanno difendere, ne presi in velocità ne sui corner. Eppure ci è bastato segnare 1 gol contro 4 per vedere 10 minuti di sbandata, e fosse entrato il secondo si sarebbe parlato ancora di pazza inter. Cmq piuttosto che giocare con Campagnaro e Kovacic sulla fascia schieravo Obi e Puscas e qui il Mancio proprio non l’ho capito

  58. Dalla prossima fateli giocare solo con pantaloncini colore indefinito ! Basta maglie non meritano di vestirsi di nerazzurro.. Insistere con JJ, Campagnaro e Kovacic pero’ e da masochisti. Sicuri che Andreolli, un primavera qualsiasi e chiunque altro a centrocampo possano fare peggio?

  59. Ora la speranza é che l’ambiente rimanga compatto visto che c’é un campionato da terminare e merita di essere onorato nel migliore dei modi.

  60. Sì stava meglio quando si stava peggio (Mazzarri) basta con la difesa alta, poi non è solo colpa dei centrali difensivi ma di chi li fa giocare in quel modo.

  61. Ogni squadra, anche la Juve, ha nella sua rosa 1-2 elementi scarsi. Ma quando su 25 18-19 lo sono i risultati sono questi. Nella mia vita credevo di aver toccato il fondo con l’Inter di Orrico, ma questa credo sia ancora peggio.

  62. ROBERTO SCIBETTA // 20 marzo 2015 a 13:18 // Rispondi

    Come continuo a ripetere da un po’, il PROBLEMA oramai è la difesa.
    E SOLO QUELLA.
    Non che il nostro centrocampo sia a livello della Juve o del Real Madrid, sia chiaro, ma è più che onesto, per le nostre ambizioni…
    Ma la difesa, sia negli uomini sia nel posizionamento e nelle tattiche, fa acqua da tutte le parti.
    Senza centrali difensivi decenti, non si va da nessuna parte.
    E Terminiamo JJ: Ranocchia con grande fatica e turandosi il naso lo si può sopportare, ma quell’altro no, NOOOOO!!!!!!

  63. Massimo Di BAcco // 20 marzo 2015 a 14:10 // Rispondi

    innanzitutto visto gli errori difensivi si poteva puntare su un altra coppia difensiva che ne so vidic campagnaro o altro..Mancio continua con questa coppia difensiva pietosa, solo perchè ha litigato con vidic e non vede bene neanche campagnaro. non capisco ha d’ambrosio esterno naturale in panchina e mette campagnaro inguiardabile sulla fascia. altro errore se decide di far il 442 non puo mettere due trequartisti sulle fasce…bisognava iniziare col 4312, ma errori dell’andata sono eclatanti

    • All’andata Vidic è entrato e ha fatto malissimo, Andreolli col Cesena ha fatto male. Se ha litigato con Campagnaro perché lo ha fatto giocare? Ripeto: ma le guardate le partite?
      GLR

  64. lo vede anche un bimbo che l’inter non puo’ giocare così…forse qualcuno pensava di farci giocare come in premier league…nessuno rimpiange l’anonimus mazza…ma non si puo’ in 3 mesi pensare di passare dalla difesa sulla linea di porta…a quella moderna che vuole il mancio…anche lui si prenda le sue responsabilità…come quella di non dar mai una chance ad andreolli…no sempre ci tocca sopportare il brasiliano intelligente juan

  65. Premessa: Mancini è il miglior allenatore che l’inter può attualmente permettersi. Mi faccio solo alcune domande: perché abbiamo affrontato la partita secca contro il Napoli in Coppa Italia, in un momento importante della stagione, schierando Carrizo e Puscas? Abbiamo, dicono, il punto di forza proprio nel portiere e ci rinunciamo in nome di che? E poi, perché non prendere ancora in considerazione in seuito Puscas o al limite Bonazzoli invece di inserire terzini e centrocampisti vari?

  66. Magari in partite come Inter Cesena o altre cosiddette “minori” schieriamo Carrizo, Berni, Puscas e perché no, Zanetti, che sta scalpitando per giocare ancora. Stessa domanda per l’Europa League. L’unico obbiettivo rimasto lo affrontiamo con un portiere che, probabilmente, è il maggior responsabile di due dei tre gol presi all’andata. E al ritorno, per tutelarlo psicologicamente, continuiamo a schierarlo, assieme al giocatore più svagato della serie A (veloce, per carità) quel Juan (segue)

    • Ma siamo ancora fermi all’andata? C’è stato anche il ritorno, purtroppo. E, ripeto, Carrizo, non è colpevole per il primo gol preso a San Siro, magari poteva far di più sul secondo, ma ormai…
      GLR

  67. Caro GL spiace vedere Milan e Inter in queste tristi condizioni (i vostri 2 punti in più odierni o i nostri qualche settimana fa non cambiano la sostanza).Quando ho visto qualcuno gongolare dopo Fiorentina Milan ho pensato: “Ma si rendono conto che giovedì usciranno?” e ieri quando qualche rossonero esibiva sorrisetti ironici ho pensato: “Ma che cosa ridi?”.
    E’ tristissimo vedere 2 squadre con passato glorioso alle spalle saper gioire ormai solo per le sconfitte dei cugini: di più, é avvilente.

    • Jack Berga // 20 marzo 2015 a 17:14 // Rispondi

      proprio perché non abbiamo vittorie per le quali esultare (e mi sa che vi siamo anche, entrambi, lontani…), che ci resta solo il divertimento di godere delle altrui, sportive, “disgrazie”… Alla fine, se fatto con intelligenza ed ironia, lo sfottò reciproco resta uno degli aspetti più umani di questo sport…
      Niente tristezza, stiamo allegri. Abbiamo vinto e, prima o poi (ma più poi che prima), torneremo a vincere. Intanto, prendiamoci in giro, che ci sta sempre..
      J.B.

  68. Partita pessima, che ha ulteriormente evidenziato i limiti della squadra: siamo usciti malamente contro una squadra sicuramente non di fenomeni, che si è limitata nelle 2 partite a giocare un calcio essenziale, con pochi passaggi e molta corsa intelligente, che ha polverizzato l’Inter.
    Noi siamo bloccati in un ginepraio di passaggini a centrocampo, spesso orizzontali o all’indietro, e nessuno si smarca o velocizza l’azione.
    I nostri non sono granchè, ma se almeno corressero un po’ senza palla…

  69. Massimo da Vercelli // 20 marzo 2015 a 15:13 // Rispondi

    Sono andato allo stadio ieri sera nella speranza di un miracolo che puntualmente non è avvenuto. Non è più concepibile vedere giocatori non da Inter ma anche non da serie A (vedi Jesus…) o pacchi Lotitiani, ex calciatori (vedi Campagnaro…), eterne promesse ecc. vestire la nostra gloriosa maglia.
    Mancini poi mi sembra un padre che deve educare un figlio non suo…E’ letteralmente in difficoltà.

  70. In settimana tante parole, tweet del capitano e buoni propositi che ieri in campo non si sono visti. Questa squadra manca di carattere, personalità,orgoglio ed ha una fragilità difensiva disarmante. La stagione penso si possa considerare fallimentare,a meta’ marzo non ci sono più obiettivi, resta solo la piccola speranza del sesto posto per l’EL del prossimo anno difficilmente raggiungibile. Spiace per i tifosi forse gli unici ieri sera a crederci veramente

  71. Con Thohir in una cosa siamo cresciuti: nonostante un risultato di partenza sul limite del recuperabile, la consapevolezza di una squadra che ormai da 4 anni non è in all’altezza per uomini, organizzazione di gioco; con interviste convinte del Mr, giocatori e dirigenti, immagini del glorioso passato e appoggiata dalla stampa, si riesce a buttare fumo negli occhi e a far nascere dal nulla entusiasmo nei tifosi.. salvo poi svegliarsi bruscamente. Notate somiglianze con un’altra squadra ?

  72. Io sacrificherei Jesus..non tanto perché manca di sagacia tattica o soffre di amnesie più o meno gravi. Io lo sacrificherei perché é un idiota deconcentrato. Esiste qualcosa di peggio di un idiota deconcentrato. Per me no. Cristo, il primo gol lo avrei evitato anche io al suo posto.

    • Anch’io lo sacrificherei JJ… Come offerta agli dei in cambio di un posto in uefa (per la Champion non basterebbe comunque!!!)

  73. Raffaele B. // 20 marzo 2015 a 15:58 // Rispondi

    Ora, so che ricalcherò il pensiero di molti, ma cionondimeno voglio dire questo: perchè Carrizo di nuovo?? Tutti sappiamo dei danni combinati all’andata, e se mettiamo questo disastro coi guanti assieme a un attacco che ha sprecato assai e a un portiere avversario davvero magnifico, ecco che l’uscita dalla Coppa è inevitabile. Un plauso a Palacio, comunque: ha segnato e lottato fino alla fine. L’opposto mi è sembrato Hernanes: davvero inverecondo. Faccio i miei complimenti a Napoli, Juve e Viola

    • Carrizo non mi pare all’ordine del giorno. Non è stato irreprensibile sul secondo gol, ma eravamo già fuori
      GLR

  74. Poteva una squadra che non riesce a battere il Cesena (con uno Shaqiri in più), quattro giorni dopo battere il Wolfsburg? Siamo seri, dai…

  75. Guarin capitano // 20 marzo 2015 a 16:45 // Rispondi

    “la squadra è quella di mazzarri”, quindi guarin, kovacic, ranocchia, juan jesus, palacio icardi, obi, kuzmanovic, eccetera li hanno comprati per mazzarri?

    • Facessero una competizione per quelli che fan finta di non capire…Non era un giudizio e non c’erano altri fini: ho solo rilevato che l’undici in campo non aveva, per un motivo o per l’altro, neppure un rinforzo di quelli presi a gennaio eccetto Santon. E’ un dato di cronaca.
      GLR

      • Guarin capitano // 20 marzo 2015 a 18:29 // Rispondi

        E allora diciamolo una volta per tutte..questa inter non è stata costruita per nessun allenatore..ma è un ammucchiata di giocatori presi per compiacere le solite trattative coi procuratori fidati…

  76. Ma si può sapere cos’altro deve combinare Juan Jesus per far capire a chi ancora non l’ha capito che con il calcio non c’entra nulla?

    • Guarin capitano // 20 marzo 2015 a 18:27 // Rispondi

      Prima che venisse mancini..quasi tutti i tifosi dell’Inter dicevano che jesus era un talento perché aveva fisico…e accusavano mazzarri (che peraltro lo faceva giocare quasi sempre) di non saperlo valorizzare..come con kovacic

  77. Dirò una banalità, bisogna rifare tutta la difesa ed il centrocampo! Devono rimanere solo D’Ambrosio (buona riserva) e Santon (buon titolare), Medel (buona riserva), Brozovic (buona riserva). Guarin e Juan Jesus non li voglio vedere più

  78. Davide Bianchi // 20 marzo 2015 a 17:57 // Rispondi

    Ieri ero allo stadio, e dall’alto si capisce ancora di più che i movimenti che hanno fatto i 2 centrali e Campagnaro sul primo gol sono stati imbarazzanti, incredibile.
    Sempre il migliore in campo Medel, mette pezze dappertutto, uno dei pochi che ci mette l’anima.
    Hernanes il più imbarazzante di tutti (18 milioni??), seguito a ruota da Guarin (ha sbagliato tutto) e Kovacic.
    Palacio e Icardi sono 2 in cui si può sperare ancora.

    • Guarin capitano // 20 marzo 2015 a 18:25 // Rispondi

      Cioè quello che fatto l’assist per palacio e il peggiore di tutti? Te per caso sei quello che fischiava mazzarri? Ma voi di calcio non capite proprio un ca…

  79. questa squadra non sa difendere. mancini la sta impostando esageratamente offensiva per cambiare mentalita’. il dazio da pagare e’ questo. il lavoro paghera’, speriamo. jesus coperto da una fase difensiva serie non e’ male. lasciato con le praterie non e’ un granche’, anche se lo ritengo poco intelligente calcisticamente. il problema e’ che di giocatori di fosforo e personalita’ non ne abbiamo…

  80. Alessandro Bollini // 20 marzo 2015 a 18:47 // Rispondi

    Ennesima NON partita di Kovacic, si gioca sempre uno in meno con lui.
    La storiella che ha 20 anni e deve crescere mi ha sinceramente stancato, così come mi ha stancato un palo in mezzo all’area che dovrebbe essere (cit. Gazzetta) una tigre.
    A tutti quelli che lo criticavano il Signor Palacio ha dimostrato ai suddetti bambocci cosa vuol dire farsi il mazzo, cosa che loro non si sono mai fatti.
    Non capirò nulla di calcio, ma la penso così.

  81. Fabio Primo // 20 marzo 2015 a 18:58 // Rispondi

    E impresa fu ! Non quella delle pulizie come pronosticai ieri , ma bensì quella delle pompe funebri…..alla fine mi sono rivelato quasi un ottimista rispetto alla realtà dei fatti.
    Bando alle battute direi che l’affermazione del Mancio “l’anno prossimo saremo da scudetto” fa ben sperare: vista la base di partenza attuale vuol dire che Thohir comprerà dai 15 ai 20 giocatori di prima fascia , alla faccia del FPF !

  82. Le prime partite di Hernanes furono buone, così come le prime di Shaqiri, anche Poldi entrò bene…anche Brozovic… poi peggiorano e piano piano svaniscono: non è che allenandosi tutti i giorni con chi non sa giocare, qualunque giocatore arrivi poi diventi una capra?

  83. Se Mancini non e’ veramente convinto di restare, meglio di dimetta. Costruire una squadra vincente e’ molto difficile, richiede tempo (tre anni) e necessita di un tecnico estremamente motivato, pronto ad ingoiare tante critiche. Al di la’ del prestigio legato alla vittorie passate che , di fronte alle sconfitte attuali, contano nulla.

  84. Non mi stupisco più di nulla. Ma sperare con questa squadra di fare qualcosa di buono era utopistico. Non vedo colpe di Mancini, non voglio nessuna testa. Da qui alla fine facciamo giocare qualche giovane. Magari ci verrà utile in futuro. E JJ fuori dalle palle. Subito.

  85. Guido da Samobor, Croazia // 21 marzo 2015 a 10:49 // Rispondi

    Situazione grave. Anche perché senza Europa League il prossimo anno perderemmo i pochi pezzi da novanta che abbiamo, e non solo non arriverà nessun top player, ma neppure i migliori medium player, che non accettano certo di giocare in una squadra fuori dall’Europa. Conto e spero sulla capacità dei dirigenti e dell’allenatore di sapere pescare buoni giocatori non affermati e ricostruire i reparti ora deficitari, come la difesa. Con una buona difesa saremmo già molto più in alto.

  86. Quando una squadra vuole rilanciarsi deve partire dalla difesa, Schierando quei due non si va da nessuna parte. JJ ha buoni mezzi fisici, potrebbe migliorare riuscendo a giocare titolare in una società di medio bassa classifica. Ranocchia, pur essendo tatticamente più intelligente, ha mezzi fisici da campionato di Eccellenza. Ultimamante scivola in ogni intervento per acquisire quella forza e volocità che non ha nelle gambe. Ho sempre sostenuto che Rolando era un campione rispetto a loro

  87. Fortunato fatiga // 21 marzo 2015 a 16:40 // Rispondi

    Mancio non lo cambierei, lasciamolo lavorare…in ogni caso sta facendo meglio di mazzarri aldilà dei risultati…secondo me per raggiungere qualsiasi obiettivo dobbiamo rifare la difesa o almeno 2 centrali come si deve…il resto della formazione ha bisogno di qualche piccolo ritocco, ma credo che col tempo riesca a ottenere il max dai giocatori che abbiamo…icardi non ha ancora l’esperienza per fare reparto da solo ma ha grandi margini di crescita.

  88. Paolo Assandri // 22 marzo 2015 a 15:11 // Rispondi

    Questa squadra ha dei problemi dovuti al mercato, però far giocare Jesus è una cosa che non capisco. Parliamoci chiaro, Mancio è un vincente proprio perché ha personalità, però l’annullamento di Vidic e di Osvaldo quest’anno ci hanno tolto moltissimo.

  89. Risultato troppo severo:nel 2° tempo abbiamo chiuso la Samp nella propria area,creando almeno 4 occasioni da gol e 2 rigori netti non visti dall’arbitro(a proposito:solo a Napoli ci si incazza x questi episodi?!).Certo,le occasioni vanno sfruttate come ha fatto Eder.Dopo il suo (splendido) gol l’Inter non ha saputo reagire.Shaqiri ha dispensato banalità a profusione:pochi inserimenti tra le linee,mai una giocata funzionale al gioco offensivo.
    La solita Inter da “vorrei ma non posso”.

Lascia una risposta

Le 4 regole del commentario:
1. Siate educati: i commenti ad personam saranno ignorati
2. Scrivete in italiano, il congiuntivo non è una malattia degli occhi!
3. Non è una chat: se volete conversare tra voi, io che ci sto a fare?
4. La lunghezza del commento non può superare i 500 caratteri (spazi compresi)
Viva l’Inter!


*

 caratteri disponibili