3C: Inter-Milan 1-0

MARCATORE: Guarin al 13′ s.t.
INTER (4-3-1-2) Handanovic; Santon, Medel, Murillo, Juan Jesus (dal 23’ s.t. Telles); Guarin, Felipe Melo, Kondogbia; Perisic (dal 39’ s.t. Ranocchia); Icardi, Jovetic (dal 27’ s.t. Palacio). (Carrizo, Biabiany, Montoya, Gnoukouri, Ljajic, D’Ambrosio, Nagatomo, Brozovic, Manaj). All. Mancini.
MILAN (4-3-1-2): Diego Lopez, Abate, Zapata, Romagnoli, De Sciglio; Kucka (dal 27’ s.t. Poli), Montolivo, Bonaventura; Honda (dal 36’ s.t. Cerci); Bacca (dal 16’ s.t. Balotelli), Luiz Adriano. (Abbiati, Donnarumma, Mexes, Ely, Alex, Calabria, Suso, Nocerino, De Jong). All. Mihajlovic.
ARBITRO: Rocchi di Firenze.
NOTE: Ammoniti Abate, Juan Jesus, Honda, Felipe Melo, Kucka. Recuperi: 1’ pt, 5’ st.

Che volete che ci sia di più bello che vincere un derby con un gran gol di uno di quelli che non mi han mai fatto impazzire, Fredy Guarin, per riscoprirsi da soli in testa al campionato e per di più a punteggio pieno?
Chiaro che nella vita le cose belle sian ben altre, ma nel calcio italiano di Serie A, dopo tre giornate, invece  va benissimocosì! Chissà che faranno ora i detrattori di Ciuffo, in arte Mancini, che quest’estate non ci capiva niente e perdeva un derby e mezzo schierando formazioni allucinanti e zeppe di under 17! Chissà che faranno ora i detrattori a tempo perso dell’affidabile Handanovic, manco ci fossero in giro Julio Cesar, Zoff e Albertosi…E quelli che, senza averlo mai visto nelle ultime stagioni, ce l’avevano con Felipe Melo, vera cazzutissima anima del derby nerazzurro? Mi si dirà che pure io devo farmi perdonare un certo ostracismo verso Juan Jesus e Guarin, che non ho mai particolarmente amato. Ma la vita è fatta di dare e avere: quelli che piacciono a me han già dato, Jesus e Guarin stanno cominciando forse solo ora a dar qualcosa in più, anche se il colombiano da oggi è entrato nella mia personalissima Hall of Fame dei marcatori imprevisti nei derby, come Minaudo, Schelotto e Obi. Guarin ha addirittura griffato un successo e per i mezzi che ha mi auguro che mi convinca del tutto: quest’anno tra assist e gol è partito alla grande! Torniamo al derby, che a me, cresciuto milanese e prischiano, interessa da sempre più di qualsiasi partita con la Juve. Lo vorrei vincere anche a biglie, figuratevi quando in campo ci sono i tre punti. E tra l’altro questi sono tre punti pesantissimi, a guardar la classifica. Il problema è che ora si comincerà a volare con la fantasia, pensando che la Roma faccia la fine dell’anno scorso e la Juve sia morta. Invece non è così, purtroppo e ce ne accorgeremo presto. Ne ho visti tanti di campionati in cui tutto cambia in una manciata di partite: fidatevi di me e state calmi: l’Inter ancora non è pronta per lo scudetto, ma per un campionato finalmente di vertice. Per poter restare in vetta, occorrerebbe che tutti i nuovi, e sono tanti, si inserissero come per magia: ogni tanto accade nel calcio, ma non riesco ancora a capire se è questo il caso.
Se dovessi guardare la gestione del derby, dove il Milan ha comunque fatto una buona gara, direi di no: si continuano ad avere problemi di concentrazione e di gestione del risultato, in un calendario finora assai benevolo, ma non vedo ancora la maturità di squadra che servirebbe. Lo so, le novità, anche tattiche, sono tante e ci vuole tempo per assestarsi. Il Milan – non sbaglia chi ha detto che per alcuni tratti ha giocato alla pari – ha rischiato di farci subito male e, dopo il vantaggio, Balotelli ha fatto l’ultima mezz’ora alla grande, al di là del palo colpito, anche se entrato lui, è definitivamente sparito Luiz Adriano. Continuo a chiedermi se Mihajlovic abbia fatto bene a non giocarsi Balotelli subito dall’inizio, al di là di quanto potesse avere nelle gambe: a calciar da fermo il ragazzone, anche sovrappeso, è sempre tra i migliori d’Europa. E aver avuto finora tante resistenze su Montolivo titolare fisso non mi è parso intelligente.
All’Inter, al di là di coloro che sono arrivati praticamente ieri come Perisic e Telles, mancano ancora all’appello Icardi, che ha avuto un paio di grandi occasioni, una sbagliata per colpa sua e Kondogbia, che ha cominciato a carburare solo nel finale.
In compenso Medel da centrale se l’è cavata e Melo ci ha messo subito la personalità che servirà a questa squadra, complessivamente molto più giovane delle precedenti.
Ho la sensazione che siano più alcuni nuovi acquisti dell’Inter, rispetto a quelli del Milan, ad avere grandi margini di crescita. Di qui a dire che il grande calcio stia tornando a Milano ce ne corre.
Però, tornando ai tanti brutti pensieri di quest’estate, possiamo dirci soddisfatti di quel che si è fatto fin qui. Essendo solo all’inizio, attendo esami più importanti in calendario. Intanto, godiamoci il derby: ce l’han sempre menata che i derby più che giocarli si devono vincere. Eccoci qui!

Highlights
3′ Errore di Murillo, Handanovic chiude Luiz Adriano
7′ Da Bacca ad Adriano, destro altissimo
26′ Da Perisic a Guarin che si fa chiudere in corner
39′ Jovetic da lontano, fuori di poco
46′ Icardi a tu per tu con Diego Lopez sbaglia
55′ Da Perisic a Guarin, testa e Diego Lopez in angolo
58′ 1-0 Sinistro vincente di Guarin dalla distanza
63′ Punizione di Balotelli spizzata da Kucka a lato
71′ Cross di Santon Abate salva sul colpo di testa in tuffo di Icardi
78′ Destro da fuori area di Balotelli sul palo
82′ Punizione di Balotelli, Handanovic devia in corner

 

101 Commenti su 3C: Inter-Milan 1-0

  1. Pasquale Somenzi // 13 settembre 2015 a 23:04 // Rispondi

    L’inizio di campionato è stato come un gioco enigmistico, del tipo “vinci la
    partita e completa la frase A.C. Milan” e così sono arrivate le 3 vittorie, ossia
    A come Atalanta, C come Carpi e Milan come MILAN.
    Ormai in campionato nei derbies disputati in casa l’Inter ne ha vinti 8 degli
    ultimi 11 perdendo solo quando allenava Benitez per 0-1 il 14.11.2010
    Da notare però che sono 3 anni interi (2013-2014 e 2015) in cui l’Inter non
    segna nei derbies durante il primo tempo, infatti per trovare un gol fatto
    nei primi 45 minuti bisogna tornare al 7/10/2012 vittoria per 1-0 gol di Samuel
    al minuto 3, mentre nel derby casalingo si risale al 6/5/2012 vinto per 4-2
    con gol di Milito al minuto 14.
    E non dimentichiamo che l’ultima volta che l’Inter aveva fatto 9 punti nelle
    prime 3 giornate era il campionato 2002/2003.
    Grazie al fatto che l’Inter non disputa l’Europa League ciò comporta che anche
    per quest’anno, caro Gian Luca, resterà ancora imbattuta il 17 settembre.
    Un’ultima cosa: mi rivolgo a chi frequenta questo forum. Se usate facebook,
    se vi va, visitate la pagina che ho creato e che ho chiamato
    “INTER – Curiostatistiche partitaxpartita”. Grazie.
    Pasquale.

    • Mi iscrivo a Facebook, magari con uno pseudonimo, solo per vedermi la pagina di Pasquale, che sinceramente, stimo da anni. Quanto ai nostri, a me finalmente, al di là di ciò che vinceremo, pare di vedere una squadra vera. Credo che molto dipendesse dalla difesa, che adesso c’è. Vedremo. Ai cuginetti, auguro il meglio che possano fare con quell’accolita di campioncioni, cioè una salvezza senza grossi patemi. Se poi soffriranno, ce ne faremo una ragione. Serenamente. J. B.

  2. Derby sofferto ma chè goduria. Pensare di giocare bene e esser una squadra dopo 3 giornate e 10 giocatori nuovi è impossibile. X questo guardiamo i risultati che ci sono. Bello quello che ha detto Handanovic “ora è un piacere allenarsi e giocare. In allenamento c’è un clima sereno. Tutto diverso rispetto al passato”. X questo sono felice e ottimista x la stagione

    • Bravo Pasquale! Mi chiedevo giusto quand’è stata l’ultima volta che l’Inter ha fatto 9 punti in 3 gare, e tu hai puntualmente citato la statistica che m’interessava. Infatti non ricordavo un avvio con tre partite a punteggio pieno nemmeno negli campionati terminati col “titulo” (non era successo, ad esempio, nel ’79/’80, nell’88/’89 e neanche negli ultimi quattro scudetti targati “Mancio”/”Mou”.
      Perciò toglimi questa curiosità: l’ultima Inter “scudettata” che iniziò con 3 vittorie in 3 partite?

      • Pasquale Somenzi // 15 settembre 2015 a 19:20 // Rispondi

        E’ successo solo nel campionato 1953/54 con queste 3 vittorie:
        Inter-Lazio 2-0, Atalanta-Inter 0-2 e Inter-Spal 4-2, ma, scudetto
        a parte son sicuro che ricordavi meglio quel campionato per la
        vittoria per 6-0 sulla Juventus.
        Pasquale.

  3. Non male essere a punteggio vincendo su spunti individuali. Dimostra che la voglia di vincere c’e’. Ora, pero’, si aspetta la squadra per continuare al vertice.

  4. contentissimo per la vittoria. Partita dall’alto coefficiente di difficoltà per numerosi motivi e quindi doppiamente soddisfatto. Un applauso a quei geni che hanno già espresso giudizi su Perisic dopo nemmeno 90 minuti giocati, con un solo due allenamenti con la squadra. Una domanda: premesso che Santon non mi sta dispiacendo affatto, pensi che Montoya non sia ancora pronto tatticamente o per condizione atletica? Sono solo curioso di vederlo giocare. :)
    Amala!

  5. Non una bellissima partita da ambo le parti, però a mio avviso abbiamo meritato. A me l’Inter sembra costruita più razionalmente del Milan e i nuovi acquisti devono ancora ambientarsi ed entrare in forma: troppo presto per esaltarsi però le basi sono ottime. Murillo, Jesus, Guarin, Medel, Jovetic e Kondogbia (a tratti) ottimi e Melo su tutti sia tecnicamente che per la grinta: chi dice che uno così non serve non capisce che una squadra composta di soli bravi ragazzi non vincerà mai!

  6. Grande Felipone, mi piace mi piace mi piace! Jovetic gioca proprio da leader e Santon migliora partita dopo partita. Non condivido certi commenti: il centrocampo mi è piaciuto. Difatti abbiamo fatto noi la partita (a livello di possesso, parlo fino all’1-0), era piuttosto la difesa ad essere totalmente spaesata. Credo che Miranda sia più importante di quello che si pensi, soprattutto per gli equilibri difensivi. Speriamo di non perderlo più, e speriamo di inserire Telles (ottimo) al più presto.

  7. Considerazioni sparse:
    Partita da sogno di JJ
    Abbiamo giocato con un regista. Miracolo!
    Ho visto un paio di cross che non vedevo da 4 anni. Uno era di Perisic (partita brutta, diamogli tempo)
    Loro sono scarsi. E tanto.
    Noi non siamo forti come dice la classifica, ma c’è tempo, modo e morale per crescere.
    Kondogbia con una condizione accettabile profuma di campione.
    Eccellente atteggiamento in campo di capitan Icardi.
    Per parlare di prospettive, aspetterei Inter-Fiorentina.

  8. Intanto abbiamo vinto il derby e per ora primi in classifica, poi con i piedi per terra possiamo dire che i nuovi acquisti devo ancora inserirsi nel gruppo e che c’è ancora molto da lavorare senza tanto dare dei bidoni alla 1’partita. Non saranno tutte vittorie ma cominciamo bene.

  9. Abbiamo vinto il derby con una gran pera e un super melo… :-)

  10. Ciao Gianluca. Il derby ci consegna tre-punti-tre, un cantiere aperto ma con interpreti di spessore e di personalità. E con le rivali di sempre stranamente impantanate da problemi ben più grandi. Io per ora mi godo ciò che viene con la sensazione che comunque andrà sarà una annata diversa finalmente!

  11. e’ solo l’inizio ma da tempo non si vedeva nemmeno l’idea di Inter. Ora si.Squadra destinata a crescere. Complimenti a Melo e chi l’ha voluto. Davvero il leader che mancava e l’unico centrocampista con il lancio lungo. Credo che con il tempo vedremo un gran bel 4-2-3-1. Balotelli… sarebbe stata una scommessa intrigante.

  12. Il derby vinto è sempre una bella soddisfazione, essere primi a punteggio pieno pure.
    Ma la calma che tu vai consigliando è più che condivisibile; alla nostra età ne abbiamo viste !!!
    Il nostro è un cantiere aperto, giocatori nuovi che devono integrarsi, moduli di gioco, affinamenti da fare, insomma, il Mancio deve veramente lavorare sodo.
    F. Melo a me è piaciuto, aspetto che entrino in condizione pure Kondogbia (che ha i numeri) e Perisic.
    Un plauso per Medel difensore.
    Sempre W Inter

  13. Se poi anche quello scarpone di jj si mette a giocare alla grande e fa le diagonali….
    Siamo sulla strada giusta per essere competitivi.
    IL MANCIO sà
    e a me questo basta!
    Forza Inter Sempre!

  14. da tifoso Milanista ti apprezzo per la qualita’ dei tuoi commenti insieme al tuo essere dichiaratamente schierato. ciaooo f

    • Grazie. I complimenti degli ‘avversari’ fanno ancoa più piacere, visto che ho scelto la squadra più difficile dell’equilibrio prima che quella del tifo e basta
      GLR

  15. Io di ieri sera sottolinerei due cose: Medel, a parte qualche sbavatura iniziale, ha dato lezione di intelligenza tattica a tutti quelli che “l’è minga bun”; Melo invece ha fatto capire perchè il Mancio cercava un giocatore con le sue caratteristiche! E’ Kondogbia che, per ora, mi sembra un po’ indecifrabile. Cmq, AMALA…sempre!

  16. Stiamo calmissimi e con i piedi piantatissimi a terra…però sono ancora amareggiato per i derby persi a Pechino e nel trofeo Tim…Ahahahahahah, ancora rido…Stiamo facendo punti e siamo al 60%: solo la Roma è più forte, ma tra Champions e ambiente capitolino…No no dai, piedi a terra: obiettivo terzo posto…

  17. Ciao, mi prendo Melo migliore in campo e spero in Medel Miranda come coppia centrale fiducioso che, probabilmente, oltre alla fortuna c’è qualcos’altro che ti fa vincere 3 partite di fila.

  18. Egregio ma J.J. ha fatto una grande gara. Vuoi vedere che ci sorprende e diventa un buon giocatore?

    • Io non vedo l’ora di ricredermi ma non bastano due-tre partite in tre anni. Speriamo che abbia trovato il suo ruolo. Lì mi spavento meno di quanto sta al centro.
      GLR

  19. Sinceramente adesso del bel gioco a me importa poco nulla. L’importante erano i 3 punti e sono arrivati. Ora, senza farsi prendere da facili entusiasmi via così

  20. Il Felipe Melo che speravo. Anche più lucido di come lo ricordavo per quanto i piedi non siano mai stati il suo limite. Spero solo che possa essere questo per buona parte della stagione. Cattivo al punto giusto e con l’autocontrollo necessario a finire le partite. Valido anche in impostazione. Palle filtranti sui piedi delle punte e capace di gestire il possesso palla quando attaccato. Comunque era solo la prima partita e anche lui andrà rivisto. Comunque ottimo ieri sera

  21. Mancini ha rischiato e ha vinto: un derby col Ciuffo!
    Questa non era un’amichevole e l’Inter ha risposto con la vittoria e un grande carattere,a partire dalla difesa che si è risollevata dopo un inizio choc.Jovetic è l’anima di questa squadra. Guarin ancora determinante dopo Carpi, il gol è stato un gioiello.Milan bravo nel primo tempo ma è sparito quando il match è entrato nel vivo. Se la loro qualità sta tutta nei piedi di Montolivo, forse le critiche a Galliani non sono così campate x aria.

  22. …Intanto godiamoci questo orgasmo… poi mi sembra di poter dire che si intravedano ampi margini di miglioramento, con molte soluzioni tattiche e di uomini. L’ottimismo è fondamentale, ma la chiave sarà come la squadra saprà reagire alla prima delusione. La grande squadra si riconosce in quello. La “testa” fa sempre la differenza.
    …ma intanto… godiamo

  23. Roberto Scibetta // 14 settembre 2015 a 09:32 // Rispondi

    Ora i media cercheranno di metterci più pressione ancora di quella che già normalmente aleggia sulla beneamata e sul (poco amato dai non neroazzurri) Mancio.
    Ora il gioco di fa duro. Ma si sa, è ora che i duri cominciano a giocare…
    Personalmente sono rimasto molto piacevolmente stupito da Melo. Ma anche la scelta di dare ancora fiducia a Guarin (che fino all’anno scorso avrei sciolto nell’acido) ha pagato alla grande.
    In sostanza, il vincitore per ora è il Mancio.
    Speriamo bene!!!

  24. Vero stiamo molto calmi, ma vincere anche soffrendo quando non sei ancora a posto male non fa. Mancio deve risolvere ancora qualche questione, ma sta nascendo una buona squadra. Se ottima la vediamo tra un paio di mesi. Poi ha ragione lui, io non avrei mai messi Medel centrale a 4, ne JJ terzino ieri ottimo, ne Perisic trequartista, e avrei tolto Guarin dopo un’ora. Ma se lui allena l’Inter e io no un motivo ci sarà. Testa al Chievo derubato a Torino, giocano bene

  25. Vincere il derby, essere primi in classifica con una squadra che è ancora un cantiere in piena evoluzioni…
    cosa possiamo dire?
    Sei mesi fa era pura utopia, ora godiamoci la vittoria ma non dormiamo sugli allori, stiamo schisci…
    Il cammino è molto lungo ma certi segnali fanno bene allo spirito

  26. Buona partita da parte di tutti a fasi alterne, chi ha giocato bene nel primo tempo è calato nella ripresea e viceversa. Il Milan non mi ha convinto, é triste vedere utilizzare uno con le potenzialità tecniche e fisiche di Balotelli solo per calciare in porta. Meglio così. In attacco e’ importante recuperare il miglior Icardi mentre speriamo che Perisic possa fare qualcosa in più. In difesa mi é piaciuto Murillo nel 2′ Tempo, si vede che aveva energia e velocità quando chiudeva sull’avversario.

  27. Se rimaniamo calmi (e fiduciosi) possiamo anche … diventare “forti” ed ambire al 3° posto. Sperare si può, si deve.

  28. Volare basso basso e lavorare tanto tanto.
    Questa classifica fa bene agli occhi ed al cuore ma e da prendere con intelligenza, già la prossima è tosta.

  29. Ciao GLR, importantissimo aver conquistato 9 punti nelle prime 3 giornate con una ciurma allo sbaraglio degna di capitan Uncino; quando i nostri eroi si trasformeranno in pirati degni del miglior John Silver, forse si potrà cominciare anche a sognare. Per ora CALMA, mooooolta calma. Ciao e forza Inter.

  30. Grande Inter e siamo solo all’inizio quando giocherà da squadra non c’e per nessuno

  31. le cose più belle del derby oltre la vittoria:
    -la parata di Handanovic su Balo
    -l’approccio di Melo, che nOn volevo, ecco perché Mancini allena in serie A e io ragazzini di 12/13 anni
    Cmq calma ragazzi aspettiamo ancora un mese e ne riparliamo.
    Sono curioso di rivedere Kondo e Perisic tra qualche partita.
    Ama la sempre comunque vada

  32. E’ bellissimo essere soli in testa alla classifica!!! Per di più ridicolizzando il Milan che è stato tutto fumo e niente arrosto: figuriamoci se noi avessimo “giocato”…. Non mi preoccupo assolutamente di questo aspetto perché è chiaro che la condizione atletica non è ottimale, così come gli automatismi della squadra e anche alcuni giocatori peraltro reduci dalle nazionali. Intanto continuiamo a vincere e sognare, ben sapendo che la favorita resta la Roma e poi la Juve… forse!!!

  33. Gianluca pensi che dopo questa vittoria l’Inter possa competere con la Roma per lo scudetto o ti aspetti un ritorno prepotente della Juventus?

  34. ho notato la sottigliezza che il pelato ha insistentemente voluto far passare prima del derby in tutte le forme mediatiche “cercheremo di aggiudicarci il terzo derby”…patetico! Considerare i due (uno e mezzo) estivi dimostra davvero che la canna del gas è vicina… Il mantra che si sta cercando invece di far passare ora è “il milan meritava di vincere”: come se avessimo vinto con una scorrettezza. Non si vince ai punti, eppure…tutti schierati: da vomito. Sarà più bello vincere…

  35. vedere Galliani scappare a fine partita senza rilasciare dichiarazioni non ha prezzo
    FORZA INTER!!!

    • A questo proposito imperdibili i servizi celebrativi della partitona del Milan. Con i tiri di Balotelli in slow motion. E se avessero vinto che facevano? Amala

  36. Personalmente ho sensazioni positive: vedo un grande potenziale, che spero possa essere in massima parte realizzato…

  37. Un appello: BASTA gridar contro Balo! La miglior cosa che possiam fare (migliore per Lui) è proprio assordarlo di insulti che poi lo caricano ancor di piu. Cosa migliore per un tale soggetto? Una pacata, soave e serena quanto atroce INDIFFERENZA…”BALO CHI”???

  38. Momento magico!
    Ma quanta fatica per battere di misura tre provinciali!!!
    Claudio – Parma

  39. mai stato così calmo! Poi leggere le dichiarazioni dei cugini, certi di aver giocato meglio e che persino il pareggio gli sarebbe andato stretto…rende ancora più calmi! Intanto al pallottoliere aggiungiamo tre punti, uno scontro diretto a favore, una partita in meno alla fine, un solo gol subito…

  40. Buon derby, finalmente giocato dalle due squadre a ritmi europei. San Siro pieno riempie gli occhi e il cuore: coreografie bellissime. Primo tempo con troppe amnesie difensive e con un buon Milan. Ripresa con molti spunti positivi (oltre il gol). I margini per migliorare sono ampi e sognare non costa nulla.

  41. Silvio da Torino // 14 settembre 2015 a 13:04 // Rispondi

    Stiamo calmi, ok, ma godiamo da matti perché vincere il derby e’ una cosa unica. Aggiungiamoci poi i vantaggi in punti su Juve e lo stesso Mmmmilam e la festa continua, mantenendo i piedi a terra. Forza ragazzi avanti cosi’.

  42. In una stagione dove anche J.Jesus mi fa una mezza-diagonale in recupero tutto è possibile. Obiettivo 3° posto: sperando che infortuni e fragilità difensive non ci freghino troppo. Milan molto generoso, ma di solito una squadra forte diventa generosa solo quando perde la calma dei forti… forse, la nostra calma di ieri è stata il presentimento della nostra forza. Mah, vedremo in seguito: Forza Inter!

  43. “State calmi” (ma allora come devono stare milanisti e juventini? :-)) mi pare un invito assai appropriato, perchè ce la siamo vista brutta in un paio di occasioni (clamorosamente sbagliate come del resto quella di Icardi. In quei casi, più che bravura del portiere è errore dell’attaccante): lo svarione di Murillo (per il resto impeccabile) poteva costare molto caro.
    Aspetto Liajic perchè secondo me JoJo e Icardi si “pestano i piedi” senza fantasia dietro. Perisic da rivedere, benissimo Melo.

  44. Torno un attimo alla tua breve considerazione su Guarin, croce (spesso) e delizia (più di rado) dei tifosi nerazzurri. Secondo me il mai dimenticato Giampiero “Pinna” Marini ha inquadrato perfettamente la situazione: “La Juve due anni fa avrebbe fatto carte false per averlo: ha tecnica e corsa, in un contesto che funziona può davvero fare la differenza”. Ecco… da 4 anni, il contesto-Inter ha MAI funzionato? Ora che un contesto c’è, Guarin funziona.
    El Guaro diventerà finalmente un Giaguaro?

  45. Prestazione grintosa contro un buon Milan. Sono convinto che il temperamento e la grinta mostrata abbiano un padre: il DRAGO STANKOVIC! Ottima la scelta di farlo club manager.
    Ciao e complimenti per i tuoi articoli e commenti.

  46. Ciao GLR, vado controcorrente perchè secondo me l’Inter quest’anno potrebbe (ovviamente la certezza non ce l’ha nessuno) anche fare il colpaccio in Campionato. Sicuramente avete il miglior allenatore della serie A (con lui questa Juve vincerebbe ancora lo scudetto) e avete fatto il miglior mercato con alcuni colpi eccellenti (tipo Jovetic). La Roma a mio avviso in difesa potrà avere gravi problemi (la panchina è corta) e la Juve sembra veramente in un anno di transizione. Vedremo a Natale….

  47. Contento per il risultato, azzardo una considerazione tecnica: premetto che non ho visto la partita, ma da quel che ho letto Peresic avrebbe giocato da 3quartista; considerato che lui non lo è e che JoJo non è un laterale puro, un 4-3-3 con questi interpreti lo vedo spurio, più indicato Ljajic. Improbabile vederli in campo tutti e 3, dall’inizio, assieme ad Icardi. Più consono a mio parere vedere JoJo dietro le 2 punte.

  48. l’importante è vincere e noi l’abbiamo fatto, nel 1° vero test. La squadra può solo migliorare, ora bisogna mettere fieno in cascina. La Roma ci è superiore, sulle altre non ne sono tanto sicuro, comunque non mi faccio trascinare dai commenti dei giornali e dai filo milanisti, non abbiamo rubato nulla, chi segna vince, chi vince ha sempre ragione. Ottimi tutti, ma a mio avviso fino a quando ha tenuto fisicamente JOJO, di gran lunga il migliore. Melo, Guarin e Kondo straripanti fisicamente e tecnicamente

  49. Era dai tempi di Maicon che non vedevo un cross decente. Peccato che Guarin abbia incornato male il pallone. Bravo Perisic! Buona settimana a tutti…. e piedi per terra!

  50. contentocosì // 14 settembre 2015 a 16:14 // Rispondi

    Potevamo pareggiarle tutte e tre (magari con Ranieri o Mazzarri) ma le abbiamo vinte. Squadra tosta e giovane e pure con un ottima panchina. Per me si è lavorato benissimo ci sono “garra” potenza e classe da far sapientemente dosare a mr ciuffo…Buona crescita e buon campionato a tutti.

  51. due piccole note, anzi 3: kondo ha le gambe di legno, ci sara’ da divertirsi quando entra in forma. E i due “motti” mediatici mi fanno morire, eccoli:
    – il campionato della juve non e’ ancora iniziato
    – il milan non merita di perdere e ha vinto due derby

  52. Alessandro TKOR // 14 settembre 2015 a 16:30 // Rispondi

    Grande GLR
    Avendo la fortuna di parlare con un addetto ai lavori so che ad Appiano c’è fiducia per il terzo posto, non di più, poi ovvio che le cose possono evolvere.
    Su guarin ho fiducia ora la squadra è più adatta alle sue caratteristiche (vedi sul gol i tre attaccanti che si allargano e lui si butta nello spazio).

  53. Finalmente sembra girarci anche bene, a differenza di molti match dello scorso anno in cui alla pochezza della squadra si aggiungeva una buona dose di sfiga. Ciò detto la difesa balla parecchio per cui ci sono molte cose sistemare. Come giudichi Medel difensore? Che possa diventare il nostro Mascherano (con le dovute proporzioni)? A centrocampo mi sembra che guadagnamo in fluidità. Ciao

    • Da Medel a Mascherano siam un po’ spericolati, ma ho capito il senso. Speriamo faccia bene dove lo si mette. Sarebbe già tanto…

      • Siamo solo all’inizio, pero’ avere vinto il derby ed essere soli in testa e’ per me una bella sorpresa, roba da vecchi tempi…
        Come dici tu anch’io non credo allo scudetto, l’obiettivo e’ il terzo posto, credo che sara’ una lotta interessante fino alla fine. Comunque soffia gia’ l’inverno su Torino (-8) e meta’ Milano (-6)!
        Sono stato buono, potevo scrivere un terzo di Milano, o un quarto eh !

  54. Vediamo di non fare come a Roma dove dopo due successi consecutivi si esaltano a dismisura e dopo due sconfitte si deprimono come non mai e contestano la squadra. Equilibrio, please. Un’ultima considerazione: ieri sera allo stadio un individuo dietro la mia fila di posti continuava a criticare Kondogbia. Certi tifosi si meriterebbero ancora le squadre degli ultimi due anni…

  55. Paolo Molinari // 14 settembre 2015 a 17:25 // Rispondi

    Ragazzi, parlo da sconfitto quindi mi spernacchierete, però…Quella di ieri é stata soprattutto la vittoria di un bel tiro che é andato a segno, possibile che ad un risultato si debba andare addietro sempre con la litania dei ‘carattere’, grinta’, ‘personalità’, ecc…? Se finiva 0-0 o 1-1 com’era giusto non avreste detto niente ? Giusto gioire per la classifica, ma forse mai come stavolta le 2 squadre si sono equivalse, verso l’alto una volta tanto…

  56. Ottimo ed abbondante – sui giocatori solo una notazione per F. Melo – un duro così ci mancava dai tempi di Dejan Stankovic e del Grande Samuel. Ora attendiamo l’inserimento dei nuovi, e poi ci divertiamo
    W Inter forever (in inglese fa più fino)

  57. credo che l’esultanza di giocatori ed allenatore siano il messaggio più bello….Mai visto con Mazzarri o Benitez questa gioia dopo gol e vittorie. Mi sembra si stia creando un buon gruppo ci sono individualità che possono fare la differenza, e non solo mezzi talenti come Kovacic mai decisivi. Ciao GLR.

  58. Guardando questo derby sono arrivato alla conclusione che le due squadre sono, per ora, allo stesso livello. La differenza sta nel fatto che il Milan più di così non potrà fare, mentre l’Inter ha dei margini di miglioramento notevoli. Vedremo in seguito…

  59. Avevamo faticato strappando la vittoria con un’invenzione di “JoJo” contro l’Atalanta nell’extra-time e grazie ad un rigore in quel di Carpi. Naturalmente non poteva essere agevole la gara di ieri sera; ci è voluto un rasoterra velenoso del “Guaro” per portarla a casa.
    In effetti l’Inter contro le PICCOLE soffre… :-p

  60. Io penso sia un’ottima vittoria, giocata contro un buon Milan. A parte i primi 15-20 minuti, conditi di errori piuttosto banali e folli, mi sono piaciuti moltissimo Medel e Murillo come coppia di centrali, e Felipe Melo ha dato quella “garra” che forse mancava (vedasi fallo su Balotelli appena entrato). Ci vogliono anche questi giocatori, e Mancini lo sa benissimo, ecco perché si è battuto tanto per averlo. Il gioco non è ancora spumeggiante, ma col tempo arriverà anch’esso assieme ai 3 punti.

  61. Inter sei forte! Cuor contento il ciel l’aiuta

  62. Pur presenti alcune lacune in difesa io sto avendo la netta impressione di una squadra che sta crescendo, che ha un’idea di gioco chiara, che ha probabilmente azzeccato la gran parte degli acquisti e che ha un allenatore che per mille motivi ha una grandissima voglia di fare qualche cosa di eccezionale ed ha la maturita’ e la competenza per pensarlo e farlo. Magari mi sbaglio eh ma ce lo ridiciamo tra 3 mesi.

  63. Felicissimo, mi unisco e condivido il parere della maggior parte dei commenti espressi. Detto questo, una riflessione su Handanovic:ma quanti di questi 9 punti sono merito suo? Ieri ero dietro la porta e vi assicuro che la parata su BBalotelli é paragonabile ad un goal fatto! Abbiamo iniziato con la A_talanta poi la C_arpi e per non farci mancare nulla ecco la BB_ilan che vale doppio!!

  64. Volare basso è la parola chiave. Il primato dopo anni è una cosa che fa leggermente godere. L’allenamento la mattina dopo il derby invece mi fa immenso piacere.
    Ma poi subentra la razionalità (e anche i bookmaker) e mi dice che la juve è ancora la favorita, e la Roma segue a ruota. Ma dopo ci siamo noi adesso.
    E’ bellissimo per noi interisti vincere di misura e soffrire fino al 90+5esimo.
    Però piedi per terra, in fondo abbiamo battuto 3 squadre che lottano per la salvezza! :)

  65. Noto con piacere che si è tornati alla cara vecchia abitudine Mourinhana di passare la mattinata post match ad appiano. Cosa utilissima per favorire il recupero immediato in maniera attiva, terapie per gli acciaccati e analizzare il match ancora a caldo, lasciando ai ragazzi il martedì libero per svagarsi (con i locali chiusi il lunedì notte). Piccolezze mi direte, ma ai massimi livelli è questione di centimetri.

  66. Ah ah ah, che ridere…Si vede proprio ti sei visto molte partite di Perisic che non giocava nel Borussia ma nel Wolfsburg, come da te erroneamente detto questa mattina

  67. Purtroppo il problema di Internet sono gli ignoranti come te che andrebbero presi a calci nel culo ogni volta che parlano. Non sai mai un cazzo, scrivi in un italiano da codice penale – ho dovuto correggere il tuo poemino ogni due parole – e, da incompetente cronico, ignori che Perisic ha cominciato a farsi conoscere davvero nel Bruges, si è consacrato nel Borussia Dortmund e si è confermato ad alti livelli nel Wolfsburg. Insomma, perle ai porci. Ripassa, zuccone!!!

    • Io ce l’ho con te dal 2004, quando alla prima mail di un ragazzo tu mi hai risposto male. Per quello scrivo insulti a tutti da allora. Io non dimentico.

      • Beh Carlo, chissà che cosa avevi scritto per ricevere una brutta risposta, se poi è vero. Se sono quasi 12 anni che ci segui (il sito forse aveva appena aperto), vuol dire che siamo importanti per te. Chissà quanti altri ti hanno cestinato senza pietà. Qui invece, una volta ogni due o tre mesi, ci ricordiamo di te, per darti almeno una ragione di interesse. E tra non molto faremo di più: essendo venuti in possesso dopo denuncia di tutti i tuoi dati anagrafici, prima di quanto ti immagini ci sentiremo direttamente via mail e per telefono. Poi magari verremo anche a trovarti a casa. Il tempo di trovare il tempo.
        Staff gianlucarossi.it

      • Mattia Rivolta // 23 settembre 2015 a 01:21 // Rispondi

        Ma questo Carlo è completamente scemo! Digli di scriverci a indianajones@fastwebnet.it che almeno ci divertiamo anche noi in ufficio
        Mattia

        • Miica è capace di scrivere a un indirizzo mail…a fine anno raccogliamo le perle e lo mettiamo nell’apposita rubrica. Sempre che il boss autorizzi…
          Staff gianlucarossi.it

  68. Se siamo da scudetto lo dirà più in là il campionato, nel frattempo godiamoci alla grande il primato e la bellissima vittoria sul derby. Grande Mancio, bravi ragazzi fateci sognare ancora serate e momenti così entusiasmanti. Stiamo sempre vicini alla squadra anche nei momenti difficili che arriveranno prima o poi. É senza dubbio un’altra atmosfera quella che si respira, la riprova nelle parole dei “vecchi” intervistati.⚫

  69. Sono convinto che questa squadra ci farà sognare, lo sento: diamo tempo al Mancio e soprattutto ai nuovi di conoscere compagni e tattica nuovi. Chi ha criticato Perisic dopo due allenamenti si dia al bowling e vada a rompere i birilli da qualche altra parte. Tutti i nuovi mi sono piaciuti, hanno dato tutto quello che avevamo e a noi tifosi questo fa un enorme piacere. Felicissimo per il gran goal del Guaro, vuoi vedere che quest’anno il colombiano fa il salto di qualità? Sperem

  70. Massimo Inter // 16 settembre 2015 a 10:11 // Rispondi

    Nel derby conta solo una cosa: vincere. E l’abbiamo fatto. Però ho colto un’Inter più vogliosa e determinata del Milan. Si il milan ha creato grattacapi iniziali, ma più i minuti passavano e più la difesa ha preso le misure. Ci sono voluti i tiri di Balotelli per provare a segnare. Gli ‘accorgimenti’ in corsa sono un forte segnale di bravura da parte del Mister e di sale in zucca dei giocatori. Ottimi Handa, Jovetic e Melo. La strada è giusta, avanti così! E “manca” Icardi…

  71. claudioeffedeejay // 16 settembre 2015 a 13:22 // Rispondi

    Mi è piaciuto l’atteggiamento di Ranocchia (che massacro da quando è all’Inter). Si è fatto trovare pronto, nonostante l’esclusione iniziale, ha fatto un bel l’intervento su L.Adriano, e a fine gara è andato a festeggiare sotto la Nord. La medesima impressione non mi ha destato invece Palacio: doveva entrare per tenere palla e trovare qualche pertugio in contropiede, ma non è riuscito a fare nessuna delle due cose. Riguardati il suo movimento nell’occasione del palo di Balotelli.

    • Peccato che solo nel calcio – anche se solo per alcuni tifosi – conta sempre quello che si è fatto cinque minuti prima o si fanno confronti in base a movimenti contingenti. In ogni campo della vita reale e anche nel calcio perlomeno per gli addetti ai lavori, conta invece quello che si è fatto nella propria carriera. Non c’è il minimo confronto, per ora, tra quello che ha dato Palacio e quel che ha dato Ranocchia all’Inter. Se bastassero due moine sotto la Curva Nord dopo un derby vinto, allora Stramaccioni dovrebbe avere una statua all’ingresso di San Siro. Ranocchia deve cominciare a fare seriamente proprio quel che gli ha detto Mancini: “metterlo seriamente in difficoltà”. Finora non c’è stato pericolo.
      GLR

  72. Quando Mancio aveva Kovacic e Hernanes li provava come esterni alti, ora che è arrivato Perisic (di ruolo) lo fa giocare da trequartista … boh!!!Ragazzi ma che giocare male però…d’accordo, rispetto gli ultimi anni va bene così per l’amor di Dio…speriamo in qualcosa di più qualitativo!

    • In effetti ogni tanto Mancini lascia perplessi, ma magari vede qualcosa che noi non vediamo. Per il buon gioco c’è tempo. Stavolta la squadra è zeppa di novità e ci sta che ci si metta un po’ più del solito. Però sai anche tu che alla lunga si preferisce giocar male e vincere che giocare bene e non vincere
      GLR

  73. contentocosì // 16 settembre 2015 a 14:17 // Rispondi

    Immaginiamo solo per un secondo cosa aveva nello stomaco Ranocchia quando è entrato, quanto bruciava la palla e di chi sarebbe stata la colpa dell’eventuale pareggio? Se non è morto domenica sera sono convinto che ce la puo ancora fare!! Del resto se si aspetta ancora Balotelli alla millesima “ultima possibilità” perche non farlo con “quello buono” del duo Ranocchia Bonucci???

    • Guarda, io credo che dipenda tutto da lui…Quest’anno se le cose continuassero a girar bene la gente sarebbe anche più paziente e mi piacerebbe che si rilanciasse…dico davvero…
      GLR

  74. Francesco da Melbourne // 17 settembre 2015 a 09:04 // Rispondi

    Vittoria e primato in classifica. Molto bene!!!
    Come dici tu e Mancini stiamo calmi, l’unica cosa certa che bisogna continuare a lavorare sodo per raggiungere determinati risultati. Vorrei sapere dove sono finiti tutti quelli che ad agosto criticavano Mancini:”Quando parla fa addormentare,e’ buono solo a fare il mercato,sopravvalutato etc.” Soliti intenditori che capiscono di calcio. In barba a loro credo che il Mancio sia il migliore allenatore in Italia in questo periodo. Cosa ne pensi?
    Cheers

    • Non so se sia il migliore, ma certamente è quello che ha vinto di più
      GLR

      • Francesco da Melbourne // 18 settembre 2015 a 09:13 // Rispondi

        Infatti e’ l’albo a parlare e io credo inoltre che e’ un tecnico molto preparato nonostante l’esperienza accumulata all’estero perche’ capisce di calcio andando a prendere uomini che prima di tutto sanno fare il loro mestiere cioe’ players professionisti e seri. A prescindere dagli schemi tattici, alla fine sono gli uomini che interpretano. Ho la sensazione di una squadra costruita per essere tosta e quindi finalmente per vincere. Saro’ il primo a non rinnegare se non andra’ cosi alla lunga.

  75. La più bella soddisfazione ed il più bel regalo che l’Inter mi ha fatto quest’anno è la voglia di vedere Chievo-Inter alla quarta giornata con ansia e tensione. Lo scorso anno ero triste e rassegnato ora aspetto con ansia il Chievo. Penso di aver descritto il mio stato d’animo

  76. gianfranco da Auckland // 18 settembre 2015 a 03:32 // Rispondi

    Mi sono dovuto trasferire dall’altra parte del mondo per vedere, da anni ormai, 3 vittorie consecutive in uno stesso campionato!
    Per lo scudetto dove posso trasferirmi di piu’ distante?
    Ps. non sono io che porto sfiga anche se puo’ sembrare!

  77. Ciao a tutti
    Io penso che lo spirito giusto sia “un cauto ottimismo”
    Le sensazioni sono buone ma siamo solo all inizio… Troppi giocatori nuovi da assemblare ma tutti finalmente comprati con criterio e non giusto x far numero….
    Forza Mancio e Forza Inter

Lascia una risposta

Le 4 regole del commentario:
1. Siate educati: i commenti ad personam saranno ignorati
2. Scrivete in italiano, il congiuntivo non è una malattia degli occhi!
3. Non è una chat: se volete conversare tra voi, io che ci sto a fare?
4. La lunghezza del commento non può superare i 500 caratteri (spazi compresi)
Viva l’Inter!


*

 caratteri disponibili